La casa stregata e altri racconti – [H.P. Lovecraft]

La Casa Stregata e Altri Racconti

Trama: Il racconto La casa stregata venne ispirato a Lovecraft da una casa realmente esistente a Providence, da lui definita «maledetta o nutrita di cadaveri». Il tema di antichi orrori che si risvegliano, di misteriose auree demoniache, la suspense e il senso di oppressione soprannaturale trasmessi da queste pagine si incontrano anche nel celebre L’orrore a Red Hook, molto citato dagli appassionati di Lovecraft che sostengono l’ipotesi che lo scrittore fosse un affiliato di una setta occulta, vista la precisione con cui riporta alcune formule usate durante rituali esoterici. Con L’orrore di Dunwich entriamo in un altro mondo, in quell’universo alieno inaugurato dalla figura di Cthulhu che lo scrittore svilupperà in una serie di famose raccolte. Ne I sogni nella casa stregata Lovecraft introduce un’intuizione che influenzerà molti scrittori di fantasy suoi contemporanei: l’orrore non proviene solo dallo spazio infinito, ma anche dall’infinità di universi paralleli al nostro. Creatore e caposcuola incontestato del filone dell’orrore soprannaturale, Lovecraft fa risalire le radici della sua narrativa alle angosce e agli incubi più oscuri dell’animo umano.

«Perfino negli orrori più spaventosi di rado manca l’ironia. Talvolta essa entra direttamente nell’insieme degli avvenimenti, mentre altre volte è legata soltanto alla posizione fortuita di questi tra le persone ed i luoghi.»


Il libro è un insieme di quattro racconti, inquietanti e sconvolgenti, che descrivono atmosfere fosche.

Il migliore in assoluto è “L’orrore di Dunwich”, in cui leggende e credenze di un culto antico sconvolgono la vita quotidiana di un paesino in campagna. Un’intera famiglia evoca un mostro distruttore, in grado di divorare ogni cosa e persona che incontra. Ciò che colpisce è la dovizia di particolari sulla famiglia coinvolta, mentre il mostro è descritto solo di sfuggita tramite impressioni e sensazioni suscitate in quelli che si imbattono sul suo cammino.

I particolari arcani e oscuri descritti per il culto ricorrono anche nelle restanti storie, caratterizzando i racconti con un linguaggio antico. Il lettore si sente sprofondare lentamente in atmosfere fosche, senza speranza, proprio come alcuni personaggi. Il linguaggio è forbito e ricercato, così come i riferimenti all’occultismo ed esoterismo. Nei racconti i protagonisti si trovano ad affrontare forze oscure senza alcuna preparazione in merito, dovendo imparare strada facendo a difendersi e a trovare una via di scampo.

“La casa stregata” e “L’orrore a Red Hook” racchiudono anche elementi soprannaturali più classici, come fantasmi e presenze diaboliche. I protagonisti si che si imbattono in questi nuovi pericoli sono all’inizio scettici, quasi che il pensiero di entità sovrannaturali non li abbia mai sfiorati. Con il susseguirsi delle vicende si ricredono, rimanendo ben consapevoli che in molti non si fideranno di ciò che raccontano e che stanno provando.

Nel complesso l’insieme dei racconti offre quattro spunti diversi per affrontare forze che sfuggono alla logica, permettendo ai personaggi di uscire spesso vincitori. Le forze oscure dimostrano però ogni volta la loro potenza e il loro ingegno, in grado di prevedere le possibili contromisure e di agire di conseguenza.

Consigliato a: chi desidera un po’ di brividi.

Voto:

Titolo: La casa stregata e altri racconti
Autore: H.P. Lovecraft
Editore: Newton Compton
ISBN: 8854121916, 9788854121911
Lunghezza: 192 pagine

La Casa Stregata e Altri Racconti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...