L’incidente artico – [Eoin Colfer]

L'incidente artico

Trama: Artemis Fowl è davvero un genio criminale? Sì, visto che a dodici anni è riuscito a impadronirsi dell’oro custodito dal Popolo delle creature fatate e a beffarsi della magia grazie al proprio stupefacente Q.I. Artemis ha tuttavia un punto debole: l’amore per la madre, che pretende di mandarlo a scuola come un moccioso qualunque, e per il padre, misteriosamente scomparso fra i ghiacci dell’Artico. Ed è appunto per ritrovare Fowl senior, prigioniero della Mafia russa, che Artemis deve chiedere aiuto ai suoi nemici di sempre, Spinella tappo della polizia elfica e il suo burbero comandante Julius Tubero. Perché anche il Popolo è in grossissimi guai e per uscirne ha bisogno di Artemis.


La seconda avventura per Artemis Fowl coinvolge uno schema criminale più ampio del previsto. Artemis si trova per una volta dalla parte dei buoni, collaborando con la LEP per evitate un golpe pericoloso. Ovvio che approfitta della situazione per avere un vantaggio personale, ma appare meno spietato e insensibile di come vorrebbe sembrare. Come nel primo libro si nota un’evoluzione del personaggio, che matura duramente la trama fino a raggiungere un nuovo equilibrio tra genialità e sentimenti. A volte lo stesso Artemis si stupisce per le nuove sensazioni che prova, che lo distraggono dal suo compito.

Compare anche un nuovo nemico, la cui pericolosità può mettere in seria difficoltà Cantuccio. Rappresenta un rivale sia per Artemis sia per Polledro, ma non ha la loro stessa tenacia e lucidità mentale. Il suo piano non è ben progettato come quelli del protagonista, che prepara ed escogita sempre soluzioni alternative. A tratti rasenta la follia e la megalomania, due caratteristiche su cui dovrà far leva Artemis per fermarlo in tempo. A differenza del primo libro, Polledro ha una parte più dominante nelle vicende, poiché è coinvolto in prima persona e non è più un semplice stratega e spettatore passivo.

In questa avventura è possibile scoprire alcuni dettagli su Cantuccio, a metà strada tra una moderna metropoli e un aeroporto internazionale. Vengono descritte diverse specie, ognuna con particolari che stuzzicano la fantasia del lettore. Le tecnologie utilizzate sembrano sempre fantascientifiche, in grado di soddisfare qualunque bisogno ma sempre con un punto debole cui nessuno fa mai caso. Ovvio che gli aspetti prettamente civili sono tralasciati, mentre ci si addentra a scoprire il mondo delle forze di polizia cui appartiene Spinella.

I legami affettivi che Artemis sta sviluppando sono molto teneri, perché rispecchiano la sua insicurezza nel mondo dei sentimenti. Rimane da vedere se anche nei prossimi libri, con l’inizio dell’adolescenza, il protagonista saprà conservare questa sua impassibilità e freddezza d’animo.

Consigliato a: chi sogna la nascita di un’amicizia tra i freddi ghiacciai.

Voto:

Titolo: L’incidente artico
Autore: Eoin Colfer
Serie: Artemis Fowl [2]
Editore: Mondadori
ISBN: 8804543086, 9788804543084
Lunghezza: 303 pagine

L'incidente artico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...