Odyssea: Oltre il varco incantato – [Amabile Giusti]

Odyssea: Oltre il varco incantato

Trama: Se potesse, Odyssea, sedici anni e nessuna bellezza, chiederebbe molte cose a sua madre. Ad esempio perché da anni sono costrette a vivere come fuggiasche, senza una meta, una casa stabile e, soprattutto, senza un padre. Finché in una tiepida notte d’estate, attraversando un varco incantato nascosto nel bosco, sua madre la riporta a Wizzieville, dove è nata, e lei scopre di appartenere a una cerchia di persone speciali, dotate di rari poteri.
Incredula, Odyssea si immergerà in un mondo intriso di magia, dove ogni esperienza – per lei che è sempre vissuta lontano da tutto e da tutti – ha il sapore della prima volta, ma si accorgerà presto, suo malgrado, che dietro la facciata idilliaca e fatata di Wizzieville brulica il Male. Un nemico sanguinario – lo stesso che ha ucciso suo padre dodici anni prima – perseguita la sua famiglia da generazioni ed è tornato sotto mentite spoglie per attuare il suo crudele disegno. Mentre la paura di non essere in grado di gestire i propri poteri arriverà a farle rimpiangere la vita fuori di lì – senza amicizie, né legami né radici – e a temere per l’incolumità di chi ama, terribili, inconfessabili incubi la assaliranno come artigli di un doloroso passato.
Come se non bastasse, l’amore la coglie di sorpresa. Il misterioso e impavido Jacko, un giovanotto di poche parole che, a differenza di tutti gli altri, la tratta senza solennità e cerimonie, entra nella sua vita e devasta il suo cuore inesperto. Ma come mai tutti lo temono e lo disapprovano? Può fidarsi di lui?
Minacciata da un’oscura condanna, Odyssea dovrà crescere e trovare in sé la forza di difendersi. Non può concedersi errori. Il nemico è in agguato. Potrebbe essere ovunque, potrebbe essere chiunque.


Il libro presenta alcuni spunti interessanti, ma i personaggi non riescono a tenere viva l’attenzione. Il punto più deludente è la protagonista, la classica ragazzina che si sente brutta ma conquista i ragazzi più beli e interessanti, che non sa niente della magia ma riesce a padroneggiare poteri immensi, che non brilla per intelligenza ma al momento giusto ha il colpo di genio risolutore. Però la trama presenta alcuni colpi di scena che riescono a risvegliare l’interesse del lettore.

Innanzitutto il mondo descritto, per quanto possa sembrare il classico villaggio magico arretrato tecnologicamente, presenta alcuni dettagli riguardanti la vita quotidiana che incuriosiscono. La storia del villaggio è frammentata e raccontata da più personaggi e il lettore dovrà riuscire a riordinare tutti i tasselli per capire come gli eventi passati siano la chiave per risolvere ciò che sta accadendo.

La magia e il suo utilizzo sono governati da regole specifiche che, anche se possono essere ignorate se uno è abbastanza potente, cercano di mettere ordine nel sistema complicato proposto nel libro. Si intravede un’idea del sistema scolastico, in cui gli allievi sono promossi in base alle loro qualità magiche e possono accedere a corsi man mano più impegnativi.

Il resto della trama purtroppo è un insieme di decisioni sbagliate, pianti liberatori e adulti che si accorgono sempre troppo tardi del pericolo e devono essere salvati da ragazzini. L’intreccio amoroso non è sviluppato con tutte le sue potenzialità, nonostante le basi ci siano tutte, e i due ragazzi coinvolti sono così diversi da non poter essere paragonabili.

L’unico punto a favore è che, essendo il primo libro di una serie, ha posto le basi per un seguito che potrebbe essere meglio sviluppato. Lo stile di scrittura è fluido e i luoghi descritti riescono a stuzzicare la fantasia del lettore. Non resta che sperare che il secondo libro migliori nei lati carenti del primo volume!

Consigliato a: chi immagina un universo magico parallelo al nostro.

Voto:

Titolo: Odyssea: Oltre il varco incantato
Autore: Amabile Giusti
Serie: Odyssea [1]
Editore: Dalai Editore
ISBN: 8866209872, 9788866209874
Lunghezza: 368 pagine

Odyssea: Oltre il varco incantato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...