Il figlio del cimitero – [Neil Gaiman]

Il figlio del cimitero

Trama: Ogni mattino Bod fa colazione con le buone cose che prepara la signora Owens. Poi va a scuola e ascolta le lezioni del maestro Silas. E il pomeriggio passa il tempo con Liza, sua compagna di giochi. Bod sarebbe un bambino normale. Se non fosse che Liza è una strega sepolta in un terreno sconsacrato. Silas è un fantasma. E la signora Owens è morta duecento anni fa. Bod era ancora in fasce quando è scampato all’omicidio della sua famiglia gattonando fino al cimitero sulla collina, dove i morti l’hanno accolto e adottato per proteggerlo dai suoi assassini. Da allora è Nobody, il bambino che vive tra le tombe, e grazie a un dono della Morte sa comunicare con i defunti. Dietro le porte del cimitero nessuno può fargli del male. Ma Bod è un vivo, e forte è il richiamo del mondo oltre il cancello. Un mondo in cui conoscerà l’amicizia dei suoi simili, ma anche l’impazienza di un coltello che lo aspetta da undici lunghissimi anni…

La mia recensione
Avere dei fantasmi come famiglia può complicare la vita di qualunque persona, ma per Nobody si tratta della normalità. Adottato e protetto da un piccolo cimitero e dai suoi abitanti, il bambino avrà a che fare con diverse entità sovrannaturali, alcune benigne, altre invece intenzionate a dargli la caccia. Si cresce insieme al protagonista e alla sua famiglia particolare, con insegnamenti di vita tratti da varie epoche che rendono il piccolo Nobody un ragazzo in gamba e in grado di affrontare il mondo esterno.

I suoi insegnanti e protettori lo educano nelle discipline più disparate, ma sarà il contatto con il mondo esterno che farà capire a Nobody alcuni aspetti importanti per il suo futuro. Per esempio le sue riflessioni sulla morte avvengono solo alla perdita una persona cara, nonostante sia circondato da fantasmi. Il valore che attribuisce all’amicizia e alla lealtà è superiore rispetto a quello delle persone comuni, poiché è cresciuto con questi valori ben saldi in mente.

Il passato del protagonista nasconde però il pericolo più grande: il mistero sulla morte della sua famiglia e del sicario che li ha sterminati grava sulle sue spalle. Nonostante il suo mentore e la sua famiglia vorrebbero tenerlo al sicuro e all’oscuro di tutto, Nobody scopre pian piano alcuni dettagli sulla vicenda. Il suo desiderio di vendetta e la sua mente acuta saranno le uniche armi che avrà per il confronto finale che lo attende. Sa che potrà contare sempre sugli abitanti del cimitero nel momento del bisogno, ma in alcuni casi si troverà ad affrontare i suoi nemici da solo e lì mostrerà tutta la sua intraprendenza.

Lo stile è impeccabile, in grado di mischiare divertimento e mistero, tensione e momenti di riflessione. L’autore riesce a trascinarti nelle avventure narrate e a tenerti inchiodato fino alla fine. Veramente un ottimo libro!

Consigliato a: chi vuole leggere una storia di fantasmi diversa dal solito.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Fantasy
Titolo: Il figlio del cimitero
Autore: Neil Gaiman
Lunghezza: 344 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...