Sirene d’inverno – [Barbara J. Zitwer]

Sirene d'inverno

Trama: Se dopo una giornata di superlavoro a casa ad aspettarti c’è solo il cane, ti viene da chiederti: dove ho sbagliato? Forse l’errore è stato andare a letto con il capo, che poi ti ha scaricata per non rovinarsi la carriera. Oppure rinunciare al matrimonio della tua migliore amica per un importantissimo meeting che non ricordi nemmeno più… Ma ora Joey ha di fronte una grande opportunità: il suo studio di architettura ha deciso di mandarla in Inghilterra a supervisionare la ristrutturazione di una antica villa. Sembrerebbe un incarico da sogno: Stanway House è il luogo in cui J.M. Barrie scrisse Peter Pan, il libro preferito di Joey. Il compito però si rivela più arduo del previsto. Il guardiano della villa, Ian McCormack, non è proprio un tipo accogliente e con lui niente sembra andare per il verso giusto… Finché, un giorno, mentre corre nel parco, Joey si imbatte in un allegro gruppo di arzille ottuagenarie. Le improbabili signore – membri della Società di nuoto femminile J.M. Barrie – la sfidano a una nuotata nelle acque gelide del lago. Quel che serve è solo un po’ di coraggio e un briciolo di incoscienza: al primo impatto, il freddo sembra insopportabile, ma quando il corpo supera lo choc, la sensazione è di pura estasi. L’incontro con le tenere, adorabili, esilaranti vecchiette rivoluziona la vita di Joey, e segna l’inizio di un’amicizia che la cambierà nei modi più inaspettati, fino a mostrarle che l’amore, spesso, è solo a un tuffo da noi.


Joey è un architetto in carriera, pronta a tutto pur di mettersi in mostra e far vedere quanto vale. L’occasione giusta si presenta con un’importante ristrutturazione, dove dovrà riuscire a coniugare le esigenze del cliente con quelle degli abitanti del villaggio. In fatti la villa in cui si svolgeranno i lavori rappresenta una dimora storica, dove lo scrittore J.M Barrie ha realizzato il suo romanzo “Peter Pan” e sono in molti contrari alla creazione di un albergo nelle stanze, dove sono nati i bambini sperduti.

Joey, abituata ai ritmi frenetici della città, dove non aveva mai tempo per riflettere, si ritrova così immersa nella campagna inglese. E fa subito due incontri che le stravolgeranno per sempre la vita: un’arzilla vecchietta e l’arcigno guardiano della villa. Una le insegnerà l’importanza dell’amicizia, di come sia indispensabile avere qualcuno al proprio fianco su cui è sempre possibile contare. L’altro invece creerà un vero terremoto nel cuore di Joey: abituata ad avere uomini sempre impeccabili e con vestiti firmati, si ritroverà invece a desiderarne uno un po’ scontroso e chiuso in se stesso. Intrappolato in un triste passato, sarà solo con la presenza della protagonista che riuscirà a risvegliarsi.

La storia è ben strutturata e i ritmi non sono precipitosi. Abbiamo modo di comprendere i sentimenti di Joey e il loro evolversi, senza che si percepisca qualche forzatura ai fini della trama. Le campagne descritte e il piccolo laghetto influenzano l’animo del lettore, che si sente ammaliato dalla tranquillità dei luoghi. I personaggi secondari sono ben caratterizzati e ci sente subito parte del gruppo di vecchiette, provando le stesse emozioni della protagonista.

Un peccato che il finale rovini tutto, essendo precipitoso e poco coerente con gli avvenimenti precedenti.

Consigliato a: chi si sente un’inguaribile romantica per le campagne inglese.

Voto:

Titolo: Sirene d’inverno
Autore: Barbara J. Zitwer
Editore: Fabbri Editori
ISBN: 9788845190575
Lunghezza: 285 pagine

Bookrepublic

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...