Ritorno alla Terra – [Octavia E. Butler]

Ritorno alla Terra

Trama: Il genere umano si è autodistrutto e soltanto l’intervento degli Oankali, gli enigmatici alieni che vagano nel cosmo alla ricerca di nuovi ceppi genetici, ha consentito il recupero di pochi superstiti, con la speranza che un giorno i loro figli potessero abitare di nuovo la Terra Fin qui la storia di Lilith Iyapo, come narrata in Ultima genesi (Urania 1058), ma ora la Xenogenesi, ovvero la fusione tra l’uomo e gli Oankali, sta per trasferirsi sul nostro pianeta. Akin è il primo figlio maschio di una straordinaria unione: la madre Lilith, il padre morto da quasi tre secoli, a soli due anni possiede già la mente e la voce di un adulto, e quando viene rapito da una banda di umani ribelli ha modo di conoscere anche la vita di coloro che rifiutano il patto con gli Oankali. Solo allora potrà affrontare la sfida nascosta nella condanna genetica del genere umano.

La mia recensione
Ritorniamo nell’universo degli Oankali e degli umani per una sfida. Il figlio di Lilith, primo della sua generazione, è l’inizio dell’unione delle sue razze. E da qui prende avvio la parte più inquietante del libro: la descrizione come il fisico del bimbo si adatti a questa trasformazione. Avevo già trovato strani gli alieni descritti nel primo libro, ma stavolta la metamorfosi subita diventa alquanto bizzarra. Il bimbo, chiamato Akin, dimostra un’intelligenza fuori dal comune, una curiosità sul mondo che lo circonda tipica dei bimbi umani, una sensibilità che si ritrova solo negli Oankali. L’aspetto fisico potrebbe ricordare un terrestre, ma alcune parti del corpo sono tipiche degli alieni.

E’ lui il protagonista della vicenda, che si avventura sulla Terra, senza avere nessuno al suo fianco che lo possa guidare a capire le emozioni degli umani. Rispetto al suo creatore alieno, Akin dimostra molta più dimestichezza con ciò che provano i terrestri, ma si troverà ad affrontare reazioni a lui sconosciute. I suoi primi anni di vita li ha trascorsi al sicuro nella sua casa, con la sua famiglia, senza alcun contatto con il mondo esterno. Ritrovarsi rapito in mezzo a degli uomini poco disposti a comprendere la sua diversità lo metterà di fronte a una scelta: rimanere aderente al piano ideato da suoi antenati oppure dare agli umani una seconda possibilità.

La descrizione delle dinamiche di una famiglia mista, umani e Oankali, riprende alcuni concetti già introdotti nel primo libro, aggiungendo però maggiore complessità con l’arrivo dei primi figli misti. Il ruolo di Lilith, che era protagonista nel primo libro, diventa marginale, rappresentando il tramite tra le due razze. Sembra essere rassegnata al futuro, avendo accettato lo stile di vita degli Oankali. Tenta di trasmettere a suo figlio la complessità dei sentimenti umani e, considerato il finale, credo che sia l’azione migliore che abbia intrapreso in tutto il libro.

Consigliato a: chi immagina bambini più intelligenti degli adulti.

Voto:

Titolo: Ritorno alla Terra
Autore: Octavia E. Butler
Serie: Xenogenesis [2]
Editore: Mondadori
Lunghezza: 192 pagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...