Il mondo di Anna – [Jostein Gaarder]

Il mondo di Anna

Trama: Anna è una ragazzina strana, animata da un amore profondo per la natura e dotata di una fervida immaginazione che talvolta la confina in un mondo tutto suo. Nel piccolo villaggio della Norvegia dove vive, cerca di figurarsi il proprio futuro e subito scorge il sinistro profilo della catastrofe ambientale che minaccia la Terra. Non sono gli studi, gli svaghi e i primi innamoramenti a riempire le sue giornate, ma la preoccupazione ossessiva per il destino incerto di alcune specie animali.
Anna è una ragazzina davvero strana, eppure lo psicologo che la segue non fa che ammirare l’impegno e il senso di responsabilità di un’adolescente dall’intelligenza non comune. Ma all’alba del suo sedicesimo compleanno, Anna fa strani sogni ricorrenti: sogna un futuro dove tutto è perduto, dove gli effetti devastanti della mano dell’uomo sulla natura sono drammaticamente evidenti. Sente allora che deve fare qualcosa, e deve farlo adesso. Non è al comando di una superpotenza o di una grande multinazionale, eppure il piano che sta per concepire, insieme a un amico che come lei non ha paura di osare, potrebbe cambiare per sempre il destino del pianeta.
Dopo Il mondo di Sofia, Jostein Gaarder ci consegna un romanzo che con la grazia e la semplicità delle favole non ci parla solo di temi ecologici ma ci permette di considerare il nostro posto nel mondo in una prospettiva sorprendentemente nuova.

La mia recensione
Dalle premesse mi aspettavo un grande libro sull’ecologia, che avrebbe risvegliato la coscienza di ogni persona, spingendola a rispettare l’ambiente. Invece chi legge questo racconto deve lottare contro la noia e il torpore. Le vicende sono più incentrate sui pensieri e le fantasie di Anna, che appare come una ragazza alquanto strana, con la testa sempre tra le nuvole. Con la sua grande immaginazione, sogna ad occhi aperti il futuro del pianeta, se gli esseri umani non cambieranno modo di comportarsi.

La relazione che ha Anna con le persone che le vogliono bene è alquanto particolare. I suoi genitori sembrano essere un po’ assenti dalla sua vita, preoccupandosi di lei solo quando compie qualche gesto inconsueto. Il suo ragazzo invece deve essere un santo, in grado di sopportare una ragazza che confonde la realtà con le sue fantasie.

All’interno del libro sono suggerite delle azioni molto fantasiose per migliorare la gestione del pianeta, nessuna realizzabile con l’intervento di un singolo individuo, nonostante si discuta proprio di questo. Di grande impatto invece è la descrizione del futuro, su come i cambiamenti climatici hanno sconvolto completamente il pianeta e la gente rimpiange il passato. I continui flashback tra presente e futuro rendono chiaro che gli uomini danno per scontate alcune caratteristiche dell’ambiente che li circonda, come la presenza di tanti animali e di diversi tipi di piante. Ma allo stesso tempo non fanno nulla per preservarle, anzi distruggono il loro habitat senza pensare alle conseguenze.

L’idea vincente del libro, e l’unica che riesce a convincere davvero, è la volontà di agire che anima i due giovani, gli unici a rendersi conto che bisogna intervenire fin da subito per salvare il pianeta.

Consigliato a: chi sogna un futuro più ecologico.

Voto:

Titolo: Il mondo di Anna
Autore: Jostein Gaarder
Editore: Longanesi
ISBN: 8830438383, 9788830438385
Lunghezza: 208 pagine

Bookrepublic

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...