Giovani, carine e bugiarde – [Sara Shepard]

Giovani, carine e bugiarde

Trama:Philadelphia. Nel quartiere esclusivo di Rosewood, quattro ragazze vivono tranquille tra manicure, pettegolezzi e problemi d’amore. L’intellettuale Aria ha una storia con il suo professore; Hanna, fashionist incallita, è sempre a caccia di vestiti e accessori; la raffinata Spencer vede in segreto il fidanzato di sua sorella, mentre Emily è alle prese con una strana attrazione per una nuova compagna di classe. Ma queste quattro amiche dall’aria così ingenua e fragile in passato hanno davvero esagerato con i loro diabolici “scherzetti”, capeggiate da Alison, la leader del gruppo improvvisamente scomparsa tre anni prima. E quando iniziano a ricevere inquietanti messaggi con una misteriosa firma, una semplice A, cominciano a sospettare che qualcuno che conosce tutti i loro segreti sia tornato. È senz’altro Alison, che non vede l’ora di rovinare la vita alle sue ex compagne…

La mia recensione
La vita in una cittadina della provincia americana deve essere molto noiosa, tranne che nella zona in cui vivono le protagoniste del libro. Sembra che chiunque abbia un segreto da nascondere abiti nel loro paesino. L’atmosfera dovrebbe essere misteriosa, soprattutto con l’ingresso in scena di “A”, la ricattatrice delle protagoniste che conosce i più sordidi dettagli della loro vita. Invece si rimane straniti di fronte al comportamento anomalo delle ragazze, che si comportano in modo viziato e sconclusionato. Il mistero finisce per annoiare dopo pochi messaggi minacciosi ricevuti e i pochi colpi di scena presenti nel libro non stupiscono come dovrebbero.

Il tema centrale della vicenda rimane il comportamento adolescenziale, mettendo in mostra il lato peggiore dei giovani. Rubare, mentire alla propria famiglia e amici sono all’ordine del giorno. Se vuoi distinguerti dalla massa, devi assumere l’aria snob o avere una relazione illecita con qualcuno di più grande. Non c’è da stupirsi che poi i genitori, totalmente assenti dalla vita dei figli, rimangano scandalizzati quando scoprono cosa combinano le loro ragazze.

Il rimorso per il passato è un altro tema affrontato, scatenato dalla scomparsa di Alison. Lei era il collante del gruppo e, una volta sparita nel nulla, l’unione e l’amicizia che le sembrava unire sono accantonate. Il desiderio di cancellare un’azione o una frase dettata dalla rabbia sembra essere una costante in ogni protagonista, che ritrovavano in Alison una confidente perfetta. Il problema è che questo rimpianto non cambia il loro comportamento nel presente. Il fatto che non siano mai veramente punite, neanche quando commettono dei reati, rende difficile far capire loro che stanno sbagliando.

Non sono riuscita a entrare in sintonia con nessuna delle quattro ragazze, trovando in ognuna un difetto dietro l’altro. E nonostante non sia svelato il mistero che circonda la ricattatrice “A”, che ricorrerà in ognuno dei volumi successivi, una volta concluso il libro non ho sentito lo stimolo a continuare la lettura della serie.

Consigliato a: chi adora i romanzi ambientati in paesini americani sperduti.

Voto:

Titolo: Giovani, carine e bugiarde
Autore: Sara Shepard
Serie: Giovani, carine e bugiarde [1]
Editore: Newton Compton
ISBN: 885412477X, 9788854124776
Lunghezza: 255 pagine

Bookrepublic

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...