Rebecca la prima moglie – [Daphne du Maurier]

Rebecca la prima moglie

Trama: “La notte scorsa ho sognato che tornavo a Manderley…”. Così inizia il romanzo più famoso di Daphne du Maurier, considerato un classico della letteratura gotica e di quella romantica. Una giovane donna s’innamora del ricco e affascinante Maxim de Winter, rimasto vedovo di recente. Arrivati a Manderley, la splendida tenuta dei de Winter, la ragazza si accorge che Rebecca, la prima moglie, è più viva che mai nella memoria di tutti coloro che l’hanno conosciuta. E che la sua presenza si allunga come un’ombra cupa e inquietante sul suo matrimonio, sulla sua identità, sulla magnifica dimora. Un romanzo grandioso sulla gelosia, la memoria, il passato e il presente, inesorabilmente legati tra loro.

La mia recensione
CI troviamo di fronte a un ottimo thriller, raccontato in prima persona dalla protagonista. In seguito a un matrimonio affrettato, la nostra narratrice anonima si ritroverà invischiata in una strana situazione nella casa di suo marito. Scoprirà, infatti, che nonostante la prima moglie sia morta da un anno, aveva una personalità così forte da aver lasciato un segno su ogni persona che ha incontrato. Riuscire a essere se stessa e costruirsi una vita sarà molto difficile per lei. Il suo carattere timido e riservato le impedisce di imporsi anche nelle scelte più semplici, finendo per sottostare in tutto alle scelte della sinistra governate.

La narrazione è particolare: non conosciamo mai il nome della protagonista o la sua età, ma degli altri personaggi sappiamo tutto nei minimi dettagli. Anche Rebecca, la moglie precedente, sarà descritta nei minimi particolari, sempre però dal punto di vista di qualcun altro. Non avremo mai una sua immagine oggettiva, ma il risultato sarà sempre filtrato dai sentimenti che suscitava nella persona.

L’aria di mistero sul destino di Rebecca, che sta condizionando la vita della protagonista, ci avvolge fin da subito. Il marito sembra riluttante a parlare di lei e della sua sparizione, ogni volta che succede qualcosa che gli ricorda la sua moglie precedente, si chiude a riccio. Il solo pensare a lei sembra causargli grande dolore, come se la sua perdita fosse una ferita ancora aperta anche dopo un anno. La governante invece si rivela una donna maligna e radicata nel passato. Non accetta una nuova padrona di casa così diversa dalla precedente e farà di tutto per impedirle di sentirsi a suo agio.

Che cosa sia successo veramente a Rebecca lo scopriremo capitolo dopo capitolo, in un crescendo di angoscia per le sorti della protagonista. L’intera struttura del romanzo riesce a catturare l’attenzione e le emozioni del lettore, che vorrebbe uno scatto d’orgoglio della donna. Purtroppo, come si capisce anche dalle prime pagine del libro, la protagonista si adeguerà alle esigenze degli altri, dimostrando solo poche volte una volontà indipendente.

Consigliato a: chi adora i romanzi misteriosi e intriganti.

Voto:

Titolo: Rebecca la prima moglie
Autore: Daphne du Maurier
Editore: Il Saggiatore
ISBN: 8856500035, 9788856500035
Lunghezza: 383 pagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...