Il figlio – [Lois Lowry]

Il figlio

Trama: Questa è la storia di Claire, ma anche di Jonas, Matty, Kira e di molti altri personaggi dell’inquietante realtà distopica inventata dall’autrice. Siamo al Villaggio, Claire ha solo 14 anni e ha ricevuto il ruolo di “Birthmother”: dopo l’inseminazione artificiale diventerà un “contenitore” e partorirà il suo “prodotto”. Nessuno le ha spiegato quanto sarà doloroso, nessuno l’ha avvertita che dovrà portare una benda che le impedirà di vedere suo figlio. Ma il parto di Claire è tutt’altro che semplice: subisce il primo cesareo di tutta la comunità. Per un’imprudenza dell’infermiera viene a sapere che il figlio, il numero 36, sta bene. A causa delle complicazioni, però, Claire viene “decertificata”, dichiarata non adatta a essere una Birthmother e assegnata alla piscicoltura. La ragazza, sconvolta da un’atroce sensazione di perdita, ha ormai un unico scopo: ritrovare suo figlio. L’arrivo al vivaio della nave dei rifornimenti, giunta da un luogo sconosciuto chiamato “mare” con la sua strana ciurma, potrebbe essere il suo mezzo di fuga, quando rapirà il bambino…

La mia recensione
Con questo libro si chiude la nostra avventura nel mondo di Jonas e Gabriel. Ci troviamo di fronte a tre momenti, uno successivo all’altro, che corrispondono alle tre parti in cui è diviso il volume. La protagonista è Claire, cui si affiancheranno nelle pagine finali anche i due personaggi originali della serie.

Claire proviene dalla stessa comunità di Jonas, in cui svolgeva un ruolo molto particolare: era una partoriente. La sua storia è struggente e molto toccante. Al contrario delle altre ragazze il suo parto non segue le solite procedure a causa di una complicazione. Da questo errore Claire avrà modo di creare un legame effimero con suo figlio, che con il passare dei capitoli diventa sempre più forte. La ragazza si ritroverà ad affrontare sfide incredibili, al pari di quelle che aveva affrontato Jonas nel primo libro. Da ogni esperienza, bella o brutta, imparerà come la vita all’esterno della comunità sia molto più variegata e strana di quanto avesse mai immaginato. E chi ci sono alcuni principi per cui vale la pena di lottare.

Il grande difetto del libro, che non lo rende spettacolare come i precedenti, è il finale. Dopo aver lasciato in sospeso la sorte dei protagonisti, averli fatti soffrire fino all’ultima pagina, stavolta ci troviamo di fronte a un lieto fine dai toni quasi epici, riassumendo l’intero libro in una battaglia tra il Bene e il Male. Tutte le sofferenze e la maturità raggiunta da Claire nei capitoli precedenti sembrano quasi sbiadire, per la rapidità con cui sono accantonate.

Nel complesso però il mondo creato dalla scrittrice è molto più vasto di quello che immaginano i personaggi all’inizio di ogni vicenda. Si rimane sorpresi insiemi a loro ogni volta che si incontra una comunità differente, con usanze e idee sempre nuove. Così facendo si riesce a esplorare le varie tipologie di società, ognuna con i propri pregi e difetti. Il giudizio dell’autrice, sua quale possa essere la migliore tra tutte, emerge nelle ultime pagine, ma rimane a tutti la libertà di scegliere, così come è garantita ai personaggi.

Consigliato a: chi vuole scoprire la forza dell’amore.

Voto:

Titolo: Il figlio
Autore: Lois Lowry
Serie: The Giver Quartet [4]
Editore: Giunti
ISBN: 8809776992, 9788809776999
Lunghezza: 384 pagine

Bookrepublic

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...