La scienza non ha bisogno di Dio – [Edoardo Boncinelli]

La scienza non ha bisogno di Dio

Trama: Nel 1944 il nobel per la fisica Erwin Schrödinger, in un libro divenuto fondamentale nella storia della biologia molecolare, s’interrogava sul mistero che più di tutti ha affascinato scienziati, filosofi, intellettuali e uomini comuni: Che cos’è la vita? A cinquant’anni dalla sua morte, il dibattito è tutt’altro che concluso. Certo, la scienza ha fatto progressi enormi: due secoli fa veniva sintetizzata in laboratorio la prima sostanza organica, aprendo la strada agli esperimenti successivi che hanno permesso di produrre ogni singola molecola. Ma, nonostante le conoscenze acquisite, la vita per alcuni sembra ancora qualcosa di indecifrabile e misterioso, inspiegabile senza postulare l’esistenza di un Dio che l’avrebbe creata. Eppure, nel 2010 il biologo statunitense Craig Venter ha annunciato al mondo di aver riprodotto l’intero genoma di un batterio – ovvero di avere, di fatto, creato la vita. Ma è davvero così? In un viaggio lungo quattro miliardi di anni, Edoardo Boncinelli esplora l’essenza più profonda dei viventi e ripercorre la nascita e gli sviluppi della biologia molecolare per rispondere a questa domanda. A partire dall’avvento della Teoria dell’evoluzione darwiniana fino alle più recenti scoperte, ci fornisce le chiavi interpretative per dissipare il velo di misticismo che ancora sembra avvolgere questo fenomeno, ridefinendo i confini spesso labili che separano la vita naturale da quella artificiale.

La mia recensione
Se siete incuriositi sulle nuove teorie scientifiche e su come si sia formata la vita sulla Terra, allora questo libro è una lettura caldamente consigliata. Edoardo Boncinelli ci accompagna in un viaggio affascinante che mostra come l’evoluzione abbia portato alla generazione di organismi sempre più complicati e alla nascita dell’uomo.

Il saggio si configura più come un dibattito con il lettore, cercando di coinvolgerlo nella lettura. Ogni capitolo è dedicato a una scoperta particolare, partendo dalle prime teorie ipotizzate da Darwin fino ad arrivare alle scoperte più recenti. Alcuni termini sono molto specifici, ma sono inseriti in un contesto tale che anche i lettori più inesperti in materia riescono a comprenderne il significato. Lo stile di scrittura è però scorrevole, senza perdere il filo del discorso.

Nel complesso il libro appare come una grande ripetizione di pochi concetti, che sono approfonditi con il passare delle pagine. Compaiono sia nomi noti, perché apparsi sui giornali negli ultimi anni per le loro scoperte sensazionali, sia scienziati poco conosciuti, che però hanno portato un contributo incredibile alle scoperte sulla vita sulla Terra.

Spesso l’autore fa chiari riferimenti a possibili obiezioni che possono scaturire dalla mente dei più avversi alle recenti evoluzioni della scienza, come la clonazione o la generazione di DNA in laboratorio. Ciò rende chiaro il punto di vista dell’autore, che vorrebbe ampliare le possibilità della scienza per progredire con le scoperte in questi ambiti affascinanti. Non cade mai nella chiusura totale del dialogo, ma mostra come sia possibile portare una spiegazione razionale e scientifica anche ai fenomeni più strani e criptici avvenuti sulla Terra milioni di anni fa.

Consigliato a: chi vuole fare un viaggio alla scoperta della vita.

Voto:

Stelle

Titolo: La scienza non ha bisogno di Dio
Autore: Edoardo Boncinelli
Editore: Rizzoli
ISBN: 8817063088, 9788817063081
Lunghezza: 180 pagine

GoodreadsBookrepublic

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...