La casa dei sette abbaini – [Nathaniel Hawthorne]

La casa dei sette abbaini

Trama: In una cittadina della Nuova Inghilterra esiste una vecchia casa di legno, adorna di sette abbaini. Un’aura di tragedia spira intorno ad essa: si dice che il terreno su cui sorge appartenesse un tempo a un umile pioniere che essendosi ostinato a non cederlo al giudice Pyncheon, puritano avido e spietato, era stato giustiziato come stregone. Il giorno stesso dell’inaugurazione della casa, costruita sul terreno carpito, il giudice moriva di un colpo apoplettico. Morti e vicende misteriose si susseguono…

La mia recensione
In questo romanzo ci troviamo ad affrontare temi molto profondi tramite le vicende complicate di una famiglia nel New England. A causa di un antenato disonesto, che ha macchiato l’onore della famiglia per i propri interessi personali, i suoi eredi oggi devono affrontarne le terribili conseguenze.

L’idea che le colpe dei padri ricadano sui figli, e non siano cancellate se non da un atto pacificatore è il filo conduttore di tutta la vicenda. Abbiamo, infatti, due famiglie contrapposte: da un lato i ricchi Pyncheon, che vogliono mantenere alto l’onore della famiglia, dall’altro i Maule, che subiscono una serie di vicissitudini, dimostrando però una grande forza d’animo. Sarà solo l’unione tra due giovani innamorati che potrà finalmente riportare la serenità in entrambe le famiglie. La loro storia d’amore si sviluppa lentamente, nascosta tra dialoghi e gesti cortesi, fino ad approdare alla dichiarazione finale.

Gli elementi sovrannaturali non mancano e si inseriscono in modo naturale all’interno dell’insieme di superstizioni dell’epoca. Sono presenti fantasmi evocati dal passato e stregoni in grado di ammaliare le fanciulle, senza che si possa notare una nota stonata o troppo forzata. Gli stessi personaggi danno per scontato l’esistenza di poteri superiori, contro cui devono contrapporsi. Non viene dato un giudizio certo sul fatto che effettivamente i Maule possano essere dei veri stregoni, ma sono valutati solo in base alle azioni reali che compiono.

Lo stile è molto raffinato, si alternano dialoghi a riflessioni personali sia dello scrittore sia dei personaggi. Fin dalle prime pagine si respira l’aria coloniale dell’America antica, con le lotte continue per riuscire a sopravvivere in un mondo ostile. Le descrizioni sono filtrate attraverso lo stato d’animo che l’autore vuole trasmettere e, anche se non sono mai oggettive, riescono a coinvolgerti e a trasmettere immagini molto forti.

Consigliato a: chi adora le storie misteriose del passato.

Voto:

Stelle

Titolo: La casa dei sette abbaini
Autore: Nathaniel Hawthorne
Editore: Mondadori
ISBN: 8804486465, 9788804486466
Lunghezza: 346 pagine

Goodreads

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...