Il battesimo del fuoco – [Andrzej Sapkowski]

Il battesimo del fuoco

Trama: Geralt di Rivia ha fallito. Durante la rivolta scoppiata sull’isola di Thanedd, non è riuscito a portare in salvo Ciri, l’ultima erede al trono di Cintra, e ora la principessa è scomparsa. La sua unica speranza di ritrovarla è affidarsi a Milva, la più abile spia delle driadi. E Milva non lo delude: scopre che Ciri è prigioniera dell’imperatore Emhyr var Emreis e si offre di guidare lo strigo fino alla capitale di Nilfgaard. Benché sia ancora debole a causa delle ferite riportate, Geralt lascia la sicurezza dei boschi di Brokilon e si mette in viaggio con Milva, ma bastano pochi giorni di cammino per rendersi conto che raggiungere il palazzo imperiale è un’impresa quasi impossibile: ovunque infuriano violente battaglie tra le truppe di Nilfgaard e gli eserciti dei liberi regni; le strade sono pattugliate giorno e notte da ronde di soldati, mentre i villaggi sono lasciati alla mercé dei gruppi di elfi ribelli. Lo strigo e la driade sono quindi costretti a tagliare per la foresta, senza sapere che così facendo cadranno nella trappola preparata da una creatura che da tempo li segue nell’ombra, pronto a tutto pur di evitare che Geralt arrivi vivo a Nilfgaard…

La mia recensione
Le peripezie che deve affrontare Geralt non finiscono mai. Alla ricerca della sua Ciri, preoccupato per la sorte della ragazzina di cui si è persa ogni traccia, dovrà superare il fronte della guerra, trovando però dei nuovi compagni di viaggio. Ci ritroveremo ad affrontare un viaggio lungo e insidioso insieme al poeta Ranuncolo, che ci delizierà con le sue solite frecciatine a discapito dello strigo. Al suo fianco farà la comparsa Milva, una ragazzina esperta con arco e frecce, grande amica delle Driadi e conoscitrice dei loro boschi. La ragazza sarà in grado di scuotere nel profondo molte convinzioni di Geralt, mostrandosi all’altezza delle situazioni più pericolose.

Non mancano incontri bizzarri, come quello con Emil Regis, personaggio singolare che porterà un grande contributo a tutta la compagnia, mostrando delle doti all’infuori del comune. Anche in questo caso emergono le caratteristiche che contraddistinguono Geralt e il suo codice d’onore. Tutta la sua vita è basata su questo caposaldo e non smetterà mai di crederci. Essere uno strigo non è solo un’etichetta che gli è stata attribuita per il suo lavoro, ma rappresenta più il suo stile di vita.

Gli intrecci politici ormai si riflettono ovunque, con l’imperatore Emhyr che trama ormai platealmente per conquistare tutti gli altri regni ed esserne il legittimo sovrano. Egli è disposto a tutto pur di veder coronato il suo sogno, anche a dare la caccia a una ragazzina cui è stato strappato tutto. Il problema di Ciri è proprio questo, come si comprende ampiamente nel libro: ormai non ha più un riferimento fisso per capire come comportarsi. Si sta adeguando al mondo che la circonda, lasciandosi trascinare da una spirale di violenza sempre più spietata.

Forse nei prossimi libri Geralt dovrà salvarla più da se stessa che dai nemici che le danno la caccia.

Consigliato a: chi apprezza i viaggi in buona compagnia.

Voto:

Stelle

Titolo: Il battesimo del fuoco
Autore: Andrzej Sapkowski
Serie: La saga di Geralt di Rivia [5]
Editore: Nord
ISBN: 8842922242, 9788842922247
Lunghezza: 468 pagine

GoodreadsBookrepublic

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...