Sette minuti dopo la mezzanotte – [Patrick Ness]

Sette minuti dopo la mezzanotte

Trama: Conor ha 13 anni. Ogni notte, sette minuti dopo mezzanotte, un mostro va a fargli visita. Nel confine sottile tra sogno e fantasia, un immenso albero di tasso prende forma e gli racconta delle storie magiche e inquietanti allo stesso tempo. È un mostro speciale, diverso da quelli che si incontrano negli incubi. È un essere antico e selvaggio che vuole aiutarlo a suo modo: ad affrontare la malattia terminale di sua mamma, a convivere con la propria solitudine, a capire la complessità dell’animo umano.

La mia recensione
Si tratta di un viaggio introspettivo sulla scoperta dei propri sentimenti, raccontato quasi come una favola. Conor, il giovane protagonista, dovrà affrontare una serie di prove difficili per riuscire a superare la crisi che avvolge la sua famiglia. L’aiuto arriverà inaspettato da un mostro, una creatura strana e antica, che ha molto da insegnare al ragazzino. I loro incontri hanno sempre uno sviluppo quasi filosofico, in cui Conor potrà imparare qualcosa in più su come affrontare la sua situazione familiare. All’inizio il ragazzino non sarà in grado di capire effettivamente quanto siano importati quegli scambi notturni, trasmessi sotto forma di favola. Il protagonista, infatti, penserà solo alla bellezza del racconto, in un secondo momento capirà il vero senso della storia.

Un approccio completamente diverso è quello degli adulti. Tutte le persone che circondano Conor sembrano rifuggire dalla loro responsabilità nei confronti del ragazzo. Nessuno vuole effettivamente affrontare con lui il brutto momento che sta passando, ma si limitano a trattarlo a volte come un bambino cui bisogna nascondere le difficoltà della vita, altre invece a considerarlo quasi adulto e a pretendere un comportamento troppo maturo per la sua età.

Conosciamo solo alcuni compagni di scuola di Conor e anche in questo caso il giudizio è negativo. I ragazzini riescono a essere crudeli, individuando subito il punto debole del ragazzo e colpendo senza pietà. Conor stesso non riesce a reagire come dovrebbe, disorientato dal comportamento così assurdo di tutte le persone che lo circondano.

Tramite le parole del protagonista riusciamo a capire come i grandi possano sbagliare, come i ragazzini quando vogliono siano più perspicaci degli adulti e come i mostri non siano così cattivi come vogliono sembrare.

Consigliato a: chi trova un messaggio importante dentro ogni favola.

Voto:

Stelle 4

Titolo: Sette minuti dopo la mezzanotte
Autore: Patrick Ness
Editore: Mondadori
ISBN: 8804616652, 9788804616658
Lunghezza: 222 pagine

GoodreadsBookrepublic

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...