Le streghe di Salem – [Rob Zombie, B.K. Evenson]

Le streghe di Salem

Trama: Salem, Massachusetts, 1692.
Il reverendo Hawthorne vede un rosso pennacchio di fumo alzarsi dai boschi. Sa che cosa sta succedendo: le streghe si sono riunite in un sabba. Insieme al giudice Mather e ai fratelli Magnus, il reverendo decide di porre fine a quei riti e, dopo aver catturato le donne e averle sommariamente processate, gli uomini le condannano al rogo.
Trecento anni dopo, Heidi Hawthorne, discendente del reverendo, è una giovane dj con un passato da tossicodipendente. Un giorno, le viene recapitata una strana scatola di legno con su inciso un misterioso simbolo. All’interno, c’è il disco in vinile di una band sconosciuta: Le Streghe. Heidi decide di suonare il disco durante la sua trasmissione radiofonica e, da quel momento, in città cominciano ad accadere terrificanti omicidi. Quella musica ha risvegliato qualcosa di malvagio sepolto da secoli, e che ora sta tornando per vendicarsi. Nel giro di pochi giorni, Heidi precipita in un mondo di orrende visioni, dove a regnare sono soltanto caos e violenza. Una sola cosa è certa: non c’è speranza di salvezza.

La mia recensione
Questo romanzo non è decisamente una lettura piacevole: racchiude troppo sangue e troppa violenza in poche pagine. Riprende troppo da vicino il film cui è ispirato, creando delle scene che potrebbero essere cinematograficamente calzanti, ma su un libro ti lasciano l’impressione che l’autore si sia scordato qualche pezzo.

La protagonista ha una vita alquanto complicata, lavorando come DJ a una radio locale. Il suo passato è burrascoso, il che dovrebbe renderla un personaggio interessante per scoprire come affronta il futuro. Il risultato invece è che invece gli altri personaggi lo utilizzano come scusa per il suo comportamento anormale, invece che indagare sulle stranezze che cominciano ad accumularsi pagina dopo pagina.

La parte peggiore del libro è però tutta la sequenza di eventi scatenata dal processo alle streghe avvenuto nel passato. Invece che infittire il mistero e arricchire la trama, l’autore sceglie la strada del sangue, creando delle scene di violenza senza alcuna spiegazione. Ogni volta che si giunge a un punto morto della trama la soluzione trovata per riprendere la narrazione è di far morire un personaggio a caso, senza una vera motivazione.

Nessun personaggio ha un qualche spessore, un carattere ben specifico o anche un minimo di spiegazione per le sue azioni. Si viene trascinati nella mischia con violenza e orrore, senza che si possa apprezzare una singola scena. La narrazione stessa è molto scadente, prendendo spunto dal punto di vista della protagonista, ma con delle interferenze da parte di altri personaggi. L’idea sarebbe potuta essere buona se ciò avesse arricchito la vicenda, ma il risultato assomiglia più a un accostamento senza senso di opinioni diverse.

Se non siete amanti dei racconti horror più spietati, vi consiglio di evitare questa lettura.

Consigliato a: chi apprezza il sangue in grandi quantità.

Voto:

Stelle 1

Titolo: Le streghe di Salem
Autore: Rob Zombie, B.K. Evenson
Editore: Newton Compton
ISBN: 8854153524, 9788854153523
Lunghezza: 384 pagine

GoodreadsBookrepublic

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...