La spada di Shannara – [Terry Brooks]

La spada di Shannara

Trama: Il Signore degli Inganni è tornato dal passato, minacciando la pace della gente di Valle d’Ombra. E il saggio Allanon accorre da lontano per svelare a Shea la nobiltà delle sue origini e i misteri della magia. Perché solo Shea potrà conquistare la mitica spada di Shannara, il talismano capace di sconfiggere il Male e di restituire agli uomini la libertà, la concordia e la verità. L’eterna guerra tra il Bene e il Male si rinnova in questa avvincente storia ambientata nelle incantate Terre del Nord, dove si avverano i sogni e le leggende.

La mia recensione
L’inizio di una saga fantasy tra le più lunghe e durature non è dei più brillanti, ma inizia a intessere le basi per creare una storia epica senza precedenti. La saga di Shannara racchiude gli elementi classici della lotta del Bene contro il Male, incentrando la storia sull’eroe protagonista e sulla sua lotta interiore mentre cerca di capire la cosa giusta da fare.

Shea è un ragazzo normale, che non ha mai pensato di poter realizzare grandi cose nella sua vita. E’ abituato a vivere in modo semplice e non si aspetta di certo di essere il punto focale di una grande battaglia. Insieme a suo fratello adottivo invece si ritroverà a lottare per la sua stessa vita, contro essere malvagi e senza scrupoli. Uscirà dai confini sicuri del suo paesino, per affrontare un grande viaggio verso una destinazione ignota. I suoi timori lo accompagneranno per tutto il libro e, anche nel finale, non riuscirà a scrollarsi di dosso la sua aria semplice e dismessa. Non è la classica figura dell’eroe che combatte senza macchia e senza paura, anche se acquisisce una notevole dose di coraggio con il passare dei capitoli.

Oltre a Shea scopriamo una serie di personaggi e razze diverse che popolano questo mondo strano. All’inizio sembra di essere immersi in un classico regno fantasy, con elfi e nani che popolano le terre. Ben presto si scopre che la storia è più complicata di quanto appare e che le razze in realtà hanno origini più vicine all’uomo di quanto si pensi. I racconti del passato sono quello che rende la storia più affascinante, perché fanno riflettere su come si sia formato questo mondo e sulle conseguenze delle azioni dei popoli antichi. Che si riflettono nel presente dei protagonisti.

La magia, per quanto sia utilizzata dall’unico druido della spedizione, non è mai ben vista. Ogni volta che è presente in una scena, si avverte una certa incredulità e avversione da parte degli altri personaggi. Si capisce quindi che sia uno strumento utilizzato solo da pochi, nonostante tutti sappiano della sua esistenza e della potenza che è in grado di generare. Il mondo così creato non è totalmente dominato dalla magia ma lascia grande spazio alle azioni dei singoli, permettendo ai vari personaggi di costruire il loro futuro senza ingerenze esterne.

Consigliato a: a chi adora i racconti incentrati sulla lotta tra Bene e Male.

Voto:

Stelle 3

Titolo: La spada di Shannara
Autore: Terry Brooks
Serie: La trilogia originale di Shannara [1]
Editore: Mondadori
Lunghezza: 612 pagine

GoodreadsBookrepublic

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...