Baol – [Stefano Benni]

Baol

Trama: Una tranquilla notte di regime, che assomiglia a un febbricitante sabato notte delle nostre città popolato da allegre brigate di gerarchetti clarkopodi e clarette che ridono in posa, “come un set di spot di brut”. Uno strano personaggio, un po’ Marlowe un po’ mago, titolare di una delle più antiche magie del mondo, passa le notti tra nostalgie e sbronze colossali al bar Apocalypso. Poi l’avventura: il mago Baol torna a combattere contro i grandi gerarchi per una missione che è insieme un atto di riconoscenza per un vecchio grande comico in disgrazia e un viaggio misterioso nel segreto della magia baol. Magia, amore, avventura e umorismo irresistibile si fondono sorprendentemente in questo romanzo, in cui la feroce satira del linguaggio e dei costumi del nostro “regime” si accompagna al gusto della narrazione a perdifiato, con mille variazioni comiche malinconiche surreali metafisiche.

La mia recensione
Nel classico stile di Stefano Benni, troviamo una storia di coraggio e riscatto, di denuncia contro la società che tenta di uniformare il pensiero e piena di ironia. Se non conoscete ancora le qualità di un mago Baol, dovete per forza scoprirle leggendo questo romanzo.

Il tutto inizia in una tranquilla notte di regime, che cambierà le esistenze di parecchie persone, compreso il lettore. Seguiamo le vicende di uno degli ultimi maghi Baol che deve affrontare il suo passato misterioso, contrassegnato da molte perdite, e un presente povero e misero. L’occasione di riscatto gli si presente all’improvviso e potrebbe stravolgere le vite di molte persone, non solo la sua.

Purtroppo il nostro protagonista vive in un regime in cui la verità è sempre distorta per favore il governo. Le persone si sono talmente uniformate agli stereotipi imposti che si assomigliano tutte. Il povero mago Baol emerge subito come differente, con una mente aperta e in grado d’immaginare soluzioni diverse dal solito. E’ questo il suo vero punto di forza, oltre a una curiosità implacabile.

Cosa vuol dire avere delle idee proprie e non uniformarsi alla massa? Come si può emergere come individuo, affermando con forza la propria diversità? Sono solo alcune delle domande che pone questo libro, con una scrittura fluida e ironica. Ogni singola scena rappresenta un momento di riflessione. Le azioni del mago Baol contro il regime non possono che essere apprezzate e condivise, sentiamo che è una giusta causa. Così come non esitiamo a condannare i comportamenti del resto della popolazione, che si è adeguata a quanto richiesto dal regime. Però allo stesso tempo sentiamo risuonare un campanello dall’allarme: se capisse anche a noi, da che parte staremmo?

Non resta che leggere questo libro per riuscire a trovare una risposta. Il finale poi racchiude un’idea vincente, che non era minimamente preannunciata nelle pagine precedenti, e che rivela la genialità di questo libro.

Consigliato a: chi crede che le idee possano migliorare il proprio futuro.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Titolo: Baol
Autore: Stefano Benni
Lunghezza: 152 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Feltrinelli

Goodreads

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...