Lo stravagante mondo di Mr. Fergesson – [Philip K. Dick]

Lo stravagante mondo di Mr. Fergesson

Trama: California, fine anni Cinquanta: una sorta di terra promessa già alle prese con il mito postbellico dello sviluppo economico e della crescita urbana, dove la questione razziale è ancora aperta. Jim Fergesson e Al Miller sono, o credono di essere, amici. Il primo è un meccanico avanti con l’età, amareggiato dalla vita, che da anni affitta al secondo un lotto di terra adiacente alla sua officina, in cui Miller vende auto usate, relitti rabberciati alla meglio. Un lavoro misero e frustrante che però gli basta, dal momento che è un uomo privo di ambizioni. Ma un giorno Fergesson decide di chiudere bottega e di andare in pensione, utilizzando i soldi ricavati dalla vendita per inseguire un sogno di grandezza. è un brutto colpo per Miller, perennemente incapace di scuotersi dalla sua apatia esistenziale e lacerato da conflitti interiori; e così il suo fragile castello crolla. Uno prova a salire, l’altro a non sprofondare del tutto, ma il nuovo miraggio americano non permette approssimazioni e non lascia spazio ai perdenti. Come Humpty Dumpty, il goffo personaggio di Alice in Wonderland che cade e finisce in pezzi, entrambi pagheranno sulla propria pelle, sia pure in modo diverso, la colpa della loro precaria fragilità.

La mia recensione
La paranoia è il tratto saliente del libro, in grado di condizionare la vita di molte persone. La storia è così lineare che però non si capisce da dove possa scaturire questa ricerca spasmodica del sotterfugio e delle attività clandestine, visto che non c’è nessun indizio che faccia pensare a qualche comportamento losco.

Il libro è raccontato sotto diversi punti di vista, che corrispondono ai due personaggi principali della vicenda. Tutto ruota attorno a Jim Fergesson e alla sua (sfortunata) idea di andare in pensione. Il merito dell’autore è aver saputo costruire un a vicenda così intricata basandosi su un evento molto semplice. Noi assistiamo impotenti a una serie di avvenimenti che vanno a complicarle la vita del protagonista, senza un vero motivo. Tutti gli altri personaggi sono mossi da interessi personali, che sembrano risvegliarsi quando la decisione di Jim interrompe la monotonia delle loro vite.

Peccato però che lo stile di scrittura non sia decisamente nelle mie corde. I capitoli cambiano punto di vista, trasportandoci nella testa dei diversi personaggi e influenzando la narrazione con i loro pensieri strani. Nessuno riesce ad accettare le decisioni degli altri, ma ricercano un secondo fine che potrebbe spiegare il loro comportamento. Questo stile trasmette molta tensione, perché rimaniamo in attesa che succeda qualcosa, la grande rivelazione che tutti sembrano aspettare. Peccato che però non si trovi un vero sfogo, ma la storia finisca all’improvviso, sgonfiandosi in pochi istanti.

Consigliato a: chi riesce a superare la monotonia della vita quotidiana.

Voto:
Stelle 2

Genere:
Narrativa
Titolo: Lo stravagante mondo di Mr. Fergesson
Autore: Philip K. Dick
Lunghezza: 237 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Fanucci

Goodreads

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...