Una cosa divertente che non farò mai più – [David Foster Wallace]

Una cosa divertente che non farò mai più

Trama: A un giovane scrittore viene commissionato il reportage di una settimana in crociera extralusso nei Caraibi. Lo scrittore è David Foster Wallace e la permanenza sulla “meganave” si trasforma in un’esilarante cronaca, ma anche in un acido ritratto dell’americano in vacanza, delle sue abitudini ottuse, della sua eleganza pacchiana e – naturalmente – della sua ricerca di un forzato e artificiale relax. La critica pungente, e insieme scanzonata, di questi “cittadini americani adulti e ricchi” è accompagnata da una sferzante ironia e da uno stile pirotecnico e piacevolmente dispersivo che confermano il talento di un autore, come è stato detto, “capace di scrivere veramente di qualsiasi cosa”

La mia recensione
Non ho mai fatto una crociera, ma dopo aver letto questo libro credo che potrebbe essere un’esperienza esilarante. L’autore affronta ogni situazione con una carica d’ironia che riesce a rendere divertenti anche le situazioni più imbarazzanti.

Di sicuro il suo comportamento non è sempre esemplare. Prende il suo compito di documentare la crociera molto sul serio, al punto d’infastidire molti membri dell’equipaggio con le sue domande assurde. Il fatto che sia guardato con sospetto da alcune persone è anche dovuto al suo atteggiamento alquanto strano, che farebbe perdere la pazienza a chiunque. La varietà di personale che trova a bordo varia dal servizievole, a quello che vuole a tutti costi la mancia fino ad arrivare ai membri più sfiniti che desiderano solo guadagnarsi lo stipendio in santa pace. Come fa notare l’autore, mentre tutti gli altri si divertono e si rilassano, il personale di bordo non è mai fermo a impigrirsi, quasi a voler sottolineare che i desideri dei vacanzieri siano il loro obiettivo primario.

Ma sono le interazioni con gli altri turisti le parti più divertenti, in cui riesce a trovare gli stereotipi più classici del popolo americano e a descriverli in maniera brillante e, temo, molto veritiera. Gli sbarchi con macchina fotografica, pronti a cogliere il minimo aspetto esotico della località, l’approfittare di ogni singolo divertimento della crociera perché “si è pagato il viaggio e tanto vale sfruttarlo”, creano spesso dei comportamenti alquanto buffi.

Bisogna però ammettere che lo stesso autore deve essere stato uno spasso per i suoi compagni di viaggio. Senza i vestiti adatti nonostante fosse stato specificato cosa portare, con una strana avversione per i luoghi affollati, che spesso lo porta a preferire il rinchiudersi nella sua cabina. La sua ancora di salvezza, nonché la nota coinvolgente del romanzo, è l’ironia con cui affronta la vita, che ci porta ridere con lui delle disgrazie che lo perseguitano.

Consigliato a: chi vuole ridere su una barca magnifica.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Umoristico
Titolo: Una cosa divertente che non farò mai più
Autore: David Foster Wallace
Lunghezza: 149 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Editore: Minimum fax

Goodreads

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...