Il mondo del ghiaccio e del fuoco – Il Nord e la Barriera

Il mondo del ghiaccio e del fuocoAnalizzando i Setti Regni che compongono il reame di re Robert, scopriamo fin da subito le curiosità del Nord.

Il Nord Tra tutti i regni descritti, è quello più fiero, che fino all’ultimo ha mantenuto un certo distacco verso le sorti degli altri, troppo impegnato a combattere eventuali invasioni di creature tremende. Lo stesso narratore ritiene gli uomini del Nord freddi e rozzi, ancorati ad antiche tradizioni e poco propensi a godersi la vita.

Il popolo è descritto come un insieme di tribù diverse, che si sono adattate alla dura vita e al clima rigido. Passiamo dai Clan della Montagna ai Crannogmen, ognuno descritto con dovizia di particolari e con alcuni accenni simpatici che nelle Cronache spesso sono dati per scontati. Per esempio nelle leggende che circolano si nota sempre un accenno ai Primi Uomini, a sottolineare il forte legame del Nord con i primi conquistatori di Westeros. Anche i cenni riguardo i figli della foresta non mancano, quasi a rimarcare una nota sovrannaturale in questa gente che riesce a sopravvivere in climi ostili.

Casata Stark Tutti questi popoli hanno però fatto atto di sottomissione verso la casata Stark, che è riuscita a imporsi sia con la forza sia con la diplomazia. Matrimoni combinati ed eserciti potenti sono stati la chiave per riuscire a creare un regno incontrastato. Infatti al Nord la legge del Re sembra farsi più debole e la parola degli Stark ha maggior valore. Lo si capisce anche dall’imponenza di grande Inverno, con una doppia cinta muraria a sua difesa. L’intero impianto viene elogiato dal narratore, che arriva a definirlo formidabile, ma sappiamo bene che senza un comandante forte e un esercito valoroso è stato relativamente semplice da espugnare.

La Barriera e oltreTra i membri più famosi nella storia degli Stark troviamo Brandon il Costruttore. E’ citato più volte in relazione a Grande Inverno, indicato anche come l’ideatore, e per quanto riguarda la Barriera. Ancora una volta viene messa in dubbio l’esistenza degli Estranei, ma lo stesso narratore si pone il quesito di cosa abbia potuto spaventare a tal punto i Primi Uomini per costruire un muro difensivo del genere.

Sono descritti anche i Guardini della Notte e le loro regole, facendo però notare come sia solo grazie all’aiuto del Nord e ai suoi doni costanti che questa istituzione sia ancora attiva. Lo stato di abbandono della Barriera è disarmante, soprattutto quando sono elencati i castelli e i forti abbandonati. Se ci dovesse essere un’invasione, sarebbe molto difficile riuscire a mantenere salda l’ultima linea difensiva prima dell’assoluta distruzione dei Sette Regni a opera di creature inimmaginabili.

[Continua…]

Le immagini sono tratte da Finzioni Magazine e Barbadillo e The King’s Keep

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...