Firmato: Il tuo agente spettrale – [S.E. Harmon]

Firmato: Il tuo agente spettrale

Trama: L’agente speciale dell’FBI Rain Christiansen era il golden boy dell’agenzia, ma gli è bastato un momento di debolezza, una piccola, minuscola, infinitesimale apparizione paranormale per diventare, all’improvviso, l’imbarazzo del Bureau. Da agente speciale ad agente spettrale. Il suo capo gli dà un’ultima occasione per redimersi: deve andare a Brickell Bay, fare il bravo con il dipartimento di polizia locale, e lasciarsi alle spalle gli avvistamenti di fantasmi. Rain è determinato a fare proprio quello, costi quel che costi.
Il detective Daniel McKenna si occupa dei *cold case*, i casi irrisolti, ma la sua ultima indagine si è arenata. Sono passati cinque anni da quando la studentessa delle superiori Amy Greene è scomparsa dopo essersi allontanata dal suo posto di lavoro part-time, e da allora nessuno l’ha più vista. Daniel è contento di ricevere finalmente l’aiuto che aveva richiesto all’FBI, anche se l’agente incaricato è proprio il suo ex.
Rain non può negarlo: si sta innamorando di nuovo di Danny, ammesso che abbia mai smesso di amarlo, e questo genera una tensione che rende difficile risolvere il caso. I fantasmi che lo perseguitano dietro ogni angolo e un’indagine che non rivela piste contribuiscono alla frustrazione, al punto che Rain comincia a chiedersi se le seconde opportunità e il lieto fine non siano solo favole.

La mia recensione
Romanticismo e mistero uniti per creare una storia unica e il risultato si vede. Abbiamo due personaggi testardi, che non riescono a convincersi dei propri sentimenti e una situazione al limite sul surreale.

Rain Christiansen è un agente dell’FBI, che si ritrova a fare i conti con un’abilità non voluta: riesce a vedere i fantasmi. Purtroppo nel suo lavoro è un dono che può essere di grande intralcio, perché al posto che affidarsi al raziocino e al protocollo, può fare affidamento su l’intervento di presenze particolari. La sua famiglia è molto particolare, tra la madre e la sorella entrambe sarebbero pronte ad abbracciare il suo talento. Peccato che per Rain invece sia più d’intralcio alla sua vita, anche sentimentale.

Per esempio con il suo ex, Daniel McKenna, il rapporto sembra essere deteriorato a causa dei segreti reciproci che i due uomini si sono tenuti dentro. Daniel è un uomo controllato, che svolge con piacere il suo lavoro di poliziotto, senza cercare altro che un sostegno sicuro da cui tornare ogni sera. La ricomparsa di Rain nella sua vita sembra mettere tutto sotto sopra.

I due uomini sono abbastanza testardi da non voler vedere che potrebbero essere felici insieme, senza tante complicazioni. Peccato che un caso difficile sia tra loro e debbano collaborare anche sul lavoro per riuscire a risolverlo. Daniel tiene molto al suo lavoro e non vuole rovinarlo a causa del suo ex, mentre Rain sta mettendo a rischio la sua carriera per la questione dei fantasmi. Il ravvivare dei loro sentimenti potrebbe essere la soluzione migliore per trovare un po’ di pace oppure la goccia che fa traboccare il vaso.

Mi è piaciuto come nella vita di Rain ci siano comunque persone pronte a sostenerlo, anche se si è allontanato da tutti per evitare problemi con il suo talento. Si capisce che la lontananza dalla sua famiglia e dalle persone più care gli è pesata e forse il momento della svolta è finalmente arrivato.

Consigliato a: chi vuole una storia romantica con qualche fantasma stravagante.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Romantico
Titolo: Firmato: Il tuo agente spettrale
Autore: S.E. Harmon
Lunghezza: 265 pagine
Editore: Dreamspinner Press

Goodreads

Annunci

Wolves Coast – [Ornella Calcagnile]

Wolves Coast

Trama: Wolves Coast è una ridente località che ai turisti appare come un semplice luogo di vacanza. Nessuno penserebbe mai a una terra di conflitti che ha visto affrontarsi coloni e amerindi, nessuno si aspetterebbe che quella faida si sia trascinata in sordina per secoli fino a esplodere in una battaglia tra popolazioni vicine, eppure per certi versi distanti. Howi è un giovane di South Wolves con il cuore ferito e un enorme segreto a gravargli sulle spalle, ma con una solida comunità su cui poter contare. Emily è una ragazza di città, delusa dagli affetti, con uno spiccato desiderio di libertà e in cerca della propria strada, una ricerca che la porterà a Wolves Coast. Due personalità che, sebbene diverse, riescono a unirsi profondamente nell’arco di un’estate e a spalleggiarsi in uno scontro senza eguali per quel lembo di costa tanto desiderato da una fazione e tanto protetto dall’altra. Amore e guerra sono vicini più che mai, ma il primo sopravvivrà alla seconda?

La mia recensione
Wolves Coast è il teatro in cui si svolge tutta la vicenda, con una terra selvaggia e incontaminata che fa sognare scampagnate nei boschi e picnic in riva al mare. Ovviamente lo scenario è l’ideale per introdurre qualche elemento sovrannaturale, che però viene preannunciato con troppa enfasi.

Si capisce fin da subito infatti che Howi, il ragazzo belloccio e aitante che compare nelle prime pagine, deve nascondere qualcosa alla protagonista. Glielo ribadiscono gli amici, la famiglia, praticamente chiunque lo conosca. Sappiamo già che questa situazione precipiterà in maniera improvvisa, perché altrimenti non avrebbe senso continuare a ripeterlo. Di lui non sappiamo molto altro, a parte che ha il cuore spezzato per la sua ex ragazza che l’ha lasciato di colpo.

Emily saprà sostituirla subita, senza troppe difficoltà, grazie alla sua diversità e innocenza. Infatti nessuna ragazza sana di mente accetterebbe di essere ospitata in un capanno da pesca, in cui il telefono non prende bene, da un ragazzo che neanche conosce. Senza questa decisione non avremmo avuto il resto della storia, per cui possiamo in parte accettarla.

Ciò che segue dopo purtroppo ha rovinato, almeno per me, il resto della storia. Cercare a tutti i costi di rendere speciale e diverso dagli latri un personaggio snatura un po’ la trama. Infatti si concentra l’attenzione solo su una persona, trascurando così gli altri personaggi e il filo logico degli avvenimenti. Il personaggio in questione, che non nomino per evitare di rovinarvi la sorpresa, tra l’altro subisce un cambiamento repentino di personalità pressoché inspiegabile.

Il resto della trama risulta un po’ troppo veloce, senza spiegazioni ragionevoli per gli avvenimenti che si susseguono. Quando ci sono avvenimenti soprannaturali si è disposti ad accettare qualsiasi novità inventata dagli autori, basta che siano ben ragionate. L’importante è che non siano inseriti degli elementi che servono solo a scrivere delle scene ad alto impatto, senza alcun legame con il resto della storia. Cosa che ho ritrovato in più punti di questo romanzo. Per quanto lo stile di scrittura sia fluido e ben leggibile, trovo che per rendere la storia molto più coinvolgente, sarebbe stato più utile avere una struttura più solida tra gli avvenimenti.

Consigliato a: chi apprezza gli amori instantanei e le vicende con troppi avvenimenti.

Voto:
Stelle 2

Genere:
Fantasy
Titolo: Wolves Coast
Autore: Ornella Calcagnile
Lunghezza: 198 pagine
Edizione: Ebook
Cartaceo
Editore: Dunwich Edizioni

Goodreads

Se ti è piaciuto Red Rising – Il canto proibito…

Red Rising – Il canto proibito di Pierce Brown ci fa avventurare tra le sabbie di Marte, inseguendo il sogno di molti pionieri nel rendere abitale il pianeta rosso. Purtroppo, come scoprirà Darrow, non tutte le promesse però sono mantenute dai vertici della società.

Il protagonista è molto giovane, ma ha già avuto la sua dose di sfortune e sciagure. Non è un piantagrane, nonostante subisca una serie d’ingiustizie e la sua famiglia faccia la fame. Non ha nessuna idea strana di ribellione, almeno fino a quando la sua giovanissima moglie decide che non può più sopportare i soprusi della loro società. Da questo momento Darrow diventerà un’altra persona, con un obiettivo certo e ben preciso: fare in modo che la sua gente sia vendicata e possa avere un futuro migliore.

Se avete voglia di leggere qualche libro simile, io vi consiglio:
Red Rising - Il canto proibito

Con l’uscita dell’ottima trasposizione su Netflix, La morte avrà i tuoi occhi di Josh Malerman ci trasporta in un futuro oscuro, dove per sopravvivere non bisogna guardare.

La tecnologia potrebbe liberare il genere umano oppure renderlo schiavo. In Red: La prima luce di Linda Nagata abbiamo forse una risposta alternativa.

Le missioni impossibili, in grado di stravolgere qualsiasi convenzione, sono la base entusiasmante di Firefight di Brandon Sanderson.

Il duro allenamento e la costanza rendono un guerriero formidabile, come scopriamo in Il Canto del Sangue di Anthony Ryan.

Spesso le apparenze ingannano e bisogna fidarsi delle persone più inaspettate, come succede tra i vari colpi di scena in Magic di V.E. Schwab.

A causa di un esperimento andato storto, il futuro che ci attende non sembra essere molto roseo come descritto in I Dodici di Justin Cronin.

Se la realtà che ci circonda non è il massimo, meglio rifugiarsi in un mondo virtuale pieno di citazioni come in Player one di Ernest Cline.

La notte nasconde molti pericoli, come scopriremo in Il guardiano dei demoni di Peter V. Brett e bisogna prestare molta attenzione a tutto quello che si incontra per strada.

Diventare qualcosa di diverso rispetto alle proprie aspettative può rivelare molto di un personaggio, come succede in Il Mezzo Re di Joe Abercrombie.

La tecnologia in Robopocalypse di Daniel H. Wilson sembra essere minacciosa e incontrollabile, rendendo la sopravvivenza umana a serio rischio.

Quali tra questi libri vi ispira di più?

L’orologiaio di Filigree Street – [Natasha Pulley]

L'orologiaio di Filigree Street

Trama: Nella Londra vittoriana di fine Ottocento, l’impiegato telegrafista Nathaniel Steepleton scopre che la propria casa è stata scassinata e che un misterioso orologio da taschino, caldo al tatto e impossibile da aprire, gli è stato lasciato sul letto. Nathaniel si mette così in cerca dell’orologiaio e lo rintraccia in Mr. Mori, l’artigiano giapponese di Filigree Street, capace di prevedere il futuro. Presto Nathaniel scoprirà che il proprio destino e quello di Mori sono strettamente collegati.

La mia recensione
Ammetto che questo libro mi ha spiazzata, mi aspettavo una storia intricata e misteriosa e invece spuntano a sorpresa dei congegni meccanici ultra precisi. L’incontro tra un inglese e un giapponese è l’evento centrale della storia, che nasconde risvolti inaspettati e una dolcissima storia d’amore.

Nathaniel è il primo personaggio che conosciamo. E’ un tranquillo telegrafista, che passa la sua vita a inviare soldi alla sorella, senza aver nessun vero interesse al di fuori del lavoro. In realtà scopriamo che ha un lato della sua personalità represso, che ha sacrificato per il bene della sua famiglia. Sotto sotto infatti è un artista, con un animo sensibile e curioso. Mi è piaciuto molto come personaggio, leale con i suoi amici e desideroso di vedere la giustizia trionfare.

Mori invece è un vero artigiano del fantastico. Costruisce dei meccanismi perfetti e molto eleganti, dedicati esclusivamente alla persona che li deve ricevere. La comparsa di Mori nella storia aggiunge quel tocco di soprannaturale che rende il mistero ancora più fitto. E’ un personaggio difficile da comprendere, che cambia seguendo la trama e non seconda una crescita interiore. La sua abilità speciale infatti lo rende tremendamente suscettibile a ogni singolo avvenimento, rischiando di trasformarlo in poche pagine in un’altra persona.

L’intera vicenda si svolge in una Londra dilaniata da una serie di attentati, in cui Nathaniel si ritrova coinvolto suo malgrado. Senza questo alone misterioso non ci sarebbe stato alcun incontro tra i due. Ma allo stesso aggiunge un po’ di adrenalina alla trama, introducendo anche alcuni personaggi secondari, che però non riescono a reggere il confronto con I due protagonisti. Il giusto equilibrio tra indagini e scoperte rimane costante per tutto il libro. I dialoghi, ma anche le scene di tranquillità, sono ben descritti e sono in grado di rendere magico ogni momento descritto. Meno male che ci sarà un seguito, perché non vedo l’ora di leggere altre avventure di questo duo.

Consigliato a: chi cerca un’avventura molto particolare.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: L’orologiaio di Filigree Street
Autore: Natasha Pulley
Serie: L’orologiaio di Filigree Street [1]
Lunghezza: 334 pagine
Edizione: Ebook
Cartaceo
Editore: Bompiani

Goodreads

Il quarto uomo – [Frank Schätzing]

Il quarto uomo

Trama: Kuwait, 1991. Una scatola piena di diamanti tra le macerie di un convoglio saltato in aria. Per uno come lui, che da anni combatte come mercenario, è un sogno diventato realtà. Presto lui e i suoi due compagni potranno farla finita con quella vita. Almeno così crede, finché non rimane ferito in un violento scontro a fuoco e gli altri si danno alla fuga, lasciandolo a morire nel deserto…
Colonia, alcuni anni dopo. C’è qualcosa di strano in Simon Bathge, Vera lo ha intuito subito. Non è il solito marito geloso che vuole assumere un detective per provare l’infedeltà della moglie. Bathge ha paura. Ha bisogno di rintracciare un suo vecchio «amico», Andreas Marmann, ed è disposto a pagare qualsiasi cifra perché Vera lo trovi. Prima che sia Marmann a trovare lui…
Colonia. In un appartamento poco lontano dal centro viene rinvenuto un cadavere. Da un primo esame, è evidente che l’uomo è stato torturato a lungo da un professionista. Non ci sono impronte né tracce di DNA, niente. L’unico indizio è una vecchia foto della vittima scattata durante la guerra del Golfo, in cui posa davanti a una jeep insieme con altri due commilitoni…

La mia recensione
Una guerra, una squadra di mercenari e dei diamanti: è questo il mistero che deve risolvere la detective protagonista del libro. Come se non bastasse si trova a dover affrontare anche il passato, con gli strascichi dolorosi che le ha lasciato.

Vera è una donna molto coraggiosa, con un mestiere che richiede una giusta dose di sangue freddo, visto che deve indagare nella vita delle persone per scoprire cosa nascondano. Purtroppo ha eretto un muro tra di lei e il resto del mondo, per non essere più ferita come le è capitato in passato. Il fatto che il suo nuovo cliente sia abbastanza affascinante da farle battere forte il cuore ci fa capire che il caso che dovrà seguire sarà ancora più complicato del previsto.

Se aggiungiamo che un misterioso assassino si aggira per le strade di Colonia e Vera si trova ben presto nel centro delle indagini, la tensione aumenta con il passare dei giorni. Le scene sul ritrovamento dei cadaveri sono un po’ crude e trasmettono tutto l’odio che l’omicida deve aver provato per le vittime. Si intuisce che la spinta che muove ogni mossa efferata è il desiderio di una vendetta senza pietà e senza esclusione di colpi.

Accento a Vera, per indagare con un secondo punto di vista sulla vicenda, troviamo il commissario Menemenci. In teoria dovrebbe essere un profiler geniale, ma in un paio di punti non si dimostra all’altezza della situazione. Per esempio, non riesce a inquadrare Vera e a comprendere le sue motivazioni, cosa che considerando le sue abilità dovrebbe essere piuttosto semplice. Il suo atteggiamento in generale è piuttosto distaccato dalle vicende, anche se in alcuni punti si lascia trascinare dalla rabbia o dallo sconforto per il lento progredire delle indagini.

Anche se in alcuni punti si intuisce in anticipo la direzione che sta seguendo la trama, si arriva irrompendo nel finale in cui c’è una grande incertezza per il futuro. Mi è piaciuto il ritmo che si crea nelle ultime pagine, che ha movimentato la lettura anche senza colpi di scena.

Consigliato a: chi non ha paura delle malefatte commesse in passato.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Thriller
Titolo: Il quarto uomo
Autore: Frank Schätzing
Lunghezza: 428 pagine
Edizione: Cartaceo
Ebook
Editore: Casa Editrice Nord

Goodreads

W…W…W… Wednesdays #177

W...W...W... Wednesdays
W…W…W… Wednesdays è stato creato da MizB di ShouldBeReading
Il canto di PenelopeLETTURA IN CORSO
Il canto di Penelope di Margaret Atwood
La versione femminile dell’Odissea mi sta proprio coinvolgendo, non vedo l’ora di scoprire quali altri retroscena Penelope riserva per noi.
Conseguenze inaspettateLETTURA CONCLUSA
Conseguenze inaspettate di Abigail Roux
Nick e Kelly sono due testardi un po’ solitari, che forse hanno trovato la persona giusta a cui aprire il cuore. Non sono ai livelli di Ty e Zane, ma riescono comunque a coinvolgerci con i loro momenti romantici.
Lettura conclusa: Lettura consigliata
Effetto valangaPROSSIMA LETTURA
Effetto valanga di Mack Reynolds
Prossima lettura per la sfida “Il pranzo è servito”

Scopri le letture consigliate Lettura consigliata oppure non all’altezza delle aspettative Lettura non consigliata

Pagine Future #1 – 2019

Nuove uscite da leggere nei prossimi mesi

L'anno dell'OracoloL'uomo di fumoHo sposato un maschilista Non dimenticare

L'anno dell'Oracolo
L’anno dell’Oracolo di Charles Soule
Perchè leggerlo: prevedere il futuro può avere dei risvolti pericolosi.
Pubblicato il: 03 Gennaio 2019
Genere:FantascienzaGoodreads
L'uomo di fumo
L’uomo di fumo di Price Steven
Perchè leggerlo: un delitto efferato apre una nuova pista d’indagine.
Pubblicato il: 02 Gennaio 2019
Genere:StoricoGoodreads
Ho sposato un maschilista
Ho sposato un maschilista di Joanne Bonny
Perchè leggerlo: può una femminista convinta trovare la sua anima gemella?
Pubblicato il: 03 Gennaio 2019
Genere:RomanticoGoodreads
Non dimenticare
Non dimenticare di B.A. Paris
Perchè leggerlo: un particolare del passato riemerge con orrore nel presente.
Pubblicato il: 17 Gennaio 2019
Genere:ThrillerGoodreads

Una serie di sfortunati eventi: La sinistra segheria – [Lemony Snicket]

La sinistra segheria

Trama: La sinistra segheria è probabilmente quello che racconta le vicende più infelici degli orfani Baudelaire. Violet, Klaus e Sunny sono spediti a lavorare in una segheria a Meschinopoli, dove incontrano sciagure e disgrazie dietro ogni tronco d’albero. Sono spiacente di informarvi che le pagine di questo libro contengono cose assai sgradevoli, come ad esempio una gigantesca sega circolare, una pentola assordante, un uomo con una nuvola di fumo al posto della testa, un ipnotizzatore, un terribile incidente con feriti, e tanti buoni sconto. Io ho giurato di scrivere l’intera storia di questi tre poveri ragazzi. ma voi non siete obbligati a leggerla, e se preferite storie più piacevoli, sentitevi liberi di sceglierne un’altra.

La mia recensione
Dopo zie paurose, rettili e case da brivido, gli orfani Baudelaire dovranno affrontare una nuova prova molto difficile: un parente pronto a ogni genere di ricatto per ottenere del profitto. Come se non bastasse, il conte Olaf non demorde ed è pronto a farsi largo ancora una volta.

La nuova città, teatro degli scontri tra il conte e i tre ragazzi, è Meschinopoli. E’ un posto alquanto triste, di certo non adatto a tre bambini, ma ancora una volta il signor Poe non controlla minimamente dove sta portando i suoi tre protetti. Nella fabbrica in cui sono obbligati a lavorare e a soggiornare, i tre protagonisti iniziano a capire che possono contare solo su di loro.

Violet, Klaus e Sunny non possono distrarsi un solo attimo, perché appena abbassano la guardia il conte Olaf è pronto a mettere in moto un nuovo piano malefico. Gli adulti che li circondano si rivelano ancora una volta inutili. Non solo non riescono ad aiutare i tre ragazzi, ma non sono nemmeno in gradi di difendere loro stessi. E’ come se il mondo fosse diviso in due: da un lato le persone che vogliono sfruttare i Baudelaire, per qualsiasi motivo, dall’altro chi risulta essere troppo debole per opporsi a un sopruso.

In questo nuovo episodio vediamo come il conte Olaf escogiti un nuovo piano, sempre diverso da precedente. Sono sempre presenti i suoi travestimenti, che riescono a trarre in inganno molte persone, ma allo stesso tempo non si può fare a meno di notare come non gli manchi mai la fantasia per riuscire a rintracciare i tre orfani.

Mi è piaciuto come Sunny, nonostante sia una semplice infante, tenti in qualche modo di consolare i suoi fratelli e di darsi sempre da fare. Di sicuro crescendo svilupperà qualche dote straordinaria, oltre al mordere, che la renderà speciale come i suoi fratelli.

Consigliato a: chi vuole affrontare qualsiasi disavventura unito con la propria famiglia.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Avventura
Titolo: La sinistra segheria
Autore: Lemony Snicket
Serie: Una serie di sfortunati eventi [4]
Lunghezza: 160 pagine
Edizione: Ebook
Copertina flessibile
Editore: Salani

Goodreads

La casa del padre – [Karen Dionne]

La casa del padre

Trama: Helena vive con la famiglia in una tranquilla cittadina del Michigan immersa nella natura che ama e conosce benissimo, tanto che incrementa le entrate con la vendita di conserve di frutta e piante particolari. La sua formidabile conoscenza le viene dal padre, con il quale ha vissuto, insieme alla giovanissima madre, fino a dodici anni in un capanno tra i boschi. Da lui ha imparato tutto quello che sa, e forse anche quello che non avrebbe voluto sapere. Tanto che proprio a dodici anni è scappata di casa e lo ha fatto mettere in prigione. Ora, però, a distanza di quindici anni, l’uomo è evaso e Helena sa di essere in pericolo. Soprattutto sa di essere l’unica al mondo a poterlo catturare di nuovo.

La mia recensione
Avere un passato oscuro, che si cerca di tenere nascosto alla propria famiglia, non sempre è la mossa giusta. Lo scoprirà a sue spese la protagonista del libro, che dovrà battersi per non vedersi strappare il suo futuro.

Helena è una donna strana, che fin dai primi capitoli riesce a conquistare le nostre simpatie per il suo modo di raccontare il suo passato. Non nasconde nulla al nostro sguardo, neanche le azioni per cui prova rimorso. Helena infatti è cresciuta insieme a un padre violento, che ha rapito sua madre da adolescente e l’ha tenuta nascosta nel profondo di una palude. Lei adorava suo padre, uno fulcro della sua vita, in quanto non si rendeva conto della violenza dei suoi gesti e della ferocia che nascondeva.

Helena vorrebbe dimenticare il suo passato, da cui è riuscita a scappare con una fuga rocambolesca, portando in salvo anche la madre dalla loro prigionia. Peccato che il padre sia evaso dal carcere e la nostra protagonista riesca a intuire le sue mosse, visto che riesce a leggere dietro la maschera di uomo pentito che ha mostrato per anni. Il libro infatti gioco sul penetrare la mente del proprio aguzzino, con Helena che cerca d’immedesimarsi nei suoi panni per riuscire a prevenire ogni danno alla sua nuova famiglia.

La donna infatti si è ricostruita una vita e, anche se ha cercato di tenere nascosto il lato più brutto a suo marito, non ha rinnegato del tutto alcuni insegnamenti. Adora il contatto con la natura, andando in giro nei boschi e a volte anche a caccia, preferisce uno stile di vita sano a contatto con l’aria aperta. Allo stesso tempo ha imparato ad apprezzare gli aspetti più moderni della vita e cerca in tutti i modi di essere un’ottima madre e moglie.

Il ritmo della vicenda è spezzato da una serie di flashback che ci permettono di vedere la crescita di Helena da bambina e il suo prendere posizione contro i soprusi del padre. Sappiamo che è riuscita a scappare, perché il libro si apre con la protagonista già cresciuta e libera, ma vogliamo scoprire anche come abbia raggiunto la consapevolezza di cosa sia giusto e cosa invece sbagliato. Quasi tutto il libro si svolge nella natura selvaggia, permettendoci di scoprire un lato dei boschi che non avremmo mai sospettato.

Consigliato a: chi cerca un riscatto dal passato senza dimenticarlo.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Thriller
Titolo: La casa del padre
Autore: Karen Dionne
Lunghezza: 324 pagine
Edizione: Cartaceo
Ebook
Editore: Sperling & Kupfer

Goodreads

Le letture del mese – Gennaio 2019

Letture del mese
Sei libri per ravvivare le letture del mese
Il richiamo delle spade  Now
Il richiamo delle spade di Joe Abercrombie per il genere Fantasy e Now di Stephan R. Meier per il genere Fantascienza.
Il canto di PenelopeEffetto valanga
Il canto di Penelope di Margaret Atwood per la sfida Viaggio nel Tempo e Effetto valanga di Mack Reynolds per la sfida Il pranzo è servito.
Il sole dei soli La dimora millenaria
Il sole dei soli di Karl Schroeder per la serie Virga e La dimora millenaria di Christian Jacq per la serie Ramses