Morte di un re pirata – [Josh Lanyon]

Morte di un re pirata

Trama: Quarto capitolo dell’acclamata serie Adrien English, nata dalla penna del pluripremiato autore Josh Lanyon.
La carriera di scrittore di Adrien English, libraio gay e investigatore dilettante, è sul punto di decollare. I diritti del suo primo romanzo, Il delitto sarà svelato, sono stati acquistati da Paul Kane, una celebre star del cinema. Ma quando l’omicidio fa il suo debutto a una cena hollywoodiana, a indagare sul caso viene chiamato proprio l’ex amante di Adrien, l’avvenente Jake Riordan, ora tenente della polizia di Los Angeles e più che mai determinato a tenere nascosta la propria omosessualità. La sua comparsa, però, rischia di spingere il nuovo compagno di Adrien, il fascinoso professore universitario Guy Snowden, a commettere a sua volta un omicidio…

La mia recensione
Adrien stavolta si è cacciato in un bel guaio. Non solo incontra Jake di nuovo dopo due anni, ma si trova ad affrontare una persona viscida e disposta a tutto per di toglierlo di torno.

Si capisce fin da subito che il nostro protagonista sta soffrendo, che le ferite del passato non si sono rimarginate. Adrien tenta in tutti i modi d’ignorare i problemi, ma si capisce che è un gesto inutile, anche perché tutta la sua famiglia si accorge che sta nascondendo qualcosa. Il suo rapporto con le sorellastre sta migliorando giorno dopo giorno, anche perché in fondo sono delle ragazze dolci che si preoccupano per lui.

L’incontro con Jake non è certo dei migliori, visto che Adrien è ancora una volta coinvolto in un’indagine per omicidio. Sembra quasi che attiri i pazzi senza neanche accorgersene, anche se la sua curiosità a volte è davvero il suo difetto peggiore. In questo libro riesce un pochino a controllarsi, ma la sua sete di giustizia e di risolvere i misteri è sempre difficile da gestire. In fondo sarebbe un ottimo investigatore, visto che riesce con facilità a parlare con le persone e a seguire il suo istinti anche nelle situazioni più complicate.

Jake invece non si può dire che sia un personaggio amabile, almeno nella prima parte del libro. Ritorna come un fantasma, a scombussolare la vita di Adrien, senza quasi rendersene conto. Il suo comportamento non è spettacolare fin dalle prime pagine e si ha quasi l’istinto di lanciargli addosso qualche oggetto contundente.

La trama è abbastanza ricca di colpi di scena, ma quello che ci fa tremare di più sono le condizioni di salute di Adrien. Mentre negli altri libri il suo problema cardiaco sembrava solo un piccolo dettaglio, stavolta diventa un vero e proprio peso, che condiziona tutta la sua vita. Aggiungiamo anche Jake che riesce a fargli battere forte cuore come nessuno, si capisce che i rischi che corre il nostro protagonista stanno diventando sempre più grandi.

Consigliato a: chi vuole sentirsi in fibrillazione per un incontro con il proprio ex.

Voto:
Stelle

Genere:
Romantico
Mistero
Titolo: Morte di un re pirata
Autore: Josh Lanyon
Serie: Adrien English [4]
Lunghezza: 278 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell Edizioni

Goodreads

La mossa del diavolo – [Josh Lanyon]

La mossa del diavolo

Trama: Dopo che il commesso della sua libreria sparisce in seguito a delle terrificanti minacce di morte, Adrien English è costretto a vedersela con un misterioso culto satanico, un affascinate professore universitario e la sua traballante relazione col detective Jake Riordan che, pur di non ammettere pubblicamente la propria omosessualità, rischia di compiere un passo senza ritorno.

La mia recensione
Dopo aver indagato su cadaveri che scompaiono e serial killer, Adrien English è pronto per una nuova avventura. Stavolta dovrà vedersela con qualcosa di moto misterioso e occulto, portandolo a conoscere una serie di persone singolari.

Purtroppo la sua adorabile libreria sarà presa di nuovo di mira da malintenzionati, risultando così non più un semplice luogo di lavoro e di ritrovo, ma un vero e proprio punto di partenza per le sue indagini. Rispetto ai libri precedenti, Adrien si lascerà coinvolgere di più dagli avvenimenti. Non è più un testimone in balia di quanto accade, ma fin da subito si impegna a scoprire cosa stia succedendo. Non si arrende neanche quando le persone a lui vicine gli consigliano di lasciare perdere. E’ convinto di essere l’unico in grado di individuare certi indizi, perché non si lascia troppo influenzare dai pregiudizi.

A complicare il tutto ci pensa qualche tensione con sua madre. Lisa è una donna davvero eccentrica, anche se si intuisce che voglia molto bene al figlio. Stavolta approfondiremo un lato del suo carattere che era già emerso nei libri precedenti, andando così ad arricchire il personaggio. Adrien di sicuro è circondato da gente che gli vuole bene, anche se, a volte, si lascia prendere dallo sconforto, perché purtroppo la sua situazione sentimentale è davvero un disastro.

La parte più strana del libro sono i capitoli finali, in cui si assiste a un susseguirsi di azioni e ragioni di Adrien che fanno un po’ storcere il naso. Il nostro protagonista sembra essere posseduto da una smania di agire, ogni tanto senza neanche riflettere a lungo sul da farsi. Sembra una mossa un po’ fuori dal suo carattere, che rende la lettura meno piacevole.

Consigliato a: chi cerca un significato nascosto nei simboli.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Mistero
Titolo: La mossa del diavolo
Autore: Josh Lanyon
Serie: Adrien English [3]
Lunghezza: 304 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell Edizioni

Goodreads

Una cosa pericolosa – [Josh Lanyon]

Una cosa pericolosa

Trama: In preda al blocco dello scrittore e frustrato dalla sua problematica relazione con Jake Riordan, fascinoso ma non ancora dichiaratamente gay detective della polizia di Los Angeles, il libraio e scrittore di gialli Adrien English decide di andare a trascorrere un po’ di tempo a nord, nella tenuta lasciatagli dalla nonna materna, dove trova un cadavere ad attenderlo nel vialetto d’ingresso. All’arrivo dello sceriffo, però, il corpo è scomparso e Adrien si trova ancora una volta a improvvisarsi investigatore. Ma quando la situazione si fa pericolosa e potenzialmente letale, Adrien è costretto a rivolgersi a Jake.
Jake potrà avere le idee confuse riguardo a un mucchio di cose, ma è disposto a tutto pur di tenere in vita l’uomo per il quale sta cominciando a provare qualcosa.

La mia recensione
Il mestiere del libraio, soprattutto se si ha il pallino della scrittura di libri gialli, continua a essere sempre più pericoloso, anche quando si vuole trascorrere un periodo di tranquillità in vacanza. Stavolta Adrien dovrà fare affidamento al suo lavoro di ricerca per risolvere un mistero intricato. L’avvio della storia mescola i dubbi del protagonista sulla sua vita e sul suo futuro con il ritrovamento di un nuovo cadavere. Adrien dimostrerà di avere abbastanza carattere da riuscire a imporsi quando tutti gli si opporranno, sia nelle indagini sia per la sua vita quotidiana. Peccato però che quando debba compiere delle scelte in ambito amoroso sia un po’ un disastro.

Il cambio di scenario dovrebbe servire a rendere più movimentata la trama e in parte raggiunge l’obiettivo. Vedere Adrien alle prese con una casa antica, in cui custodisce molti ricordi felici di quando era piccolo, rende tutto molto più vivace. Ci permette inoltre di scoprire un nuovo lato del protagonista, approfondendo la sua passione per i libri gialli. Anche se Adrien non riflette molto sulla sua situazione attuale, che appare abbastanza complicata, si capisce che questa pausa dalla città è servita.

La trama non è troppo complicata, anche se qualche colpo di scena finale riesce comunque a sorprenderti. Adrien come investigatore si affida molto al suo fiuto, cercando di capire le persone dalle sensazioni che gli suscitano al primo incontro. Il fatto che stia scrivendo un libro giallo crea qualche momento di ilarità, perché si rende conto che alcune situazioni descritte per il personaggio che ha creato non siano molto reali. Nel complesso però si ha la sensazione che sia un libro di passaggio, che serva solo a traghettare noi lettori al prossimo capitolo della saga.

Consigliato a: chi adora le passeggiate rilassanti in campagna

Voto:

Stelle 4

Titolo: Una cosa pericolosa
Autore: Josh Lanyon
Serie: Adrien English [2]
Editore: Triskell Edizioni
ASIN: B013ISFBR2
Lunghezza: 221 pagine

GoodreadsBookrepublic

Ombre fatali – [Josh Lanyon]

Ombre fatali

Trama: Nessuno ama i lunedì mattina, ma per Adrien English, libraio e aspirante giallista, la giornata si trasforma in un autentico incubo quando due investigatori della omicidi bussano alla sua porta per informarlo che Robert, suo impiegato e amico dai tempi del liceo, è stato trovato accoltellato in un vicolo.

Incredulo e sconvolto, Adrien si troverà a fare i conti con un cuore malandato, i sospetti della polizia, le attenzioni ossessive e inquietanti di uno stalker che potrebbe anche essere l’assassino di Robert, e Jake Riordan, il ruvido ma attraente detective assegnato al caso.

Riuscirà Adrien a trovare il vero colpevole senza mettere a repentaglio la sua vita… e il suo cuore?

La mia recensione
Essere un libraio con problemi di cuore può rivelarsi una professione molto pericolosa, soprattutto quando le persone che ti circondano e cui tieni cominciano ad avere una serie d’incidenti mortali. Il protagonista, Adrien English, si ritroverà coinvolto, suo malgrado, in una successione di eventi che rischiano di essere molto sanguinari. E’ un uomo riservato, che non vorrebbe sbandierare ai quattro venti la sua vita. E’ riuscito a ricavarsi una nicchia in cui vivere tranquillo e sereno, che viene però sconvolta in pochi giorni.

Tutto intorno alla libreria troviamo una serie di personaggi alquanto strani, legati in un modo o nell’altro ai libri. Grazie al circolo degli scrittori che Adrien è riuscito a creare, possiamo conoscerli tutti nel loro momento creativo. Ovviamente gli omicidi che stanno sconvolgendo la vita di Adrien sono sempre in primo piano, ma è bello vedere come le idee più bizzarre possano nascere da un gruppo con la fervida immaginazione.

La libreria è anche il fulcro dell’ambientazione del libro, rendendola quasi speciale. E’ descritta in piccole parti, permettendoci di scoprirla poco alla volta e devo dire che rende proprio l’idea di un posto dove sia possibile trovare l’ispirazione giusta per scrivere un buon libro giallo.

La polizia, che dovrebbe essere pronta a reagire di fronte a un omicidio, si rivela molto deludente. Le loro indagini sembrano grossolane e notevolmente scarse, mentre Adrien è in grado di trovare sempre indizi utili. Sembrano ricalcare un po’ lo stereotipo del poliziotto incapace, mettendo così in risalto le abilità del protagonista. Infatti, non ho molto apprezzato le interazioni tra Adrien e Jake, uno dei due poliziotti cui è stato assegnato il caso. Le ho trovate sempre troppo superficiali, come se i due personaggi fossero troppo stretti nei ruoli a loro assegnati per riuscire a intavolare un discorso reale.

Per quanto il ritmo sia abbastanza serrato, ci sono alcuni momenti in cui il protagonista riesce a tirare il fiato. Non resta che leggere il prossimo libro per vedere cosa altro possa accedere nella vita di un tranquillo libraio.

Consigliato a: chi adora le librerie piene di misteri.

Voto:

Stelle 4

Titolo: Ombre fatali
Autore: Josh Lanyon
Serie: Adrien English [1]
Editore: Triskell Edizioni
ASIN: B00TIQ48IW
Lunghezza: 190 pagine

GoodreadsBookrepublic