Northanger Abbey – [Jane Austen]

Northanger Abbey

Trama: La giovane Catherine Morland, in vacanza nella rinomata località di villeggiatura di Bath, si reca a visitare la sinistra abbazia di Northanger, rimanendo suggestionata al punto di confondere, progressivamente, fantasia e realtà.

La mia recensione
Non aspettatevi un romanzo in cui l’eroina si fa trascinare dalla passione o dimostra qualche qualità fuori dall’ordinario. Catherine è una ragazzina che ha visto poco del mondo, ma nel primo viaggio lontano da casa si ritrova immersa in un’avventura straordinaria per lei.

La sua famiglia è chiassosa e abituata a vivere in campagna. I suoi genitori non sono ricchi, ma riescono a mantenere tutti i figli senza fargli mancare mai nulla. Per questo quando Catherine si ritrova a Bath, circondata da gente di classe, feste e giri in carrozza non sa bene come comportarsi. Per lei è tutto nuovo e anche l’invito al ballo di un giovane sconosciuto si trasforma in un sogno bellissimo. La scoperta che più le cambierà la vita è la lettura e i romanzi gotici. La sua fantasia non fa che essere alimentata dalle pagine piene di mistero e intrighi, ma pian piano scoprirà che la vita reale è ben diversa.

Conoscerà due tipi di amicizia, una disinteressata e genuina e una invece basata sull’inganno e sulla falsità. La protagonista dovrà capire di chi fidarsi, ma non sarà facile per lei. Il rischio reale di lasciarsi abbagliare dalle belle parole che le sono rivolte esiste, ma pian piano Catherine riuscirà a distinguere i sentimenti veri da quelli fasulli.

Dovrà sapersi destreggiare anche nei primi batticuori. Su questo aspetto il suo personaggio pecca un pochino di superficialità. Il suo innamoramento capita quasi per caso, non si capisce bene se sia fondato su elementi reali o meno. Catherine è di certo timida e impacciata in pubblico, ma con la guida corretta riesce a capire la condotta da tenere. Sono rare le situazioni in cui compie dei passi falsi, spesso perché si lascia trascinare dagli eventi senza riuscire a opporsi.

La narrazione è gestita magistralmente, con un’alternanza tra dialoghi e descrizioni sia dei personaggi che dei luoghi. Alcuni personaggi non sono proprio stellari, ma nel complesso la storia si legge con piacere.

Consigliato a: chi adore le eroine diverse dal solito.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Classici
Titolo: Northanger Abbey
Autore: Jane Austen
Lunghezza: 220 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

Annunci

L’Ordine della spada – [Virginia De Winter]

L'Ordine della spada

Trama: Chi è Eloise Weiss? Perché il più antico vampiro della stirpe di Blackmore abbandona per lei l’eternità suscitando le ire di Axel Vandemberg, glaciale Princeps dello Studium e tormentato amore della giovane?

La Vecchia Capitale si prepara alla Vigilia di Ognissanti e il coprifuoco è vicino perché il Presidio sta per aprire le sue porte. Il lento salmodiare delle orde di penitenti che si riversano per le vie, in cerca di anime da punire, è il segnale per gli abitanti di affrettarsi nelle proprie case, ma per Eloise Weiss è già troppo tardi. Scambiata per una vampira, cade vittima dell’irrazionalità di una fede che brucia ogni cosa al suo passaggio. In fin di vita esala una richiesta d’aiuto che giunge alle soglie della tomba dove Ashton Blackmore, un redivivo secolare, riposa protetto dalle ombre della Cattedrale di Black Friars. Il richiamo della ragazza è un sussurro che si trasforma in ordine, irrompe nella sua mente e lo riporta alla vita. Nobili vampiri di vecchie casate, spiriti reclusi e guerrieri, eroici umani e passioni che il tempo non è riuscito a cancellare: Black Friars – L’ordine della Spada è un mondo nuovo che profuma di antico, un romanzo che si ammanta di gotico per condurre il lettore tra i vicoli della Vecchia Capitale o negli antri del Presidio, in un viaggio che continua oltre la carta e non finisce con l’ultima pagina.

La mia recensione
Vampiri, principi, frati combattenti, in questo libro troviamo vari personaggi, che riescono a creare un mondo fantastico. Si può dire che l’autrice riesca a tratteggiare con facilità un’intera città, con una società complessa che la governa con qualche intoppo, ma senza pugno di ferro. Il passato che racchiude alle sue spalle è avvolto nel mistero, si capisce che è scoppiata una rivolta tremenda, finita nel sangue, ma per scoprire i reali avvenimenti dovremo aspettare quasi la fine del libro.

La protagonista è Eloise, una ragazza che sta studiando per diventare medico. Fin da subito capiamo che lei è diversa dalle altre compagne di studi. La sua diversità non riguarda solo il passato un po’ tormentato, ma anche una sensibilità verso l’aspetto paranormale del mondo.

Infatti, la città descritta è costellata da creature particolari, e vampiri autentici che girano per le strade per lo più ben accetti. Il pericolo maggiore però è rappresentato da dei veri e propri spiriti, che rimangono incatenati lontano dalla città. Tranne che per un piccolo particolare: con il passare dei capitoli sembrano essere sempre più liberi, senza più alcun controllo. Eloise si ritroverà quindi a dover fronteggiare le sue più grandi paure, scoprendo nel frattempo come mai riesce ad avvertire la presenza di questi spiriti in modo netto.

Ovviamente non sarà sola, ma avrà al suo fianco ben due aiutanti giovanotti pronti a soccorrerla sempre. Il primo che conosciamo è Ashton, un vampiro di quattrocento anni che scopre il potere della protagonista e decide di sfruttarlo a suo vantaggio. Non è però uno sfruttatore, ma si affeziona alla “ragazzina-umana”, desiderando che non le accada nulla. Come suo rivale per rimanere al fianco di Eloise troviamo anche Alex, un vero principe. Tra lui e la protagonista c’è un passato sofferto. I due, infatti, sembrano parecchio affiatati in passato, ma è successo qualcosa che li ha separati. Nonostante provino ancora qualcosa l’uno per l’altra, non vogliono arrendersi ai loro sentimenti per non soffrire ancora. O meglio questo è quanto continua a ripetersi Eloise, perché Alex fa di tutto per proteggerla e tenerla al sicuro.

Il vero mistero a fondo della trama è duplice e si risolve in parte solo alla fine del libro. Essendo una serie, potremo scoprire solo nei volumi successivi il resto degli intrighi.

Consigliato a: chi apprezza le storie misteriose e nuovi mondi da scoprire.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantasy
Titolo: L’Ordine della spada
Autore: Virginia De Winter
Serie: Black Friars [1]
Lunghezza: 682 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Fazi

Goodreads

Metro 2035 – [Dmitry Glukhovsky]

Metro 2035

Trama: Da quando una guerra nucleare ha devastato la terra, gli ultimi moscoviti sono sopravvissuti cercando di costruire una nuova civiltà nelle profondità della vecchia rete della metropolitana. Questa presunta sicurezza, pero, sì dimostra presto ingannevole: infatti, due anni dopo essere già stati salvati da Artyom contro i Tetri, gli abitanti della metro sono minacciati da epidemie che mettono a rischio l’approvvigionamento di cibo e da conflitti ideologici sempre più gravi. L’unica salvezza sembra risiedere in un ritorno in superficie: ma questo è ancora possibile? Contro ogni logica, Artyom tenta un viaggio – apparentemente senza speranza – verso un mondo il cui misterioso silenzio nasconde un terribile segreto…

La mia recensione
Vi siete abituati al buio della metropolitana dei libri precedenti? Stavolta invece saremo trascinati in superficie, per scoprire i veri segreti di Mosca.

Ritroviamo Artyom alle prese con una nuova avventura. Non è più un ragazzino spaventato, è diventato un uomo e le sue paure sono cambiate. Non teme più quello che si trova all’esterno della rete di cunicolo sotterranea, ma vuole invece scoprire se qualcun altro è sopravvissuto. La sua volontà incrollabile gli permette di affrontare il pericolo delle radiazioni quasi ogni giorno, per cercare di trovare un contatto qualsiasi con eventuali altre città.

Capiamo però che la sua attività non è ben accetta dagli altri abitanti. Loro ormai si sono rassegnati a vivere in un mondo oscuro e senza possibilità di ritorno in superficie. Si accontentano della vita magra, del poco cibo e delle malattie tremende causate dall’assenza del Sole e dall’ambiente umido. Non vogliono che questo sistema di vita cambi, perché sono spaventati da un futuro ignoto a diverso dal presente.

Incontriamo anche altri personaggi conosciuti nei due libri precedenti. La loro presenza serve a capire come diverse persone hanno affrontato i drammi della metropolitana. C’è chi si è rassegnato a vivere senza pensare al futuro ma solo al presente, chi vuole riscattarsi da un passato mediocre cercando di dimostrarsi migliore e chi invece continua a vivere come se nulla fosse successo.

C’è però una traccia particolare, che lega tutti gli eventi che si sono susseguiti nei tre romanzi, che incombe come un’ombra oscura e minacciosa su tutti. Com’è possibile che alcune informazioni riescano a circolare con velocità all’interno della metro? Esistono veramente degli osservatori che controllano ogni azione delle persone e intervengono per riportare l’ordine da loro scelto? Si può veramente sopravvivere all’esterno visto che la “minaccia” dei Tetri è stata cancellata?

Consigliato a: chi non ha paura a sfidare l’ignoto.
Voto:
Stelle 3

Genere:
Horror
Titolo: Metro 2035
Autore: Dmitry Glukhovsky
Serie: Metro [3]
Lunghezza: 575 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Multiplayer.it Edizioni

Goodreads

Immortal rules: Regole di sangue – [Julie Kagawa]

Immortal rules: Regole di sangue

Trama: In un mondo postapocalittico governato dai vampiri, gli umani sopravvissuti all’epidemia del Polmone Rosso hanno il destino segnato: arrendersi ai dominatori ed essere schedati e allevati in cambio del proprio sangue. Decidere di non sottoporsi alla registrazione significa mendicare ai margini della società, cercando di sfuggire ai continui attacchi di mutanti famelici originati dagli esperimenti per debellare il virus. È questa la realtà in cui Allison Sekemoto lotta per la sopravvivenza come una Non Registrata: i vampiri le hanno portato via la famiglia e tutti i suoi sogni e darebbe qualsiasi cosa per poterli sconfiggere. Ma il giorno in cui tocca a lei essere in pericolo di vita, è proprio un vampiro a darle una possibilità di scelta: morire come un’umana o diventare ciò che più odia per l’eternità. Allie sceglie di trasformarsi e non sarà facile difendere quel poco di umanità che le è rimasto. Soprattutto quando incontrerà qualcuno capace di vedere oltre il mostro che è diventata…

La mia recensione
I vampiri, bestie assetate di sangue, sono riusciti a stabilire un ordine nel caos lasciato da una tremenda pestilenza. Ma non tutti gli umani, compresa la nostra protagonista, sono pronti ad accettare la situazione senza lottare. Esiste ancora speranza per un mondo migliore?

Allison, la nostra protagonista, è una ragazza alquanto strana. Nonostante le regole ferree in cui è cresciuta, non vuole piegarsi al dominio dei vampiri e fa di tutto per opporsi. Ovviamente il suo comportamento non è in linea con le sue aspettative di ribellione, considerando i rischi insensati che corre ogni volta. L’ho trovata alquanto piagnucolosa poi, sempre insoddisfatta della sua vita e senza una reale intenzione di cambiarla.

Il passato della civiltà di Allison è sicuramente molto interessante. La scoperta dell’epidemia e delle conseguenze sul genere umano è lenta ma avvincente. Ogni nuovo tassello che apprendiamo riesce a farci capire meglio il motivo per cui il mondo si sia evoluto seguendo le istruzioni dei vampiri. Queste creature sono molto pericolose per gli umani, considerando la forza che riescono a esercitare e la necessità di nutrirsi di sangue. Al tempo stesso sono però gli unici difensori in grado di proteggerli dagli idrofobi, una specie mutata che rappresenta una minaccia tremenda. Sembra quasi di assistere a un’invasione zombie, con il pericolo costante che minaccia chiunque si allontani dalle mura della città.

Gli altri personaggi che conosciamo lungo il percorso di Allison sono quasi più interessanti di lei. Kanin, il vampiro che insegna alla protagonista a sopravvivere, mi sembra molto tormentato per il su passato oscuro. E’ però in grado di offrire alla ragazza una serie di regole per riuscire ad aiutarla nella transizione da umana a vampiro che, se seguite, le porterebbero un netto beneficio. Però Allison è una gran testarda e preferisce rischiare seguendo il suo istinto, che però la porterà spesso a sbagliare. Abbastanza simile a lei è Zeke, un ragazzo che insegue un sogno che gli è stato inculcato fin da piccolo. Nonostante le violenze e la società allo sfascio che lo circonda, Zeke sembra vivere in un mondo tutto suo, in cui le persone sono sempre buone e gentili, nonché meritevoli di fiducia fin da subito.

Il finale del libro sembra quasi ricalcare un film di azione, in cui la nostra eroina è pronta ad affrontare il mondo intero e a sconfiggere qualsiasi creatura oscura. Non resta che scoprire se almeno avrà imparato a maneggiare con destrezza la spada nei prossimi libri.

Consigliato a: chi non si fida mai delle apparenze.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantasy
Titolo: Immortal rules: Regole di sangue
Autore: Julie Kagawa
Serie: Blood of Eden [1]
Lunghezza: 473 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Fanucci

Goodreads

La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo – [Audrey Niffenegger]

La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo

Trama: Clare incontra Henry per la prima volta quando ha sei anni e lui le appare come un adulto di trentasei nel prato di casa. L’attrazione è istantanea, anche se in un primo momento Clare pensa che forse quell’uomo può essere un alieno o un angelo. Lo incontra di nuovo quando lei ha vent’anni e lui ventotto. Clare gli dice di sapere tutto di lui, mentre Henry non l’ha mai vista. Sembra impossibile, ma è proprio così. Perché Henry DeTamble è il primo uomo affetto da cronoalterazione, uno strano disturbo per cui, a trentasei anni, comincia a viaggiare nel tempo. A volte sparisce per ritrovarsi catapultato nel suo passato o nel suo futuro. È così che incontra quella bambina destinata a diventare sua moglie quando di fatto l’ha già sposata, o che conosce sua figlia prima ancora che sia nata… Un romanzo originalissimo e sorprendente che negli Stati Uniti ha raggiunto il successo con oltre un milione di copie vendute grazie al solo tam-tam dei lettori, stregati da questa delicata quanto imprevedibile storia d’amore.

La mia recensione
I viaggi nel tempo possono sembrare molto romantici, soprattutto se si incontra la futura moglie quando è ancora giovane e la può ammirare mentre cresce. Peccato che correre il rischio di essere arrestato o picchiato, inseguito dalle persone perché si compare senza vestiti addosso è il lato negativo della faccenda. A quanto pare nei viaggi nel tempo non è possibile portare nulla con sé, per questa ragione il povero protagonista vive una vita alquanto stravagante.

Non aspettatevi un filosofo o un gran pensatore: Henry è una persona pratica, che di mestiere fa il bibliotecario ed è molto competente. Non disdegna però fare effrazioni e scassinare lucchetti se ciò significa potersi mettere in salvo nei suoi viaggi nel tempo. La sua infanzia non è stata proprio spettacolare, considerando che la madre è morta quando era piccolo e il padre si trasforma ben presto in un alcolizzato. In compenso però una volta incontrata Clare, la sua compagna, riesce a mettere la testa a posto.

Clare è una ragazza molto dolce e gentile, che si lascia incantare dalle varie versioni di Henry che incontra. Che sia giovane o adulto, per lei è sempre lo stesso uomo di cui si è innamorata lentamente, che l’ha accompagnata fin da piccola alla scoperta di un futuro che per lui era già accaduto. E’ il personaggio che matura di più all’interno della vicenda, che cambia e si adatta alle circostanze strane che la circondano.

Nonostante i salti avanti e indietro nel tempo, la trama non è troppo complicata. Infatti, anche se Henry arriva nel passato, non è possibile cambiare ciò che è successo, ma rimane semplice spettatore. Considerando che non riesce neanche a controllare quando e dove finirà, la sua abilità non gli permette di sfruttarla a fondo. Sono rare, infatti, le occasioni in cui la sua conoscenza del futuro gli permetteranno di cambiare il suo presente, ma sempre entro certi limiti. Il finale non è scontato, anche se le prime avvisaglie di quello che potrà succedere compaiono già nei primi capitoli. Però la storia riesce lo stesso a creare la giusta atmosfera per invogliarci a continuare la lettura.

Consigliato a: chi crede che la’more possa superare ogni ostacolo.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Romantico
Titolo: La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo
Autore: Audrey Niffenegger
Lunghezza: 503 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

Memoria – [Leonardo Patrignani]

Memoria

Trama: Alex, Jenny e Marco hanno provato sulla loro pelle cosa vuol dire perdersi nelle infinite strade del Multiverso. Ora, però, non sanno come uscire da Memoria, una dimensione mentale, non meno chiusa di una gabbia, nella quale vedono solo ciò che ricordano. Mentre i secoli trascorrono dopo la fine della loro civiltà, una nuova Era comincia sul pianeta Terra. Ma in che modo si possono usare i ricordi per fuggire da Memoria e scampare all’eterna condanna? Quali segreti disseppelliti dal passato permetteranno loro di risvegliarsi nel futuro?

La mia recensione
Il multiverso diventa sempre più complicato e intricato. Peccato che questo libro sia in buona parte incentrato su Jenny, che ha la stessa vivacità di un sacchetto di plastica in balia delle onde. La ragazza alterna dei momenti di frustrazione a dei comportamenti da vera bambina viziata. Mentre Marco e Alex cercano di risolvere il mistero di Memoria, lei si offende perché il suo ragazzo non passa del tempo con lei. Non riesce mai ad accettare le spiegazioni che le sono fornite e deve sempre metterle in discussione. Il suo modo di fare è veramente stressane e la maggior parte delle volte avrei voluto strozzarla.

Alex finisce per fare un po’ la comparsa in questo libro. Se nel precedente era il punto centrale della vicenda, colui che prendeva l’iniziativa e riusciva a smuovere le acque, stavolta invece diventa quasi uno spettatore. Sembra relegato al ruolo di tramite tra Marco e Jenny e si limita a subire le scelte degli altri.

Marco fa dei grandi progressi rispetto al libro precedente. Se prima era solo un ragazzino intelligente, stavolta dimostra di avere carisma e grande coraggio per affrontare anche le situazioni più disperate. La rapidità di pensiero e la facilità nel comprendere le situazioni più disparate sono le sue qualità migliori, che può sfruttare come un’arma. In fondo è grazie a lui se l’esplorazione del multiverso è iniziata e se i ragazzi riescono a comprendere i suoi aspetti più profondi.

Il libro è come se fosse diviso nettamente in due parti. La seconda è quella che mi è sembrata meno incisiva, forse perché la presenza di Jenny è davvero invadente. Almeno nella prima parte sono presenti dei dialoghi che movimentano la scena. Il finale invece riesce a riscattare buona parte del romanzo, anche se apre a nuovi scenari del tutto sconosciuti.

Consigliato a: chi desisera scoprire qualcosa di più sulle realtà parallele.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Memoria
Autore: Leonardo Patrignani
Serie: Multiversum [2]
Lunghezza: 331 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

Come ululare alla Luna – [Eli Easton]

Come ululare alla Luna

Trama: Lo sceriffo Lance Beaufort non permetterà che arrivino dei guai nella sua città, nossignore. Rintanata nelle montagne della California, Mad Creek ha dei segreti da mantenere, come il fatto che metà della sua popolazione sia composta da “mutevoli”, cani che hanno acquisito la capacità di diventare umani. Discendente dai Border Collie sia da parte di madre che di padre, non esiste un protettore migliore di lui.
Tim Weston è alla ricerca di un rifugio. Dopo aver scoperto che il suo capo ha brevettato a proprio nome tutto il lavoro che lui aveva svolto sugli ibridi vegetali, Tim decide di lasciare il suo vecchio lavoro. Una cliente gli propone di usare il suo chalet a Mad Creek, e Tim ci vede l’occasione per un nuovo inizio. Ma il timido giardiniere ha la tendenza a impappinarsi con gli sconosciuti e a sembrare un bugiardo, particolarmente con uomini alfa stupendi come lo sceriffo Beaufort.
Di sicuro il giovane straniero allampanato fa saltare i nervi a Lance. È preoccupato per i coltivatori di marijuana che si stanno trasferendo a Mad Creek, e non è soddisfatto della storia che gli racconta il giovane. Lance decide che c’è bisogno di un po’ di lavoro sotto copertura.
Quando Tim investe con la sua auto un bellissimo collie dal pelo nero e lo adotta, è amore a prima vista sia per Tim che per il cane interiore di Lance. Fingere di essere un animale domestico metterà in grossi guai lo sceriffo Beaufort.

La mia recensione
Il migliore amico dell’uomo può rivelarsi molto più straordinario di quello che appare. Anche se si tratta di una storia d’amore molto semplice, l’idea dei mutaforma canini è da lodare.

Lance è davvero un tipo singolare, tutto dedito al lavoro e alla sua gente. Non si lascia trascinare dalle emozioni, ma pensa solo al modo migliore per mantenere la calma nella cittadina. Non vuole attirare troppo l’attenzione sulle particolari capacità dei suoi concittadini, ma con l’arrivo di Tim sembra che tutto il suo sistema stia per crollare. L’uomo, infatti, per la prima volta è travolto da dei sentimenti inaspettati.

Tim è davvero un ragazzo sfortunato. Riuscirebbe a suscitare la compassione di chiunque, visto come è stato sfruttato in passato. Desidera ricominciare a vivere in serenità, ma per farlo deve riuscire a inserirsi nella nuova comunità in cui si è trasferito. I suoi incontri con Lance sono dapprima costellati d’incomprensioni. Tim è riservato e potrebbe non ispirare da subito fiducia, considerando anche che nasconde il suo passato. Ma la strada verso una possibile amicizia e forse qualcosa in più sembra essere in discesa.

L’aspetto paranormale della vicenda è fin da subito in primo piano. La trasformazione da umano a cane non è indolore o romanzata, ma riesce a coinvolgerti fin da subito. La descrizione della scintilla e del legame con una persona speciale rappresenta un dettaglio che aggiunge dolcezza all’intero impianto. La necessità di tenere nascoste le proprie abilità può rendere difficile i rapporti con persone esterne, ma a volte bisogna lasciarsi guidare dall’istinto. E’ proprio quello che impara Lance nel suo rapporto con Tim. Il suo lato animale, che a volte è visto come un’entità separata, si basa molto sulle sensazioni più semplici. Vuole giocare e render felici gli altri intorno a lui, vuole proteggere chi ritiene più debole e vuole assicurarsi che tutti siano al sicuro. In fondo si tratta di un cane fedele, che una volta conquistato, è pronto a tutto pur di difendere l’umano che ha accanto.

Un paio di svolte nella trama sono un po’ troppo esagerate, come l’ingerenza della madre di Lance. Ma in fondo servono tutti per far avvicinare sempre di più i due protagonisti.

Consigliato a: chi pensa che i cani nascondano un pizzico di magia.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Romantico
Fantasy
Titolo: Come ululare alla Luna
Autore: Eli Easton
Serie: Come ululare alla Luna [1]
Lunghezza: 197 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell Edizioni

Goodreads

Per ultimo il cuore – [Margaret Atwood]

Per ultimo il cuore

Trama: In un Nord America messo in ginocchio da una disastrosa crisi economica e dal dilagare della criminalità, Stan e Charmaine, una giovane coppia innamorata, cedono alla falsa lusinga della normalità e della sicurezza promesse da un avvenente progetto, in cambio della rinuncia a qualche «piccola» libertà personale. Finiscono in una città troppo bella per essere vera, dove tutti hanno una casa e stanno bene, dove il prezzo è lavorare per un losco personaggio a capo della comunità, facendo cose orribili: per esempio praticare iniezioni letali ai condannati a morte o lavorare in una sorta di mercato del sesso.
Si ritrovano così a fare il male per libera scelta ma contro la loro volontà. Questa situazione conflittuale li trascinerà in un surreale complotto che darà lo spunto per interrogarsi su cosa significhi amare – in un futuro dove non solo il sesso ma anche l’amore è mercificato – e scegliere.

La mia recensione
Se il futuro sembra essere diventato un mondo terribile in cui vivere, cosa saresti disposto a sacrificare per sentirti al sicuro? I due protagonisti della storia lo scopriranno a loro spese, ricorrendo un sogno che trasforma pian piano in un incubo.

Charmaine, protagonista dal nome impronunciabile per me, sembra quasi una bambolina, per cui riesce a farsi raggirare da tutti. Basta che qualcuno si presenti con una faccia simpatica e poche parole convincenti e lei è pronta a seguirlo in capo al mondo. Peccato che questa sua propensione le faccia passare un sacco di guai, in cui coinvolgerà il marito Stan.

L’uomo sembra quasi essere uno spettatore per più di metà della trama, in cui rimugina nei suoi pensieri sulle scelte diverse che avrebbe potuto compiere. E’ un gran lavoratore, che si sente a suo agio solo se riesce a dare un contributo alla società. L’iniziativa di Positron quindi riesce a soddisfare il suo sogno di tornare attivo, ma Stan non riesce comunque a ritenersi soddisfatto. Desidera sempre qualcosa in più, anche perché sente che il rapporto con sua moglie ha perso la spontaneità dei primi mesi. Il suo pessimo carattere non aiuta nelle discussioni familiari, che tendono così a essere evitate per non creare troppi drammi.

Non aspettatevi una trama complicata perché, come spiegato anche dall’autrice, il romanzo nasce da quattro idee separate, che avevano preso vita come racconti. E un po’ si avverte questa divisione in quattro parti della storia, con dei legami un po’ fragili nella trama che non chiudono tutte le fila narrative una volta giunti all’ultima pagina.

Alcuni personaggi, come il fratello di Stan, a tratti sembrano insignificanti, per poi assumere un ruolo fondamentale nella trama. Il cambiamento è piuttosto immediato, cosa che ci lascia alquanto sconcertati. Un po’ come il finale, che con le sue rivelazioni potrebbe benissimo portare a un seguito della vicenda.

Consigliato a: chi vuole immaginare una società perfetta.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Per ultimo il cuore
Autore: Margaret Atwood
Lunghezza: 352 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Ponte alle Grazie

Goodreads

Il libro delle anime – [Glenn Cooper]

Il libro delle anime

Trama: È un libro, un semplice libro antico.Ma custodisce un segreto.Un segreto che è stato scritto col sangue nel 1297, da innumerevoli scrivani coi capelli rossi e con gli occhi verdi, forse toccati dalla grazia divina, forse messaggeri del diavolo. Che è riapparso nel 1334, in una lettera vergata da un abate ormai troppo anziano per sopportare il peso di quel mistero. Che, nel corso del XVI secolo, ha illuminato la strada di un teologo, i sogni di un visionario e le parole di un genio.È un libro, un semplice libro antico.Ma sta per scatenare l’inferno.Perché quel libro è stato sottratto alla Biblioteca dei Morti, la sconfinata raccolta di volumi in cui è riportata la data di nascita e di morte di tutti gli uomini vissuti dall’VIII secolo in poi. E, dopo essere rimasto sepolto sotto la polvere della Storia per oltre settecento anni, adesso è riemerso ed è diventato un’ossessione per Will Piper, deciso a cancellare il dolore che la Biblioteca ha portato nella sua vita; per Henry Spence, che ha dedicato la sua esistenza alla soluzione dell’enigma e che ormai ha i giorni contati; per Malcolm Frazier, il capo della sicurezza della Biblioteca, determinato a uccidere pur d’impedire al mondo di conoscere la verità. Un’ossessione che inevitabilmente porta altro dolore, altri enigmi, altro sangue.È un libro, un semplice libro antico.Ma è il Libro delle Anime.E il suo segreto è il nostro destino.

La mia recensione
Torniamo alla famosa biblioteca che può predire la data di vita e di morte di ogni persona. Stavolta daremo la caccia insieme a Will Piper a un libro disperso, che potrebbe svelare qualcosa in più su quello che avevano scoperto i monaci del passato.

La trama che ci si presenta appare subito intricata, con la giusta dose di spie e indagini sotterranee a cui Will Piper ci ha abituato nel libro procedente. Il fatto che sia adesso in pensione, che stia cercando di fare il padre a tempo pieno non sono altro che dettagli secondari nella sua vita. Anche se inizialmente è un po’ riluttante a lasciarsi trascinare in una nuova avventura, non può fare a meno che farsi coinvolgere dagli eventi. In fondo il mistero della biblioteca non è stato ancora del tutto svelato e conoscere qualcosa in più rispetto ai custodi americani può mettere Will e la sua famiglia al riparo da altri attacchi.

I rischi che corre il protagonista non sono così elevati come nel primo libro, anche se in un paio di occasioni si ritroverà a infrangere la legge per salvarsi. Gli agenti americani mandati sulle sue tracce sembrano essere spietati, ma non del tutto intelligenti. Basano tutto sulla loro conoscenza della biblioteca e sulla predizione degli eventi futuri, senza chiedersi se il loro intervento abbia effettivamente scatenato una catastrofe dopo l’altra. Troppa conoscenza nelle mani di pochi sta causando dei danni incredibili e Will Piper è l’unico in grado di capirlo.

La narrazione si arricchisce anche di qualche frammento del passato. Non si tratta di scene dirette dei giovani dai capelli rossi, ma di una serie di eventi a loro collegati. Scopriamo così qualche dettaglio in più sulla biblioteca del passato, che però ci permette di comprendere meglio la reale conoscenza che racchiude. Il libro si chiude con una nuova sfida, che potremo cogliere solo nell’ultimo volume della serie.

Consigliato a: chi vuole scoprire i misteri del passato racchiusi in una vecchia casa.

Voto:
Stelle 3

Genere:
mistero
Titolo: Il libro delle anime
Autore: Glenn Cooper
Serie: Will Piper [2]
Lunghezza: 421 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Nord

Goodreads

La regola dell’ex – [River Jaymes]

La regola dell'ex

Trama: Memphis Haines, stuntman e sopravvissuto due volte al cancro, eccelle nel cavarsela sempre. Quando gli si presenta la possibilità di aiutare il suo ex-fidanzato con un evento di beneficenza, coglie al volo l’occasione per tentare di farsi perdonare, visto il modo in cui ha lasciato Tyler dieci anni prima. E l’atteggiamento freddo del Dr. Tyler Hall è una sfida a cui Memphis non può resistere: deve riuscire a sciogliere la compostezza di quell’uomo.

Tyler Hall si è dato una regola semplice: non rimettersi più con i propri ex fidanzati. Basta. Di certo non è interessato a ricucire i rapporti con Memphis Haines, il suo ex che salta dagli edifici, schiva le esplosioni, e posa per una pubblicità di biancheria intima firmata. Dieci anni prima, innamorarsi di lui gli ha cambiato la vita. E quando Memphis l’ha lasciato da un momento all’altro, il mondo di Tyler è finito sottosopra. Memphis, però, sembra determinato a rivangare il passato. E il suo sorriso sciogli-mutande, il suo corpo solido e il suo fascino stanno riportando in superficie ricordi eccitanti che è meglio non ricordare, e che rendono sempre più difficile l’intento di Tyler di mantenere fede alla promessa che ha fatto a se stesso.

La mia recensione
Questa serie mi ha sorpreso per come riesce a trasformare i personaggi. Il protagonista stavolta è Tyler, che nel libro precedente era alquanto odioso, ma che diventa un uomo adorabile.

Sembrava essere molto sicuro di sé, rigido e imparziale, in grado di affrontare una rottura di un rapporto senza problemi. Invece scopriamo che ha avuto un passato travagliato, in cui il suo cuore è stato spezzato così profondamente che adesso non si sente pronto a rimettersi in gioco.

Memphis al contrario è semplicemente stupido ed egocentrico. Ammetto di averlo odiato fin da subito, perché riesce ad avere un ego smisurato e vuole tutti alle sue dipendenze. Deve essere sempre al centro dell’attenzione e non ammette di essere messo da parte. I suoi desideri devono realizzarsi e non si abbassa a pregare e a ricattare la gente pur di ottenere quello che vuole.

Il primo incontro tra i due diventa subito l’occasione per iniziare un’opera di seduzione, da parte di Memphis, e la ricerca del proprio autocontrollo, da parte di Tyler. Ovviamente sarà un percorso abbastanza difficile che li porterà a parlare finalmente del loro passato e di ciò che li ha fatti soffrire. Memphis è decisamente quello che ha più necessità di spiegare il proprio comportamento, ma dovremo aspettare diverse pagine prima di scoprire i suoi pensieri. Anche in questo caso però non mi posso dire soddisfatta, perché le motivazioni usate da Memphis sembrano abbastanza insignificanti. Chiunque avrebbe tutto il diritto di arrabbiarsi una volta scoperto cosa ha spinto il ragazzo a comportarsi così, ma ovviamente non Tyler. Il protagonista infatti dimostra una pazienza incredibile, a volte decisamente troppa, se si considera quello che ha passato. Però non possiamo fare a meno di notare che, grazie al suo carattere, avremo sicuramente un lieto fine a portata di mano.

Consigliato a: chi crede sempre nelle seconde occasioni.

Voto: Stelle 3

Genere:
Romantico
Titolo: La regola dell’ex
Autore: River Jaymes
Serie: The Boyfriend Chronicles [2]
Lunghezza: 304 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell Edizioni

Goodreads