Il rosso di Marte – [Kim Stanley Robinson]

Il rosso di Marte

Trama: Per secoli, le aride e desolate lande del pianeta rosso, sferzate da tempeste di sterile sabbia, hanno rappresentato per il genere umano la nuova frontiera della conquista interplanetaria. Ora, nell’anno 2026, un gruppo di cento coloni è pronto a compiere l’impresa: raggiungere Marte e trasformarlo in una nuova Terra. Per alcuni, Marte è la meta ultima di una vita votata alla conoscenza e al coraggio, per altri è solo un’opportunità di arricchimento, per altri ancora è un’imperdibile occasione di progresso nella scienza. I piani della missione prevedono di far orbitare intorno al pianeta enormi specchi che amplifichino la luce del Sole sulla superficie, di cospargere le calotte polari di una polvere scura che catturi il calore e faccia sciogliere il ghiaccio, di costruire tunnel titanici che veicolino gas incandescenti che producano un aumento della temperatura. Eppure, nonostante gli sforzi titanici e le risorse messi in campo, qualcuno sarà disposto a combattere fino alla morte per evitare che Marte diventi qualcosa di diverso da quello che è sempre stato.

La mia recensione
Colonizzare Marte è una sfida collettiva, non può essere un’impresa di un solo uomo. E’ questa la base del romanzo che ci troviamo di fronte, che ci mostra le varie sfaccettature di tutte le persone coinvolte.

Attraverso diversi punti di vista affrontiamo prima il viaggio nello spazio, che sembra essere abbastanza tranquillo e monotono. La vera avventura inizia una volta atterrati sulla superficie del pianeta. Le diverse idee su come debba essere il futuro dei coloni non riescono a trovare una conciliazione comune, ma si capisce che si arriverà allo scontro. Non esistono solo due anime in questa rivolta lenta e inesorabile, ma ci sono diverse sfaccettature. C’è chi vorrebbe conservare il pianeta senza alterarlo troppo per l’intervento umano, chi invece vorrebbe terraformarlo per renderlo più abitabile e chi invece vuole trarne più profitto possibile.

Tra tutti i personaggi coinvolto John Boone è quello più poliedrico, che subisce più cambiamenti possibili. Inizialmente sembra essere una persona priva di sentimenti, che mira unicamente a un interesse personale. Vuole avere un’importanza particolare, essere ricordato a lungo per i meriti sul campo. Pian piano che lo conosciamo però diventa più umano, non è solo spinto dalle ambizioni. Rispetto agli altri personaggi mi è sembrato un po’ incompreso, perché anche quando s’impegna a fondo la gente ricerca sempre un secondo fine che potrebbe aver avuto.

Il pianeta fa da sfondo all’intera vicenda, maestoso e silenzioso. La sua calma è sconvolta dall’arrivo degli esseri umani. In parte è studiato e analizzato, per scoprirne il passato e ricercare eventuali micro-organismi. Ma soprattutto è sfruttato per ricreare una nuova casa per l’uomo, che tende a rimodellare l’intero pianeta secondo le sue esigenze.

Ogni capitolo ha un ritmo diverso e un punto di vista particolare, che ci mostra un lato nuovo della vicenda. Lo scorrere del tempo è inesorabile, nonostante la distanza tra la Terra e Marte renda le comunicazioni difficoltose. I coloni però sono abbastanza indipendenti e vogliono accrescere questo loro potere. Potremo scoprire i loro piani solo leggendo l’intera trilogia.

Consigliato a: chi apprezza le storie corali.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Il rosso di Marte
Autore: Kim Stanley Robinson
Serie: Trilogia di Marte [1]
Lunghezza: 476 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Fanucci Editore

Goodreads

Annunci

Il tempo della verità – [Glenn Cooper]

Il tempo della verità

Trama: Miami, gennaio 2020. Gli Stati Uniti d’America sono sconvolti: il figlio del senatore John Killian, candidato alla Casa Bianca, è stato rapito. Mentre i giornali già parlano di una nuova ondata terroristica, l’FBI è convinta che il responsabile sia Cameron MacDonald, guardia del corpo del senatore, e concentra le indagini su di lui. In preda alla disperazione, Cameron non sa più come difendersi e chiede aiuto a Will Piper, facendo appello alla loro vecchia amicizia. Will non esita nemmeno per un istante: lascia la barca ormeggiata a Panama City, dove si è trasferito quando è andato in pensione, e raggiunge Miami. Ma ben presto l’alibi di Cameron si sgretola e le strade verso la sua innocenza si chiudono tutte, a una a una. A meno che Will non si decida a imboccare quella che porta nell’Area 51, il luogo in cui è conservata la Biblioteca dei morti…

La mia recensione
Un racconto cortissimo, che potrebbe essere ambientato in qualsiasi serie poliziesca, se non fosse per lo zampino finale della Biblioteca. Will Piper stavolta non sarà l’eroe supremo della vicenda, ma sarà affiancato in tutto e per tutto dalla moglie Nancy.

I due personaggi sono molto legati l’uno con l’altra, non solo per il fatto di essere sposati e di avere un figlio insieme. Nancy vorrebbe non avere più niente a che fare con la Biblioteca, anche se è stata il punto d’incontro con il marito. Si sente a disagio nel sapere che esiste un archivio in cui la data di morte di tutti gli individui è stata registrata e preferisce vivere nell’ignoranza. Anche perché la Biblioteca le ha portato solo guai e minacce.

Will invece ha difficoltà ad adattarsi alla vita da sposato. E’ un uomo di azione e non vuole arrendersi a vivere in tranquillità. Appena è coinvolto in una nuova indagine, non si lascia scappare l’occasione per farsi trascinare dalla vicenda, utilizzando come scusa una vecchia amicizia. Non teme il futuro, perché grazie alla Biblioteca sa che la sua morte è ancora lontana nel tempo, per cui può concentrarsi sul presente. Non vuole troppi legami, anche se gli piace passare il tempo con suo figlio, perché preferisce seguire i suoi ritmi piuttosto che adattarsi a quelli degli altri. Il suo intuito nelle indagini è superiore a quello di Nancy, forse dovuto anche all’esperienza sul campo che ha accumulato.

Il caso su cui entrambi si ritroveranno a indagare non è troppo complicato. C’è un bambino scomparso che deve essere ritrovato a tutti i costi, con grande attenzione da parte della stampa poiché è figlio di un senatore candidato alla Casa Bianca. Si avverte questa tensione per tutto il romanzo soprattutto per quanto riguarda gli obblighi di Nancy. Lei ha dei superiori cui rispondere, al contrario di Will che può sentirsi libero di fare ciò che più gli aggrada. Se volete scoprire a che punto della vicenda entrerà in gioco la Biblioteca, non vi resta che leggere il libro.

Consigliato a: chi non si arrende di fronte alle apparenze.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Mistero
Titolo: Il tempo della verità
Autore: Glenn Cooper
Serie: Will Piper [2.5]
Lunghezza: 164 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Nord

Goodreads

La notte del Corvo – [James Barclay]

La notte del corvo

Trama: Sono passati cinque anni da quando il gruppo di mercenari conosciuto come il Corvo ha neutralizzato gli effetti del terribile incantesimo Rubaurora. Cinque anni di pace, che hanno consentito all’Ignoto e ai suoi compagni di riprendere un’esistenza normale, e alla maga Erienne e al mago Denser di coronare il loro sogno d’amore con la nascita di una bellissima bambina, Lyanna. Ma quell’immensa gioia rischia di diventare una spaventosa minaccia per il mondo di Balaia. La piccola, infatti, è dotata di poteri devastanti, che stanno causando fortissimi terremoti e irreversibili cambiamenti climatici. I draghi sono stati i primi a soffrirne, tuttavia adesso anche gli uomini temono il peggio. Ecco perché i sovrani dei regni di Balaia decidono di richiamare in servizio il Corvo, affidandogli una missione ben precisa: neutralizzare gli effetti collaterali della magia di Lyanna, a qualunque costo. Temendo che i mercenari vogliano uccidere lei e la figlia, Erienne fugge insieme con Lyanna, lasciando al Corvo una terribile scelta: darle la caccia come a un qualsiasi nemico, oppure tradire la fiducia dei governanti in nome della loro amicizia…

La mia recensione
La compagnia del Corvo deve affrontare un momento terribile: dopo essersi sciolti e aver proseguito con le loro vite, sono costretti a combattere di nuovo insieme per proteggere un’innocente. Per una volta però gli eroi sentono il passare del tempo e non sono più in forma smagliante.

Erienne e Denser avrebbero potuto costruire una famiglia insieme, preoccupandosi solo della loro figlia Lyanna. Invece si sono lasciati dividere dalle divergenze di opinione sulla magia e sull’educazione della bambina. Questa loro separazione li rende più deboli e impreparati alle sfide che devono affrontare. Erienne pensa di sapere tutto, di essere in grado di poter proteggere sua figlia dalle minacce del mondo esterno senza troppi problemi. Lyanna infatti è una bambina troppo dotata, che non riesce a controllare il proprio potere. E’ fin troppo viziata, coccolata dalla madre e dal padre, che sono pronti a soddisfare qualsiasi suo capriccio.

Quando Erienne compie un gesto disperato, sarà solo il Corvo l’unico in grado di venirle in aiuto. L’Ignoto però è riuscito ad adattarsi a una vita normale, gestendo la sua locanda senza pensare più ai combattimenti. Hirad si sta occupando dei draghi rimasti intrappolati a Balaia, rimanendo in disparte rispetto al resto del gruppo. Il suo legame con Sha-Kaan è rimasto intenso e il barbaro farebbe di tutto per ricambiare il grande gesto che hanno fatto per salvare l’intero continente.

L’avventura è in parte costituita dal ritrovarsi dei vecchi compagni, che devono ritrovare la grinta e la coesione. Non sarà tutto facile come nei libri passati, perché l’età e i nuovi stili di vita iniziano a farsi sentire. Il Corvo rimane comunque una forza da non sottovalutare, perché riescono a ideare una strategia anche nei momenti più critici, quando tutti getterebbero la spugna.

Consigliato a: chi crede che l’amicizia e il coraggio siano doti uniche.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantasy
Titolo: La notte del Corvo
Autore: James Barclay
Serie: Le cronache del Corvo [3]
Lunghezza: 496 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Nord

Goodreads

2055. False Hearts – [Laura Lam]

2055. False Hearts

Trama: Cresciute all’interno della rigida comunità di Mana’s Hearth, le sorelle siamesi Taema e Tila sognano una vita al di fuori della foresta di sequoie che le nasconde dal mondo. Il cuore che condividono ha iniziato a dare i primi segni di cedimento e se vogliono sopravvivere non hanno altra scelta che raggiungere l’altro lato della baia, dove le attende una San Francisco sconosciuta, sconvolta dal terremoto del 2055, e dove verranno separate chirurgicamente. Una notte di dieci anni dopo, Tila viene arrestata davanti alla sua casa. È fuori di sé, coperta di sangue. Su di lei pende un’accusa di omicidio, il primo in città da decenni. È sospettata di essere coinvolta nella Ratel, una potente organizzazione criminale, e di aver agito sotto gli effetti dello Zeal, un farmaco che può spingere le menti più violente e deviate a compiere i propri desideri più violenti e terrificanti. Taema sa che se vuole salvare sua sorella e sé stessa non ha altra scelta che immergersi negli anfratti più oscuri della città alla ricerca della di ciò che, indecifrabile e torvo, lega il presente al loro difficile passato, rendendo indissolubili i loro destini.

La mia recensione
Due sorelle simili fisicamente, ma molto diverse come indole ci trascinano in un futuro in cui la soluzione contro la violenza sembra generare solo molti pericoli. Non solo c’è un’organizzazione pronta a prendere il controllo delle vite di molte persone, ma il governo stesso sembra essere più interessato a come sfruttare a proprio vantaggio delle droghe tremende.

Tila e Teama sono le due protagoniste della storia, legate fin da piccole anche a livello fisico. Sono infatti due sorelle siamesi, separate dopo essere scappate a una comunità alquanto strana. Le parole di Tila ci lasciano scoprire il loro passato, mentre Teama rappresenta il presente e, speriamo, il loro futuro. Teama è la sorella più introversa, che però dimostra una grande forza d’animo quando si ritrova a correre dei rischi tremendi. La sua vita viene stravolta da un gesto in apparenza senza senso di Tila, ma la ragazza non si piange addosso e decide di darsi da fare per sistemare la situazione. Non ha mai ceduto alle lusinghe della vita caotica che la circonda. Nonostante debba mentire e fare di tutto per sopravvivere, Teama non cambierà la sua personalità.

Tila invece è il personaggio che mi è piaciuto meno tra le due sorelle. Sembra frivola e senza troppi pensieri, non riflette molto sulle implicazioni delle sue azioni ma si limita a dover correre ai ripari in seguito. Si pente di quello che ha combinato, ma solo quando scopre in che pasticcio ha trascinato la sorella. Gestisce la sua vita quasi fosse un film, dove ogni sera bisogna interpretare un personaggio diverso per continuare a divertirsi.

Peccato che la gente che ha incontrato non abbia la stessa idea di divertimento. La Ratel infatti è un’organizzazione molto pericolosa, che non ha un attimo di rimorso anche quando si tratta di uccidere delle persone innocenti. Il suo scopo è raggiungere maggiore potere e ha i mezzi per poterlo fare. L’unico ostacolo che trova sul proprio cammino è rappresentato dalle due sorelle, che dovranno per forza impegnarsi se non vogliono veder crollare tutta la loro libertà faticosamente conquistata.

Consigliato a: chi farebbe di tutto per la propria sorella.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: 2055. False Hearts
Autore: Laura Lam
Lunghezza: 416 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Fanucci

Goodreads

Sotto copertura – [Hayley B. James]

Sotto copertura

Trama: L’agente di polizia Gabriel Carter non abbandona mai un incarico. Intende fare tutto ciò che è in suo potere per arrivare a un arresto, anche andare sotto copertura e prostituirsi con il nome di Ty. Riesce a sedurre il suo obiettivo, Demetrius Prado, un trafficante di esseri umani e il secondo uomo più potente di Las Vegas, ma il greco si rivela completamente diverso da come lui se lo era aspettato.

Più cose Gabriel apprende su Demetrius, più le rivelazioni e i misteri si intrecciano in un caso complesso che conduce al rivale dell’uomo, Arden, e ancora oltre. Il caso è pieno di false identità e di menzogne che coprono altre menzogne, e Gabriel sa che non potrà mai affidare a Demetrius la vita… e men che meno il cuore.

La mia recensione
Un’indagine sotto copertura, che si rivela più difficile del previsto, sarà la svolta nella vita sentimentale del protagonista. Gabriel è un poliziotto che vuole a tutti i costi portare a termine l’indagine che gli è stata assegnata ed è disposto a fare sacrifici enormi, sulla sua stessa pelle, pur di riuscire a incastrare alcuni trafficanti di esseri umani.

Il suo aggancio principale è Demetrius, un pericoloso criminale, trafficante di esseri umani, che agisce indisturbato a Las Vegas. Gabriel sa che più si avvicina a quest’uomo, più riuscirà a trovare indizi per incastrarlo. Ciò che non ha preventivato è l’attrazione che prova fin da subito per lui. Non riuscire a controllare i suoi sentimenti diventa una lotta quotidiana, perché anche l’uomo è affascinante, rimane comunque un essere spregevole che vive sulla pelle degli altri.

Demetrius è un vero enigma, difficile da inquadrare. A volte sembra essere sincero, ma la sensazione di non potersi fidare rimane viva per tutto il tempo. Sembra essere pronto a muovere una guerra personale contro il suo rivale Arden, senza pensare a quanti innocenti saranno sacrificati lungo il percorso. Allo stesso tempo però non vuole che Gabriel soffra, come se tenesse veramente a lui.

La trama non ci risparmia alcuni momenti di tensione, in cui Gabriel rischia veramente molto. La sua posizione sotto copertura diventa sempre più precaria ogni giorno che passa, visto i rischi che continua a correre il protagonista. In alcune scene ho quasi sperato che Gabriel rinunciasse al lavoro, per risparmiargli il dolore e la sofferenza che stava provando. Ma nel finale, che ho trovato un po’ sotto le aspettative, è ricompensato per tutte le situazioni al limite che ha dovuto sopportare.

Consigliato a: chi apprezza i personaggi con personalità ambigue.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Romantico
Titolo: Sotto copertura
Autore: Hayley B. James
Serie: Sotto copertura [1]
Lunghezza: 359 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Dreamspinner Press

Goodreads

Utopia – [Leonardo Patrignani]

Utopia

Trama: Quella in cui Alex, Jenny e Marco vivono da diciotto anni è una realtà confortante, un rifugio sicuro. Ma è solo una delle infinite facce del dado, una delle molteplici realtà del Multiverso. Cos’è successo davvero mentre cercavano di raggiungere una nave diretta a Oriente, in fuga dalla società totalitaria di Gea? Quali sono le conseguenze drammatiche del baratto a cui allude Anna? Dall’altra parte, il mondo sta cadendo a pezzi sotto la nefasta guida di qualcuno che ha le loro stesse facoltà. Dall’altra parte, ci sono un vecchio di ottantotto anni che sta marcendo in un penitenziario e due giovani che vivono rinchiusi come topi da laboratorio. Dall’altra parte, la loro mente è rimasta l’unica e ultima speranza.

La mia recensione
L’ultimo capitolo della saga Multiversum è davvero ricco di avvenimenti. Siate pronti a immergervi in un viaggio che colpisce a fondo nella mente, anche se alcuni colpi di scena non sembrano essere molto in linea con la trama.

La vita di Alex, Jenny e Marco ormai sta prendendo una piega particolare. Si ritroveranno, infatti, a dover fare i conti con le loro abilità di viaggiare attraverso le dimensioni, diventando così gli unici candidati al ruolo di eroe della vicenda. Saranno aiutati dagli altri personaggi, ma sarà proprio la loro diversità la chiave che innescherà un cambiamento.

Il mondo di Gea, così come è stato descritto nel libro precedente, non si può certo dire felice. Si tratta di una dittatura, in cui la libertà è talmente limitata che le persone non si sforzano neanche di ragionare. Seguono le regole senza farsi troppe domande, accettando qualsiasi imposizione dall’alto. I nostri protagonisti hanno invece una mentalità completamente diversa, che li rende meno inclini ad accettare un compromesso del genere.

Anna, che sembrava un personaggio un po’ marginale, si rivela invece cruciale nella prima parte del libro. Il suo compito è fondamentale, ma si capisce che ogni tanto ha dei ripensamenti. Vorrebbe sentirsi libera da ogni incombenza, senza più legami con il passato, ma non è possibile sfuggire del tutto alle esperienze che ha provato. Il suo intervento però fornirà la giusta svolta alla vicenda, trasportandoci così dritti nella seconda parte del libro.

E’ questo l’aspetto che mi è meno piaciuto della vicenda. Gli eventi si susseguono troppo velocemente, con soluzioni troppo semplici rispetto alle reali difficoltà incontrate dai personaggi. Il mondo di Gea non è certo noto per la facilità con cui è possibile diffondere la verità o cercare di ribellarsi alle regole, ma a quanto pare queste azioni sono tutte semplici per i protagonisti.

Il capitolo finale è in netto contrasto con la precedente e getta nuova luce su tutta la trilogia.

Consigliato a: chi non si arrende di fronte a ostacoli infiniti.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Utopia
Autore: Leonardo Patrignani
Serie: Multiversum [3]
Lunghezza: 394 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

Northanger Abbey – [Jane Austen]

Northanger Abbey

Trama: La giovane Catherine Morland, in vacanza nella rinomata località di villeggiatura di Bath, si reca a visitare la sinistra abbazia di Northanger, rimanendo suggestionata al punto di confondere, progressivamente, fantasia e realtà.

La mia recensione
Non aspettatevi un romanzo in cui l’eroina si fa trascinare dalla passione o dimostra qualche qualità fuori dall’ordinario. Catherine è una ragazzina che ha visto poco del mondo, ma nel primo viaggio lontano da casa si ritrova immersa in un’avventura straordinaria per lei.

La sua famiglia è chiassosa e abituata a vivere in campagna. I suoi genitori non sono ricchi, ma riescono a mantenere tutti i figli senza fargli mancare mai nulla. Per questo quando Catherine si ritrova a Bath, circondata da gente di classe, feste e giri in carrozza non sa bene come comportarsi. Per lei è tutto nuovo e anche l’invito al ballo di un giovane sconosciuto si trasforma in un sogno bellissimo. La scoperta che più le cambierà la vita è la lettura e i romanzi gotici. La sua fantasia non fa che essere alimentata dalle pagine piene di mistero e intrighi, ma pian piano scoprirà che la vita reale è ben diversa.

Conoscerà due tipi di amicizia, una disinteressata e genuina e una invece basata sull’inganno e sulla falsità. La protagonista dovrà capire di chi fidarsi, ma non sarà facile per lei. Il rischio reale di lasciarsi abbagliare dalle belle parole che le sono rivolte esiste, ma pian piano Catherine riuscirà a distinguere i sentimenti veri da quelli fasulli.

Dovrà sapersi destreggiare anche nei primi batticuori. Su questo aspetto il suo personaggio pecca un pochino di superficialità. Il suo innamoramento capita quasi per caso, non si capisce bene se sia fondato su elementi reali o meno. Catherine è di certo timida e impacciata in pubblico, ma con la guida corretta riesce a capire la condotta da tenere. Sono rare le situazioni in cui compie dei passi falsi, spesso perché si lascia trascinare dagli eventi senza riuscire a opporsi.

La narrazione è gestita magistralmente, con un’alternanza tra dialoghi e descrizioni sia dei personaggi che dei luoghi. Alcuni personaggi non sono proprio stellari, ma nel complesso la storia si legge con piacere.

Consigliato a: chi adore le eroine diverse dal solito.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Classici
Titolo: Northanger Abbey
Autore: Jane Austen
Lunghezza: 220 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

L’Ordine della spada – [Virginia De Winter]

L'Ordine della spada

Trama: Chi è Eloise Weiss? Perché il più antico vampiro della stirpe di Blackmore abbandona per lei l’eternità suscitando le ire di Axel Vandemberg, glaciale Princeps dello Studium e tormentato amore della giovane?

La Vecchia Capitale si prepara alla Vigilia di Ognissanti e il coprifuoco è vicino perché il Presidio sta per aprire le sue porte. Il lento salmodiare delle orde di penitenti che si riversano per le vie, in cerca di anime da punire, è il segnale per gli abitanti di affrettarsi nelle proprie case, ma per Eloise Weiss è già troppo tardi. Scambiata per una vampira, cade vittima dell’irrazionalità di una fede che brucia ogni cosa al suo passaggio. In fin di vita esala una richiesta d’aiuto che giunge alle soglie della tomba dove Ashton Blackmore, un redivivo secolare, riposa protetto dalle ombre della Cattedrale di Black Friars. Il richiamo della ragazza è un sussurro che si trasforma in ordine, irrompe nella sua mente e lo riporta alla vita. Nobili vampiri di vecchie casate, spiriti reclusi e guerrieri, eroici umani e passioni che il tempo non è riuscito a cancellare: Black Friars – L’ordine della Spada è un mondo nuovo che profuma di antico, un romanzo che si ammanta di gotico per condurre il lettore tra i vicoli della Vecchia Capitale o negli antri del Presidio, in un viaggio che continua oltre la carta e non finisce con l’ultima pagina.

La mia recensione
Vampiri, principi, frati combattenti, in questo libro troviamo vari personaggi, che riescono a creare un mondo fantastico. Si può dire che l’autrice riesca a tratteggiare con facilità un’intera città, con una società complessa che la governa con qualche intoppo, ma senza pugno di ferro. Il passato che racchiude alle sue spalle è avvolto nel mistero, si capisce che è scoppiata una rivolta tremenda, finita nel sangue, ma per scoprire i reali avvenimenti dovremo aspettare quasi la fine del libro.

La protagonista è Eloise, una ragazza che sta studiando per diventare medico. Fin da subito capiamo che lei è diversa dalle altre compagne di studi. La sua diversità non riguarda solo il passato un po’ tormentato, ma anche una sensibilità verso l’aspetto paranormale del mondo.

Infatti, la città descritta è costellata da creature particolari, e vampiri autentici che girano per le strade per lo più ben accetti. Il pericolo maggiore però è rappresentato da dei veri e propri spiriti, che rimangono incatenati lontano dalla città. Tranne che per un piccolo particolare: con il passare dei capitoli sembrano essere sempre più liberi, senza più alcun controllo. Eloise si ritroverà quindi a dover fronteggiare le sue più grandi paure, scoprendo nel frattempo come mai riesce ad avvertire la presenza di questi spiriti in modo netto.

Ovviamente non sarà sola, ma avrà al suo fianco ben due aiutanti giovanotti pronti a soccorrerla sempre. Il primo che conosciamo è Ashton, un vampiro di quattrocento anni che scopre il potere della protagonista e decide di sfruttarlo a suo vantaggio. Non è però uno sfruttatore, ma si affeziona alla “ragazzina-umana”, desiderando che non le accada nulla. Come suo rivale per rimanere al fianco di Eloise troviamo anche Alex, un vero principe. Tra lui e la protagonista c’è un passato sofferto. I due, infatti, sembrano parecchio affiatati in passato, ma è successo qualcosa che li ha separati. Nonostante provino ancora qualcosa l’uno per l’altra, non vogliono arrendersi ai loro sentimenti per non soffrire ancora. O meglio questo è quanto continua a ripetersi Eloise, perché Alex fa di tutto per proteggerla e tenerla al sicuro.

Il vero mistero a fondo della trama è duplice e si risolve in parte solo alla fine del libro. Essendo una serie, potremo scoprire solo nei volumi successivi il resto degli intrighi.

Consigliato a: chi apprezza le storie misteriose e nuovi mondi da scoprire.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantasy
Titolo: L’Ordine della spada
Autore: Virginia De Winter
Serie: Black Friars [1]
Lunghezza: 682 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Fazi

Goodreads

Metro 2035 – [Dmitry Glukhovsky]

Metro 2035

Trama: Da quando una guerra nucleare ha devastato la terra, gli ultimi moscoviti sono sopravvissuti cercando di costruire una nuova civiltà nelle profondità della vecchia rete della metropolitana. Questa presunta sicurezza, pero, sì dimostra presto ingannevole: infatti, due anni dopo essere già stati salvati da Artyom contro i Tetri, gli abitanti della metro sono minacciati da epidemie che mettono a rischio l’approvvigionamento di cibo e da conflitti ideologici sempre più gravi. L’unica salvezza sembra risiedere in un ritorno in superficie: ma questo è ancora possibile? Contro ogni logica, Artyom tenta un viaggio – apparentemente senza speranza – verso un mondo il cui misterioso silenzio nasconde un terribile segreto…

La mia recensione
Vi siete abituati al buio della metropolitana dei libri precedenti? Stavolta invece saremo trascinati in superficie, per scoprire i veri segreti di Mosca.

Ritroviamo Artyom alle prese con una nuova avventura. Non è più un ragazzino spaventato, è diventato un uomo e le sue paure sono cambiate. Non teme più quello che si trova all’esterno della rete di cunicolo sotterranea, ma vuole invece scoprire se qualcun altro è sopravvissuto. La sua volontà incrollabile gli permette di affrontare il pericolo delle radiazioni quasi ogni giorno, per cercare di trovare un contatto qualsiasi con eventuali altre città.

Capiamo però che la sua attività non è ben accetta dagli altri abitanti. Loro ormai si sono rassegnati a vivere in un mondo oscuro e senza possibilità di ritorno in superficie. Si accontentano della vita magra, del poco cibo e delle malattie tremende causate dall’assenza del Sole e dall’ambiente umido. Non vogliono che questo sistema di vita cambi, perché sono spaventati da un futuro ignoto a diverso dal presente.

Incontriamo anche altri personaggi conosciuti nei due libri precedenti. La loro presenza serve a capire come diverse persone hanno affrontato i drammi della metropolitana. C’è chi si è rassegnato a vivere senza pensare al futuro ma solo al presente, chi vuole riscattarsi da un passato mediocre cercando di dimostrarsi migliore e chi invece continua a vivere come se nulla fosse successo.

C’è però una traccia particolare, che lega tutti gli eventi che si sono susseguiti nei tre romanzi, che incombe come un’ombra oscura e minacciosa su tutti. Com’è possibile che alcune informazioni riescano a circolare con velocità all’interno della metro? Esistono veramente degli osservatori che controllano ogni azione delle persone e intervengono per riportare l’ordine da loro scelto? Si può veramente sopravvivere all’esterno visto che la “minaccia” dei Tetri è stata cancellata?

Consigliato a: chi non ha paura a sfidare l’ignoto.
Voto:
Stelle 3

Genere:
Horror
Titolo: Metro 2035
Autore: Dmitry Glukhovsky
Serie: Metro [3]
Lunghezza: 575 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Multiplayer.it Edizioni

Goodreads

Immortal rules: Regole di sangue – [Julie Kagawa]

Immortal rules: Regole di sangue

Trama: In un mondo postapocalittico governato dai vampiri, gli umani sopravvissuti all’epidemia del Polmone Rosso hanno il destino segnato: arrendersi ai dominatori ed essere schedati e allevati in cambio del proprio sangue. Decidere di non sottoporsi alla registrazione significa mendicare ai margini della società, cercando di sfuggire ai continui attacchi di mutanti famelici originati dagli esperimenti per debellare il virus. È questa la realtà in cui Allison Sekemoto lotta per la sopravvivenza come una Non Registrata: i vampiri le hanno portato via la famiglia e tutti i suoi sogni e darebbe qualsiasi cosa per poterli sconfiggere. Ma il giorno in cui tocca a lei essere in pericolo di vita, è proprio un vampiro a darle una possibilità di scelta: morire come un’umana o diventare ciò che più odia per l’eternità. Allie sceglie di trasformarsi e non sarà facile difendere quel poco di umanità che le è rimasto. Soprattutto quando incontrerà qualcuno capace di vedere oltre il mostro che è diventata…

La mia recensione
I vampiri, bestie assetate di sangue, sono riusciti a stabilire un ordine nel caos lasciato da una tremenda pestilenza. Ma non tutti gli umani, compresa la nostra protagonista, sono pronti ad accettare la situazione senza lottare. Esiste ancora speranza per un mondo migliore?

Allison, la nostra protagonista, è una ragazza alquanto strana. Nonostante le regole ferree in cui è cresciuta, non vuole piegarsi al dominio dei vampiri e fa di tutto per opporsi. Ovviamente il suo comportamento non è in linea con le sue aspettative di ribellione, considerando i rischi insensati che corre ogni volta. L’ho trovata alquanto piagnucolosa poi, sempre insoddisfatta della sua vita e senza una reale intenzione di cambiarla.

Il passato della civiltà di Allison è sicuramente molto interessante. La scoperta dell’epidemia e delle conseguenze sul genere umano è lenta ma avvincente. Ogni nuovo tassello che apprendiamo riesce a farci capire meglio il motivo per cui il mondo si sia evoluto seguendo le istruzioni dei vampiri. Queste creature sono molto pericolose per gli umani, considerando la forza che riescono a esercitare e la necessità di nutrirsi di sangue. Al tempo stesso sono però gli unici difensori in grado di proteggerli dagli idrofobi, una specie mutata che rappresenta una minaccia tremenda. Sembra quasi di assistere a un’invasione zombie, con il pericolo costante che minaccia chiunque si allontani dalle mura della città.

Gli altri personaggi che conosciamo lungo il percorso di Allison sono quasi più interessanti di lei. Kanin, il vampiro che insegna alla protagonista a sopravvivere, mi sembra molto tormentato per il su passato oscuro. E’ però in grado di offrire alla ragazza una serie di regole per riuscire ad aiutarla nella transizione da umana a vampiro che, se seguite, le porterebbero un netto beneficio. Però Allison è una gran testarda e preferisce rischiare seguendo il suo istinto, che però la porterà spesso a sbagliare. Abbastanza simile a lei è Zeke, un ragazzo che insegue un sogno che gli è stato inculcato fin da piccolo. Nonostante le violenze e la società allo sfascio che lo circonda, Zeke sembra vivere in un mondo tutto suo, in cui le persone sono sempre buone e gentili, nonché meritevoli di fiducia fin da subito.

Il finale del libro sembra quasi ricalcare un film di azione, in cui la nostra eroina è pronta ad affrontare il mondo intero e a sconfiggere qualsiasi creatura oscura. Non resta che scoprire se almeno avrà imparato a maneggiare con destrezza la spada nei prossimi libri.

Consigliato a: chi non si fida mai delle apparenze.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantasy
Titolo: Immortal rules: Regole di sangue
Autore: Julie Kagawa
Serie: Blood of Eden [1]
Lunghezza: 473 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Fanucci

Goodreads