Fuoco e fiamme – [Abigail Roux]

Fuoco e fiamme

Trama: Sono passati cinque anni da quando gli Agenti Speciali Ty Grady e Zane Garrett hanno lavorato per la prima volta insieme per risolvere il caso degli omicidi dei Tre Stati, e con loro il tempo è stato sia duro che clemente. Ormai ufficialmente fidanzati, affrontano la sfida di pianificare insieme un futuro incerto. Zane è all’apice della propria carriera, con un ultimo mistero da risolvere, mentre Ty naviga in un mondo in cui non è più la punta di nessuna lancia.
C’è solo un ultimo intoppo sulla strada verso il lieto fine: un traditore tra le persone a loro più vicine che minaccia di distruggere il loro mondo in un mare di fiamme.
Costretti a destreggiarsi tra il cartello de la Vega, una talpa sconosciuta e fin troppe agenzie dai nomi strani, Ty e Zane dovranno raccogliere tutte le loro forze e risorse per vedersela con la sfida più ardua che abbiano mai dovuto affrontare. Per uscirne vivi, avranno bisogno dell’aiuto di ogni loro amico. Persino di quelli che potrebbero tradire la loro fiducia.

La mia recensione
Ultima avventura da protagonisti per Ty e Zane. Preparate i fazzoletti perché si piangerà per la gioia ma anche per il dolore, in un sali e scendi di emozioni che solo i nostri due beniamini sanno regalarci.

La vita di Zane è cambiata più volte, ma essere a capo della FBI è proprio una novità. Non è più al centro d’incarichi pericolosi e dovrebbe dedicarsi a governare le altre squadre, peccato che il passato non sia pronto a lasciarlo riposare. Infatti da un lato c’è il cartello de la Vega che vuole vendetta e dall’altro deve capire chi sia la spia nel loro ufficio. Per non parlare del ruolo di Burrons che potrebbe spezzare il cuore di Ty.

In tutto questo marasma d’indagini e scontri a fuoco, Zane e Ty riescono a trovare il tempo di regalarci dei momenti romantici. La loro relazione si è così evoluta nel tempo che ormai sono una coppia inarrestabile sia nel privato che nei momenti di azione. Riescono a capire cosa pensa il proprio compagno, quando ha bisogno di un supporto morale e quando invece deve sbollire la rabbia.

Sul fronte dei sentimenti Ty è quello che deve affrontare i momenti più difficili. Deve rimettere in sesto la sua vita dopo le rivelazioni del libro precedente e per quelle che deve ancora affrontare. I suoi compagni di squadra sono al suo fianco ma lui deve riuscire a riconquistarsi la loro fiducia dopo il comportamento distaccato che ha tenuto nel passato. Il rapporto con Nick è quello più compromesso e che fa più male da osservare. I due uomini sono come fratelli e vederli separati è molto triste.

Tutti i misteri e i sotterfugi dei libri scorsi saranno svelati, lasciando spazio a tutti i personaggi che abbiamo incontrato nella serie. Il finale è la giusta conclusione della serie e, anche se non leggeremo più avventure con questi due protagonisti, Ty e Zane rimarranno sempre nei nostri cuori.

Consigliato a: perchè a volte le favole sono anche moderne.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Romantico
Titolo: Fuoco e fiamme
Autore: Abigail Roux
Serie: Armi e bagagli [9]
Lunghezza: 526 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell

Goodreads

Annunci

Gli omicidi di Monet – [Josh Lanyon]

Gli omicidi di Monet

Trama: L’ultima cosa che Jason West, giovane e ambizioso agente speciale dell’FBI della squadra Crimini Artistici, vuole – o desidera – è la relazione segreta e traballante che ha con il leggendario ma irascibile Sam Kennedy, capo dell’Unità di Analisi Comportamentale.
E sembra che anche Sam non sia elettrizzato all’idea.
Ma i sentimenti personali devono essere messi da parte quando Sam richiede l’aiuto di Jason per catturare un folle serial killer che ha preso di mira dei facoltosi e distinti collezionisti d’arte. Un assassino il cui biglietto da visita è una serie di grotteschi dipinti che raffigurano i delitti stessi.

La mia recensione
Sam e Jason si ritrovano uniti dopo qualche mese per un nuovo caso, ma la loro relazione sta attraversando un momento difficile. Trovare un equilibrio tra quello che provano e il lavoro si sta rivelando molto difficile.

Sam in particolare si comporta in modo non proprio stellare in questo libro. In alcuni momenti avrei voluto che capisse come il suo comportamento chiuso sta facendo soffrire Sam. In fondo la richiesta di un singolo appuntamento, con cui si era chiuso il libro precedente, non sembra essere così difficile da soddisfare. Purtroppo però tra il lavoro e il passato che fa capolino, Sam non appare convinto di un possibile futuro.

Jason invece si rende pian piano conto che quello che prova è qualcosa in più di una semplice infatuazione. Adora parlare al telefono con Sam e non vede l’ora di rivederlo. Il fatto che il lavoro ogni tanto si metta di mezza non gli sembra una difficoltà insormontabile, anche se la lontananza si fa sentire. Ho trovato questo personaggio più dolce e tenere che nello scorso libro. Il suo modo di fare, di cercare di essere accomodante verso Sam, ma allo stesso tempo di non rimanere troppo ferito da un suo eventuale rifiuto.

Il caso in cui si ritrovano coinvolti entrambi sembra essere inspiegabile. Si tratta di un nuovo serial killer o qualcuno sta cercando di depistare la polizia? Jason in ogni caso si dimostra all’altezza del suo ruolo. Lo scopriamo come un federale in gamba, dedicato alla risoluzione dei crimini legati all’arte. E’ molto competente nel suo lavoro e anche sul campo riesce a sopravvivere. A volte rischia troppo, lasciandosi trasportare dal desiderio di chiudere il caso. Però il suo coraggio è qualcosa che anche Sam si ritrova ad apprezzare.

Questa serie si preannuncia avvincente, considerando che nel libro sono sparsi un paio d’indizi che fanno presagire a un nuovo episodio con questi due splendidi personaggi come protagonisti.

Consigliato a: a volte parlare con franchezza risparmia parecchi malintesi.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Romantico
Mistero
Titolo: Gli omicidi di Monet
Autore: Josh Lanyon
Serie: L’arte del delitto [2]
Lunghezza: 314 pagine
Edizione: Ebook

Goodreads

Gli omicidi della sirena – [Josh Lanyon]

Gli omicidi della sirena

Trama: L’agente speciale Jason West, distaccato dalla squadra Crimini artistici, viene mandato ad affiancare temporaneamente – e disgraziatamente – il leggendario Sam Kennedy quando si scopre che il caso più famoso di Kennedy, conclusosi con la cattura e la condanna di un serial killer conosciuto come il Cacciatore, potrebbe essere stato invece un fallimento disastroso.
Il Cacciatore è ancora là fuori… e gli omicidi sono ripresi.

La mia recensione
Un omicidio tremendo sembra minacciare le sorti del profiler Sam Kennedy, che potrebbe aver mandato in prigione un uomo innocente. Riuscirà il suo nuovo partner a capire chi sia il vero colpevole?

Jason West, per sua sfortuna, si ritrova in una situazione alquanto imbarazzante. Deve dare una mano a Sam per verificare anni prima non abbia mandato in prigione l’uomo sbagliato. Peccato che il profiler sia un uomo testardo, solitario e scontroso, che non accetta alcun tipo di aiuto esterno. Jason è un agente in gamba, che indaga soprattutto sui crimini d’arte. Non è mai stato coinvolto in un’indagine del genere e si sente in imbarazzo a dover controllare un profiler in gamba come Sam. Se a questo sia aggiunge una certa attrazione che prova nei suoi confronti la situazione diventa subito complicata.

Sam è un personaggio difficile da inquadrare. Le sue azioni parlano più delle parole che pronuncia, ma spesso sembra che agisca come se fosse due persone differenti. Lo capiamo da come si comporta con Jason. Da un lato sembra infatti che ricambi i suoi sentimenti, dall’altro invece non appare molto interessato a conoscerlo meglio.

Il mistero su cui devono indagare riguarda un nuovo delitto, ma si intreccia pesantemente con quanto è successo in passato. E’ questa la chiave anche per capire la relazione tra i due uomini, che hanno una storia complicata alle spalle. Se però riuscissero a metterla da parte potrebbero formare una coppia straordinaria. I dialoghi tra i due, per quanto siano rari, mostrano infatti che c’è una certa chimica che li unisce. L’intero libro è raccontato dal punto di vista di Jason, che riesce a trasmetterci i suoi sentimenti senza filtri. Mi è piaciuto molto il suo modo di fare, di non arrendersi di fronte alle difficoltà del caso e alla rimostranza di Sam. E’ un uomo che non si tira indietro quando è il momento di osare, soprattutto se ha un buon motivo per farlo.

Consigliato a: chi considera Josh Lanyon una certezza.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Romantico
Mistero
Titolo: Gli omicidi della sirena
Autore: Josh Lanyon
Serie: L’arte del delitto [1]
Lunghezza: 252 pagine
Edizione: Ebook

Goodreads

Il principe dei Soldati – [Charlie Cochet]

Il principe dei Soldati

Trama: Riley Murrough è un barista che conduce una vita del tutto normale, ma nel giro di una notte si ritrova in fuga da creature mostruose e scopre di portare il marchio del sovrano mutaforma di un regno magico. La cosa peggiore di tutte, però, è che è destinato a diventare il principe consorte dell’arrogante tigre mutante che preferirebbe strozzare.

Anche Khalon, il re mutaforma dei Soldati, è sconvolto all’idea di essere legato a un principe umano e, assieme ai suoi guerrieri, intraprende un viaggio per riportare Riley al mondo a cui appartiene. Sarà l’occasione per scoprire perché la sacerdotessa li vuole unire, ma dovranno scappare da orde di demoni per arrivare vivi da lei.
La mia recensione
Se la tua vita venisse stravolta in una notte dall’incontro con un uomo affascinante, come reagiresti? Di sicuro saresti spaventato, ma anche curioso come il nostro protagonista Riley. E’ un ragazzo semplice, che non ha mai avuto grilli per la testa. Per questo quando incontra Khalon non riesce a credere di essere finito in un mondo parallelo.

I due personaggi hanno caratteri completamenti opposti. Khalon è abituato a dare ordini e a non essere mai contraddetto. Si trova quindi spiazzato quando Riley non cede, non si lascia zittire dai suoi modi bruschi e gli tiene sempre testa. Il ragazzo è ovviamente spaventato e spesso non sa come comportarsi, ma con la sua sincerità riesce a conquistarsi lentamente il cuore di tutti. Khalon al contrario è più chiuso in se stesso, perché non vuole mai mostrare segni di debolezza.

Il mondo descritto è molto affascinante, con un gruppo di guerrieri impavidi che affrontano un nemico strisciante e pronto a colpirli alle spalle. Le regole di questa società sembrano arcaiche, come se si fossero fermati al Medioevo. Questa atmosfera amplifica i gesti eroici durante gli scontri, rendendo ancora più coraggiosi i personaggi.

Essere un mutaforma sembra quasi assolvere un obbligo della società, che rende i guerrieri sempre pronti a combattere e ad affrontare i pericoli. Non ci troviamo smarriti nell’affrontare la magia e questo universo così diverso. L’autrice infatti ci accompagna alla sua scoperta, deliziandoci con piccoli dettagli che arricchiscono la trama senza appesantirla.

I dialoghi a volte sono la chiave per aggiungere un pizzico d’ilarità o di tenerezza. Ci sentiamo trascinare lentamente dal sentimento che si forma tra i due protagonisti. Sono entrambi molto testardi e credono di avere delle idee chiare riguardo il loro futuro. Peccato che nessuno dei due avesse mai previsto d0incontrare una persona straordinaria che rendesse la sua vita più movimentata e completa.

Consigliato a: chi vorrebbe incontrare un salvatore speciale dopo una notte di duro lavoro.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Fantasy
Titolo: Il principe dei Soldati
Autore: Charlie Cochet
Serie: Soldati Hearts [1]
Lunghezza: 111 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Dreamspinner Press

Goodreads

Il Figlio della Luce – [Christian Jacq]

Il Figlio della Luce

Trama: Regnò per sessantasette anni. Portò il suo paese all’apogeo della gloria e della sapienza. Ramses II, “il Figlio della Luce”, fu il più grande faraone egizio, l’uomo che impresse una svolta alla storia del mondo antico. Con la sua avvolgente narrazione Christian Jacq ripercorre la sua vita dalla giovinezza all’ascesa al trono. Tra angosce e speranze, tradimenti e vittorie, in mezzo a personaggi indimenticabili: il padre Sethi, la dolce Nefertari, il poeta Omero, l’acheo Menelao, la bellissima Elena, l’ebreo Mosè.

La mia recensione
Come nasce un potente faraone come Ramses? Lo scopriamo in questa avventura incredibile nell’antico Egitto, accompagnando un ragazzo nel suo percorso di crescita e di maturazione tra gli antichi dei.

Il giovane Ramses sa di non essere un ragazzo come gli altri, ma non si è mai preoccupato troppo del suo ruolo nella società. Essendo il figlio del faraone sa che gli spetta una vita agiata, ma quando inizia a comprendere che potrebbe davvero succedergli il suo comportamento cambia. Nonostante sia il secondo genito ha un sacco di qualità che gli permettono di primeggiare. Prima di tutto è molto leale con gli amici, inoltre è coraggioso e non si tira indietro di fronte agli ostacoli. Questo è d’importanza fondamentale visto le varie vicissitudini che dovrà affrontare.

Gli incontri con il padre sono sempre fondamentali per la sua crescita. Lo pone di fronte a degli interrogativi sugli aspetti religiosi e della vita governativa dell’Egitto. Gli Dei infatti ricoprono un ruolo basilare nella vita di tutti i giorni e bisogna rispettarli e onorarli. Per una terra che vive in bilico tra il deserto e una sottile fascia fertile è di vitale importanza che gli Dei siano benigni per garantire un ottimo raccolto.

Il fratello di Ramses ci mostra invece gli intrighi di corte e la vita della nobiltà più sfrenata. E’ un uomo convito di diventare il futuro faraone per diritto di nascita, che non apprezza il suo regno e vorrebbe invece andare all’estero. Il suo distacco dal misticismo dei faraoni è netto e si capisce subito che non può ereditare lui il potere. La sua arroganza è tale che non si arrende di fronte alla netta superiorità, anche morale, del fratello, ma tenta in tutti i modi di sminuire ogni sua azione.

Nei prossimi libri della serie Ramses dovrà quindi iniziare ad agire contro i suoi oppositori. Se fino ad adesso li ha tollerati o ignorati, ormai la tensione interna non permette più tale comportamento. Quali contromisure potrà attuare sia sul piano militare che su quello di politica interna?

Consigliato a: chi non ha paura a sfidare il caldo del deserto e il freddo dell’oceano.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Storico
Titolo: Il Figlio della Luce
Autore: Christian Jacq
Serie: Il romanzo di Ramses [1]
Lunghezza: 290 pagine
Edizione: Ebook
Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Mondadori

Goodreads

Flashforward: Avanti nel tempo – [Robert J. Sawyer]

Flashforward: Avanti nel tempo

Trama: Cosa succederebbe se l’umanità intera avesse la possibilità di vedere un frammento del proprio futuro? Il futuro dipende completamente da noi o è già scritto? E una volta conosciuto, lo accetteremo passivamente o decideremo di cambiarlo in ogni caso? A queste domande risponde Robert Sawyer con un romanzo avvincente, che affronta con competenza e profondità questioni di interesse scientifico e filosofico, come la responsabilità individuale e collettiva, la causalità degli eventi, la natura umana, riuscendo a innovare la migliore tradizione della grande fantascienza classica di Isaac Asimov e Robert Heinlein. Un’ulteriore conferma della statura di un autore giustamente considerato tra i migliori, che con Flashforward – Avanti nel tempo affronta uno degli argomenti più classici di tutta la fantascienza, ispirandosi al tema di Herbert George Wells nel romanzo La macchina del tempo.
Flashforward è adesso anche una serie televisiva di successo, in onda su Fox, con protagonista Joseph Fiennes.

La mia recensione
Il futuro non è più così incerto, o almeno così sembra dopo un esperimento del CERN che scatena una nuova rivelazione nella mente di tutti gli uomini. Tramite le teorie dei due scienziati protagonisti, coinvolti in prima persona fin dall’inizio, siamo pronti ad addentrarci tra teorie fisiche e invenzioni incredibili.

Per un breve istante tutto il mondo si ferma, permettendo alle persone di vedere uno sprazzo del futuro. Ovviamente con questa nuova conoscenza si mette in moto una catena di eventi che sembra essere inarrestabile. Chi ha ricevuto buone notizie cerca in tutti i modi di agevolarsi la strada verso il successo. Chi invece non è stato così fortunato cerca in tutti i modi di impedire che il futuro avverso si avveri.

I due protagonisti principali sono proprio due scienziati, che devono capire cosa sia veramente successo durante l’esperimento e cosa significhi per il mondo intero. Lloyd è convinto che non ci sia libero arbitrio, che il futuro sia immutabile e che ciò che hanno visto accadrà per forza. Theo invece vuole dimostrare che si sbaglia, che ogni singola persona può cambiare il proprio destino, riscrivendo la storia per avere più speranza e opportunità.

Le teorie che sono esposte per spiegare l’esperimento e i risultati ottenuti sono affascinanti. Quando è stato scritto il libro il bosone di Higgs non era ancora stato scoperto, diventando così il mistero centrale su cui si basa il libro. Ad aggiungere un pizzico di fisica in più troviamo quanti, buchi neri e teorie avanzate che la scienza moderna sta analizzando in questi anni.

Consigliato a: chi vuole scoprire il futuro in anticipo.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Flashforward: Avanti nel tempo
Autore: Robert J. Sawyer
Lunghezza: 323 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Fanucci

Goodreads

Il prigioniero della notte – [Federico Inverni]

Il prigioniero della notte

Trama: Lucas è un detective. Nella sua vita gli sono rimasti solo il nome e il lavoro. Il suo passato è una ferita sempre aperta da un evento sconvolgente ha segnato la sua vita… e la sua mente. Come un automa attraversa i delitti su cui è chiamato a investigare, mettendo al servizio della giustizia il suo intuito straordinario, quasi visionario, e la sua sensibilità persino eccessiva. Fino a quando incappa in un caso diverso da tutti gli altri: una giovane donna trovata morta con il terrore negli occhi e nessun segno di violenza apparente. Lucas sa che il colpevole è un assassino seriale e ne ha conferma da Anna, psichiatra profiler, abituata a scandagliare il male in tutte le sue forme, da quando lei stessa, da ragazza, ha vissuto un’esperienza traumatizzante. Lucas e Anna annaspano in un labirinto di follia in cui i ricordi del loro passato, tenuti troppo a lungo sepolti, riemergono taglienti come vetri rotti in un’indagine che li coinvolge da vicino, lasciandoli devastati di fronte a una verità impensabile.

La mia recensione
Immaginate un detective con un intuito sopraffino, in grado di intuire le mosse dei killer, con un passato oscuro, che si ritrova alle prese con due casi molto complicati. Se si ritrova a collaborare con una profiler dal passato altrettanto misterioso, vi troverete davanti ai due protagonisti di questo thriller.

Tra i due personaggi ho adorato fin dall’inizio Lucas. Nonostante viva in modo distaccato, provando emozioni diverse dalla stragrande maggioranza delle persone, si capisce che fa di tutto per assicurare i colpevoli alla giustizia. Il suo modo di lavorare è asettico, con frasi brevi che però colpiscono a fondo i destinatari. Riesce ad analizzare anche i più piccoli indizi e a ricreare la mente del killer, intuendo le sue intenzioni e riuscendo in parte ad anticipare le sue mosse.

Il suo comportamento suscita però alcuni sospetti da parte di Anna, che non riesce a inquadrare del tutto Lucas. La sua ricerca di controllo su tutte le situazioni è spasmodica, togliendole però un pizzico di lucidità. Crede di essere più in gamba di altri suoi colleghi, ma non si accorge di compiere anche lei alcuni errori. Al contrario Lucas riesce ad ammettere di aver sbagliato e si arrabbia con sé stesso per non aver compreso a fondo la situazione in cui si ritrova coinvolto.

Le due scene del crimine su cui si basa la trama sono molto diverse tra loro, ma riescono a ricreare la giusta atmosfera di urgenza per cosa potrà succedere dopo. Si fa fatica a tenere il passo con le intuizioni di Lucas, ma per tutto il libro ho provato assoluta fiducia nel suo lavoro. Al contrario Anna, con il suo comportamento non proprio aperto e collaborativo, pronta a tutto pur di seguire le sue idee, è uno dei personaggi che ho meno apprezzato.

Il mio unico consiglio è di leggere questo libro tutto d’un fiato, per godersi appieno le atmosfere e il susseguirsi i colpi di scena.

Consigliato a: per chi adora i detective diversi dal solito.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Thriller
Titolo: Il prigioniero della notte
Autore: Federico Inverni
Serie: Le indagini di Anna e Lucas [1]
Lunghezza: 480 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Corbaccio

Goodreads

Sogni di Mostri e Divinità – [Laini Taylor]

Sogni di Mostri e Divinità

Trama: A titolo di un inganno sconcertante, Karou ha preso il controllo della ribellione chimera ed è intenta ad allontanare il suo corso dal vicolo cieco vendetta. Il futuro poggia su di lei, se può esserci ancora un futuro per la chimera a Eretz devastata dalla guerra. Nemico comune, causa comune. Quando l’ esercito del brutale serafino Jael sconfina nel mondo umano, l’impensabile diventa essenziale, e Karou e Akiva devono alleare i loro eserciti nemici contro la minaccia. Si tratta di una versione distorta di un loro di tanto tempo fa, e cominciano a sperare che si potrebbe fare un passo in avanti per la loro gente.
E, forse, per se stessi. Verso un nuovo modo di vivere, e forse anche l’amore.
Ma ci sono le minacce più grandi di Jael in vista. Una regina malvagia è a caccia di Akiva, e, nei cieli di Eretz … qualcosa sta accadendo. Macchie potenti si stanno diffondendo come contusioni da orizzonte a orizzonte; le grandi stormhunters alate si stanno radunando come se convocate, girando incessantemente, e un profondo senso di ingiustizia pervade il mondo.
Quale potere può schiacciare il cielo?
Dalle strade di Roma alle grotte della Kirin e oltre, gli esseri umani, chimere e serafini combatteranno, si sforzeranno, ameranno, e moriranno in un teatro epico che trascende il bene e male, giusto e sbagliato, amico e nemico.
Alle stesse barriere di spazio e tempo, che cosa sognano dei e mostri? E null’altro importa?

La mia recensione
Karou e Akiva, serafini e chimere, siamo giunti alla resa dei conti finale della trilogia. E’ veramente possibile trovare una soluzione felice per i nostri due protagonisti?

Ammetto che entrambi non fanno nulla per semplificarsi la vita. Karou sembra pronta a portarsi il peso di tutte le difficoltà del suo popolo sulle spalle. La ragazza si sente in colpa ogni volta che prova un pizzico di felicità con Akiva, perché sente di non meritarselo. Nonostante si stia impegnando giorno dopo giorno come resuscitatore, non crede di fare abbastanza. Però non si lamenta mai, anche quando avrebbe tutte le ragioni del mondo per farlo.

Akiva invece è pronto a lottare e a fare di tutto pur di tenere stretta la speranza di poter stare con Karou. Ha dovuto penare per molti anni e, ora che la fine della guerra si avvicina, è quasi impaziente. Nonostante questo non compie nessuna azione affrettata, anche se a volte vorrebbe uccidere qualche chimera per come tratta la sua amata. Si dimostra un comandante in grado di tenere testa ai contestatori più incalliti, perché il suo scopo è coronare finalmente il suo sogno d’amore.

Chi mi ha piacevolmente stupita è Ziri. Il giovane soldato che avevamo conosciuto in precedenza è pronto a combattere e comandare un esercito. Non si lascia scoraggiare dalla sua posizione precaria, ma la sfrutta a suo vantaggio. La sua crescita è stata veloce, ma non gli ha impedito di capire i pericoli che derivano dal potere. Non si è lasciato abbagliare dalla sete di vendetta per ottenere una vittoria rapida ma senza importanza nella guerra. Nonostante sappia che con Karou non potrà mai esserci niente, difende la ragazza a spada tratta, pronto a qualsiasi cosa per assicurarsi la sua salvezza.

La guerra però non fa sconti a nessuno e assisteremo a battaglie sanguinose, con perdite importanti su tutti i fronti. Stavolta lo scontro finale non potrà essere rimandato e Jael deve essere fermato in fretta vista la sua discesa sulla Terra per ottenere nuove armi. Non aspettatevi un attimo di respiro dalla trama, perché ogni nuovo capitolo porta un ostacolo in più sulla strada dei nostri protagonisti, che potranno superare solo rimanendo uniti.

Consigliato a: chi crede che l’amore trionfi su tutto.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Fantasy
Titolo: Sogni di Mostri e Divinità
Autore: Laini Taylor
Serie: Daughter of Smoke and Bone [3]
Lunghezza: 600 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Fazi

Goodreads

Un’oscura marea – [Josh Lanyon]

Un'oscura marea

Trama: Come se riprendersi da un intervento al cuore sotto lo sguardo attento di una famiglia iperprotettiva non fosse abbastanza, uno sconosciuto cerca ripetutamente di introdursi nel negozio di libri di Adrien English.
Quando uno scheletro vecchio quasi mezzo secolo sbuca fuori da un muro durante i lavori di ristrutturazione della Cloak and Dagger, Adrien si rivolge al suo ex-amante, l’affascinante Jake Riordan, che, in seguito al suo coming out, ha cominciato a lavorare come investigatore privato.
Jake è ben felice di avere una scusa per stare vicino ad Adrien, ma il passato del giovane libraio nasconde più sorprese di quante entrambi possano immaginare… e una di esse potrebbe rivelarsi fatale per il cuore dell’avvenente detective.

La mia recensione
Assolutamente perfetto questo ultimo episodio della serie. Adrien stavolta deve decidere se dare retta al suo cuore, che sul piano fisico sembra stare meglio, e rincorrere per una volta i suoi sogni.

Non sa bene come comportarsi, si sente pronto a ricominciare da zero, senza avere più problemi fisici, ma il passato è pronto a bussare di nuovo alla sua porta. La ripresa dall’operazione è lenta, ma gli offre l’opportunità di riflettere e scegliere cosa vuole realmente.

I tre uomini che hanno costellato la sua vita amorosa fanno di nuovo capolino. Ammetto di avere una netta preferenza verso uno di loro, un ex poliziotto che per la prima volta sembra disposto a uscire allo scoperto senza più nascondersi. Jake è pronto a lasciare spazio ad Adrien, ad assecondarlo in tutto pur di capire se hanno ancora un possibile futuro insieme. Guy fa una breve comparsa, ma devo dire che non ne sento la mancanza. Anche quando corteggiava Adrien nei libri passati non mi ha mai entusiasmato. Ogni volta che si scontra con il nostro protagonista mi sembra quasi che lo voglia cambiare, plasmandolo in una persona tranquilla e pacata. Adrien invece è tutt’altro, non riesce a stare tranquillo e la sua curiosità è inarrestabile. E poi compare Mel, il famigerato ex scomparso tanti anni fa. Leggendo i capitoli dedicati a lui ho avuto un solo pensiero: Adrien si merita sicuramente di meglio. Mi è sembrata una persona piena di sé, senza il minimo interesse verso i sentimenti altrui.

Ma non sono solo gli ex a costellare la sua vita. La sua famiglia allargata sembra pronta a sostenerlo in tutto e per tutto. Non solo Lisa, ma anche le sorelle acquisite sono diventate ormai una costante nella sua vita. Adrien sembra accorgersene per la prima volta, accogliendo la novità con un certo ottimismo. Ovviamente il suo spirito libero e indipendente rimane inalterato, ma sapere di avere alle spalle una famiglia del genere gli fa piacere.

In ogni caso i misteri non si fermano e Adrien si troverà di nuovo invischiato in un’indagine molto particolare. Si tratta di un delitto antico, che però attira l’attenzione di persone ancora vive e pronte e a tutto pur di zittire le voci a riguardo. Il nuovo cuore di Adrien sarà pronto ad affrontare tutto questo?

Consigliato a: chi vuole scoprire chi conquisterà il cuore di Adrien.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Romantico
Titolo: Un’oscura marea
Autore: Josh Lanyon
Serie: Adrien English [5]
Lunghezza: 312 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell Edizioni

Goodreads

Gioie e dolori – [Abigail Roux]

Gioie e dolori

Trama: Tornati a casa dopo l’inatteso richiamo in servizio attivo, i membri della squadra Sidewinder delle Forze di Ricognizione dei Marines si possono finalmente riunire ai loro cari e raccogliere i pezzi delle vite che erano stati costretti a lasciarsi alle spalle. Ty Grady torna da Zane Garrett solo per scoprire che tutto attorno a lui è cambiato… persino gli uomini con cui era andato in guerra. Ha appena il tempo di riabituarsi alla propria vita che suo fratello, Deuce, gli chiede di fargli da testimone al suo matrimonio. Ma non è la sua unica richiesta e Ty è costretto a chiamare aiuto per affrontare i problemi che il futuro suocero del fratello sembra aver attirato.

Nick O’Flaherty e Kelly Abbot accompagnano Ty e Zane al matrimonio, che si svolgerà su un’isola della Scozia, pensando di trovarsi lì solo per assecondare la paranoia di Deuce. Ma quando cominciano a spuntare i primi cadaveri e le barche iniziano ad affondare, i quattro si scoprono più coinvolti nei festeggiamenti di quanto avessero previsto.

Con il tempo che scorre veloce e il killer bloccato sull’isola insieme a loro, Ty e Zane devono attraversare un vero e proprio campo minato di amici, parenti e nemici per impedire che l’intera isola venga distrutta.

La mia recensione
Dopo il finale tremendo del libro precedente, è assolumente d’obbligo continuare subito la serie. Ty e Zane non sono ancora disposti a rilassarsi e a godersi un giorno di festa come un matrimonio, per cui aspettatevi pallottole e inseguimenti mozzafiato.

Ty è finalmente tornato a casa e stavolta possiamo sperare che non sia più richiamato al fronte. Lui e i suoi compagni sono però cambiati, sembrano più tesi del solito, segnati da quello che hanno passato. Ritornare al servizio militare dopo anni di vita civile non deve essere stato facile e i flashback di Ty tornano a fare capolino qua e la. Nel profondo del cuore però i suoi sentimenti per Zane non sono cambiati, anzi la lontananza sembra averli rafforzati.

Anche Zane ha avuto modo di riflettere sul loro rapporto. Sta valutando un futuro insieme all’uomo che ama e vorrebbe che anche lui facesse la stessa cosa. Il lavoro e tutto il resto sta passando in secondo piano, perché poter finalmente mostrare la loro relazione a tutti è più importante. La fiducia tra loro, che sembrava incrinata nel libro precedente, torna a essere di nuovo salda e incrollabile.

Peccato che il mondo esterno non sia disposto a fermarsi e che il passato torni di nuovo a bussare alla porta dei nostri protagonisti. Anche se Ty è quello che ha affrontato più missioni pericolose e segrete, Zane ha vissuto per mesi sotto copertura, incastrando diversi criminali. I nemici che si ricordano il loro volto e sono assetati di vendetta sono pronti a colpire anche le loro famiglie pur di rovinare i due protagonisti.

Per sventare qualsiasi minaccia, Ty non esita un istante a chiamare al suo fianco Nick. Questo personaggio sta crescendo di importanza nella storia e devo dire che mi piace sempre di più. Un po’ burbero, con un passato misterioso ma incasinato, è sempre pronto ad aiutare Ty nel momento del bisogno. Nonistamte qualche dissapore e litigata, il rapporto tra i due rimane saldo. Insieme formano una squadra eccezionale, l’unica in grado di salvare delle persone innocenti da una mente malvagia e senza scrupoli.

Consigliato a: chi vuole vedere le menti migliori in azione per salvare la propria famiglia.

Voto:
Stelle 5

Genere:
avventura
romantico
Titolo: Gioie e dolori
Autore: Abigail Roux
Serie: Armi e bagagli [8]
Lunghezza: 319 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell

Goodreads