Il prigioniero della notte – [Federico Inverni]

Il prigioniero della notte

Trama: Lucas è un detective. Nella sua vita gli sono rimasti solo il nome e il lavoro. Il suo passato è una ferita sempre aperta da un evento sconvolgente ha segnato la sua vita… e la sua mente. Come un automa attraversa i delitti su cui è chiamato a investigare, mettendo al servizio della giustizia il suo intuito straordinario, quasi visionario, e la sua sensibilità persino eccessiva. Fino a quando incappa in un caso diverso da tutti gli altri: una giovane donna trovata morta con il terrore negli occhi e nessun segno di violenza apparente. Lucas sa che il colpevole è un assassino seriale e ne ha conferma da Anna, psichiatra profiler, abituata a scandagliare il male in tutte le sue forme, da quando lei stessa, da ragazza, ha vissuto un’esperienza traumatizzante. Lucas e Anna annaspano in un labirinto di follia in cui i ricordi del loro passato, tenuti troppo a lungo sepolti, riemergono taglienti come vetri rotti in un’indagine che li coinvolge da vicino, lasciandoli devastati di fronte a una verità impensabile.

La mia recensione
Immaginate un detective con un intuito sopraffino, in grado di intuire le mosse dei killer, con un passato oscuro, che si ritrova alle prese con due casi molto complicati. Se si ritrova a collaborare con una profiler dal passato altrettanto misterioso, vi troverete davanti ai due protagonisti di questo thriller.

Tra i due personaggi ho adorato fin dall’inizio Lucas. Nonostante viva in modo distaccato, provando emozioni diverse dalla stragrande maggioranza delle persone, si capisce che fa di tutto per assicurare i colpevoli alla giustizia. Il suo modo di lavorare è asettico, con frasi brevi che però colpiscono a fondo i destinatari. Riesce ad analizzare anche i più piccoli indizi e a ricreare la mente del killer, intuendo le sue intenzioni e riuscendo in parte ad anticipare le sue mosse.

Il suo comportamento suscita però alcuni sospetti da parte di Anna, che non riesce a inquadrare del tutto Lucas. La sua ricerca di controllo su tutte le situazioni è spasmodica, togliendole però un pizzico di lucidità. Crede di essere più in gamba di altri suoi colleghi, ma non si accorge di compiere anche lei alcuni errori. Al contrario Lucas riesce ad ammettere di aver sbagliato e si arrabbia con sé stesso per non aver compreso a fondo la situazione in cui si ritrova coinvolto.

Le due scene del crimine su cui si basa la trama sono molto diverse tra loro, ma riescono a ricreare la giusta atmosfera di urgenza per cosa potrà succedere dopo. Si fa fatica a tenere il passo con le intuizioni di Lucas, ma per tutto il libro ho provato assoluta fiducia nel suo lavoro. Al contrario Anna, con il suo comportamento non proprio aperto e collaborativo, pronta a tutto pur di seguire le sue idee, è uno dei personaggi che ho meno apprezzato.

Il mio unico consiglio è di leggere questo libro tutto d’un fiato, per godersi appieno le atmosfere e il susseguirsi i colpi di scena.

Consigliato a: per chi adora i detective diversi dal solito.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Thriller
Titolo: Il prigioniero della notte
Autore: Federico Inverni
Lunghezza: 480 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Corbaccio

Goodreads

Annunci

Sogni di Mostri e Divinità – [Laini Taylor]

Sogni di Mostri e Divinità

Trama: A titolo di un inganno sconcertante, Karou ha preso il controllo della ribellione chimera ed è intenta ad allontanare il suo corso dal vicolo cieco vendetta. Il futuro poggia su di lei, se può esserci ancora un futuro per la chimera a Eretz devastata dalla guerra. Nemico comune, causa comune. Quando l’ esercito del brutale serafino Jael sconfina nel mondo umano, l’impensabile diventa essenziale, e Karou e Akiva devono alleare i loro eserciti nemici contro la minaccia. Si tratta di una versione distorta di un loro di tanto tempo fa, e cominciano a sperare che si potrebbe fare un passo in avanti per la loro gente.
E, forse, per se stessi. Verso un nuovo modo di vivere, e forse anche l’amore.
Ma ci sono le minacce più grandi di Jael in vista. Una regina malvagia è a caccia di Akiva, e, nei cieli di Eretz … qualcosa sta accadendo. Macchie potenti si stanno diffondendo come contusioni da orizzonte a orizzonte; le grandi stormhunters alate si stanno radunando come se convocate, girando incessantemente, e un profondo senso di ingiustizia pervade il mondo.
Quale potere può schiacciare il cielo?
Dalle strade di Roma alle grotte della Kirin e oltre, gli esseri umani, chimere e serafini combatteranno, si sforzeranno, ameranno, e moriranno in un teatro epico che trascende il bene e male, giusto e sbagliato, amico e nemico.
Alle stesse barriere di spazio e tempo, che cosa sognano dei e mostri? E null’altro importa?

La mia recensione
Karou e Akiva, serafini e chimere, siamo giunti alla resa dei conti finale della trilogia. E’ veramente possibile trovare una soluzione felice per i nostri due protagonisti?

Ammetto che entrambi non fanno nulla per semplificarsi la vita. Karou sembra pronta a portarsi il peso di tutte le difficoltà del suo popolo sulle spalle. La ragazza si sente in colpa ogni volta che prova un pizzico di felicità con Akiva, perché sente di non meritarselo. Nonostante si stia impegnando giorno dopo giorno come resuscitatore, non crede di fare abbastanza. Però non si lamenta mai, anche quando avrebbe tutte le ragioni del mondo per farlo.

Akiva invece è pronto a lottare e a fare di tutto pur di tenere stretta la speranza di poter stare con Karou. Ha dovuto penare per molti anni e, ora che la fine della guerra si avvicina, è quasi impaziente. Nonostante questo non compie nessuna azione affrettata, anche se a volte vorrebbe uccidere qualche chimera per come tratta la sua amata. Si dimostra un comandante in grado di tenere testa ai contestatori più incalliti, perché il suo scopo è coronare finalmente il suo sogno d’amore.

Chi mi ha piacevolmente stupita è Ziri. Il giovane soldato che avevamo conosciuto in precedenza è pronto a combattere e comandare un esercito. Non si lascia scoraggiare dalla sua posizione precaria, ma la sfrutta a suo vantaggio. La sua crescita è stata veloce, ma non gli ha impedito di capire i pericoli che derivano dal potere. Non si è lasciato abbagliare dalla sete di vendetta per ottenere una vittoria rapida ma senza importanza nella guerra. Nonostante sappia che con Karou non potrà mai esserci niente, difende la ragazza a spada tratta, pronto a qualsiasi cosa per assicurarsi la sua salvezza.

La guerra però non fa sconti a nessuno e assisteremo a battaglie sanguinose, con perdite importanti su tutti i fronti. Stavolta lo scontro finale non potrà essere rimandato e Jael deve essere fermato in fretta vista la sua discesa sulla Terra per ottenere nuove armi. Non aspettatevi un attimo di respiro dalla trama, perché ogni nuovo capitolo porta un ostacolo in più sulla strada dei nostri protagonisti, che potranno superare solo rimanendo uniti.

Consigliato a: chi crede che l’amore trionfi su tutto.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Fantasy
Titolo: Sogni di Mostri e Divinità
Autore: Laini Taylor
Serie: Daughter of Smoke and Bone [3]
Lunghezza: 600 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Fazi

Goodreads

Un’oscura marea – [Josh Lanyon]

Un'oscura marea

Trama: Come se riprendersi da un intervento al cuore sotto lo sguardo attento di una famiglia iperprotettiva non fosse abbastanza, uno sconosciuto cerca ripetutamente di introdursi nel negozio di libri di Adrien English.
Quando uno scheletro vecchio quasi mezzo secolo sbuca fuori da un muro durante i lavori di ristrutturazione della Cloak and Dagger, Adrien si rivolge al suo ex-amante, l’affascinante Jake Riordan, che, in seguito al suo coming out, ha cominciato a lavorare come investigatore privato.
Jake è ben felice di avere una scusa per stare vicino ad Adrien, ma il passato del giovane libraio nasconde più sorprese di quante entrambi possano immaginare… e una di esse potrebbe rivelarsi fatale per il cuore dell’avvenente detective.

La mia recensione
Assolutamente perfetto questo ultimo episodio della serie. Adrien stavolta deve decidere se dare retta al suo cuore, che sul piano fisico sembra stare meglio, e rincorrere per una volta i suoi sogni.

Non sa bene come comportarsi, si sente pronto a ricominciare da zero, senza avere più problemi fisici, ma il passato è pronto a bussare di nuovo alla sua porta. La ripresa dall’operazione è lenta, ma gli offre l’opportunità di riflettere e scegliere cosa vuole realmente.

I tre uomini che hanno costellato la sua vita amorosa fanno di nuovo capolino. Ammetto di avere una netta preferenza verso uno di loro, un ex poliziotto che per la prima volta sembra disposto a uscire allo scoperto senza più nascondersi. Jake è pronto a lasciare spazio ad Adrien, ad assecondarlo in tutto pur di capire se hanno ancora un possibile futuro insieme. Guy fa una breve comparsa, ma devo dire che non ne sento la mancanza. Anche quando corteggiava Adrien nei libri passati non mi ha mai entusiasmato. Ogni volta che si scontra con il nostro protagonista mi sembra quasi che lo voglia cambiare, plasmandolo in una persona tranquilla e pacata. Adrien invece è tutt’altro, non riesce a stare tranquillo e la sua curiosità è inarrestabile. E poi compare Mel, il famigerato ex scomparso tanti anni fa. Leggendo i capitoli dedicati a lui ho avuto un solo pensiero: Adrien si merita sicuramente di meglio. Mi è sembrata una persona piena di sé, senza il minimo interesse verso i sentimenti altrui.

Ma non sono solo gli ex a costellare la sua vita. La sua famiglia allargata sembra pronta a sostenerlo in tutto e per tutto. Non solo Lisa, ma anche le sorelle acquisite sono diventate ormai una costante nella sua vita. Adrien sembra accorgersene per la prima volta, accogliendo la novità con un certo ottimismo. Ovviamente il suo spirito libero e indipendente rimane inalterato, ma sapere di avere alle spalle una famiglia del genere gli fa piacere.

In ogni caso i misteri non si fermano e Adrien si troverà di nuovo invischiato in un’indagine molto particolare. Si tratta di un delitto antico, che però attira l’attenzione di persone ancora vive e pronte e a tutto pur di zittire le voci a riguardo. Il nuovo cuore di Adrien sarà pronto ad affrontare tutto questo?

Consigliato a: chi vuole scoprire chi conquisterà il cuore di Adrien.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Romantico
Titolo: Un’oscura marea
Autore: Josh Lanyon
Serie: Adrien English [5]
Lunghezza: 312 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell Edizioni

Goodreads

Gioie e dolori – [Abigail Roux]

Gioie e dolori

Trama: Tornati a casa dopo l’inatteso richiamo in servizio attivo, i membri della squadra Sidewinder delle Forze di Ricognizione dei Marines si possono finalmente riunire ai loro cari e raccogliere i pezzi delle vite che erano stati costretti a lasciarsi alle spalle. Ty Grady torna da Zane Garrett solo per scoprire che tutto attorno a lui è cambiato… persino gli uomini con cui era andato in guerra. Ha appena il tempo di riabituarsi alla propria vita che suo fratello, Deuce, gli chiede di fargli da testimone al suo matrimonio. Ma non è la sua unica richiesta e Ty è costretto a chiamare aiuto per affrontare i problemi che il futuro suocero del fratello sembra aver attirato.

Nick O’Flaherty e Kelly Abbot accompagnano Ty e Zane al matrimonio, che si svolgerà su un’isola della Scozia, pensando di trovarsi lì solo per assecondare la paranoia di Deuce. Ma quando cominciano a spuntare i primi cadaveri e le barche iniziano ad affondare, i quattro si scoprono più coinvolti nei festeggiamenti di quanto avessero previsto.

Con il tempo che scorre veloce e il killer bloccato sull’isola insieme a loro, Ty e Zane devono attraversare un vero e proprio campo minato di amici, parenti e nemici per impedire che l’intera isola venga distrutta.

La mia recensione
Dopo il finale tremendo del libro precedente, è assolumente d’obbligo continuare subito la serie. Ty e Zane non sono ancora disposti a rilassarsi e a godersi un giorno di festa come un matrimonio, per cui aspettatevi pallottole e inseguimenti mozzafiato.

Ty è finalmente tornato a casa e stavolta possiamo sperare che non sia più richiamato al fronte. Lui e i suoi compagni sono però cambiati, sembrano più tesi del solito, segnati da quello che hanno passato. Ritornare al servizio militare dopo anni di vita civile non deve essere stato facile e i flashback di Ty tornano a fare capolino qua e la. Nel profondo del cuore però i suoi sentimenti per Zane non sono cambiati, anzi la lontananza sembra averli rafforzati.

Anche Zane ha avuto modo di riflettere sul loro rapporto. Sta valutando un futuro insieme all’uomo che ama e vorrebbe che anche lui facesse la stessa cosa. Il lavoro e tutto il resto sta passando in secondo piano, perché poter finalmente mostrare la loro relazione a tutti è più importante. La fiducia tra loro, che sembrava incrinata nel libro precedente, torna a essere di nuovo salda e incrollabile.

Peccato che il mondo esterno non sia disposto a fermarsi e che il passato torni di nuovo a bussare alla porta dei nostri protagonisti. Anche se Ty è quello che ha affrontato più missioni pericolose e segrete, Zane ha vissuto per mesi sotto copertura, incastrando diversi criminali. I nemici che si ricordano il loro volto e sono assetati di vendetta sono pronti a colpire anche le loro famiglie pur di rovinare i due protagonisti.

Per sventare qualsiasi minaccia, Ty non esita un istante a chiamare al suo fianco Nick. Questo personaggio sta crescendo di importanza nella storia e devo dire che mi piace sempre di più. Un po’ burbero, con un passato misterioso ma incasinato, è sempre pronto ad aiutare Ty nel momento del bisogno. Nonistamte qualche dissapore e litigata, il rapporto tra i due rimane saldo. Insieme formano una squadra eccezionale, l’unica in grado di salvare delle persone innocenti da una mente malvagia e senza scrupoli.

Consigliato a: chi vuole vedere le menti migliori in azione per salvare la propria famiglia.

Voto:
Stelle 5

Genere:
avventura
romantico
Titolo: Gioie e dolori
Autore: Abigail Roux
Serie: Armi e bagagli [8]
Lunghezza: 319 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell

Goodreads

Quando tutto crolla – [Charlie Cochet]

Quando tutto crolla

Trama: A seguito di un attacco da parte della Coalizione, il team leader dei THIRDS, Sloane Brodie, rimane seriamente ferito, e Dexter J. Daley giura che Beck Hogan pagherà per ciò che ha fatto. Ma i piani di vendetta di Dex hanno vita breve. Con Ash ancora in congedo per via delle ferite riportate, Sloane in ospedale e la Destructive Delta nel mirino della Coalizione, il tenente Sparks non vuole rischiare. La squadra di Dex viene tolta dal caso e le indagini passate a un altro team leader: Sebastian Hobbs.
Dex si rifiuta di farsi da parte mentre un’altra squadra dà la caccia a Hogan, e così decide di mettere a frutto le sue capacità di detective per trovare Hogan prima della Theta Destructive, costi quel che costi.

Con una lunga e dolorosa convalescenza davanti a sé, l’ultima cosa di cui Sloane ha bisogno è che il suo compagno se ne vada in giro a fare ricerche in città, specialmente se le sue bugie – anche se a fin di bene – iniziano a sfuggirgli di mano. Sloane conosce fin troppo bene il desiderio di vendetta, ma ci sono cose più importanti, come l’uomo che ha giurato di stagli accanto.
Quando Dex si avvierà verso un sentiero oscuro, sarà compito di Sloane mostrargli cosa c’è in gioco e dare finalmente un nome a ciò che ha nel proprio cuore.

La mia recensione
Splendido quarto episodio della serie, che ci accompagna a scoprire un lato inaspettato di Dex. Quando vuole il ragazzo sa essere testardo e spericolato e stavolta rischia troppo spesso la vita. Il nostro ragazzone si trova invischiato in un’indagine non ufficiale, per perseguire un desiderio di vendetta personale. Scopriamo così alcuni dettagli sul suo passato, relativi alla perdita dei suoi genitori, che ci fanno stringere il cuore per la compassione. Al posto di essere spensierato e mattacchione, Dex si dimostra implacabile nel ricercare i veri colpevoli dell’attacco a Sloane.

I suoi compagni di squadra si dimostrano dei veri amici e molto fedeli tra loro. Sono pronti a rischiare tutto pur di tenere al sicuro Sloane, ma al tempo stesso sanno di essere gli unici in grado di fermare la violenza prima che sia troppo tardi. Non hanno paura d’infrangere le regole e di affrontare le conseguenze delle loro azioni tra i THIRDS, facendolo però uniti come un’unica squadra.

Anche Ash sembra avere un comportamento più collaborativo, perché si sente in parte responsabile delle ferite di Sloane. Le sue risposte sono sempre burbere e sarcastiche, ma si capisce che tiene molto ai suoi compagni di squadra e farebbe di tutto per loro. Ha anche accettato il fatto che Dex si sia inserito nella vita di Sloane e sia diventato molto importante per lui. Il suo rapporto con Cael rimane comunque burrascoso e forse iniziamo a intravedere la motivazione per il suo comportamento.

Sloane invece è una vera rivelazione. Che siano le medicine o l’idea di essere arrivato a un soffio dalla morte deve avergli cambiato radicalmente le idee. Finalmente è disposto a dimostrare i suoi sentimenti per Dex, è più sicuro della loro relazione e capisce che non può fare a meno di lui. Peccato che questa rivelazione arrivi in un momento in cui Dex non riesce a goderla a pieno, preoccupato com’è di mettere al sicuro il suo compagno.

Però sono sicura che la svolta nella loro relazione servirà come base per i libri successivi. Infatti se Dex e Sloane sono ormai una coppia stabile, altri personaggi hanno bisogno di una spintarella per riuscire a trovare la felicità.

Consigliato a: chi ama il brivido delle indagini nascoste.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Fantasy
Romantico
Titolo: Quando tutto crolla
Autore: Charlie Cochet
Serie: THIRDS [4]
Lunghezza: 388 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell

Goodreads

Red Rising: Il Canto Proibito – [Pierce Brown]

Red Rising: Il Canto Proibito

Trama: Darrow ha sedici anni, vive su Marte ed è uno dei Rossi. La casta più bassa, minatori condannati a scavare nelle profondità del pianeta a temperature intollerabili, rischiando ogni giorno la propria vita. Ma Darrow sa di farlo per rendere abitabile la superficie di Marte, per dare una terra alle nuove generazioni. E a ripagarlo dei sacrifici c’è l’amore per Eo, bellissima e idealista. Finché un giorno i due innamorati sono sorpresi a baciarsi in un luogo dove non avrebbero dovuto, sono processati e condannati da un giudice appartenente alla casta degli Oro, la classe dominante. E mentre Eo riceve le frustate di punizione, la sua voce si scioglie in un canto dolcissimo, un canto proibito di rivolta e speranza, lo stesso canto che era costato la vita al padre di Darrow. E ora costerà la vita a Eo.

La mia recensione
Siete pronti ad avventurarvi tra le sabbie di Marte, inseguendo il sogno di molti pionieri nel rendere abitale il pianeta rosso? Purtroppo, come scoprirà Darrow, non tutte le promesse però sono mantenute dai vertici della società.

Il protagonista è molto giovane, ma ha già avuto la sua dose di sfortune e sciagure. Non è un piantagrane, nonostante subisca una serie d’ingiustizie e la sua famiglia faccia la fame. Non ha nessuna idea strana di ribellione, almeno fino a quando la sua giovanissima moglie decide che non può più sopportare i soprusi della loro società. Da questo momento Darrow diventerà un’altra persona, con un obiettivo certo e ben preciso: fare in modo che la sua gente sia vendicata e possa avere un futuro migliore.

Le prime pagine del libro sono molto diverse dal resto del romanzo. Abbiamo una serie di scene in famiglia, piene di amore e di amicizia. I Rossi, che sono la casta a cui appartiene Darrow, devono lottare ogni giorno per riuscire a garantirsi la sopravvivenza, ma sono costantemente vessati dalle caste superiori. Gli Oro, che rappresentano il comando della società, sono visti come uomini prepotenti e lontani dalla realtà. Purtroppo scopriremo che in realtà gli Oro nascondono più di un segreto, che farà scattare la voglia di rivalsa di Darrow.

Sua moglie Eo è difficile da inquadrare. Sembra una ragazzina come tante, che però immagina una società completamente diversa in cui vivere. Non sono riuscita a capire se ami Darrow allo stesso modo in cui lui ama lei. Alcune delle sue scelte sembrano essere dettate dalla sua voglia d’inseguire il suo sogno, trascurando così i sentimenti di suo marito.

Darrow dimostra invece una forza d’animo e un’intelligenza fuori dal comune. La sua è una maturazione lenta ma costante, in grado di dimostrarci come sappia sfruttare le circostanze a suo favore. Non si può fare a meno che tifare per questo ragazzo, nonostante la violenza che deve affrontare e le scelte difficili che deve compiere, per scoprire cosa succederà nel prossimo libro.

Consigliato a: chi crede che una canzone possa scuotere gli animi di un popolo intero.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Fantascienza
Titolo: Red Rising: Il Canto Proibito
Autore: Pierce Brown
Serie: Red Rising [1]
Lunghezza: 402 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

La ragazza con l’orecchino di perla – [Tracy Chevalier]

La ragazza con l'orecchino di perla

Trama: Delft, XVII secolo, una casa nella zona protestante della città… Griet, la giovane figlia di uno dei decoratori di piastrelle più rinomati di Delft – privato, per un incidente, “degli occhi e del lavoro” – è in cucina, intenta a sistemare, com’è solita fare, le verdure tritate (cavolo rosso, cipolle, carote, rape e porri ordinati splendidamente a cerchio e, in mezzo, una rondella di carota), quando ode voci decisamente insolite nella casa di un modesto decoratore… voci che suggeriscono “immagini di tappeti preziosi, libri, perle e pellicce”. Sull’uscio, compaiono improvvisamente due figure: un uomo dagli occhi grigi come il mare e un’espressione ferma sul volto lungo e spigoloso, e una donna – piccoli ricci biondi, sguardo che guizza qua e là nervosamente – che sembra portata dal vento, benché la giornata sia calma. Sono Johannes Vermeer, il celebre pittore, e sua moglie Katharina, gente ricca e influente, proveniente da vicino, dal Quartiere dei Papisti, eppure lontanissima da Griet e dal suo mondo. Griet ha sedici anni e quel giorno apprende dalla voce della madre il suo destino: andrà a servizio dei Vermeer per otto stuiver al giorno, dovrà fare le pulizie nell’atelier del pittore, e dovrà agire delicatamente senza spostare né urtare nulla. Romanzo che ci conduce con straordinaria precisione là dove l’arte è divisa dai fantasmi della passione soltanto da una linea sottile – tra Vermeer e Griet, l’artista e la serva, l’amato e l’amante, l’uomo potente e la giovane donna che non possiede altro che il suo incanto e la sua innocenza, si stabilisce un’intensa relazione fatta di sguardi, sospiri, frasi dette e non dette -, La ragazza con l’orecchino di perla ci offre anche alcune delle pagine più felici, nella narrativa contemporanea, sulla dedizione e sul coraggio femminile. Griet è invisa a Katharina, gelosa della sua intima relazione col marito, è costretta a subire i rimproveri di Maria Thins, la suocera del pittore, a sfidare tutte le convenzioni dell’epoca, e tuttavia non cessa per un solo istante di ubbidire all’amore per l’arte e alla passione che la muove. Gesto inaudito per la morale del tempo, poserà con le labbra sensualmente dischiuse per quel ritratto di Vermeer (“La ragazza col turbante”) che è giunto fino a noi, e non cessa di stupirci per l’enigmaticità dello sguardo che vi è dipinto.

La mia recensione
Una storia incredibile sulla creazione di un dipinto molto famoso, che ci accompagna alla scoperta del piccolo paesino Delft in cui ha vissuto il pittore Vermeer.

Griet è la protagonista della storia, ma al suo fianco troviamo i quadri dipinti da Vermeer, con la sua presenza ingombrante sullo sfondo. La ragazza è molto dolce e innocente, abituata a stare in famiglia e a seguire le regole senza mai ribellarsi. Il suo senso del pudore le impedisce a volte di capire cosa stia per succedere realmente intorno a lei, ma è anche una caratteristica che la rende adorabile. Si ritrova catapultata in una casa cattolica, a servizio di persone ricche e illustri, ma non perde di vista i suoi valori. Con lo scorrere delle pagine la vediamo maturare e diventare più spigliata, senza però perdere il suo candore.

Contrapposta Griet troviamo l’intera famiglia di Vermeer, che è abituata agli agi e ai privilegi e non capisce cosa voglia dire per una ragazza protestante adattarsi al loro stile di vita. La moglie è una persona insopportabile, infantile e priva di tatto. Si capisce fin da subito che sia più una bambina viziata che una donna matura e il marito l’asseconda in tutto. Anche le sue figlie un poco le assomigliano, soprattutto la piccola Cornelia che in alcuni punti si arriva addirittura a odiare per il suo comportamento meschino.

Vermeer è una presenza costante ma quasi impalpabile. I suoi quadri riempiono le pagine del romanzo, senza fretta come la sua pittura. Compaiono a poco alla volta e scandiscono la vita dell’intera famiglia. L’uomo viene descritto così come immaginiamo un’artista: vive nel suo mondo e raramente si accorge di quello che lo circonda. Quando posa gli occhi su Griet capiamo che la sta per coinvolgere in qualcosa più grande di lei, ma fino alla fine non immaginiamo che posto nella storia le è stato assegnato.

Il romanzo scorre senza alcuna nota negativa, con una trama coinvolgente che ci trascina nella vita di Griet e mostra una possibile spiegazione su un quadro molto affascinante.

Consigliato a: chi vuole viaggiare con la fantasia dentro un quadro.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Storico
Titolo: La ragazza con l’orecchino di perla
Autore: Tracy Chevalier
Lunghezza: 229 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Neri Pozza

Goodreads

Di metallo e stelle – [Luca Tarenzi]

Di metallo e stelle

Trama: Milano, 1499.
Il Castello Sforzesco è sotto assedio, fuori dall’esercito francese e dentro da un assassino che nessuno può vedere o fermare.
La tranquilla esistenza di Giacomo, giovane apprendista di Leonardo da Vinci, viene all’improvviso sconvolta dai segreti blasfemi del suo maestro, che riportano alla luce enigmi, misteri alchemici, veleni e, soprattutto, presenze mostruose.
Salvare la sua amata Cecilia dalle grinfie del Duca di Milano si trasforma in un’impresa quasi impossibile di fronte alla folle missione che il caso pare avergli affidato: fermare una creatura che non dovrebbe esistere fuori dagli incubi, ma che sembra ben intenzionata a togliergli tutto ciò che ha importanza nella sua vita.

La mia recensione
Leonardo da Vinci è stata una delle menti più geniali del passato. E se le sue idee fossero state più rivoluzionarie di quanto immaginiamo? Ecco che prende forma l’idea per questo romanzo, narrata dal giovane Giacomo, l’apprendista di Leonardo.

Il ragazzo è intelligente e curioso, bravo nel dipingere e nel seguire le direttive del suo maestro. E’ però anche molto impetuoso, soprattutto nei sentimenti, visto che arriva a innamorarsi della favorita del duca di Milano. Sa che Leonardo non condivide con lui tutti i suoi segreti, ma non riesce a rinunciare alla sua curiosità quando alcuni incidenti strani iniziano a tormentare la vita all’interno del Castello Sforzesco. E’ un sognatore anche lui, perché immagina una vita migliore insieme alla sua amata, ma al tempo stesso non riesce a staccarsi completamente dal maestro, che considera un padre a tutti gli effetti.

La vita all’interno del Castello è ben descritta, arricchita da alcuni aspetti misteriosi come i passaggi segreti. Il fatto che la città a un certo punto sia sotto assedio aggiunge altra tensione alla vicenda. Si sente lo scorrere inesorabile del tempo e non si riesce a decidere se la minaccia maggiore sia rappresentata dai soldati pronti all’attacco o dal demone misterioso che colpisce di notte.

L’alchimia è parte fondamentale della storia. I suoi principi sono spiegati pian piano, svelato dallo stesso Giacomo che tenta di capire cosa stia succedendo realmente nella sua vita. Nel libro la grande mente di Leonardo è riuscita ad analizzare i metalli e l’influenza dei pianeti su di essi, raggiungendo traguardi incredibili. L’autore riesce così a coniugare una figura storica con le parti inventate in maniera perfetta, senza creare discrepanze. Leonardo e Giacomo si muovo infatti come uomini del loro tempo, guidati da intuizioni e credenze popolari, senza risultare mai anacronistici. La storia ha una costruzione perfetta, con un finale elegante e degno dei capitoli che lo precedono.

Consigliato a: chi vuole immaginare un passato pieno di idee incredibili.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Storico
Titolo: Di metallo e stelle
Autore: Luca Tarenzi
Lunghezza: 258 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Gainsworth Publishing

Goodreads

Morte di un re pirata – [Josh Lanyon]

Morte di un re pirata

Trama: Quarto capitolo dell’acclamata serie Adrien English, nata dalla penna del pluripremiato autore Josh Lanyon.
La carriera di scrittore di Adrien English, libraio gay e investigatore dilettante, è sul punto di decollare. I diritti del suo primo romanzo, Il delitto sarà svelato, sono stati acquistati da Paul Kane, una celebre star del cinema. Ma quando l’omicidio fa il suo debutto a una cena hollywoodiana, a indagare sul caso viene chiamato proprio l’ex amante di Adrien, l’avvenente Jake Riordan, ora tenente della polizia di Los Angeles e più che mai determinato a tenere nascosta la propria omosessualità. La sua comparsa, però, rischia di spingere il nuovo compagno di Adrien, il fascinoso professore universitario Guy Snowden, a commettere a sua volta un omicidio…

La mia recensione
Adrien stavolta si è cacciato in un bel guaio. Non solo incontra Jake di nuovo dopo due anni, ma si trova ad affrontare una persona viscida e disposta a tutto per di toglierlo di torno.

Si capisce fin da subito che il nostro protagonista sta soffrendo, che le ferite del passato non si sono rimarginate. Adrien tenta in tutti i modi d’ignorare i problemi, ma si capisce che è un gesto inutile, anche perché tutta la sua famiglia si accorge che sta nascondendo qualcosa. Il suo rapporto con le sorellastre sta migliorando giorno dopo giorno, anche perché in fondo sono delle ragazze dolci che si preoccupano per lui.

L’incontro con Jake non è certo dei migliori, visto che Adrien è ancora una volta coinvolto in un’indagine per omicidio. Sembra quasi che attiri i pazzi senza neanche accorgersene, anche se la sua curiosità a volte è davvero il suo difetto peggiore. In questo libro riesce un pochino a controllarsi, ma la sua sete di giustizia e di risolvere i misteri è sempre difficile da gestire. In fondo sarebbe un ottimo investigatore, visto che riesce con facilità a parlare con le persone e a seguire il suo istinti anche nelle situazioni più complicate.

Jake invece non si può dire che sia un personaggio amabile, almeno nella prima parte del libro. Ritorna come un fantasma, a scombussolare la vita di Adrien, senza quasi rendersene conto. Il suo comportamento non è spettacolare fin dalle prime pagine e si ha quasi l’istinto di lanciargli addosso qualche oggetto contundente.

La trama è abbastanza ricca di colpi di scena, ma quello che ci fa tremare di più sono le condizioni di salute di Adrien. Mentre negli altri libri il suo problema cardiaco sembrava solo un piccolo dettaglio, stavolta diventa un vero e proprio peso, che condiziona tutta la sua vita. Aggiungiamo anche Jake che riesce a fargli battere forte cuore come nessuno, si capisce che i rischi che corre il nostro protagonista stanno diventando sempre più grandi.

Consigliato a: chi vuole sentirsi in fibrillazione per un incontro con il proprio ex.

Voto:
Stelle

Genere:
Romantico
Mistero
Titolo: Morte di un re pirata
Autore: Josh Lanyon
Serie: Adrien English [4]
Lunghezza: 278 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell Edizioni

Goodreads

L’Alchimista – [Paulo Coelho]

L'Alchimista

Trama: Impara ad ascoltare il tuo cuore: è l’insegnamento che scaturisce da questa favola spirituale e magica. Alle frontiere tra il racconto da mille e una notte e l’apologo sapienziale, L’Alchimista è la storia di una iniziazione. Ne è protagonista Santiago, un giovane pastorello andaluso il quale, alla ricerca di un tesoro sognato, intraprende quel viaggio avventuroso, insieme reale e simbolico che, al di là dello Stretto di Gibilterra e attraverso tutto il deserto nordafricano, lo porterà fino all’Egitto delle Piramidi. E sarà proprio durante il viaggio che il giovane, grazie all’incontro con il vecchio Alchimista, salirà tutti i gradini della scala sapienziale: nella sua progressione sulla sabbia del deserto e, insieme, nella conoscenza di sé, scoprirà l’Anima del Mondo, l’Amore e il Linguaggio Universale, imparerà a parlare al sole e al vento e infine compirà la sua Leggenda Personale. Il miraggio, qui, non è più solo la mitica Pietra Filosofale dell’Alchimia, ma il raggiungimento di una concordanza totale con il mondo, grazie alla comprensione di quei segni, di quei segreti che solo è possibile captare riscoprendo un Linguaggio Universale fatto di coraggio, di fiducia e di saggezza che da tempo gli uomini hanno dimenticato.

La mia recensione
Il libro è davvero molto semplice, sia nella scrittura, sia nella trama, ma riesce a coinvolgerti in un modo incredibile.

Il giovane Santiago è il protagonista di quella che sembra una favola, in cui i sogni diventano reali se ti impegni. Compirà un viaggio incredibile, inseguendo una visione a tratti fugace, a volte invece tangibile e vicina. E’ un pastore che conosce a fondo la sua terra, il suo gregge di pecore da guidare giorno dopo giorno. Ma al tempo stesso è anche un sognatore, che adora leggere e crede nelle leggende. Per questo si lascia trascinare in un’avventura straordinaria, che lo porterà a scoprire una terra nuova, gente dalla cultura sconosciuta. Capirà, attraverso una serie di disavventura, cosa sia realmente importante nella vita.

Si trova spazio per tutto, dall’amore a prima vista al maestro saggio prodigo di consigli. Anche la magia ha una sua importanza ai fini della trama, perché aggiunge delle note di stravaganza a questa vicenda straordinaria. L’insegnamento di base in tutta la vicenda è quello di inseguire i propri sogni, senza mai abbandonarli. Questa forza di volta nel perseguire i propri obiettivi anche di fronte alle avversità è descritta come benefica, come motore trainante dell’universo, da non ostacolare mai. Tutti quelli che rinunciano non saranno mai del tutto felici e soddisfatti della propria vita. Per questo il nostro pastore è disposto ad abbandonare la vita che conosce per tuffarsi verso l’ignoto.

Perché, in fondo, tutti sogniamo di fare un viaggio avventuroso alla ricerca di un tesoro favoloso. La trama è ricca di avvenimenti, ma sono le riflessioni personali del protagonista che la rendono davvero speciale. Ogni incontro che farà, servirà a cambiare la sua vita e la percezione che ha del mondo. E noi ci ritroviamo affascinati dall’eleganza e dalla semplicità di scrittura, che ci cattura dalla prima all’ultima parola.

Consigliato a: chi vuole sognare ad occhi aperti.

Voto:
Stelle 5

Genere:
Titolo: L’Alchimista
Autore: Paulo Coelho
Lunghezza: 182 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Bompiani

Goodreads