La stanza delle serpi – [Lemony Snicket]

La stanza delle serpi

Trama: Cari lettori,
gli orfani Baudelaire sono graziosi e intelligenti, ma la loro vita, mi spiace dirlo, è piena di sfortuna. Se non sopportate storie contenenti uragani, vestiti che pungono, zuppe di cetriolo fredde, individui repellenti, allora questi libri vi getteranno nel più totale sconforto. È mio triste dovere stare sveglio di notte a indagare su questi tre sventurati giovani, ma se voi preferite dormire sonno tranquilli, vi conviene scegliere un altro genere di libro.
Con il dovuto rispetto,
Lemony Snicket

IN QUESTO SCIAGURATO SECONDO EPISODIO i tre fratelli Baudelaire vi sembreranno quasi sereni, in compagnia di alcuni rettili molto interessanti e di uno zio svampito. Ma non temete, presto s’imbatteranno in un incidente d’auto, un serpente letale, un lungo coltello e saranno di nuovo disperati…

La mia recensione
Continuano le disavventure degli orfani Baudelaire, che stavolta devono affrontare serpenti strani e un parente ancora più singolare. Il conte Olaf però sembra non essere pronto ad arrendersi, per cui non dovranno rilassarsi troppo.

Per un breve istante speriamo che possano trovare finalmente la felicità, ma ben presto dovranno aguzzare il loro ingegno per evitare le trame malefiche del conte. Violet, che nel libro precedente mi era sembrata la più intraprendente nel gruppo, conferma ancora una volta il ruolo di sorella maggiore, che deve badare ai suoi fratelli. Klaus invece trova consolazione e rifugio sempre nei libri, che legge instancabilmente in qualsiasi occasione. Anche stavolta infatti la sua costanza aiuterà le sue sorelle e sarà provvidenziale. Da ultima Sunny rimane la più simpatica del trio. E’ ancora troppo piccola per rendersi conto del tutto di quello che la circonda, ma ogni tanto interagisce con versetti che si inseriscono alla perfezione.

Il conte Olaf appena fa la sua comparsa mette subito in chiaro che sarà spietato anche stavolta. I suoi piani possono sembrare a tratti strampalati, ma allo stesso tempo sono geniali. E’ solo tramite colpi di fortuna, capitati al momento giusto, che si riesce a fermare il suo intento. Gli orfani cercano in tutti i modi di fermarlo, ma non riescono a farsi ascoltare dagli adulti.

Stavolta il parente a cui sono affidati è lo zio Montgomery, che sembra essere una persona in gamba e disposta a voler loro bene. L’uomo è alquanto bizzarro, ma ha delle convinzioni particolari sulla vita e soprattutto sui serpenti. E’ molto preso dal suo sogno e dalla voglia di essere riconosciuto come miglior erpetologo al mondo e per questo diventa preda facile del conte Olaf. Riusciranno gli orfani Baudelaire a scongiurare un nuovo triste finale?

Consigliato a: chi pensa che i serpenti non siano gli unici essere letali.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: La stanza delle serpi
Autore: Lemony Snicket
Serie: Una serie di sfortunati eventi [2]
Lunghezza: 167 pagine
Edizione: Ebook
Copertina flessibile
Editore: Salani

Goodreads

Annunci

Jared – [Leona Windwalker]

Jared

Trama: Jared vorrebbe solo festeggiare il suo compleanno e fare nuove amicizie ma, ben presto, si rende conto che andare in giro per locali può essere pericoloso. Non solo, il mondo intero è un posto diverso da quello che pensava. Infatti, scopre che lupi mannari, vampiri e fate sono fin troppo reali. Tutto gira intorno a Steven Chang, erede Alpha e bravo ragazzo sotto tutti i punti di vista. Lui dice che Jared è il suo compagno. Una rivelazione difficile da metabolizzare, ma forse andrà tutto bene, giacché Steve si dichiara disposto a frequentarlo prima di rendere ufficiale la loro unione. Almeno per un po’. Jared spera soltanto di avere tempo a sufficienza per abituarsi a quello che sta accadendo, possibilmente senza scomparire per mano di misteriosi uomini in nero o a causa di qualche altra stranezza.

La mia recensione
Jared dovrebbe essere un libro fantasy che ci introduce in un mondo di licantropi civilizzati, ma sembra invece una storiella senza capo né coda, in cui i vari personaggi fanno un po’ quello che vogliono. Non aspettatevi profondità di sentimenti o un protagonista ben delineato, perché ogni capitolo riesce a stravolgere quel poco di trama che pensavamo di aver capito.

Jared dovrebbe essere un ragazzo in gamba, un po’ solitario, che dopo una notte in un locale si trova catapultato in un mondo che non immaginava esistesse. Nominate una creatura magica qualsiasi e la ritroverete nel libro, che farà capolino mostrandosi nella sua scintillante anomalia rispetto alla normalità che invece lascia trasparire il protagonista.

Ovviamente gli essere sovrannaturali rispecchiano lo stereotipo più conosciuto. Abbiamo maschi alfa che mettono in mostra i muscoli e hanno un forte istinto di protezione, vampiri schivi e solitari e fatine pronte a fare scherzi ridicoli. La magia è utilizzata come espediente per risolvere i problemi, senza alcuna reale spiegazione del suo funzionamento e della logica dietro alcuni comportamenti.

La trama fa acqua da tutte le parti, anche perché non c’è un vero filo logico in tutto il romanzo. L’obiettivo principale è di far unire il protagonista con Steven, fargli superare un po’ di difficoltà e arrivare così al lieto fine. Gli ostacoli non sono così importanti, considerando anche che i traumi più brutti sono superati velocemente per non creare intralci al corso della storia. Insomma si ha la sensazione di leggere un avvenimento dietro l’altro senza che ci sia una vera relazione.

Consigliato a: chi non disprezza le storie molto semplici.

Voto:
Stelle 1

Genere:
Fantasy
Titolo: Jared
Autore: Leona Windwalker
Serie: Urban Wolves [1]
Lunghezza: 184 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Rune Tree Press

Goodreads

Un infausto inizio – [Lemony Snicket]

Un infausto inizio

Trama: Cari lettori,
gli orfani Baudelaire sono graziosi e intelligenti, ma la loro vita, mi spiace dirlo, è piena di sfortuna. Se non sopportate storie contenenti uragani, vestiti che pungono, zuppe di cetriolo fredde, individui repellenti, allora questi libri vi getteranno nel più totale sconforto. È mio triste dovere stare sveglio di notte a indagare su questi tre sventurati giovani, ma se voi preferite dormire sonno tranquilli, vi conviene scegliere un altro genere di libro.
Con il dovuto rispetto,
Lemony Snicket

IN QUESTO PRIMO TREMENDO EPISODIO i tre fratelli diventano subito tre orfani, incontrano l’individuo più viscido e malvagio del mondo, rischiano di perdere tutta l’eredità e sono guardati a vista da un uomo con due uncini al posto delle mani. Siete sicuri di volerlo leggere?

La mia recensione
Da una vita felice gli orfani Baudelaure si ritrovano trasportati in un incubo ad occhi aperti. Si ritrovano intrappolati sotto la tirannia di un fantomatico parente, il conte Olaf, che ha a cuore solo i soldi della loro eredità. I tre ragazzini non sono però degli sprovveduti e devono ingegnarsi per non vedere il loro futuro rovinato.

La maggiore, Violet, è intraprendente e risoluta. Ha promesso ai genitori di badare ai suoi fratelli e ha preso molto sul serio il suo compito. Si capisce che le piace immaginare a occhi aperti, ma tutte le sue fantasie hanno un valore per la vita reale. Klaus invece adora i libri e si lascia trascinare da passioni anche momentanee. Il suo obiettivo è quello di scoprire la maggior parte dei dettagli sull’argomento che lo affascina al momento. E’ un vero studioso che valorizza tutta la cultura, senza tralasciare alcun ramo. Sunny è la più piccola e simpatica. Si esprime con dei versetti, ma il narratore della vicenda ci offre un’interpretazione di quello che potrebbe dire la bambina.

Il narratore è anche lui parte integrante della vicenda. Ci avverte più volte del destino sventurato dei tre orfani, che dovranno affrontare un nemico crudele e spietato. Il conte Olaf è infatti una persona spregevole, sia per le azioni che compie che per la sporcizia che si porta dietro. Non ha la minima cura di sé o delle cose che lo circondano. Vuole solo distruggere qualsiasi ostacolo che lo separi dal patrimonio dei Baudelaure.

Gli adulti nella vicenda non sono stupidi, ma trattano semplicemente i bambini in base alla loro età. Se si lamentano pensano sia dovuto alla tristezza o a un capriccio, non certo perché la persona a cui sono stati affidati è un criminale.

Nel complesso è una lettura divertente, ma bisogna vedere come evolverà la vicenda nei prossimi libri. E soprattutto se i tre piccoli protagonisti sono così sfortunati.

Consigliato a: chi apprezza i bambini coraggiosi.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantasy
Titolo: Un infausto inizio
Autore: Lemony Snicket
Serie: Una serie di sfortunati eventi [1]
Lunghezza: 144 pagine
Edizione: Ebook
Copertina flessibile
Editore: Salani

Goodreads

Le pietre magiche di Shannara – [Terry Brooks]

Le pietre magiche di Shannara

Trama: Nel giardino della vita appassiscono le foglie dell’Eterea, la magica pianta che da secoli mantiene il divieto contro il ritorno dei demoni e assicura la pace al popolo degli Elfi. Nessuno potrà impedire la morte dell’Eterea, ma c’è l’esile speranza che l’incantesimo si rinnovi, se uno degli Eletti riuscirà a bagnarne un seme nella fontana del Fuoco di Sangue. È un’impresa ai limiti dell’impossibile, una sfida contro il tempo e contro il Male. Tra poesia e avventura, tra sortilegi e terrore continua la meravigliosa leggenda di Shannara.

La mia recensione
Elfi e alberi magici sono la base portante di questa nuova avventura fantasy. Ci ritroviamo di nuovo a sfidare un destino ignoto, di cui solo il mago Allanon conosce qualche informazione in più. Peccato che non voglia condividerle con Will, il protagonista della vicenda che dovrà affrontare pericoli inimmaginabili.

Ancora una volta il protagonista è un ragazzo sprovveduto, che non sa quasi nulla dei poteri che scorrono nella sua famiglia. Will dimostra però una certa dose di coraggio nell’affrontare le situazioni più impensate. Riesce a trovare alleati nei posti più impensati, forse perché ispira fiducia in quanto non mentirebbe mai. Il suo unico punto debole è però rappresentato dalla facilità con cui si innamora. Il suo cuore lo porterà a fare delle scelte pericolose pur di salvare la persona di cui si è innamorato.

La ragazza che vorrebbe vedere al suo fianco è Amberle, un’elfa che mi è risultata difficile da apprezzare. Si comporta da ragazzina viziata, che non capisce mai nulla al primo colpo. Bisogna sempre perdere tempo per permetterle di capire la situazione. Non riesce quasi mai a controllare le sue emozioni, lasciandosi trascinare dall’impulsività. Nonostante sia stata addestrata fin da piccola a cogliere i dettagli della magia, dovremo aspettare fino ai capitoli finali prima di avere un suo spunto vitale alla vicenda.

I demoni sono gli avversari più pericolosi e si avverte un brivido ogni volta che si incrocia il loro cammino. Sono creature che hanno una grande sete di vendetta, non si arrendono di fronte a nulla, pur di conquistare la libertà. I loro piani di attacco sono semplici e tremendi: distruggere tutto quello che incontrano, ma al tempo stesso sono in grado d’ideare sotterfugi e tradimenti.

La struttura del libro è simile al precedente, in cui l’eroe deve affrontare una missione pericolosa scoprendo nuovi territori. Il viaggio e l’ignoto che lo aspettano fanno parte integrante della trama, rendendo la lettura piacevole e una scoperta continua.

Consigliato a: chi apprezza i viaggi fantastici.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: Le pietre magiche di Shannara
Autore: Terry Brooks
Serie: La trilogia originale di Shannara [2]
Lunghezza: 498 pagine
Edizione: Ebook
Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Mondadori

Goodreads

Risvegliami – [Cardeno C.]

Risvegliami

Trama: Considerato il più potente mutaforma da generazioni, Zev Hassick è sorpreso e confuso quando si scopre attratto dal suo migliore amico. Il suo molto umano, molto maschio, migliore amico. Un mutaforma deve accoppiarsi con una femmina della sua stessa specie per mantenere la sua umanità, quindi un mutaforma non può essere gay. Eppure tutto gli dice che Jonah è il suo vero compagno.

Mantenere una relazione con l’uomo che ha amato sin dall’infanzia non è facile per Jonah Marvel, ma non lascerà che la distanza o la bizzarra famiglia di Zev si metta di mezzo. Quando una strana malattia inizia ad affliggerlo, la necessità principale è salvare la propria vita e la propria sanità mentale per poter avere un futuro con Zev.

Zev e Jonah sanno di essere destinati a stare insieme, ma devono affrontare tradizioni radicate da generazioni e segreti a lungo sepolti che possono minacciare il loro futuro insieme.

La mia recensione
I mutaforma sembrano voler integrarsi nella società, ma alcune tradizioni sono dure a morire. Ne sa qualcosa Zev che deve lottare per mantenere la sua autorità e al tempo stesso farsi amare dal suo migliore amico.

Zev è un ragazzo che tiene alla sua famiglia, ma allo stesso tempo vuole dimostrare che per rimanere al passo con i tempi bisogna riuscire a innovarsi. Il suo branco segue delle regole da molto tempo, cercando di evitare qualsiasi contatto con gli umani. Le tradizioni imposte dalla sua famiglia sono però un ostacolo per la sua felicità, poiché i suoi sentimenti verso Jonah, il suo migliore amico, sono sicuramente più passionali di quanto lasci a vedere.

Jonah sembra essere una persona normale, che vuole vivere la sua vita senza troppi problemi. Lui e il padre si sono integrati nella piccola comunità, ma l’incontro con Zev gli stravolgerà l’esistenza. Non è un ragazzo solitario, ma può contare sempre sul suo amico per avere un confidente. Zev non gli tarpa le ali, anzi lo incoraggia a percorrere la sua strada, anche se questo vuol dire che essere separati.

La trama è abbastanza semplice, poiché i due protagonisti sono quasi destinati a stare insieme fin dall’inizio. Percorriamo la loro relazione attraverso una serie di flashback che ci mostrano le tappe fondamentali della loro relazione. Fin da quando erano bambini hanno passato del tempo insieme e crescendo non vogliono perdere il loro legame. Ci sono un paio di colpi di scena, soprattutto nel finale.

Il branco e tutta la parte soprannaturale sono svelati nella prima parte del libro, lasciandoci ambientare in fretta nel mondo descritto. La seconda parte è decisamente più movimentata, lasciando spazio a delle scene concitate. Infatti oltre alla storia d’amore tra i due protagonisti c’è un mistero da risolvere, che comporterà qualche grattacapo per tutti i personaggi.

Consigliato a: chi aspetterebbe per sempre il proprio compagno.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantasy
Romantico
Titolo: Risvegliami
Autore: Cardeno C.
Serie: Mate [1]
Lunghezza: 357 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell Edizioni

Goodreads

Il mondo del ghiaccio e del fuoco – Isole di Ferro

Il mondo del ghiaccio e del fuocoTra tutte le regioni di Westeros le Isole di Ferro sono la rappresentazione di come una minoranza possa causare grandi problemi a tutti gli altri. Formate da marinai in gamba e molto orgogliosi, gli Uomini di Ferro non si sono amalgamati con il resto del continente.

Mappa delle Isole di Ferro Ogni isola di questo piccolo regno ha una storia e una tradizione di scorribande da onorare. Per riuscire a governare questo popolo bisogna essere coraggiosi, ma inginocchiarsi davanti agli avversari e cercare di razziare qualsiasi costa per dimostrare il proprio valore. Questi uomini non cercano pace e tranquillità, ma vogliono conquistarsi un posto dimostrando il loro valore.

Le navi di FerroTra gli eroi che ricordano con particolare piacere c’è la Piovra Rossa, feroce capitano che ha guidato intere flotte alla conquista delle ricche terre del continente. Le scorribande del passato, e quelle che si preannunciano nei libri finali della saga, servono agli Uomini di Ferro per ottenere schiavi e mogli di sale. I primi sono utili per il lavoro nelle miniere, che riesce a spezzare in pochi mesi anche l’uomo più sano. Le seconde invece vanno a rimpolpare le dinastie delle Isole, per generare sempre sangue nuovo.

La casata Geyjoy I Greyjoy sono al momento la casata più potente, che domina sulle altre. Sono riusciti a conquistare il potere con pazienza, mettendosi in mostra come abili condottieri e presentandosi al momento giusto per farsi acclamare con regnanti, seguendo le antiche tradizioni. Sono fedeli al Dio Abissale, pronti a tutto pur di onorarlo e compiacerlo. Bisogna aspettarsi qualche colpo di scena proprio per questo aspetto, visto che il carattere indomito degli Uomini di Ferro è pronto a esplodere.

[Continua…]

Le immagini sono tratte da Race for the Iron Throne e Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco – Wiki

Il colore della magia – [Terry Pratchett]

Il colore della magia

Trama: L’odissea del Mondo Disco e dei suoi bizzarri abitanti. In un remoto angolo dell’universo orbita uno strano pianeta tutto piatto, sorretto da quattro magici elefanti, dove vivono le più svariate specie di abitanti e le cui uniche leggi sono quelle dell’incantesimo e della stregoneria.

La mia recensione
Può un mago fifone, poco avvezzo alla magia e sbeffeggiato da tutti diventare un eroe? La risposta è decisamente no, ma Scuotivento, il protagonista del libro, ci fa morire dal ridere nelle sue avventure. Immaginate un mago che non riesce a fare alcun incantesimo, sbattuto fuori dalla scuola di magia e senza alcuna prospettiva per il futuro.

Di punto in bianco la sua vita viene però stravolta dall’arrivo di un viaggiatore accompagnato da un bagaglio alquanto strano. Essendo straniero non è abituato ai costumi della terra di Scuotivento, permettendoci di scoprire con lui alcuni particolari che potrebbero altrimenti sfuggire. Allo tempo lui rappresenta una stranezza, un uomo difficile da inquadrare e quasi impossibile da comprendere.

Tutto il mondo descritto non rispetta le regole cui siamo abituati. Tra creature fantastiche e fughe a cavallo di draghi non si sa cosa aspettarsi dietro a ogni pagina. Scuotivento ha paura ad affrontare il mondo esterno, perché si sente indifeso, cosa che è comprensibile visti i pericoli cui va incontro. Si rimane affascinati dalla diversità di costumi e di creature che s’incontrano, nate dalla fantasia dello scrittore. Non si avverte mai una nota fuori posto, nonostante alcuni esseri siano veramente a limite dell’incredibile.

A complicare la situazione e a rendere il tutto più incerto e imprevedibile è la presenza di divinità sovrannaturali, che sembrano intervenire nei momenti culminanti della vicenda. I poteri che si muovono nascosti nell’ombra seguono delle regole particolari, muovendo i vari personaggi come pedine su una scacchiera. Tra di loro ci sono un paio di figure affascinanti, che sicuramente avranno un ruolo maggiore nei prossimi libri.

Il Mondo Disco, infatti, è una saga lunga e composta da tanti sottocicli, ognuno con un protagonista particolare. Scuotivento si è ritrovato protagonista per sbaglio, ma ci regalerà altri momenti divertenti nei libri futuri.

Consigliato a: chi vuole immergersi in un nuovo mondo fantastico.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: Il colore della magia
Autore: Terry Pratchett
Serie: Mondo Disco [1]
Scuotivento [1]
Lunghezza: 174 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: TEA

Goodreads

Miss Strega – [Eva Ibbotson]

Miss Strega

Trama: Nel grande concorso per streghe il primo premio per la magia più sbalorditiva è diventare la sposa di un genio della magia nera, l’affascinante giovane mago Arriman. Ognuna compare con il suo aiutante, il suo famiglio: la signorina Naufragio, ex sirena e ora pescivendola, ha un polipetto, Ethel Truogolo un maiale, le gemelle Nancy e Nora Urlòn due galline identiche, Mamma Sanguisuga, ormai vecchia e svanita che ama trasformarsi in un tavolino da caffè e poi non riesce più a ritrasformarsi, una scatola piena di larve bianche. Le magie si susseguono, ma è la diabolica Madame Olympia che esegue quella più terrificante: topi, topi, topi che si mangiano l’un l’altro. E la povera Belladonna, che sa solo fare magie bianche? È vero che ha il verme Bobi per famiglio, però…

La mia recensione
Se per conquistare l’uomo amato bisognasse fare la magia più nera del mondo? Belladonna, una strega bianca fin dalla nascita, si trova davanti a un gran problema: rinnegare la sua natura per dare ascolto al suo cuore. Per la protagonista questo diventa alquanto difficile, poiché si è innamorata di Arriman, lo stregone più oscuro che abbia mai conosciuto. La ragazza però non si perde d’animo ed è disposta a fare grandi sacrifici pur di raggiungere il suo obiettivo.

Il suo desiderio di essere parte di un gruppo ed essere accettata anche se diversa dagli altri si fa sentire fin da subito nella storia. Non è l’unica però a voler formare una famiglia su cui contare. Anche il giovane Russ, orfanello che aiuterà Belladonna nella storia, non vede l’ora di avere qualcuno che si prenda cura di lui e che gli voglia bene. Entrambi i personaggi hanno avuto un passato difficile, sbeffeggiati dalle persone che avevano intorno, ma non vogliono arrendersi e non rinunciano ai loro sogni.

Come possibili contendenti per il cuore di Arriman troviamo un gruppo di streghe alquanto sgangherato. Sono identificate da un tratto distintivo, come l’essere discendenti di sirene oppure avere un’affinità con la terra, che le rendono davvero buffe. L’unica che incute un vero timore è madame Olimpia, che fin dalla sua introduzione rappresenta un pericolo per tutti. E’ una donna crudele e senza cuore e lo si intuisce anche dalle magie che pratica. Non si risparmia colpi bassi e sotterfugi per ostacolare le sue avversarie e sarà un pericolo costante per Belladonna.

La protagonista, oltre al piccolo Russ e al suo famiglio Bobi, potrà però contare sull’aiuto inaspettato di altri personaggi. Molti, infatti, rimangono affascinati da questa ragazza dolce e sempre disponibile ad aiutare, che non si lamenta mai anche per i compiti più ingrati. E’ come se fosse una Cenerentola con poteri magici, dobbiamo solo sperare che riesca a raggiungere anche lei il suo lieto fine.

Consigliato a: chi crede che alcune streghe siano affascinanti.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: Miss Strega
Autore: Eva Ibbotson
Lunghezza: 237 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Editore: Salani

Goodreads

La notte del Corvo – [James Barclay]

La notte del corvo

Trama: Sono passati cinque anni da quando il gruppo di mercenari conosciuto come il Corvo ha neutralizzato gli effetti del terribile incantesimo Rubaurora. Cinque anni di pace, che hanno consentito all’Ignoto e ai suoi compagni di riprendere un’esistenza normale, e alla maga Erienne e al mago Denser di coronare il loro sogno d’amore con la nascita di una bellissima bambina, Lyanna. Ma quell’immensa gioia rischia di diventare una spaventosa minaccia per il mondo di Balaia. La piccola, infatti, è dotata di poteri devastanti, che stanno causando fortissimi terremoti e irreversibili cambiamenti climatici. I draghi sono stati i primi a soffrirne, tuttavia adesso anche gli uomini temono il peggio. Ecco perché i sovrani dei regni di Balaia decidono di richiamare in servizio il Corvo, affidandogli una missione ben precisa: neutralizzare gli effetti collaterali della magia di Lyanna, a qualunque costo. Temendo che i mercenari vogliano uccidere lei e la figlia, Erienne fugge insieme con Lyanna, lasciando al Corvo una terribile scelta: darle la caccia come a un qualsiasi nemico, oppure tradire la fiducia dei governanti in nome della loro amicizia…

La mia recensione
La compagnia del Corvo deve affrontare un momento terribile: dopo essersi sciolti e aver proseguito con le loro vite, sono costretti a combattere di nuovo insieme per proteggere un’innocente. Per una volta però gli eroi sentono il passare del tempo e non sono più in forma smagliante.

Erienne e Denser avrebbero potuto costruire una famiglia insieme, preoccupandosi solo della loro figlia Lyanna. Invece si sono lasciati dividere dalle divergenze di opinione sulla magia e sull’educazione della bambina. Questa loro separazione li rende più deboli e impreparati alle sfide che devono affrontare. Erienne pensa di sapere tutto, di essere in grado di poter proteggere sua figlia dalle minacce del mondo esterno senza troppi problemi. Lyanna infatti è una bambina troppo dotata, che non riesce a controllare il proprio potere. E’ fin troppo viziata, coccolata dalla madre e dal padre, che sono pronti a soddisfare qualsiasi suo capriccio.

Quando Erienne compie un gesto disperato, sarà solo il Corvo l’unico in grado di venirle in aiuto. L’Ignoto però è riuscito ad adattarsi a una vita normale, gestendo la sua locanda senza pensare più ai combattimenti. Hirad si sta occupando dei draghi rimasti intrappolati a Balaia, rimanendo in disparte rispetto al resto del gruppo. Il suo legame con Sha-Kaan è rimasto intenso e il barbaro farebbe di tutto per ricambiare il grande gesto che hanno fatto per salvare l’intero continente.

L’avventura è in parte costituita dal ritrovarsi dei vecchi compagni, che devono ritrovare la grinta e la coesione. Non sarà tutto facile come nei libri passati, perché l’età e i nuovi stili di vita iniziano a farsi sentire. Il Corvo rimane comunque una forza da non sottovalutare, perché riescono a ideare una strategia anche nei momenti più critici, quando tutti getterebbero la spugna.

Consigliato a: chi crede che l’amicizia e il coraggio siano doti uniche.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantasy
Titolo: La notte del Corvo
Autore: James Barclay
Serie: Le cronache del Corvo [3]
Lunghezza: 496 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Nord

Goodreads

L’Ordine della spada – [Virginia De Winter]

L'Ordine della spada

Trama: Chi è Eloise Weiss? Perché il più antico vampiro della stirpe di Blackmore abbandona per lei l’eternità suscitando le ire di Axel Vandemberg, glaciale Princeps dello Studium e tormentato amore della giovane?

La Vecchia Capitale si prepara alla Vigilia di Ognissanti e il coprifuoco è vicino perché il Presidio sta per aprire le sue porte. Il lento salmodiare delle orde di penitenti che si riversano per le vie, in cerca di anime da punire, è il segnale per gli abitanti di affrettarsi nelle proprie case, ma per Eloise Weiss è già troppo tardi. Scambiata per una vampira, cade vittima dell’irrazionalità di una fede che brucia ogni cosa al suo passaggio. In fin di vita esala una richiesta d’aiuto che giunge alle soglie della tomba dove Ashton Blackmore, un redivivo secolare, riposa protetto dalle ombre della Cattedrale di Black Friars. Il richiamo della ragazza è un sussurro che si trasforma in ordine, irrompe nella sua mente e lo riporta alla vita. Nobili vampiri di vecchie casate, spiriti reclusi e guerrieri, eroici umani e passioni che il tempo non è riuscito a cancellare: Black Friars – L’ordine della Spada è un mondo nuovo che profuma di antico, un romanzo che si ammanta di gotico per condurre il lettore tra i vicoli della Vecchia Capitale o negli antri del Presidio, in un viaggio che continua oltre la carta e non finisce con l’ultima pagina.

La mia recensione
Vampiri, principi, frati combattenti, in questo libro troviamo vari personaggi, che riescono a creare un mondo fantastico. Si può dire che l’autrice riesca a tratteggiare con facilità un’intera città, con una società complessa che la governa con qualche intoppo, ma senza pugno di ferro. Il passato che racchiude alle sue spalle è avvolto nel mistero, si capisce che è scoppiata una rivolta tremenda, finita nel sangue, ma per scoprire i reali avvenimenti dovremo aspettare quasi la fine del libro.

La protagonista è Eloise, una ragazza che sta studiando per diventare medico. Fin da subito capiamo che lei è diversa dalle altre compagne di studi. La sua diversità non riguarda solo il passato un po’ tormentato, ma anche una sensibilità verso l’aspetto paranormale del mondo.

Infatti, la città descritta è costellata da creature particolari, e vampiri autentici che girano per le strade per lo più ben accetti. Il pericolo maggiore però è rappresentato da dei veri e propri spiriti, che rimangono incatenati lontano dalla città. Tranne che per un piccolo particolare: con il passare dei capitoli sembrano essere sempre più liberi, senza più alcun controllo. Eloise si ritroverà quindi a dover fronteggiare le sue più grandi paure, scoprendo nel frattempo come mai riesce ad avvertire la presenza di questi spiriti in modo netto.

Ovviamente non sarà sola, ma avrà al suo fianco ben due aiutanti giovanotti pronti a soccorrerla sempre. Il primo che conosciamo è Ashton, un vampiro di quattrocento anni che scopre il potere della protagonista e decide di sfruttarlo a suo vantaggio. Non è però uno sfruttatore, ma si affeziona alla “ragazzina-umana”, desiderando che non le accada nulla. Come suo rivale per rimanere al fianco di Eloise troviamo anche Alex, un vero principe. Tra lui e la protagonista c’è un passato sofferto. I due, infatti, sembrano parecchio affiatati in passato, ma è successo qualcosa che li ha separati. Nonostante provino ancora qualcosa l’uno per l’altra, non vogliono arrendersi ai loro sentimenti per non soffrire ancora. O meglio questo è quanto continua a ripetersi Eloise, perché Alex fa di tutto per proteggerla e tenerla al sicuro.

Il vero mistero a fondo della trama è duplice e si risolve in parte solo alla fine del libro. Essendo una serie, potremo scoprire solo nei volumi successivi il resto degli intrighi.

Consigliato a: chi apprezza le storie misteriose e nuovi mondi da scoprire.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantasy
Titolo: L’Ordine della spada
Autore: Virginia De Winter
Serie: Black Friars [1]
Lunghezza: 682 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Fazi

Goodreads