Saghe da Oscar: Napoleone e i Medici star della letteratura – BookCity 2017

BookCity 2017: Saghe da Oscar – Napoleone e i Medici star della letteratura

I romanzi storici riescono sempre ad attirare nuovi lettori grazie al grande talento degli autori.

L'ultimo campo di battaglia di Simon Scarrow Simon Scarrow ne è un esempio, con i suoi libri ha fatto scoprire aspetti inaspettati sui romani e sui britanni. In L’ultimo campo di battaglia è la volta della Francia e di Napoleone. La narrativa storica infatti stabilisce una specie di contratto con il lettore, essendo basata sulla verità degli avvenimenti. La ricerca dell’autore di ogni singolo dettaglio diventa così una specie di ossessione, che viene interrotta solo per iniziare a scrivere il romanzo.

Si deve tenere in considerazione che la Storia e la narrativa storica sono due aspetti differenti del passato. L’autore deve trasmettere il piacere di entrare nella testa dei personaggi. Il lettore deve identificarsi con il protagonista, per riuscire a catturarlo dentro la trama.

Inserire come personaggio principale Napoleone, che rappresenta un mito nella mente dei lettori, è stato molto difficile. Per non cadere in trappola e raccontare una storia troppo idealizzata, l’autore ha scelto di contrapporre il protagonista con un altro personaggio, per creare un certo distacco da una figura leggendaria. Il contesto e l’ambientazione della trama è risultato così più ampio e ha consentito d’interagire con più facilità con il protagonista.

Decadenza di una famiglia di Matteo Strukul Il rinascimento italiano è al centro delle vicende narrate da Matteo Strukul, che con il suo ultimo libro Decadenza di una famiglia ci regala una nuova avventura dei Medici. Per uno scrittore di romanzi storici la prima cosa da imparare è distillare quello che si è imparato dalle proprie ricerche. Si deve prendere solo ciò che potrebbe affascinare il lettore senza compromettere il ritmo della narrazione.

Per rendere più affascinante la storia, lo scrittore deve lavorare sulle zone grigie, cioè quegli avvenimenti di cui si sa poco. Questo permette di avere una diversa prospettiva anche su fatti conosciuti, indagati a fondo dai veri storici. I Medici hanno però una storia molta conosciuta, che contrappone corruzione alla cultura. Da un lato abbiamo una famiglia potente, che per consolidare il proprio dominio non rinuncia a ricorrere al denaro e al ricatto. Ogni singolo componente, come emerge anche dai libri, ha meno rilevanza rispetto alla famiglia e solo l’unione li può far dominare sugli altri. Allo stesso tempo però i Medici hanno incoraggiato la cultura in tutte le sue forme. Si erano infatti accorti che il modello culturale è più pervasivo di quello politico ed era così possibile convincere più persone della loro magnificenza.

Io sono rimasta affascinata da entrambi gli scrittori, voi cosa ne pensate?

Annunci

Viaggio nella narrativa italiana fantastica contemporanea – BookCity 2017

BookCity 2017: Viaggio nella narrativa italiana fantastica contemporanea

La narrativa fantastica italiana sta vivendo degli anni molto effervescenti. Nuovi autori continuano a comparire, pubblicando libri di altissima qualità che riescono a colpire il pubblico.

Time Deal di Leonardo Patrignani E’ il caso di Time Deal di Leonardo Patrignani, che racconta di un mondo distopico, isolato da qualsiasi intromissione esterna. Lo scontro su cui si basa la trama è tra un’azienda farmaceutica, che vuole imporre i propri prodotti, e la popolazione, che deve adattarsi a un mondo che cambia. L’ispirazione è nata leggendo Preda di Michael Crichton, un thriller fantascientifico dove le nanotecnologie giocano un ruolo importante nella trama.

La ricerca dell’autore, per riuscire a scrivere i suoi libri, si basa sullo sviluppo futuro delle tecnologie attuali. Bisogno quindi avere grande immaginazione per capire che strada seguirà l’evoluzione e sfruttare ogni singola conoscenza per rendere il tutto credibile. La scrittura rimane però un’azione istintiva, senza dover pensare al proprio target di pubblico.

L’autore è affascinato dalle transizioni e l’adolescenza ne è un esempio lampante. E’ un periodo in cui le passioni sono immediate e brucianti, tutto viene vissuto molto intensamente. Per questo vuole intrattenere i lettori, per cercare di stimolarli verso ricerche aggiuntive dopo la lettura del libro.

L’amore per la scrittura impone che l’autore sia sempre immerso nel suo mondo, in attesa del momento d’illuminazione in cui formula la nuova idea di partenza per il libro. La scrittura aiuta a capire se l’idea è veramente giusta, non basta solo rifletterci sopra ma bisogna tradurla in parole. Quando si capisce veramente il tema della storia è arrivato il momento giusto per dare la svolta alla trama e impegnarsi a fondo per finire il libro.

Hyperversum di Cecilia Randall Hyperversum di Cecilia Randall è ambientato a metà strada tra il presente e il medioevo, dove il protagonista si ritrova trasportato. La passione personale dell’autrice per questo periodo storico l’ha invogliata a inserirlo come ambientazione dominante del libro.

Il grande lavoro di ricerca che ha dovuto svolgere, anche sul luogo, per riuscire a rendere reale la narrazione le ha permesso di creare un universo credibile. Non solo gli avvenimenti o i luoghi devono essere rispettati, ma anche il cibo o i vestiti devono essere coerenti con l’epoca descritta. Dover capire quanto ci possa mettere un piccione viaggiatore a compiere un determinato tragitto diventa così questione di vita o di morte per i personaggi.

Scrivere un libro dedicato ai ragazzi è difficile, perché i lettori sono un gruppo attento ai minimi dettagli. Questo tipo di pubblico dimostra grande entusiasmo, sia quando ama un’opera, sia quando invece la odia. Bisogna quindi trovare il giusto registro per rendere le storie non superficiali o banali, conquistando il cuore e la testa di chi legge. Anche il registro della narrazione non è estremizzato, nonostante si trattino tutti i temi possibile. L’importante è rimanere sempre onesti nei confronti dei lettori.

L’autrice ha un proprio metodo per riuscire a trovare l’idea giusta su cui basare il priorpio romanzo: tiene sempre a portata di mano i “quaderni di storie perdute”, in cui inserisce schizzi di un personaggio o delle scene particolari. Il suo punto di partenza rimane però il momento in cui iniziano i guai e il protagonista capissce quale sarà il suo obiettivo da raggiungere. L’importante è controllare sempre di avere l’entusiasmo per continuare a scrivere l’intera vicenda.

Entrambi i libri sono molto interessanti: voi quale preferite?

Scarlett Thomas: stregata dal fantasy – BookCity 2017

BookCity 2017: Scarlett Thomas – stregata dal fantasy

 Il drago verde di Scarlett ThomasCon Il drago verde Scarlett Thomas inaugura una nuova saga fantasy che racchiude all’interno un inno all’amore per i libri. Per riuscire a ricreare un’ambientazione dove la magia potesse veramente essere utile, l’autrice ha però ideato un mondo in cui la tecnologia ha subito una battuta d’arresto. Un grande cataclisma, di cui scopriremo qualcosa in più solo leggendo il libro, ha riportato il mondo al 1992. Rimuovendo così molte scoperte moderne si è creato un nuovo spazio per tutti gli aspetti paranormali della vicenda.

I libri sono descritti come strumenti potenti, che colpiscono la mente del lettore e possono trasformarsi in azioni buone o cattive a seconda dell’intento che si ha. Non sono più degli oggetti inanimati, ma sono porte che si aprono su mondi diversi, trasportando la protagonista in altre realtà.

Il sistema magico del libro parte dall’idea che ognuno è speciale a modo suo, mostrando almeno una qualità eccellente. I singoli personaggi sono così suddivisi a seconda delle loro qualità, che permettono loro di usare determinati oggetti. La magia ha un ruolo importante nella serie, considerando anche che i primi rudimenti li scopriamo tramite il nonno della protagonista, che è una figura centrale per la ragazza. Nonostante ci siano leggi e burocrazia a regolamentarne l’uso, dall’atteggiamento del nonno si capisce che alcuni aspetti sono comunque tenuti segreti.

L’idea è nata durante un viaggio a inizio estate, quando l’autrice ha scoperto per caso un piccolo paesino in Inghilterra in cui ha deciso di ambientare il romanzo. La scrittura di questa nuova serie l’ha coinvolta così tanto che i successivi due libri hanno già una data di uscita. Nel 2018 e 2019 potremo così completare l’intera trilogia.

Scarlett Thomas ha concesso anche ben tre anticipazioni su cosa accadrà nel prossimo romanzo:

  • Mximillian scoprirà Beethoven
  • Effi avrà un “desiderio” particolare
  • Maximillian si recerà in una Venezia insolita

Cosa ne pensate di questa serie?

I segreti dello scrittore – BookCity 2017

BookCity 2017: i segreti dello scrittore

Ogni anno sono pubblicati molti libri, con trame diverse, ma solo alcuni riescono veramente a colpire i lettori. I bestseller sono merce rara, che diventa ancora più preziosa quando le opere sono selezionate per diventare serie TV o film.

L'allieva di Alessia Gazzola E’ il caso di L’allieva di Alessia Gazzola e Sirene di Monica Rametta, entrambi presenti sul piccolo schermo. I processi di trasposizione che hanno seguito sono inversi tra loro: il primo è un libro da cui è stata tratta la serie TV, il secondo invece è uno sceneggiato da cui è stato tratto il romanzo.

La selezione a volte può nascere da un colpo di fulmine del produttore, che individua il libro tra tante uscite. Tra le caratteristiche fondamentali che sono sempre richieste troviamo la presenza di un personaggio, che deve crescere in base alle esperienze e a livello emotivo. Anche l’ambientazione deve essere ben curata, senza essere per forza essere simile ai grandi successi del passato. L’entusiasmo che il libro riesce a suscitare nei lettori è fondamentale per riuscirne a trarne una serie TV di successo

Sirene di Monica Rametta Più il racconto è articolato, più è possibile sfruttare le potenzialità della trama. Anche se le serie TV devono rinunciare ad alcuni dettagli, possono comunque sfruttare la ricchezza del libro per trarre spunti fondamentali. Infatti a volte capita che le due versioni della storia, quella cartacea e quella multimediale, possano differire, ma questo non deve essere considerato come un tradimento. Infatti si rivolgono a un pubblico diverso e un bravo editor/sceneggiatore deve riuscire a capire quale sia il suo target di riferimento.

Non bisogna però accontentare in tutto e per tutto gli spettatori, ma bisogna essere in grado di stupirli. Le sorprese non devono essere fine a se stesse, ma bisogna saper giocare con il proprio pubblico, con la sua intelligenza per invogliarlo a continuare a guardare la serie TV. L’aggiunta di nuovi punti di vista può essere la scelta più comune, offrendo così una visione diversa rispetto a quanto si è letto nel libro.

Il fatto che nascano sempre più serie TV prese dai libri è dovuto anche a un cambiamento nello stile di scrittura degli autori. Non si limitano più a raccontare la loro storia, ma la narrazione che producono sembra giù essere adeguata per adattarsi a uno schermo televisivo.

Quale sarà secondo voi il prossimo libro da cui sarà realizzata una serie TV?

Tra sogno e avventura – BookCity 2017

BookCity 2017: tra sogno e avventura

Victoria sogna Avreste mai pensato che la periferia parigina potesse ospitare un angolo di Far West? A causa di un piccolo equivoco, la piccola protagonista del libro “Victoria sogna”, si troverà a dover gestire ben tre indiani che le sconvolgeranno la vita. Sono infatti le fantasie di una ragazzina che popolano le pagine del libro, che ci trasportano in una dimensione differente rispetto alla realtà.

Timothée de Fombelle riesce infatti ad attraversare temi importanti come la famiglia e il ruolo dei libri nella nostra vita senza però appesantire la scrittura. La vivacità di Victoria, che cresce con lo scorrere delle pagine, riesce a catturare la nostra attenzione senza mai annoiarci. Inoltre le illustrazioni, che caratterizzano il libro, seguono l’evoluzione della protagonista. Da ironiche e spiritose nelle prime pagine si incentrano pian piano sui sentimenti e sulla sfera affettiva.

Il libro è il risultato di un lavoro collettivo, che ha coinvolto l’autore, la traduttrice e l’illustratrice, per riuscire a creare un prodotto omogeneo e di grande impatto. Per Timothée de Fombelle era importante che nel passaggio dal francese all’italiano non fosse persa l’intensità emotiva della storia. Il lavoro finale rispecchia in pieno il desiderio dell’autore, aggiungendo anche un tocco grafico che manca nell’edizione originale.

Vi invito a scoprire in anteprima le prime pagine del libro sul sito ufficiale della casa editrice.

Il mondo del ghiaccio e del fuoco – Isole di Ferro

Il mondo del ghiaccio e del fuocoTra tutte le regioni di Westeros le Isole di Ferro sono la rappresentazione di come una minoranza possa causare grandi problemi a tutti gli altri. Formate da marinai in gamba e molto orgogliosi, gli Uomini di Ferro non si sono amalgamati con il resto del continente.

Mappa delle Isole di Ferro Ogni isola di questo piccolo regno ha una storia e una tradizione di scorribande da onorare. Per riuscire a governare questo popolo bisogna essere coraggiosi, ma inginocchiarsi davanti agli avversari e cercare di razziare qualsiasi costa per dimostrare il proprio valore. Questi uomini non cercano pace e tranquillità, ma vogliono conquistarsi un posto dimostrando il loro valore.

Le navi di FerroTra gli eroi che ricordano con particolare piacere c’è la Piovra Rossa, feroce capitano che ha guidato intere flotte alla conquista delle ricche terre del continente. Le scorribande del passato, e quelle che si preannunciano nei libri finali della saga, servono agli Uomini di Ferro per ottenere schiavi e mogli di sale. I primi sono utili per il lavoro nelle miniere, che riesce a spezzare in pochi mesi anche l’uomo più sano. Le seconde invece vanno a rimpolpare le dinastie delle Isole, per generare sempre sangue nuovo.

La casata Geyjoy I Greyjoy sono al momento la casata più potente, che domina sulle altre. Sono riusciti a conquistare il potere con pazienza, mettendosi in mostra come abili condottieri e presentandosi al momento giusto per farsi acclamare con regnanti, seguendo le antiche tradizioni. Sono fedeli al Dio Abissale, pronti a tutto pur di onorarlo e compiacerlo. Bisogna aspettarsi qualche colpo di scena proprio per questo aspetto, visto che il carattere indomito degli Uomini di Ferro è pronto a esplodere.

[Continua…]

Le immagini sono tratte da Race for the Iron Throne e Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco – Wiki

W…W…W… Wednesdays #137

W...W...W... Wednesdays
W…W…W… Wednesdays è stato creato da MizB di ShouldBeReading

What are you currently reading?
Cosa stai leggendo?

House of Cards

What did you recently finish reading?
Cosa hai appena finito di leggere?

Le pietre magiche di Shannara (La trilogia originale di Shannara, #2) Elfi e alberi magici sono la base portante di questa nuova avventura fantasy. Ci ritroviamo di nuovo a sfidare un destino ignoto, di cui solo il mago Allanon conosce qualche informazione in più. Peccato che non voglia condividerle con Will, il protagonista della vicenda che dovrà affrontare pericoli inimmaginabili.

CONSIGLIATO:

Lettura consigliata

Buon Natale, Signor Miggles Una dolce storia natalizia, che per gli appassionati di libri ha anche il pregio di essere ambientata in biblioteca. Innamorarsi del proprio capo, in un piccolo paesini, può voler dire solo guai, ma forse per il nostro protagonista c’è speranza per un lieto fine.

CONSIGLIATO:

Lettura consigliata

The Bourne Identity: Un nome senza volto Chi ha guardato il film ispirato a questo libro si ritroverà trascinato in un’avventura con un’atmosfera intrigante, ma dai riscolti inaspettati. La trama infatti è più complicata della trasposizione cinematografica, con dei colpi di scena incredibili.

CONSIGLIATO:

Lettura consigliata

Scopri le letture consigliate Lettura consigliata oppure non all’altezza delle aspettative Lettura non consigliata

What do you think you’ll read next?
Quale sarà la tua prossima lettura?

DuneL'ultimo cacciatore di libri

Quali sono le vostre ultime letture?

Pagine Future #25 – 2017

Nuove uscite da leggere nei prossimi mesi

Seme di stregaArtemis. La prima città sulla luna ChillsEra il mio migliore amico

Seme di strega
Seme di strega di Margaret Atwood
Perchè leggerlo: il potere della fantasia può diventare imprevedibile.
Pubblicato il: 02 Novembre 2017
Genere:fantasyGoodreads
Artemis. La prima città sulla luna
Artemis. La prima città sulla luna di Andy Weir
Perchè leggerlo: un crimine pianificato può avere risvolti inquietanti per una colonia nello spazio
Pubblicato il: 16 Novembre 2017
Genere:FantascienzaGoodreads
Chills
Chills di Mary SanGiovanni
Perchè leggerlo: quando si è isolati dal resto del mondo si inizia a temere anche del proprio vicino
Pubblicato il: 10 Novembre 2017
Genere:HorrorGoodreads
Era il mio migliore amico
Era il mio migliore amico di Gilly Macmillan
Perchè leggerlo: può un’amicizia perfetta nascondere qualcosa di più sinistro?
Pubblicato il: 09 Novembre 2017
Genere:MisteroGoodreads

La futura regina – [Philippa Gregory]

La futura regina

Trama: Inghilterra, 1465. Sono gli anni della Guerra delle due Rose e il conte Richard Neville, discendente di una prestigiosa famiglia aristocratica, è uno degli uomini più influenti alla corte di re Edoardo IV. Ambiguo e assetato di potere, il conte sa di poter utilizzare per i suoi giochi politici due carte preziose: le giovani, bellissime figlie Anna e Isabella. Incurante della loro volontà e dei loro sogni, comincia ben presto a pianificarne il futuro, tessendo alleanze con chi, a corte, è – o sembra – più vicino al re. Ma le due sorelle impareranno presto a giocare per conto proprio la partita della vita, e a liberarsi dal giogo paterno. Soprattutto Anna, forte e coraggiosa, decisa a non arrendersi mai. Il destino tuttavia non fa che accanirsi contro di lei: “Ho perso mio padre in battaglia, mia sorella, mio cognato e mio nipote per mano degli sgherri della regina, e ora anche mio figlio…” Disperata, braccata dai nemici della sua famiglia, non sa dove cercare un rifugio sicuro né di chi potersi fidare completamente. Eppure quello stesso destino così crudele la porterà un giorno, trionfalmente, sul trono d’Inghilterra. Dalla penna di Philippa Gregory, una nuova drammatica storia di passioni, intrighi e lotta per il potere alla corte di Edoardo IV.

La mia recensione
Anna Neville è stata una regina abbastanza sfortunata. Salita al trono dopo il regno sfavillate di Edoardo IV e della regina Elisabetta Woodville, si ritrova a dover gestire un paese che sogna la pace ma è costantemente minacciato da rivolte.

L’ascesa al trono di Anna è però lunga e piena d’imprevisti, nonostante suo padre fosse il conte di Warwick, il creatore di re. Fin dall’infanzia sa che lei o la sorella potrebbero diventare regine, ma essendo la minor non rientra nei grandi piani di suo padre. Solo dopo che sua sorella Isabella viene data in sposa nel momento sbagliato all’uoomo che non conquisterà il trono, Anna si ritrova al centro di mire politiche incredibili. Il suo primo matrimonio con Edoardo di Lancaster è triste e senza sentimenti. La ragazza è terrorizzata dalla madre del suo consorte, la regina Margherita, su cui fin da piccola ha sentito solo storie tremende. Si sente abbandonata sia dal padre che dalla madre, che la usano solo come pedina per i loro giochi di potere.

Il rapporto con la sorella Isabella è altalenante. Si vogliono molto bene, ma entrambe le ragazze sono ambiziose. Quando una si rende conto di poter esercitare più potere rispetto all’altra non esita mai. Sono state cresciute con l’idea del trono da conquistare e appena riescono a raggiungere una certa libertà dal padre e dai mariti iniziano a ordire trame per proprio conto. Anna è la più pacata delle due, cerca sembra di non farsi troppi nemici perché teme per la propria famiglia. Purtroppo il destino si accanirà contro di lei.

Anna è il centro della storia, la protagonista indiscussa, come tutte le figure femminili dei precedenti romanzi di questa serie. Il suo approccio alla vita è diverso rispetto alle altre protagoniste, ma non per questo meno affascinante. Riuscirà persino a mettere in cattiva luce Elisabbetta Woodville, che nel romanzo dedicato a lei sembrava invece una donna forte e pronta a tutto pur di difendere la sua famiglia. E’ questo grazie alla scrittura scorrevole ed entusiasmante dell’autrice.

Consigliato a: chi crede che le donne riescano a conquistare con il fascino il trono.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Storico
Titolo: La futura regina
Autore: Philippa Gregory
Serie: La guerra dei cugini [4]
Lunghezza: 448 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Sperling & Kupfer

Goodreads

Il colore della magia – [Terry Pratchett]

Il colore della magia

Trama: L’odissea del Mondo Disco e dei suoi bizzarri abitanti. In un remoto angolo dell’universo orbita uno strano pianeta tutto piatto, sorretto da quattro magici elefanti, dove vivono le più svariate specie di abitanti e le cui uniche leggi sono quelle dell’incantesimo e della stregoneria.

La mia recensione
Può un mago fifone, poco avvezzo alla magia e sbeffeggiato da tutti diventare un eroe? La risposta è decisamente no, ma Scuotivento, il protagonista del libro, ci fa morire dal ridere nelle sue avventure. Immaginate un mago che non riesce a fare alcun incantesimo, sbattuto fuori dalla scuola di magia e senza alcuna prospettiva per il futuro.

Di punto in bianco la sua vita viene però stravolta dall’arrivo di un viaggiatore accompagnato da un bagaglio alquanto strano. Essendo straniero non è abituato ai costumi della terra di Scuotivento, permettendoci di scoprire con lui alcuni particolari che potrebbero altrimenti sfuggire. Allo tempo lui rappresenta una stranezza, un uomo difficile da inquadrare e quasi impossibile da comprendere.

Tutto il mondo descritto non rispetta le regole cui siamo abituati. Tra creature fantastiche e fughe a cavallo di draghi non si sa cosa aspettarsi dietro a ogni pagina. Scuotivento ha paura ad affrontare il mondo esterno, perché si sente indifeso, cosa che è comprensibile visti i pericoli cui va incontro. Si rimane affascinati dalla diversità di costumi e di creature che s’incontrano, nate dalla fantasia dello scrittore. Non si avverte mai una nota fuori posto, nonostante alcuni esseri siano veramente a limite dell’incredibile.

A complicare la situazione e a rendere il tutto più incerto e imprevedibile è la presenza di divinità sovrannaturali, che sembrano intervenire nei momenti culminanti della vicenda. I poteri che si muovono nascosti nell’ombra seguono delle regole particolari, muovendo i vari personaggi come pedine su una scacchiera. Tra di loro ci sono un paio di figure affascinanti, che sicuramente avranno un ruolo maggiore nei prossimi libri.

Il Mondo Disco, infatti, è una saga lunga e composta da tanti sottocicli, ognuno con un protagonista particolare. Scuotivento si è ritrovato protagonista per sbaglio, ma ci regalerà altri momenti divertenti nei libri futuri.

Consigliato a: chi vuole immergersi in un nuovo mondo fantastico.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: Il colore della magia
Autore: Terry Pratchett
Serie: Mondo Disco [1]
Scuotivento [1]
Lunghezza: 174 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: TEA

Goodreads