Laguna – [Nnedi Okorafor]

Laguna

Trama: Un boato nel cielo di Lagos. Qualcosa precipita nell’oceano al largo della costa della più popolosa e leggendaria città della Nigeria. Il mare brulica di nuova vita, e dal mare una nuova entità emerge per sconvolgere la vita del paese africano.
Adaora, biologa marina alla ricerca di stabilità, Anthony, rapper capace di incantare le folle e Agu, un soldato dallo spiccato senso di giustizia, si incontreranno proprio lì, sul mare: insieme dovranno confrontarsi con i segreti delle proprie esistenze per tentare di salvare il paese che amano in una forsennata corsa contro il tempo. Accompagnano Ayodele, la donna misteriosa arrivata da un luogo ignoto, giunta a Lagos per promettere un cambiamento epocale, mentre il caos si diffonde senza controllo tra la popolazione della città.
Laguna racconta la storia di un’umanità al crocevia tra tradizioni secolari, un presente incerto e un futuro denso di potenzialità.
Il romanzo combina in una miscela esplosiva il più classico tema fantascientifico, l’invasione aliena, al fermento di una città tentacolare. Con una pluralità di voci narranti, Laguna unisce in uno straordinario abbraccio la tradizione magica africana alla riflessione sociale e politica della migliore fantascienza. La scrittura di Nnedi Okorafor, avvincente, emozionante e spericolata, avvolge il lettore in una rete di suggestioni che ne rivelano tutta la ricchezza.
Benvenuti a Lagos, Nigeria.
La mia recensione
Gli alieni che invadono la città di Lagos sono alquanto bizzarri: il loro comportamento è così fuori dalla comprensione umana che eventuali incomprensioni sono all’ordine del giorno. Non bisogna però cedere al panico, perché altrimenti la situazione rischia di sfuggire di mano a tutti.

La lettura è abbastanza intricata, anche se il libro è composto da capitoli brevi che ci mostrano vari punti di vista sulla vicenda. L’arco temporale coperto è molto breve, ma così denso di avvenimenti che quasi ci si perde all’interno.

I tre protagonisti principali, che ritroviamo anche all’interno dei punti di vista degli altri personaggi, sono molto diversi tra loro. Adaora rappresenta il legame tra la scienza e le vecchie tradizioni. E’ una biologa, ma non rinnega del tutto le leggende del suo popolo. Con i nuovi avvenimenti che stanno scuotendo la sua vita, capisce che c’è qualcosa in più che fino ad ora aveva ignorato nella sua vita. Anthony invece è un giovane molto legato alla famiglia, che riesce ad avere un contatto diretto con molte persone grazie al suo lavoro di rapper. Rappresenta il legame con la folla, il tramite attraverso cui è possibile diffondere un messaggio che possa cambiare le vite di molti. Agu invece è il protettore, colui che difende i più deboli e tenta in tutti i modi di portare giustizia.

Queste tre persone, così diverse tra loro, devono affrontare e capire la cultura aliena che Ayodele ha portato a Lagos. Come esponente della sua razza lei rappresenta il primo punto di contatto con l’umanità. I suoi ragionamenti e le sue reazioni ci risultano estranei e incomprensibili a volte, in quanto la sua civiltà è molto diversa dalla nostra. Solo con la sua presenza riesce a mettere un moto una catena d’interventi che sfuggono al controllo di chiunque. Si può solo essere travolti dagli eventi e cercare di seguire il flusso del cambiamento, che rimane la costante del libro.

La città di Lagos è parte integrante della vicenda, non si limita a fare da sfondo. E’ viva e pulsante, con il suo intrico di modernità e tradizioni che la fanno sembrare ancora più pittoresca. In poche pagine veniamo a contatto con religioni diverse, stili di vita contrastanti, opulenza e povertà. Tutto questo è mischiato insieme e forma l’ambientazione perfetta per permettere l’arrivo di una civiltà aliena dalle capacità e dagli obiettivi straordinari.

Consigliato a: chi crede che gli alieni siano una forza inarrestabile e sconosciuta.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantascienza
Titolo: Laguna
Autore: Nnedi Okorafor
Lunghezza: 304 pagine
Edizione: Cartaceo
Ebook
Editore: Zona 42

Goodreads

Annunci

Indietro nel tempo – [Jack Finney]

Indietro nel tempo

Trama: Da una parte c’è Simon, giovane illustratore americano, dotato di fervida immaginazione e piuttosto deluso dall’agenzia pubblicitaria per cui lavora. Dall’altra, una poderosa équipe di esperti in tutti i campi, capeggiata da un geniale, saggio scienziato, deciso a dimostrare, con un progetto governativo, che è senz’altro possibile tornare indietro nel tempo, che in qualche modo, come sosteneva perfino Einstein, il passato… non è del tutto passato.
In mezzo c’è una splendida ragazza, anzi ce ne sono addirittura due… e vivono, appunto, in due secoli diversi.
Per curiosità, spirito d’avventura e innato senso del dovere, da un certo momento in poi per amore, Simon accetta l’offerta dei cervelloni… di andare “a dare un’occhiata” alla New York del 1882. Il progetto, coperto (non a caso) dal Segreto di Stato, catapulta Simon in un tempo e in un mondo “lontani”, ma soprattutto in uno dei più straordinari “mistery” a sfondo storico mai scritti. Indietro nel tempo è uno dei libri più “riletti” di sempre, forse perché le ultime cento pagine sono davvero imprevedibili e… capaci di far arrossire di vergogna parecchi uomini politici americani.
Mentre a noi, questo romanzo lascia un grande regalo: quello di farci guardare con occhi diversi, molto più curiosi, parecchie fra le cose che ci circondano.

La mia recensione
I viaggi nel tempo sono affascinanti, ma per come vengono spiegati in questo libro diventano ancora più intriganti. Peccato che il protagonista non sia all’altezza e renda la storia un po’ piatta e poco avvincente.

L’idea di base è molto semplice: il cervello umano sa perfettamente in che giorno e in che epoca viviamo. Se però si riesce a ingannarlo abbastanza a lungo, confondendo la realtà e ipotizzando di vivere nel passato, è possibile compiere un viaggio indietro nel tempo senza aver bisogno di macchinari strani. Ovviamente questa nuova teoria non è stata ancora dimostrata, ma il protagonista della storia viene coinvolto in questo strano esperimento del governo.

Dopo un primo smarrimento iniziale, chiunque altro sarebbe stato entusiasta di poter vedere il passato. Simon invece, dopo aver compiuto l’incredibile, sembra più che altro farsi trasportare dagli eventi. Non riesce a decidere quale sia la condotta migliore, se essere solo spettatore o partecipare e rischiare di cambiare il passato. Si arriva al punto che non si capisce neanche di quale ragazza sia veramente innamorato. E’ quasi un peccato che sia proprio lui il protagonista della vicenda, perché toglie in parte la magia di scoprire una New York del passato, ricca di curiosità.

La trama del libro cambia direzione più volte nel corso della storia. A ogni evoluzione sentiamo che la vicenda, partita come un esperimento più teorico che pratico, sta rilevando un lato nascosto che ci era sfuggito. Non ci sono dei veri e propri colpi di scena, ma si avverte una certa tensione nel finale. Si deve infatti arrivare a una svolta, ma fino ai capitoli finali non si capisce quale potrebbe essere. Nonostante sia alquanto bizzarra come teoria sui viaggi nel tempo, ho apprezzato la prima parte dedicata alle spiegazioni e ai possibili scenari che si prospettavano al protagonista. E forse si riesce a scorgere una risposta alla domanda se sia possibile cambiare il passato e quindi anche il presente.

Consigliato a: chi desidera scoprire un nuovo modo di viaggiare.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Indietro nel tempo
Autore: Jack Finney
Lunghezza: 448 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Marcos y Marcos

Goodreads

Autonomous – [Annalee Newitz]

Autonomous

Trama: Terra, 2144. Judith ‘Jack’ Chen è una vera e propria scienziata-pirata: la sua base operativa è un sottomarino, la sua missione piratare costosi farmaci e produrne delle alternative a basso costo, accessibili a tutti. Una sorta di Robin Hood in un mondo dominato dalle case farmaceutiche. Eppure, qualcosa è andato storto con la sua ultima partita di Zacuity: coloro che ne hanno fatto uso, sono andati incontro a effetti collaterali imprevisti, ridotti a veri e propri automi costretti ad azioni meccaniche e ripetitive che conducono la mente alla follia. Jack sa che se il farmaco da lei messo a punto si diffondesse, l’umanità intera ne sarebbe minacciata. Sulle tracce della scienziata, una coppia alquanto improbabile al soldo delle case farmaceutiche: Eliasz, un tormentato agente sotto copertura, e il suo fedele partner Paladin, un robot. Sarà nella frenetica ricerca di informazioni sul misterioso e potente farmaco di Jack che Eliasz e Paladin riusciranno a stabilire un legame inaspettato, oltre i confini tracciati dalle loro nature così diverse. Un’avventura visionaria, intensa, che esplora i temi della libertà e del libero arbitrio in una società frenetica e frammentata, in cui la differenza tra umanità e intelligenza artificiale è ormai sempre più labile.

La mia recensione
Automi, agenti sotto copertura e pirati pronti a distribuire le medicine gratuitamente. Il bello dei libri di fantascienza è che riescono a creare un universo variegato e a rendere il tutto molto avvincente.

Jack, che nonostante il nome è un personaggio femminile, è una specie di Robin Hood moderno. I suoi intenti sono buoni, anche se a volte sbaglia l’approccio. Cerca infatti di combattere contro un sistema che garantisce l’assistenza ai ricchi, mentre i poveri devono riuscire a cavarsela in qualche modo. Desidera una libertà maggiore, per sé stessa e per la società che la circonda, ma al momento la sua unica opzione è evadere la legge e continuare a scappare.

Eliasz e Paladin invece sono una coppia alquanto strana. Saranno incaricati di fermare Jack a tutti i costi, ma scopriranno invece qualcosa di più su loro stessi. Eliasz è ha passato non troppo roseo, che lo ha segnato e mina costantemente i suoi rapporti sentimentali. Paladin invece è un robot giovane, appena creato e deve imparare a relazionarsi con gli umani. Mettere insieme questi due personaggi potrebbe comportare degli scenari disastrosi, se non fosse per la curiosità di Paladin. Il robot infatti compirà delle scelte molto strane, al limite della sua programmazione, che gli permetteranno di avvicinarsi al suo partner umano. Ovviamente il risultato avrà degli effetti insperati, con un’importante ripercussione sulla vicenda.

La società descritta è molto avanzata a livello tecnologico, ma sul piano sociale non sembra aver compiuto un passo avanti. Le diseguaglianze tra ricchi e poveri sono molto marcate e in questo rientrano anche i robot. Sono usati per compiere molto lavori e sfruttati senza alcun diritto fino alla fine della loro vita. Si capisce che dovranno esserci ancora dei miglioramenti nella società, come il finale fa intendere, ma dovranno passare anni prima che possano prendere piede.

Consigliato a: chi vuole esplorare un possibile futuro.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Autonomous
Autore: Annalee Newitz
Lunghezza: 263 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Fanucci

Goodreads

Amore in opposizione – [Charlie Cochet]

Amore in opposizione

Trama: Lo stagista americano Kelly Sutton è entusiasta di essere stato accolto alla prestigiosa Photonic Royal Society di New London. Da più di un anno collabora al Progetto Marte, una missione così segreta che nemmeno lui ne conosce i dettagli. L’unica cosa di cui è certo è che i suoi studi contribuiranno ad aiutare l’umanità, e questo gli basta.

L’ordinato mondo di Kelly finisce sottosopra quando le preoccupazioni per lo strano comportamento del suo mentore lo portano a indagare e scoprire una crudele verità. Quello che doveva essere un progetto volto a migliorare la vita umana si rivela una ricerca che potrebbe portare alla distruzione di massa. La terrificante scoperta obbliga Kelly a scegliere tra guardare dall’altra parte per mantenere il suo incarico, come ha sempre fatto, o rischiare la carriera e forse persino la vita per fare la cosa giusta e salvare l’uomo che ha conquistato il suo cuore.
La mia recensione
Immaginate un mondo avanzato scientificamente, in cui si sta cercando un ulteriore miglioramento della vita umana. La vita del protagonista, Kelly Sutton, ne è un esempio lampante, visto che lavora a un progetto super segreto che potrebbe avere risvolti incredibili per milioni di persone. Lui è un ragazzo timido, desideroso di mettersi in mostra e darsi da fare. Vorrebbe che il suo contributo fosse importante per la ricerca, ma segue comunque una sua etica personale.

Quando l’amore irrompe nella sua vita non sa bene come comportarsi. Vorrebbe non lasciarsi distrarre dai sentimenti, ma non riesce a chiudere del tutto la porta del suo cuore. Il suo compito non gli è del tutto chiaro fin da subito e questo porta ad alcune incomprensioni nella parte finale del libro.

Gli aspetti più fantascientifici fanno capolino qua e là nella trama, ma bisognerebbe avere più pagine a disposizione per cogliere tutti i dettagli della società. Non ci resta che sperare che in un futuro l’autrice scriva ancora qualcosa su questo universo.

Consigliato a: chi crede che l’amore superi ogni ostacolo.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantascienza
Romantico
Titolo: Amore in opposizione
Autore: Charlie Cochet
Lunghezza: 66 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Dreamspinner Press

Goodreads

iBoy – [ Kevin Brooks]

iBoy

Trama: Prima dell’incidente che lo ha mandato in coma, Tom Harvey era un ragazzo come tanti. Ma ora si è risvegliato con il potere di sapere e vedere tutto. I frammenti di iPhone che sono rimasti nel suo cervello lo hanno trasformato in un super computer, una sorta di mente artificiale iperconnessa. Tom può arrivare ovunque, tutte le risposte a domande che non sa nemmeno di aver posto sono già lì, nella sua testa. E dopo aver scoperto della violenza subita da Lucy, la ragazza di cui è innamorato, Tom usa i suoi poteri per punire le gang che dettano legge nel quartiere. Ma qual è il confine tra giustizia e vendetta?

La mia recensione
iBoy è un romanzo fantastico alquanto strano. Il giovane Tom si ritrova a diventare per caso una specie di supereroe, in grado di sfruttare internet e i cellulari come gli pare e piace. Con citazioni su Spiderman e momenti di lotta stile Matrix, ci troviamo di fronte a un romanzo che affronta il tema del bullismo e del degrado nella periferia di Londra.

Tom è un ragazzo alquanto semplice, che non aspira a diventare chissà chi ma vorrebbe semplicemente conquistare la ragazza di cui è innamorato. Purtroppo però avrà la sfortuna di essere coinvolto in una serie di disgrazie che gli cambieranno la vita. Le sue emozioni sono sempre estreme, soprattutto quando è arrabbiato. Non si lascia però travolgere ma rimane lucido e in grado di manipolare a suo vantaggio la furia che ha dentro di sé.

L’intero romanzo è ambientato in una zona periferica di Londra, dove si avvertono il disagio e l’abbandono. I residenti devono convivere con delle vere e proprie gang di ragazzini, che terrorizzano tutti. Nessuno si può permettere di denunciare i crimini, se non vuole subire tremende ripercussioni. Tom ha sempre accettato questo clima, tenendo la testa bassa senza lamentarsi. Stavolta invece può provare a fare la differenza.

Gli adulti sembrano rassegnati tanto quanto i ragazzi. Anche la nonna di Tom, che fa tanto la “tosta” con i poliziotti, in alcuni punti del romanzo cerca quasi di frenare il nipote, per non farlo scontrare con le gang. Appena qualcuno si oppone al sistema è additato come pazzo o visionario.

La parte fantastica del libro è alquanto strana. I poteri di Tom compaiono quasi subito all’inizio del libro, con una spiegazione che fa acqua da tutte le parti. Il motivo dietro le sue capacità non è importante, quanto il suo utilizzo. E avremo modo di apprezzare diverse sfumature del suo dono in più di un’occasione.

Consigliato a: chi non ha paura di affrontare i bulli.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantascienza
Titolo: iBoy
Autore: Kevin Brooks
Lunghezza: 252 pagine
Edizione: Copertina rigida
Editore: Piemme

Goodreads

Evangeline e il caso dell’Incendiario – [Rachele V. Draghi]

Evangeline e il caso dell'Incendiario

Trama: Evangeline ha 18 anni, vive in una villa nella contea di Dartford, in Inghilterra, con suo padre, la sua migliore amica Katy e la governante, Mrs. Petry.
La sua vita viene sconvolta in una fredda mattina d’Inverno, quando Mr. Gould, Commissario londinese di 27 anni, giunge a casa sua, invocando l’aiuto di suo padre, l’Ispettore Edgar W. York.
Dopo il Grande Buio, in una Londra futuristica, diversa da quella che conosciamo, dove la tecnologia del vapore la fa da padrone, Evangeline si ritroverà invischiata in un caso investigativo apparentemente senza sbocchi. Un demone infesta la barriera a nord di Londra, mietendo vittime tra la povera gente in cerca di un po’ di riparo. Lo chiamano il caso dell’Incendiario… fino alla fine, nulla sarà come sembra.

La mia recensione
Fin dalle prime pagine l’autrice ci tiene a precisare che non si tratti di un romanzo steampunk. La sensazione che si prova però è quella di vivere un’avventura tipica di questo genere.

Il mondo descritto infatti ci riporta in una Londra vittoriana, in cui la protagonista indossa corsetti e viene guardata di traverso se si veste abiti di foggia maschile. Il vapore è il principio trainante che muove tutta la società, con creazioni a dir poco bizzarre come i cavalli meccanici che trascinano le carrozze.

La protagonista è una ragazza giovane, che vorrebbe seguire le orme del padre e fare l’investigatrice. Non ha un fiuto infallibile o una qualche dote che la rende speciale, ma è accompagnata da un pizzico di fortuna che fa sempre bene. Vive isolata in campagna nella casa dei genitori, con un’unica amica che le fa compagnia. Si capisce bene che ogni novità o distrazione è ben accetta, soprattutto se significa che può recarsi a Londra.

Le grandi città sono infatti viste come il baluardo contro il caos e la paura. E’ citata più volte una grande guerra del passato, che ha sconvolto la società facendola rinascere con le caratteristiche attuali. La tecnologia non è rimasta però arretrata, soprattutto se si pensa che gli androidi sono parte integrante della vita di tutti i giorni.

La polizia però segue ancora metodi classici per le indagini, per questo Evangeline può inserirsi tra di loro per dare sfogo alla sua curiosità. Non è una vera investigatrice, ma si limita ad ascoltare la gente meglio di chiunque altro, anche se a volte trae delle conclusioni sbagliate. Il suo desiderio di seguire le orme del padre non ha una vera e propria motivazione, ma forse scopriremo qualcosa in più su di lei se il libro diventerà il primo di una serie.

Consigliato a: chi vuole conoscere degli alieni diversi dal solito.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Evangeline e il caso dell’Incendiario
Autore: Rachele V. Draghi
Lunghezza: 88 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook

Goodreads

Dune – [Frank Herbert]

Dune

Trama: Arrakis è il pianeta più inospitale della galassia. Una landa di sabbia e rocce popolata da mostri striscianti e sferzata da tempeste devastanti. Ma sulla sua superficie cresce il melange, la sostanza che dà agli uomini la facoltà di aprire i propri orizzonti mentali, conoscere il futuro, acquisire le capacità per manovrare le immense astronavi che garantiscono gli scambi tra i mondi e la sopravvivenza stessa dell’Impero. Sul saggio Duca Leto, della famiglia Atreides, ricade la scelta dell’Imperatore per la successione ai crudeli Harkonnen al governo dell’ambito pianeta. È la fine dei fragili equilibri di potere su cui si reggeva l’ordine dell’Impero, l’inizio di uno scontro cosmico tra forze straordinarie, popoli magici e misteriosi, intelligenze sconosciute e insondabili.

La mia recensione
Un pianeta deserto, in cui l’acqua rappresenta l’unica speranza di vita e una spezia misteriosa la merce di scambio più preziosa, è lo scenario fantastico su ci si incentra tutta la vicenda. Preparatevi a seguire un ragazzo mentre ottiene la sua vendetta contro tutti.

Paul è un ragazzo molto introverso, che è abituato a fare affidamento sulla madre per qualsiasi cosa. La sua educazione è stata alquanto singolare, visto che già nelle prime pagine è definita come addestramento. Non lasciatevi ingannare dal suo aspetto delicato perché in realtà nasconde un guerriero formidabile. Se a questo aggiungiamo poteri mistici che anche la madre di Paul fatica a comprendere, otteniamo un opponente straordinario. Durante il corso del romanzo, che spazia su più anni, il ragazzo cresce e matura e possiamo vedere l’evoluzione di un personaggio complesso come Paul.

L’intero ecosistema di Arrakis è sfaccettato e non bisogna basarsi sulla prima impressione di pianeta deserto con poche forme di vita. I Fremen sono quelli che l’hanno compreso a fondo, riuscendo ad adattarsi a una vita difficile e a conquistare pezzo dopo pezzo un maggiore spazio per riuscire a sopravvivere. Il loro obiettivo è quello di rendere ospitale il pianeta per le generazioni future. Sanno che è un compito difficile e lungo, che non potranno vedere in prima persona il risultato, ma non demordono. La costanza e la perseveranza che hanno nel progetto è intramontabile, il che li rende anche dei combattenti formidabili se si riesce a conquistare la loro fiducia.

Sul piano politico la situazione è abbastanza intricata. Non c’è un vero scontro tra buoni e cattivi, ma le tre fazioni in campo fanno a gara per sopravvivere senza creare troppi squilibri, che causerebbero una guerra. Da un lato abbiamo gli Atreides, la famiglia di Paul, che vuole ottenere un margine di vantaggio sull’Imperatore. Quest’ultimo invece vuole far diminuire il potere deigli Atreides, ritenuti troppo popolari. Sfruttando l’odio Harkonnen, che vogliono invece conquistare la supremazia su tutti, cercherà di mettere un freno all’avanzata degli Atreides. Non ha però tenuto in debito conto la forza e il carattere di Paul.

L’avventura vi trascinerà a scoprire un nuovo mondo, con logiche di sopravvivenza particolari e colpi di scena imprevedibili. Unica nota stonata dell’intera struttura sono le spiegazioni dei vari poteri mistici di Paul e della madre, che arrivano un po’ tardi nella trama e ti lasciano con un senso di confusione nei primi capitoli.

Consigliato a: chi apprezza i combattimenti e le strategie ben calcolate.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantascienza
Titolo: Dune
Autore: Frank Herbert
Serie: Dune [1]
Lunghezza: 498 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Sperling & Kupfer

Goodreads

I girasoli di Shaah-Mall-A – [Maddalena Antonini]

I girasoli di Shaah-Mall-A

Trama: La “banale” storia del rapimento di due terrestri da parte di una civiltà aliena si rivela piena di sorprese. Cosa hanno a che fare gli extraterrestri con le specialità della cucina tradizionale toscana? Qual è la vision aziendale degli Shaamalliani? Quali sono i migliori batteristi dell’universo? Il contatto con gli alieni porterà al Presidente degli USA un vantaggio politico? Chi è Sua Dissolvenza? Esistono nell’Universo forme di amore diverse e più complesse di quelle che noi conosciamo?
A questa e a tante altre domande il lettore troverà una risposta, o più risposte, disseminate lungo un racconto demenziale ma sempre carico di significati che potrà decidere o meno di approfondire, per concludersi con la Postfazione scritta dall’autrice assieme a tutti i protagonisti, umani e alieni, che fino all’ultima riga hanno voluto dire la loro.
D’altra parte l’Universo è grande e c’è abbastanza spazio per tutti i punti di vista.

La mia recensione
Questo libro riesce a racchiudere alieni pacifici, ragazze chiacchierone e una grande filosofia orientale alla ricerca della felicità. Se a questo aggiungiamo una grande dose d’ironia ci troviamo di fronte a una lettura frizzante che vi travolgerà con la sua freschezza.

Il romanzo è corale, in cui ogni personaggio rappresenta una parte fondamentale dell’intero impianto. Senza anche una singola persona si finirebbe per far crollare la vicenda, per l’equilibrio che si riesce a raggiungere.

Partiamo da Linda, una donna stravagante che non è del tutto soddisfatta della sua vita attuale. L’incontro con gli extra-terresti le permetterà di scoprire qualcosa in più sull’universo, sull’amore e sulla comprensione degli altri. Non si perde mai d’animo, pensa sempre positivo e cerca di trasmettere la sua filosofia di vita anche agli altri.

Ben diverso invece è Stefano, più solitario e taciturno. Non è abituato ad avere intorno molte persone e la sua esperienza sull’astronave avrà un avvio difficile. Tra lui e Linda inizialmente saranno scintille e non del genere romantico. Sono due persone molto diverse che ci mostrano due lati della società moderna, il tutto in chiave ironica.

Infine gli alieni non sono così diversi da persone normali, aspetto fisico a parte. Hanno le loro passioni e affrontano il “rapimento” dei terrestri in maniera differente. Ognuno di loro ha una personalità particolare, che nel complesso li rende buffi. Sono però capaci di suscitare non solo simpatia, ma anche fiducia, visto che non hanno cattive intenzioni. Sono solo molto curiosi su alcuni aspetti del comportamento umano e hanno scelto due esemplari davvero particolari per studiare la nostra razza.

La trama è davvero esilarante, con alcune trovate dell’autrice che vi faranno ridere apertamente. Non solo abbiamo colpi di scena che non ci aspettavamo, ma il finale stesso della storia fa riflettere sull’intera trama.

Consigliato a: chi vuole conoscere degli alieni diversi dal solito.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantascienza
Titolo: I girasoli di Shaah-Mall-A
Autore: Maddalena Antonini
Lunghezza: 192 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Editore: Tabula Fati

Goodreads

Flashforward: Avanti nel tempo – [Robert J. Sawyer]

Flashforward: Avanti nel tempo

Trama: Cosa succederebbe se l’umanità intera avesse la possibilità di vedere un frammento del proprio futuro? Il futuro dipende completamente da noi o è già scritto? E una volta conosciuto, lo accetteremo passivamente o decideremo di cambiarlo in ogni caso? A queste domande risponde Robert Sawyer con un romanzo avvincente, che affronta con competenza e profondità questioni di interesse scientifico e filosofico, come la responsabilità individuale e collettiva, la causalità degli eventi, la natura umana, riuscendo a innovare la migliore tradizione della grande fantascienza classica di Isaac Asimov e Robert Heinlein. Un’ulteriore conferma della statura di un autore giustamente considerato tra i migliori, che con Flashforward – Avanti nel tempo affronta uno degli argomenti più classici di tutta la fantascienza, ispirandosi al tema di Herbert George Wells nel romanzo La macchina del tempo.
Flashforward è adesso anche una serie televisiva di successo, in onda su Fox, con protagonista Joseph Fiennes.

La mia recensione
Il futuro non è più così incerto, o almeno così sembra dopo un esperimento del CERN che scatena una nuova rivelazione nella mente di tutti gli uomini. Tramite le teorie dei due scienziati protagonisti, coinvolti in prima persona fin dall’inizio, siamo pronti ad addentrarci tra teorie fisiche e invenzioni incredibili.

Per un breve istante tutto il mondo si ferma, permettendo alle persone di vedere uno sprazzo del futuro. Ovviamente con questa nuova conoscenza si mette in moto una catena di eventi che sembra essere inarrestabile. Chi ha ricevuto buone notizie cerca in tutti i modi di agevolarsi la strada verso il successo. Chi invece non è stato così fortunato cerca in tutti i modi di impedire che il futuro avverso si avveri.

I due protagonisti principali sono proprio due scienziati, che devono capire cosa sia veramente successo durante l’esperimento e cosa significhi per il mondo intero. Lloyd è convinto che non ci sia libero arbitrio, che il futuro sia immutabile e che ciò che hanno visto accadrà per forza. Theo invece vuole dimostrare che si sbaglia, che ogni singola persona può cambiare il proprio destino, riscrivendo la storia per avere più speranza e opportunità.

Le teorie che sono esposte per spiegare l’esperimento e i risultati ottenuti sono affascinanti. Quando è stato scritto il libro il bosone di Higgs non era ancora stato scoperto, diventando così il mistero centrale su cui si basa il libro. Ad aggiungere un pizzico di fisica in più troviamo quanti, buchi neri e teorie avanzate che la scienza moderna sta analizzando in questi anni.

Consigliato a: chi vuole scoprire il futuro in anticipo.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Flashforward: Avanti nel tempo
Autore: Robert J. Sawyer
Lunghezza: 323 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Fanucci

Goodreads

Il rosso di Marte – [Kim Stanley Robinson]

Il rosso di Marte

Trama: Per secoli, le aride e desolate lande del pianeta rosso, sferzate da tempeste di sterile sabbia, hanno rappresentato per il genere umano la nuova frontiera della conquista interplanetaria. Ora, nell’anno 2026, un gruppo di cento coloni è pronto a compiere l’impresa: raggiungere Marte e trasformarlo in una nuova Terra. Per alcuni, Marte è la meta ultima di una vita votata alla conoscenza e al coraggio, per altri è solo un’opportunità di arricchimento, per altri ancora è un’imperdibile occasione di progresso nella scienza. I piani della missione prevedono di far orbitare intorno al pianeta enormi specchi che amplifichino la luce del Sole sulla superficie, di cospargere le calotte polari di una polvere scura che catturi il calore e faccia sciogliere il ghiaccio, di costruire tunnel titanici che veicolino gas incandescenti che producano un aumento della temperatura. Eppure, nonostante gli sforzi titanici e le risorse messi in campo, qualcuno sarà disposto a combattere fino alla morte per evitare che Marte diventi qualcosa di diverso da quello che è sempre stato.

La mia recensione
Colonizzare Marte è una sfida collettiva, non può essere un’impresa di un solo uomo. E’ questa la base del romanzo che ci troviamo di fronte, che ci mostra le varie sfaccettature di tutte le persone coinvolte.

Attraverso diversi punti di vista affrontiamo prima il viaggio nello spazio, che sembra essere abbastanza tranquillo e monotono. La vera avventura inizia una volta atterrati sulla superficie del pianeta. Le diverse idee su come debba essere il futuro dei coloni non riescono a trovare una conciliazione comune, ma si capisce che si arriverà allo scontro. Non esistono solo due anime in questa rivolta lenta e inesorabile, ma ci sono diverse sfaccettature. C’è chi vorrebbe conservare il pianeta senza alterarlo troppo per l’intervento umano, chi invece vorrebbe terraformarlo per renderlo più abitabile e chi invece vuole trarne più profitto possibile.

Tra tutti i personaggi coinvolto John Boone è quello più poliedrico, che subisce più cambiamenti possibili. Inizialmente sembra essere una persona priva di sentimenti, che mira unicamente a un interesse personale. Vuole avere un’importanza particolare, essere ricordato a lungo per i meriti sul campo. Pian piano che lo conosciamo però diventa più umano, non è solo spinto dalle ambizioni. Rispetto agli altri personaggi mi è sembrato un po’ incompreso, perché anche quando s’impegna a fondo la gente ricerca sempre un secondo fine che potrebbe aver avuto.

Il pianeta fa da sfondo all’intera vicenda, maestoso e silenzioso. La sua calma è sconvolta dall’arrivo degli esseri umani. In parte è studiato e analizzato, per scoprirne il passato e ricercare eventuali micro-organismi. Ma soprattutto è sfruttato per ricreare una nuova casa per l’uomo, che tende a rimodellare l’intero pianeta secondo le sue esigenze.

Ogni capitolo ha un ritmo diverso e un punto di vista particolare, che ci mostra un lato nuovo della vicenda. Lo scorrere del tempo è inesorabile, nonostante la distanza tra la Terra e Marte renda le comunicazioni difficoltose. I coloni però sono abbastanza indipendenti e vogliono accrescere questo loro potere. Potremo scoprire i loro piani solo leggendo l’intera trilogia.

Consigliato a: chi apprezza le storie corali.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Il rosso di Marte
Autore: Kim Stanley Robinson
Serie: Trilogia di Marte [1]
Lunghezza: 476 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Fanucci Editore

Goodreads