Le avventure di Dirk Pitt: La freccia di Poseidone – [Clive Cussler, Dirk Cussler]

La freccia di Poseidone

Trama: Manca soltanto un ultimo collaudo. Ed è proprio in quel momento che un attentato sanguinario mette fine alla vita del progettista e distrugge il prototipo segreto del Sea Arrow, un nuovo modello di sottomarino, il più veloce, il più silenzioso e il più potente mezzo subacqueo che abbia mai solcato le acque. Se le cose fossero andate secondo i piani e il Sea Arrow fosse stato realizzato, l’America non avrebbe avuto rivali nel dominio dei mari. Ma l’innocente “gita di pesca” di copertura, che avrebbe permesso di mettere a punto le ultime mosse, si è misteriosamente conclusa in tragedia. Solo la Numa può intervenire per recuperare i resti del cabinato da pesca sul quale viaggiava il progettista, ma nemmeno Dirk Pitt e Al Giordino sono consapevoli dell’importanza dell’impresa che stanno per affrontare. Non tarderanno però a rendersene conto, costretti da subito a difendersi dall’attacco di uno spietato commando, pronto a tutto pur di recuperare quello che c’era a bordo. Ma qual era il segreto che si celava in quel cabinato? E come si collega il progetto del Sea Arrow alla scomparsa del sommergibile italiano Barbarico avvenuta nel 1943 al largo dell’oceano Indiano? Affiancato da un’affascinante agente del NCIS, Pitt indaga, mentre i pericoli per lui e per i suoi uomini si moltiplicano e la soluzione del mistero sembra sempre più lontana…

La mia recensione
Dopo aver esplorato le profondità dei mari con i mezzi più stravaganti, questa volta Dirk Pitt ha intenzione di rivoluzionare il mondo dei sottomarini. Dipende infatti dal suo intuito e dal suo coraggio la possibilità per gli americani di costruire il miglior sottomarino mai sperimentato prima d’ora.

La coppia Dirk Pitt e Al Giordino sono pronti a gettarsi nella mischia, con i soliti azzardi del loro mestiere che abbiamo imparato ad adorare. Anche se risentono un filo dell’età che passa, i due sono sempre formidabili insieme. La fiducia incrollabile verso Dirk Pitt, e le sue soluzioni geniali che salvano tutti, ormai si è trasmessa anche a noi. Non ci pare possibile che possa trovare una difficoltà insormontabile, nonostante le condizioni più difficili che può affrontare.

Il figlio invece non mi trasmette le stesse situazioni. Cerca di comportarsi sempre da eroe, però ogni tanto risulta essere troppo crudele o impulsivo. Dove il padre escogita piani cercando la miglior soluzione senza causare troppe vittime, anche tra i loro oppositori, il figlio invece non si pone gli stessi problemi. Anche il suo amore per il mare non sembra essere pari a quello del nostro Dirk o a quello della sorella.

Summer mi è sembrata un po’ meno incisiva rispetto al fratello. Quando si caccia nei guai non ha abbastanza spirito per reagire ed escogitare un piano per liberarsi. Lei ha tratti più da studiosa rispetto agli altri componenti della famiglia, ma ormai dovrebbe aver capito che quando si muove per conto della NUMA non potrà mai avere una missione tranquilla ed esplorativa.

L’avventura è suddivisa come al solito in due trame parallele, che culminano nel canale di Panama. Ci sono molti più inseguimenti e non solo via terra. Quando inizierete a sentire la velocità che aumenta, avrete voglia di unirvi ai nostri eroi, per sfidare qualsiasi limite.

Consigliato a: chi non vuole mai fermarsi e adora la velocità.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Avventura
Titolo: La freccia di Poseidone
Autore: Clive Cussler, Dirk Cussler
Serie: Le avventure di Dirk Pitt [22]
Lunghezza: 407 pagine
Edizione: Cartaceo
Ebook
Editore: Longanesi

Goodreads

Annunci

Alba di fuoco – [Clive Cussler, Dirk Cussler]

Alba di fuoco

Trama: Le affascinanti profondità marine celano tesori e misteri meravigliosi e inimmaginabili, che sfidano il tempo e la memoria. Nessuno lo sa meglio di Dirk Pitt, direttore della Numa, e del suo braccio destro Al Giordino, che al mare hanno dedicato la vita e la professione. Ma questa volta c’è un inspiegabile filo rosso che lega una galera romana affondata nel Mediterraneo da un attacco di pirati nel 327 d.C. e una nave da guerra britannica, misteriosamente scomparsa nel 1916 al largo delle isole Orcadi. Un filo rosso di sangue che porta fino ai giorni nostri, a una serie di violenti attentati a danno di moschee al Cairo e a Istanbul, che rischiano di far precipitare la situazione già molto tesa del Medio Oriente.
Solo Dirk Pitt può venirne a capo, aiutato dai suoi figli Dirk jr e Summer, in un’avventura senza respiro che li porterà dai vicoli di Gerusalemme ai castelli della campagna inglese, allo splendido palazzo del Topkapi, in fuga da un’oscura e terribile organizzazione capeggiata da un criminale sadico che cova un folle sogno di grandezza. Fino a una scoperta sensazionale, che potrebbe rimettere in discussione la Storia e le sue verità. Ma il prezzo da pagare per gli eroi della Numa sarà molto alto.

La mia recensione
Il Mediterraneo non avrà più segreti, dopo questa nuova avventura di Dirk Pitt. Per la prima volta posso dirmi soddisfatta di come la trama ha intrecciato la storia del nostro eroe preferito e quella dei suoi figli. E’ perfino tornata Loren, che nei romanzi precedenti è stata un po’ sacrificata.

Dirk si dimostra disponibile ad aiutare le persone in difficoltà anche se le ha appena conosciute, caratteristica che i suoi figli sembrano avere ereditato. La sua predisposizione da buon samaritano lo mette in posizione ottimale per scoprire subito misteri e incongruenze nei luoghi in cui le sue missioni lo portano. La sua galanteria verso la moglie è rimasta immutata, facendolo sembra un uomo di altri tempi.

Il figlio non è da meno, anche se si diverte a sorprendere le donne con atteggiamenti stravaganti, ma in fondo dolci. Stavolta scopriamo un suo lato più vendicativo. Per la prima volta sembra essersi innamorato seriamente ed è disposto a tutto pur di difendere la sua donna. Forse non è così diverso dal padre come appariva negli scorsi romanzi, dove sembrava più interessato a divertirsi e a comportarsi da ragazzo spensierato.

Come al solito un mistero del passato si lega con il presente, dove un imprenditore senza scrupoli vuole realizzare un suo piano di conquista del mondo. Sappiamo già che non appena la sua strada si incrocia con quella del nostro protagonista i suoi giorni sono contati. Stavolta però oltre all’opposizione dell’organizzazione criminale del cattivo di turno ci sarà anche un’altra “presenza” a minacciare le indagini di Dirk e dei suoi uomini. E’ da questo fronte duale che nasce una storia armoniosa, che riesce a unire in maniera fluida le vicende sparse per il mondo e condotte da persone diverse. E’ una novità rispetto alle ultime avventure, che sembrano non amalgamarsi bene nell’evoluzione della storia.

Consigliato a: chi adora tuffarsi nel Mediterraneo.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Avventura
Titolo: Alba di fuoco
Autore: Clive Cussler, Dirk Cussler
Serie: Le avventure di Dirk Pitt [21]
Lunghezza: 522 pagine
Edizione: Ebook
Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Longanesi

Goodreads

Morsa di ghiaccio – [Clive Cussler, Dirk Cussler]

Morsa di ghiaccio

Trama: Oceano Artico, 1848. La Erebus è bloccata dai ghiacci, come già la sua compagna, la Terror. La spedizione guidata da sir John Franklin è fallita, ma il particolare più terribile è che, nelle ultime settimane prima della fine, l’equipaggio è caduto preda di una sorta di follia, che ha spinto gli uomini ad atti di insensata crudeltà. Oceano Artico, 2011. Dirk junior e Summer, i due figli gemelli di Dirk Pitt, sono impegnati in una serie di rilevazioni oceanografiche per conto della NUMA, quando si imbattono in una nave alla deriva. I marinai a bordo sono morti. Nessun segno di lotta né di scontro. E non è la prima volta che questo accade, tanto che tra i locali cominciano a diffondersi leggende sulle morti misteriose. E sembra che ci sia davvero qualcosa di molto strano nella zona, visti gli incidenti navali che si verificano nelle acque al confine tra Stati Uniti e Canada. Disastri imprevisti che rischiano di portare i due paesi sull’orlo di un conflitto, proprio in un momento in cui la situazione negli Stati Uniti è drammatica a causa di una terribile crisi energetica. Chiamati a intervenire, Dirk Pitt, Al Giordino e gli uomini della NUMA si dovranno scontrare con l’avidità umana e con complesse e oscure macchinazioni, ma soprattutto con un territorio spietato che non lascia possibilità di errore.

La mia recensione
Tra i ghiacci dell’Artico potrebbe nascondersi un tesoro e chi meglio di Dirk Pitt può scoprirlo? Stavolta la vicenda non segue i canoni classici, ma percorriamo due binari paralleli, intrapresi da padre e figlio.

Dirk junior si dimostra ancora una volta abbastanza simile al padre per riuscire a portare a termine un’impresa particolare. E’ testardo, quando trova qualcosa che non lo convince non molla fino a quando non riesce a chiarire la situazione. Si preoccupa per la sorella, senza esagerare, perché sa che lei è in grado di cavarsela da sola. Allo stesso tempo gli manca quella galanteria e il carisma del padre, in grado di renderci partecipi di tutte le sue avventure lasciandoci con il fiato sospeso.

Summer sta finalmente emergendo come personaggio. Inizialmente sembra solo una bella ragazza, a cui piacciono le immersioni e che ha studiato biologia. Stavolta invece scopriamo un nuovo lato del suo carattere, in parte romantico e in parte giocoso. Non supera mai i suoi limiti e, quando si trova davanti situazioni che capisce di non poter gestire, comprende di dover gettare la spugna e chiedere aiuto. Il suo rapporto con il fratello è molto stretto, ma non vuol dire che condivida con lui ogni singolo istante della giornata.

Le loro vicende si incrociano con quelle del padre in pochi frangenti, anche se l’indagine in cui sono coinvolti è la stessa. Dirk, nonostante sia sposato, non ha ancora abbandonato la vita sul madre e le avventure. Sfoggia con la solita bravura una nuova automobile d’epoca tra le strade cittadine ed è pronto a una scampagnata nell’Artico per difendere il pianeta. La sua nuova tattica è più ponderata. Non si getta a capofitto nel pericolo, perché sa di non avere più il fisico per compire le sue mirabolanti imprese. Al tempo stesso però non è ancora pronto per ritirarsi.

Mi ha colpito ancora una volta come la tecnologia utilizzata sia la chiave per riuscire a scardinare il mistero del passato e la nuova minaccia per il pianeta. La NUMA deve essere sempre all’avanguardia se vuole continuare a sconfiggere i “cattivi” di turno. Chissà cosa si inventeranno nel prossimo libro per proteggere il mondo intero.

Consigliato a: chi non teme il freddo dei ghiacci.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Avventura
Titolo: Morsa di ghiaccio
Autore: Clive Cussler, Dirk Cussler
Serie: Le avventure di Dirk Pitt [20]
Lunghezza: 498 pagine
Edizione: Ebook
Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Longanesi

Goodreads

L’ultimo cacciatore di libri – [Matthew Pearl]

L'ultimo cacciatore di libri

Trama: Londra, 1890. Pen Davenport è il più famigerato cacciatore di libri d’Europa, un maestro dell’inganno che ha fatto fortuna setacciando fumosi locali e rumorose tipografie alla ricerca di manoscritti da rubare e consegnare al miglior offerente. L’assenza di regole sul diritto d’autore ha consentito a figure come la sua di arricchirsi procurando a famelici editori copie pirata da smerciare a prezzi stracciati, alle spalle di scrittori del calibro di Charles Dickens e Mark Twain. Tuttavia una nuova legge internazionale sta per porre fine all’età d’oro dell’illegalità, condannando all’estinzione il losco e avventuroso mestiere di cacciatore di libri. Un’attraente, conclusiva missione attende però Davenport: trafugare l’ultimo romanzo del celebre Robert Louis Stevenson, che da anni vive in una grande casa nelle isole Samoa, in pieno Pacifico, circondato dai familiari e da una schiera di nativi che lo hanno ribattezzato Tusitala, narratore di storie. È un’impresa rischiosa, che non ammette fallimenti, ma Davenport è deciso a non rinunciare al più prezioso dei bottini. Accompagnato dall’assistente Edgar Fergins, un modesto libraio ambulante, partirà per un lungo viaggio che lo condurrà all’altro capo del mondo, dove scoprirà di non essere affatto l’unico cacciatore ad ambire a una preda tanto irresistibile.

La mia recensione
I libri erano merce rara e preziosa, soprattutto prima dell’introduzione del diritto di autore. Esistevano degli individui audaci e truffaldini, pronti a tutto pur di rubare a un autore il suo lavoro per trarne profitto. Una coppia di bookanieri sarà la protagonista dell’avventura che prenderà di mira uno scrittore particolare.

L’avventura ha due narratori molto particolari: il primo è un ragazzo, un avido lettore, che incontra in un libraio ambulante. L’uomo è un’anima affine, pronto a raccontargli una storia che sembra essere inventata per come è articolata. Edgar Fergins non solo riesce a raccontare con maestria il suo passato, ma trasmette anche passione per i libri. Il suo lavoro gli ha permesso di venire in contatto con diversi capolavori e persone poco raccomandabili, che condivide con piccoli aneddoti.

Tra le persone che più lo hanno affascinato troviamo i cosiddetti bookanieri, in particolare Pen Davenport e Belial. Sono due figure completamente opposte, il primo molto meticoloso mentre il secondo sembra essere disposto a tutto pur di raggiungere l’obiettivo. Il loro scopo nella vita è di rubare le pagine degli scrittori prima che siano pubblicate, cercando così di creare un mercato nero fatto di libri introvabili e unici. Sono persone che rimangono affascinate dall’abilità degli scrittori, che vivono sulle loro spalle e solo grazie al loro duro lavoro possono effettivamente trovare del guadagno.

La storia si configura come una grande avventura, ma nel finale crolla tutto l’impianto del libro, come un castello di carte. I momenti di tensione e d’incertezza, che dovrebbero trovare uno sbocco, sono invece accantonati, con la creazione di un nuovo filone narrativo che viene però subito bloccato. Il mito dei bookanieri sembra quasi non possa essere del tutto svelato, rimanendo così una leggenda pronta a essere tramandata di bocca in bocca ai giovani lettori.

Consigliato a: chi non ha paura a sfidare il caldo del deserto e il freddo dell’oceano.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Avventura
Titolo: L’ultimo cacciatore di libri
Autore: Matthew Pearl
Lunghezza: 413 pagine
Edizione: Ebook
Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Rizzoli

Goodreads

Il tesoro di Gengis Khan – [Clive Cussler, Dirk Cussler]

Il tesoro di Gengis Khan

Trama: Russia, lago Baikal: Dirk Pitt e Al Giordino sono impegnati in una missione della National Underwater Marine Agency. Ordinaria amministrazione.
E niente di più normale per loro che salvare una squadra di tecnici impegnata in ricerche petrolifere, quando un’improvvisa onda anomala sconvolge il lago. Ma quando anche la loro imbarcazione viene sabotata e la squadra di tecnici scompare, Pitt è costretto a gettarsi a capofitto in un nuovo mistero. In breve la sua ricerca lo porta in Mongolia, dove uno spietato e potente affarista custodisce uno sconvolgente segreto su Gengis Khan.
Il lascito del grande condottiero e i tesori perduti della leggendaria città di Xanadu brillano nell’oscurità di una macchinazione di scala planetaria… Dai laghi siberiani alle sabbie del deserto del Gobi, tra pericoli, intrighi e avventure, Pitt e Giordino lotteranno strenuamente per sventare l’incredibile minaccia. Una corsa dall’esito tutt’altro che scontato…

La mia recensione
Catastrofi naturali unite a un antico tesoro sepolto in Mongolia sono i punti saldi della nuova avventura di Dirk Pitt. Il nostro eroe preferito ritorna al centro della vicenda, con astuzia e un pizzico di fortuna a compensare l’età che avanza.

Dirk Pitt, nonostante sia un uomo ormai sposato e direttore della NUMA, non è ancora pronto a passare a una vita tranquilla dietro alla scrivania. L’avventura e gli oceani continuano a chiamarlo a sè, anche se stavolta si troverà ad affrontare un nuovo deserto. I suoi viaggi lo hanno portato a esplorare mezzo mondo e in ogni angolo del globo riesce sempre a trovare una truffa o un crimine da sventare. La sua sete di giustizia non si è mai calmata, nonostante capisca che il suo corpo non è più fatto per inseguimenti e sparatorie.

L’inseparabile Giordino sarà ancora una volta al suo fianco, pronto a sostenerlo e ad aiutarlo. Si preoccupa sempre per il suo amici, ma ha una fiducia incrollabile in lui. Sa che Dirk mette sempre in primo piano la vita degli altri e per questo ha bisogno di qualcuno che gli guardi le spalle. Giordino non sembra aver trovato una sistemazione per quanto riguarda la vita sentimentale, approfittando sempre delle belle donne che Dirk riesce ad attirare.

La truffa che dovranno sventare i due amici è talmente intricata che si potrà capire qualcosa sono da metà libro in avanti. Non si tratta solo di un piano che coinvolge a livello politico due grandi potenze. Allo stesso tempo è una minaccia per l’ambiente e la stabilità di molti paesi. I disastri naturali che Dirk deve affrontare in prima persona sono due, ma nel libro assistiamo a molte scene in cui la natura sembra essere impazzita. Per sopravvivere a tutto questo il nostro protagonista deve servirsi del suo intuito sopraffino, per capire anche quando serve una ritirata strategica e quando invece bisogna affrontare la situazione di petto.

Consigliato a: chi non ha paura a sfidare il caldo del deserto e il freddo dell’oceano.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Avventura
Titolo: Il tesoro di Gengis Khan
Autore: Clive Cussler, Dirk Cussler
Serie: Le avventure di Dirk Pitt [19]
Lunghezza: 536 pagine
Edizione: Ebook
Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: TEA

Goodreads

Angeli all’inferno – [Josh Lanyon]

Angeli all'inferno

Trama: Los Angeles, Natale 1943 – Quando la polizia scopre un cadavere in un sobborgo di Los Angeles, si ritrova facilmente tra le mani anche il sospettato numero uno: Nathan Doyle, un giornalista che la sera del delitto era in compagnia della vittima e che sembra non raccontare tutto ciò che sa. In più sta svolgendo delle indagini in maniera privata e questo ingigantisce i sospetti che già pendono sulla sua testa. Il tenente Matthew Spain ha però un motivo in più per tenere sotto stretto controllo Nathan, un motivo che, se scoperto, potrebbe distruggere la sua carriera… Perché l’amore tra due uomini potrebbe rivelarsi un peccato maggiore di un omicidio!

La mia recensione
Josh Lanyon ci regala una nuova avventura romantica tinta di giallo. Con un ispettore di polizia molto affascinante e un giornalista tormentato dal passato, scopriamo la Los Angeles del 1943 sotto una luce diversa.

Matthew Spain è il primo personaggio che conosciamo, tramite i suoi pensieri sull’omicidio su cui è incentrato il libro. Sembra essere una persona coraggiosa, che non si lascia trarre in inganno facilmente e che affronta di petto qualsiasi situazione. Il suo comportamento verso Nathan ne è l’esempio lampante: non si lascia intimidire dal fatto che sia un uomo e riesce ad agire seguendo il suo cuore. Non vuole mischiare lavoro e vita privata, ma non intende neanche perdere un’occasione quando gli si presenta davanti.

Nathan invece è più chiuso in sé stesso, non riesce ad accettare la sua diversità, ma allo stesso tempo non può impedire ai suoi pensieri di manifestarsi. Cerca di mantenere un controllo rigido su di sé, fallendo poi miseramente quando viene messo alle strette. Il suo passato è alquanto misterioso, ne scopriamo solo pochi pezzetti, ma si capisce che ha sofferto a lungo per la sua insicurezza. La vicinanza di Matthew può solo fargli bene, visto che l’uomo può dimostrare come il suo sentimento sia puro e sincero.

Il delitto è abbastanza intricato da rendere interessante le indagini. Ci sono un paio di colpi di scena insospettati e i vari personaggi che compaiono nella trama sono ben caratterizzati, cosa che rende la lettura molto scorrevole. Quasi dispiace quando si avvicina la fine della storia, perché si leggerebbero volentieri altri capitoli. Il fatto che però sia l’inizio di una serie fa sperare che arrivino presto nuovi libri su questa coppia.

Consigliato a: chi vuole scoprire un amore nel passato.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Romantico
Avventura
Titolo: Angeli all’inferno
Autore: Josh Lanyon
Serie: Doyle e Spain [1]
Lunghezza: 141 pagine
Edizione: Ebook
Editore: HarperCollins Italia

Goodreads

Vento nero – [Clive Cussler]

Vento nero

Trama: Dirk Pitt ha deciso di accettare la dirigenza della NUMA, la più importante agenzia di ricerca e recupero sottomarino di cui possano disporre gli Stati Uniti, e insieme al suo vecchio amico e compagno di avventure Al Giordino si trova nelle Filippine per controllare strani fenomeni sottomarini quando cominciano ad accadere avvenimenti preoccupanti: nelle isole Aleutine si verifica una strana moria di animali e uomini. Alcuni scienziati sembrano colpiti da un virus, un virus diffuso nell’aria da qualcuno che stia eseguendo una prova generale per un disastro di proporzioni mai viste.
Nella zona si trova Dirk Jr, figlio di Pitt e nuova punta di diamante della NUMA, assieme alla sorella gemella Summer. Saranno loro, con l’aiuto di un simpatico e misterioso personaggio, a rintracciare l’origine del complotto… sul fondo del mare, dove dai tempi della seconda guerra mondiale è rimasta celata un’arma micidiale che qualcuno, a Oriente, è convinto di poter usare contro l’America, ma rendendola cento volte più terrificante con il potere delle moderne tecnologie.

La mia recensione
Con due Dirk Pitt pronti a tutti pur di salvare il mondo, ecco che le avventure di questa serie stanno per diventare ancora più intriganti. I cattivi sono sempre spietati, ma stavolta la nostra banda di eroi ha qualche risorsa in più per fronteggiarli.

Anche se l’ammiraglio Sandecker ora non lavora più per la NUMA, non vuol dire che ha dimenticato i suoi colleghi. Essendo il vice presidente degli Stati Uniti può spingere per fondi o far autorizzare azioni di salvataggio. Dirk Pitt senior ovviamente ha abbastanza carisma per riuscire a ottenere ciò di cui ha bisogno, ma un aiuto aggiuntivo non fa mai male. Il fatto che il nostro protagonista adesso abbia anche una famiglia cui pensare non vuol dire che sia pronto a un lavoro dietro una scrivania. Il nostro Dirk, per quanto non più giovanissimo, è sempre pronto all’avventura e a salvare il mondo. I suoi stessi figli si accorgono di quanto sia disposto a sacrificare per la sicurezza del suo paese, con coraggio e un pizzico di spericolatezza.

Dirk Pitt junior invece ci mostra un lato diverso del suo carattere. Al contrario del padre risulta più impulsivo, cacciandosi nei guai a volte senza un piano alternativo. Risulta molto attraente e riesce a far cadere ai suoi piedi le ragazze con facilità, ma al contrario del padre non ci sentiamo trascinati dalle sue conquiste. Anche sua sorella non mi ha convinto del tutto. È’ descritta come intelligente e appassionata del mare, ma nei momenti critici non dimostra abbastanza sangue freddo. Si abbandona sempre al fratello, quasi aspettando di essere salvata. La sua bellezza è sempre sfruttata per distrarre gli avversari, diventando così l’unica arma che può usare la ragazza.

Anche stavolta ci ritroviamo con un nemico che viene da oriente. I russi sembrano aver abbandonato i loro intenti di rivalsa verso gli americani, ma al loro posto troviamo degli spietati industriali pronti a tutti pur di distruggere l’occidente. Al contrario degli episodi precedenti però non avremo un mistero parallelo da risolvere. Peccato perché in fondo erano una parte entusiasmante della trama.

Consigliato a: chi non si arrende mai, neanche nelle situazioni più disperate

Voto:
Stelle 4

Genere:
Avventura
Titolo: Vento nero
Autore: Clive Cussler
Serie: Le avventure di Dirk Pitt [18]
Lunghezza: 540 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Longanesi

Goodreads

Gioie e dolori – [Abigail Roux]

Gioie e dolori

Trama: Tornati a casa dopo l’inatteso richiamo in servizio attivo, i membri della squadra Sidewinder delle Forze di Ricognizione dei Marines si possono finalmente riunire ai loro cari e raccogliere i pezzi delle vite che erano stati costretti a lasciarsi alle spalle. Ty Grady torna da Zane Garrett solo per scoprire che tutto attorno a lui è cambiato… persino gli uomini con cui era andato in guerra. Ha appena il tempo di riabituarsi alla propria vita che suo fratello, Deuce, gli chiede di fargli da testimone al suo matrimonio. Ma non è la sua unica richiesta e Ty è costretto a chiamare aiuto per affrontare i problemi che il futuro suocero del fratello sembra aver attirato.

Nick O’Flaherty e Kelly Abbot accompagnano Ty e Zane al matrimonio, che si svolgerà su un’isola della Scozia, pensando di trovarsi lì solo per assecondare la paranoia di Deuce. Ma quando cominciano a spuntare i primi cadaveri e le barche iniziano ad affondare, i quattro si scoprono più coinvolti nei festeggiamenti di quanto avessero previsto.

Con il tempo che scorre veloce e il killer bloccato sull’isola insieme a loro, Ty e Zane devono attraversare un vero e proprio campo minato di amici, parenti e nemici per impedire che l’intera isola venga distrutta.

La mia recensione
Dopo il finale tremendo del libro precedente, è assolumente d’obbligo continuare subito la serie. Ty e Zane non sono ancora disposti a rilassarsi e a godersi un giorno di festa come un matrimonio, per cui aspettatevi pallottole e inseguimenti mozzafiato.

Ty è finalmente tornato a casa e stavolta possiamo sperare che non sia più richiamato al fronte. Lui e i suoi compagni sono però cambiati, sembrano più tesi del solito, segnati da quello che hanno passato. Ritornare al servizio militare dopo anni di vita civile non deve essere stato facile e i flashback di Ty tornano a fare capolino qua e la. Nel profondo del cuore però i suoi sentimenti per Zane non sono cambiati, anzi la lontananza sembra averli rafforzati.

Anche Zane ha avuto modo di riflettere sul loro rapporto. Sta valutando un futuro insieme all’uomo che ama e vorrebbe che anche lui facesse la stessa cosa. Il lavoro e tutto il resto sta passando in secondo piano, perché poter finalmente mostrare la loro relazione a tutti è più importante. La fiducia tra loro, che sembrava incrinata nel libro precedente, torna a essere di nuovo salda e incrollabile.

Peccato che il mondo esterno non sia disposto a fermarsi e che il passato torni di nuovo a bussare alla porta dei nostri protagonisti. Anche se Ty è quello che ha affrontato più missioni pericolose e segrete, Zane ha vissuto per mesi sotto copertura, incastrando diversi criminali. I nemici che si ricordano il loro volto e sono assetati di vendetta sono pronti a colpire anche le loro famiglie pur di rovinare i due protagonisti.

Per sventare qualsiasi minaccia, Ty non esita un istante a chiamare al suo fianco Nick. Questo personaggio sta crescendo di importanza nella storia e devo dire che mi piace sempre di più. Un po’ burbero, con un passato misterioso ma incasinato, è sempre pronto ad aiutare Ty nel momento del bisogno. Nonistamte qualche dissapore e litigata, il rapporto tra i due rimane saldo. Insieme formano una squadra eccezionale, l’unica in grado di salvare delle persone innocenti da una mente malvagia e senza scrupoli.

Consigliato a: chi vuole vedere le menti migliori in azione per salvare la propria famiglia.

Voto:
Stelle 5

Genere:
avventura
romantico
Titolo: Gioie e dolori
Autore: Abigail Roux
Serie: Armi e bagagli [8]
Lunghezza: 319 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell

Goodreads

Toccata e fuga – [Abigail Roux]

Toccata e fuga

Trama: Dopo che le loro facce sono comparse su tutti i notiziari a causa di un’indagine ad alto profilo, gli Agenti Speciali dell’FBI Ty Grady e Zane Garrett sono diventati più utili al Bureau come modelli per servizi fotografici piuttosto che come agenti sotto copertura. Proprio quando Zane sta cominciando a considerare l’idea di ritirarsi, Ty riceve una richiesta d’aiuto da parte di un amico, che li porta in una città colma di echi del loro passato.

New Orleans indossa la propria storia sulle sue strade ed è il luogo in cui Ty teme di finire ucciso. Circondati da problemi fin dall’atterraggio, i due agenti si devono confrontare con un passato che Ty non può più nascondere, uno che ha una sorprendente connessione con Zane.

Mentre i pericoli li raggiungono da ogni direzione, entrambi gli uomini dovranno venire a patti con le realtà del loro passato e le bugie che hanno raccontato. Scopriranno presto che non tutti i segreti sono ancora venuti allo scoperto e che niente dura per sempre.

La mia recensione
Ty e Zane non riescono proprio a stare lontano dai guai e anche stavolta rischiano di nuovo la vita. Peccato che noi nel frattempo rischieremo il nostro cuore per gli attriti che si stanno creando tra i due protagonisti.

Premetto che in questo libro ho lievemente odiato Ty. Riesce a combinare un disastro dietro l’altro, anche se le sue intenzioni non sono cattive. Lui segue sempre gli ordini, è nato per essere un marine, la sua mente è abituata allo stress e a reagire senza pensare. Peccato che alcune scelte nel passato, che all’epoca sembravano essere le migliori, si riflettano negativamente nel presente. Ty ha decisamente troppi segreti da mantenere e stavolta potrebbero perfino costargli la vita o, peggio, il suo cuore.

Zane invece deve affrontare alcune scelte difficili. La sua vita sta migliorando lentamente, anche se rischia ancora di ricadere nelle sue vecchie cattive abitudini. Mi piace il fatto che stia facendo tutto questo per costruirsi una vita con Ty e che finalmente riesca ad ammetterlo. Non riesco a rimproverargli nulla, nonostante gli scatti di rabbia e le parole dure. Spesso Zane non esprime al massimo i suoi sentimenti, si trattiene tutto dentro, ma stavolta lascerà esplodere quello che prova.

L’avventura in cui si ritrovano invischiati è come al solito pericolosa e complicata. Non si tratta di un caso di lavoro, ma del passato di entrambi che ritorna a minacciare le loro vite. In fondo i due uomini hanno seguito parecchi casi e incriminato molti criminali, è logico che strada facendo si siano fatti dei nemici. Al loro fianco avranno però i compagni di Ty, un gruppo compatto di persone pronte a tutto pur di difendersi a vicenda. Nick, che compariva già nei libri precedenti, inizia ad avere maggiore spazio, anche per preparare il terreno al libro dedicato a lui.

Preparatevi però ad azioni complicate, sotterfugi e stratagemmi, litigate furiose e presenze inquietanti. Chi ha osato mettere in pericolo le vite dei nostri protagonisti, non sa proprio cosa lo sta aspettando.

Consigliato a: chi vuole vedere i segreti allo scoperto.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Avventura
romantico
Titolo: Toccata e fuga
Autore: Abigail Roux
Serie: Armi e bagagli [7]
Lunghezza: 327 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell Edizioni

Goodreads

Messa in moto – [Josh Lanyon]

Messa in moto

Trama: Will si è finalmente deciso a portare Taylor a casa per fargli conoscere i parenti. Per sfortuna non tutti i membri della famiglia Brandt amano Taylor come lo ama Will.

Inoltre non tutti amano i Brandt. Infatti qualcuno ha un conto in sospeso con loro – tanto peggio se ex agenti del Dipartimento di Sicurezza Diplomatica si trovano sulla traiettoria quando le pallottole cominciano a fischiare.

La mia recensione
Si chiude questa serie con questa avventura un po’ sotto tono rispetto alla precedente. Eravamo rimasti a Parigi dopo una riconciliazione difficile, mentre stavolta siamo trascinati nella nuova vita dei nostri protagonisti.

Ormai i due protagonisti hanno deciso di vivere la loro relazione senza nascondersi, il che vuol dire attuare un po’ di cambiamenti nelle loro vite. Taylor si troverà ad affrontare l’intera famiglia di Will, presentato finalmente come il suo compagno. Il che è solo giusto, visto che la sorella di Taylor è già a conoscenza della loro relazione. Il padre di Will trasmetterà un po’ di tensione con i suoi discorsi, ma forse saprà far capire a Taylor i reali sentimenti di Will. E’ una cosa che non riesco ad accettare il fatto che dopo tutto questo tempo e tutte le vicissitudini che hanno affrontato, i sentimenti di Will siano ancora messi in discussioni. Non è mai stato un uomo da grandi gesti, ma almeno ha dimostrato di tenere a Taylor e di volerlo al suo fianco.

Anche sul fronte del lavoro non si può certo stare tranquilli e rilassarsi. I ragazzi riescono sempre a trovare il modo per farsi sparare addosso e a doversela cavare in situazioni disperate. Non aspettatevi però grandi scene d’azione come nel libro precedente. La trama infatti può rappresentare quasi un momento di passaggio, in cui i protagonisti devono capire cosa desiderano veramente e cosa fare per ottenerlo. Devo dire che il finale centra in pieno questo l’obiettivo.

Forse in futuro ci saranno altri libri su questi due ragazzi, ma se la serie dovesse concludersi così, posso ritenermi soddisfatta.

Consigliato a: chi apprezza i confronti a viso aperto.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Avventura
Titolo: Messa in moto
Autore: Josh Lanyon
Serie: Terreno Pericoloso [5]
Lunghezza: 124 pagine
Edizione: Ebook
Editore: JustJoshin Publishing, Inc.

Goodreads