La futura regina – [Philippa Gregory]

La futura regina

Trama: Inghilterra, 1465. Sono gli anni della Guerra delle due Rose e il conte Richard Neville, discendente di una prestigiosa famiglia aristocratica, è uno degli uomini più influenti alla corte di re Edoardo IV. Ambiguo e assetato di potere, il conte sa di poter utilizzare per i suoi giochi politici due carte preziose: le giovani, bellissime figlie Anna e Isabella. Incurante della loro volontà e dei loro sogni, comincia ben presto a pianificarne il futuro, tessendo alleanze con chi, a corte, è – o sembra – più vicino al re. Ma le due sorelle impareranno presto a giocare per conto proprio la partita della vita, e a liberarsi dal giogo paterno. Soprattutto Anna, forte e coraggiosa, decisa a non arrendersi mai. Il destino tuttavia non fa che accanirsi contro di lei: “Ho perso mio padre in battaglia, mia sorella, mio cognato e mio nipote per mano degli sgherri della regina, e ora anche mio figlio…” Disperata, braccata dai nemici della sua famiglia, non sa dove cercare un rifugio sicuro né di chi potersi fidare completamente. Eppure quello stesso destino così crudele la porterà un giorno, trionfalmente, sul trono d’Inghilterra. Dalla penna di Philippa Gregory, una nuova drammatica storia di passioni, intrighi e lotta per il potere alla corte di Edoardo IV.

La mia recensione
Anna Neville è stata una regina abbastanza sfortunata. Salita al trono dopo il regno sfavillate di Edoardo IV e della regina Elisabetta Woodville, si ritrova a dover gestire un paese che sogna la pace ma è costantemente minacciato da rivolte.

L’ascesa al trono di Anna è però lunga e piena d’imprevisti, nonostante suo padre fosse il conte di Warwick, il creatore di re. Fin dall’infanzia sa che lei o la sorella potrebbero diventare regine, ma essendo la minor non rientra nei grandi piani di suo padre. Solo dopo che sua sorella Isabella viene data in sposa nel momento sbagliato all’uoomo che non conquisterà il trono, Anna si ritrova al centro di mire politiche incredibili. Il suo primo matrimonio con Edoardo di Lancaster è triste e senza sentimenti. La ragazza è terrorizzata dalla madre del suo consorte, la regina Margherita, su cui fin da piccola ha sentito solo storie tremende. Si sente abbandonata sia dal padre che dalla madre, che la usano solo come pedina per i loro giochi di potere.

Il rapporto con la sorella Isabella è altalenante. Si vogliono molto bene, ma entrambe le ragazze sono ambiziose. Quando una si rende conto di poter esercitare più potere rispetto all’altra non esita mai. Sono state cresciute con l’idea del trono da conquistare e appena riescono a raggiungere una certa libertà dal padre e dai mariti iniziano a ordire trame per proprio conto. Anna è la più pacata delle due, cerca sembra di non farsi troppi nemici perché teme per la propria famiglia. Purtroppo il destino si accanirà contro di lei.

Anna è il centro della storia, la protagonista indiscussa, come tutte le figure femminili dei precedenti romanzi di questa serie. Il suo approccio alla vita è diverso rispetto alle altre protagoniste, ma non per questo meno affascinante. Riuscirà persino a mettere in cattiva luce Elisabbetta Woodville, che nel romanzo dedicato a lei sembrava invece una donna forte e pronta a tutto pur di difendere la sua famiglia. E’ questo grazie alla scrittura scorrevole ed entusiasmante dell’autrice.

Consigliato a: chi crede che le donne riescano a conquistare con il fascino il trono.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Storico
Titolo: La futura regina
Autore: Philippa Gregory
Serie: La guerra dei cugini [4]
Lunghezza: 448 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Sperling & Kupfer

Goodreads

Annunci

Il colore della magia – [Terry Pratchett]

Il colore della magia

Trama: L’odissea del Mondo Disco e dei suoi bizzarri abitanti. In un remoto angolo dell’universo orbita uno strano pianeta tutto piatto, sorretto da quattro magici elefanti, dove vivono le più svariate specie di abitanti e le cui uniche leggi sono quelle dell’incantesimo e della stregoneria.

La mia recensione
Può un mago fifone, poco avvezzo alla magia e sbeffeggiato da tutti diventare un eroe? La risposta è decisamente no, ma Scuotivento, il protagonista del libro, ci fa morire dal ridere nelle sue avventure. Immaginate un mago che non riesce a fare alcun incantesimo, sbattuto fuori dalla scuola di magia e senza alcuna prospettiva per il futuro.

Di punto in bianco la sua vita viene però stravolta dall’arrivo di un viaggiatore accompagnato da un bagaglio alquanto strano. Essendo straniero non è abituato ai costumi della terra di Scuotivento, permettendoci di scoprire con lui alcuni particolari che potrebbero altrimenti sfuggire. Allo tempo lui rappresenta una stranezza, un uomo difficile da inquadrare e quasi impossibile da comprendere.

Tutto il mondo descritto non rispetta le regole cui siamo abituati. Tra creature fantastiche e fughe a cavallo di draghi non si sa cosa aspettarsi dietro a ogni pagina. Scuotivento ha paura ad affrontare il mondo esterno, perché si sente indifeso, cosa che è comprensibile visti i pericoli cui va incontro. Si rimane affascinati dalla diversità di costumi e di creature che s’incontrano, nate dalla fantasia dello scrittore. Non si avverte mai una nota fuori posto, nonostante alcuni esseri siano veramente a limite dell’incredibile.

A complicare la situazione e a rendere il tutto più incerto e imprevedibile è la presenza di divinità sovrannaturali, che sembrano intervenire nei momenti culminanti della vicenda. I poteri che si muovono nascosti nell’ombra seguono delle regole particolari, muovendo i vari personaggi come pedine su una scacchiera. Tra di loro ci sono un paio di figure affascinanti, che sicuramente avranno un ruolo maggiore nei prossimi libri.

Il Mondo Disco, infatti, è una saga lunga e composta da tanti sottocicli, ognuno con un protagonista particolare. Scuotivento si è ritrovato protagonista per sbaglio, ma ci regalerà altri momenti divertenti nei libri futuri.

Consigliato a: chi vuole immergersi in un nuovo mondo fantastico.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: Il colore della magia
Autore: Terry Pratchett
Serie: Mondo Disco [1]
Scuotivento [1]
Lunghezza: 174 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: TEA

Goodreads

Io sono Alfa – [Patrick Fogli]

Io sono Alfa

Trama: La prima bomba scoppia davanti a una scuola elementare, mentre i bambini entrano. La seconda bomba scoppia poco dopo, quando arrivano le ambulanze e i soccorsi. Dopo, qualcuno nota un segno sul muro. Una lettera greca. Alfa. È solo l’inizio. Paolo è un giornalista, uno cinico, uno curioso, uno spregiudicato e vuole cercare e capire. Francesca è un chirurgo, una madre a cui muore una figlia, a cui muore il marito e non può non odiare e fuggire. Gualtiero è un politico, un uomo serio, sincero, isolato, uno che ha paura di quello che sente. Perché non finirà. Gli attentati continuano, sempre più crudeli e assurdi. Senza mai una rivendicazione. Solo uomini vestiti di nero e irriconoscibili. E quella lettera. Alfa.

La mia recensione
Se foste privati della certezza di vivere al sicuro, se perfino i bambini diventassero delle vittime mentre vanno a scuola, come vi sentireste? L’intero romanzo si basa proprio su questo concetto, togliendo le basi dalla società che conosciamo e gettando nel terrore un’intera nazione.

La storia segue le vite parallele di un giornalista, una madre e un politico, che si ritrovano ad affrontare dei momenti terribili in seguito agli attacchi. Il giornalista è alla ricerca della verità, per capire che tipo di persone ci siano dietro agli assassini, quale sia il loro movente e fino a che punto si spingeranno. La madre invece dovrà affrontare un grave lutto in famiglia, ricostruendo così la sua vita e cercando un po’ di tranquillità. Il politico occupa invece una zona non proprio piacevole. Fino a che punto è colpa della classe dirigente e cosa bisogna fare per rimediare agli errori del passato?

Il giornalista è il personaggio che mi è piaciuto di più. Non si arrende mai, cerca di affrontare la situazione rimanendo neutrale anche quando degli innocenti sono tra le vittime. Non tenta di prevedere la prossima mossa, perchè capisce fin da subito che è quasi impossibile. Il primo passo da affrontare è capire chi sia veramente il nemico e quali motivazioni li spinga ad agire.

Il ritmo non è troppo serrato, ma si prova una tensione continua. Si avverte nell’aria quando potrebbe arrivare il prossimo attentato e si vorrebbe avvertire tutti i personaggi di scappare lontano e mettersi al riparo. Nessuno può veramente sentirsi al sicuro, perché tutti sono dei possibili bersagli. La paura diventa parte integrante della vita di tutti giorni, rendendo difficile qualsiasi rapporto con l’esterno. La reazione della gente diventa quasi istintiva, andando a limitare i propri diritti e accogliendo con sollievo l’intervento delle forze speciali. Alfa può portare veramente alla fine della democrazia?

Consigliato a: per chi non si spaventa di fronte all’ignoto.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Thriller
Titolo: Io sono Alfa
Autore: Patrick Fogli
Lunghezza: 240 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Frassinelli

Goodreads

Miss Strega – [Eva Ibbotson]

Miss Strega

Trama: Nel grande concorso per streghe il primo premio per la magia più sbalorditiva è diventare la sposa di un genio della magia nera, l’affascinante giovane mago Arriman. Ognuna compare con il suo aiutante, il suo famiglio: la signorina Naufragio, ex sirena e ora pescivendola, ha un polipetto, Ethel Truogolo un maiale, le gemelle Nancy e Nora Urlòn due galline identiche, Mamma Sanguisuga, ormai vecchia e svanita che ama trasformarsi in un tavolino da caffè e poi non riesce più a ritrasformarsi, una scatola piena di larve bianche. Le magie si susseguono, ma è la diabolica Madame Olympia che esegue quella più terrificante: topi, topi, topi che si mangiano l’un l’altro. E la povera Belladonna, che sa solo fare magie bianche? È vero che ha il verme Bobi per famiglio, però…

La mia recensione
Se per conquistare l’uomo amato bisognasse fare la magia più nera del mondo? Belladonna, una strega bianca fin dalla nascita, si trova davanti a un gran problema: rinnegare la sua natura per dare ascolto al suo cuore. Per la protagonista questo diventa alquanto difficile, poiché si è innamorata di Arriman, lo stregone più oscuro che abbia mai conosciuto. La ragazza però non si perde d’animo ed è disposta a fare grandi sacrifici pur di raggiungere il suo obiettivo.

Il suo desiderio di essere parte di un gruppo ed essere accettata anche se diversa dagli altri si fa sentire fin da subito nella storia. Non è l’unica però a voler formare una famiglia su cui contare. Anche il giovane Russ, orfanello che aiuterà Belladonna nella storia, non vede l’ora di avere qualcuno che si prenda cura di lui e che gli voglia bene. Entrambi i personaggi hanno avuto un passato difficile, sbeffeggiati dalle persone che avevano intorno, ma non vogliono arrendersi e non rinunciano ai loro sogni.

Come possibili contendenti per il cuore di Arriman troviamo un gruppo di streghe alquanto sgangherato. Sono identificate da un tratto distintivo, come l’essere discendenti di sirene oppure avere un’affinità con la terra, che le rendono davvero buffe. L’unica che incute un vero timore è madame Olimpia, che fin dalla sua introduzione rappresenta un pericolo per tutti. E’ una donna crudele e senza cuore e lo si intuisce anche dalle magie che pratica. Non si risparmia colpi bassi e sotterfugi per ostacolare le sue avversarie e sarà un pericolo costante per Belladonna.

La protagonista, oltre al piccolo Russ e al suo famiglio Bobi, potrà però contare sull’aiuto inaspettato di altri personaggi. Molti, infatti, rimangono affascinati da questa ragazza dolce e sempre disponibile ad aiutare, che non si lamenta mai anche per i compiti più ingrati. E’ come se fosse una Cenerentola con poteri magici, dobbiamo solo sperare che riesca a raggiungere anche lei il suo lieto fine.

Consigliato a: chi crede che alcune streghe siano affascinanti.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: Miss Strega
Autore: Eva Ibbotson
Lunghezza: 237 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Editore: Salani

Goodreads

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve – [Jonas Jonasson]

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

Trama: Allan Karlsson compie cento anni e per l’occasione la casa di riposo dove vive intende festeggiare l’evento: Allan, però, è di un’altra idea e decide di punto in bianco di scappare. Con le pantofole ai piedi scavalca la finestra e si dirige alla stazione degli autobus. Lì ruba la valigia a un giovane biondo dall’aria feroce, sale sul primo autobus che gli capita e inizia così, sbarcando in uno sperduto villaggio svedese sconosciuto, una serie esilarante di equivoci e di incontri…

La mia recensione
Allan è un vecchio eccentrico che ha avuto una vita movimentata. Il fatto che stia per compiere cento anni non lo fa rassegnare a rimanere in una casa di riposo, ma ci trasporta con lui in un’avventura incredibile.

Ci si affeziona subito a questo vecchietto arzillo, che ha avuto la fortuna, o in alcuni casi sfortuna, di incontrare un sacco di personaggi importanti lungo la sua vita. Da Truman a Stalin, fino a De Gaulle durante le rivolte del 68, Allan ha attraversato la storia del Novecento senza perdersi neanche un avvenimento importante. Peccato che lui non se ne sia mai accorto e abbia sempre affrontato la vita seguendo delle sue regole personali precise. Prima di tutto non gli è mai interessata la politica, nonostante si sia più volte incontrato con personaggi di spicco. E poi la sua passione per l’acquavite ha condizionato alcune sue scelte, sia nel bene che nel male.

Anche nel presente Allan non riesce a rimanere tranquillo e si trova invischiato tra una banda di criminali, un ladro incallito e un poliziotto che vorrebbe solo svolgere il suo lavoro senza complicazioni. Preparatevi quindi a grandi risate nello scoprire tutte le situazioni esilaranti in cui si può cacciare un vecchietto desideroso di godersi la vita.

Insieme con lui scopriremo altri personaggi interessanti, ognuno con un sogno nel cassetto e un passato alquanto strano. Anche loro si sentono pronti ad affrontare una nuova sfida, che li trascina finalmente lontano dalla noia quotidiana e dai piccoli problemi che costellano le loro vite. Il viaggio non riguarda grandi spostamenti, ma è più spirituale e interiore. Il confronto con idee diverse dal solito, personalità eccentriche e imprevisti al limite dell’impensabile sono l’ideale per riuscire a crescere e trovare un nuovo equilibrio. Con una compagnia del genere però si potrebbe affrontare qualsiasi sfida!

Consigliato a: chi non si perde mai d’animo anche con il passare del tempo.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Umoristico
Titolo: Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve
Autore: Jonas Jonasson
Lunghezza: 450 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Bompiani

Goodreads

Segreti sepolti – [Lisa Unger]

Segreti sepolti

Trama: Se quella mattina Ridley Jones, giornalista di successo, avesse preso la metropolitana anziché aspettare un taxi, non avrebbe mai scoperto che la sua vita, apparentemente perfetta, non era altro che una menzogna. Salvando un bambino che rischiava di essere investito, la bella Ridley finisce infatti su tutti i giornali, ma non può certo immaginare che quel*l’evento sconvolgerà ogni sua certezza. Poco dopo riceve una misteriosa busta con due foto e un biglietto che le pone una domanda inquietante: “Sei mia figlia?”. Peccato che Ridley un padre ce l’abbia già. Che significa quel messaggio? Possibile che la sua vita, la sua famiglia, perfino il suo nome siano solo un cumulo di bugie? Ridley si vede costretta a investigare sul proprio passato e sulle persone a lei più care, avvicinandosi pericolosamente ai confini di una terra oscura dove tutti hanno qualcosa da nascondere.

La mia recensione
Siete una ragazza amata dai genitori, con un lavoro che vi piace e che vi lascia parecchia libertà. La vostra vita sentimentale al momento non è il massimo, ma vi sembra tutto sommato di vivere un sogno. Che cosa succederebbe se tutto questo si basasse su una bugia?

Dopo aver ascoltato il proprio cuore e aver compiuto una buona azione Ridley vede la sua vita iniziare a sgretolarsi. I suoi genitori non sembrano più le dolci persone che ha sempre conosciuto, ma diventano pian piano degli sconosciuti. Il dubbio che le abbiano mentito per tutto questo tempo è tremendo, soprattutto se a questo si aggiunge la possibilità che abbiano commesso dei crimini. Ridley tende a seguire l’istinto, accorgendosi troppo tardi quando potrebbe cacciarsi nei guai.

Al suo fianco può però contare sul supporto di Jake, un misterioso ragazzo che compare all’improvviso e le stravolge la vita. I sentimenti che prova per lui sono inaspettati, ma Ridley non teme l’ignoto e vuole scoprire qualcosa di più su di lui. L’attrazione fisica però non può bastare, perché il passato di Jake potrebbe nascondere dei dettagli inquietanti.

La vita di Ridley, infatti, non si può più dire tranquilla, tra incontri notturni al parco, bambini scomparsi e macchine impazzite pronte a tutto pur di fermarla. La sua voglia di scoprire chi sia veramente e cosa le stiano nascondendo i suoi genitori è irrefrenabile. Ma chi sono le persone che vogliono a tutti i costi impedirle di raccontare in giro quello che sta scoprendo?

L’intero libro si basa sulle scoperte di Ridley, tenendo alta la tensione e lasciandoci all’oscuro esattamente come la protagonista. Il fatto che si improvvisi investigatrice e che sia pronta ad affrontare pericoli incredibili è un po’ in contraddizione con l’immagine della brava ragazza che ci è descritta nei primi capitoli. Abituata ad avere sempre un aiuto da parte della sua famiglia, stavolta invece dovrà riuscire a cavarsela da sola, utilizzando tutto il coraggio che dispone.

Consigliato a: chi apprezza i misteri in famiglia.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Mistero
Titolo: Segreti sepolti
Autore: Lisa Unger
Serie: Ridley Jones [1]
Lunghezza: 269 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Giunti

Goodreads

La signora dei fiumi – [Philippa Gregory]

La signora dei fiumi

Trama: Francia, 1430. Jacquetta di Lussemburgo è una dei discendenti dei duchi di Borgogna, la cui stirpe si dice abbia ereditato il dono della preveggenza dalla mitica capostipite Melusina, divinità del fiume, in grado di leggere il futuro nello scorrere delle acque. Jacquetta è poco più di una bambina quando viene data in sposa al duca di Bedford che, convinto dei suoi poteri divinatori, la introduce al misterioso mondo dell’alchimia. Ma il destino ha in serbo altro per lei: quando, all’età di diciannove anni, la duchessa si ritrova prematuramente vedova, sfidando qualunque convenzione si unisce in seconde nozze al ciambellano del marito, Richard Woodville, un giovane di belle speranze e di umili origini al quale già da tempo la legava un amore segreto e proibito.
Grazie all’ambizione di lui e al proprio fascino e carisma, in breve tempo Jacquetta conquista un posto di primo piano alla corte dei Lancaster. Ma sono anni turbolenti e sanguinosi: Jacquetta sente che la famiglia rivale, gli York capeggiati dal temibile duca Riccardo, si fa sempre più pericolosa e minaccia di distruggere l’intero regno. Jacquetta combatte per il suo re, per la sua regina e per sua figlia, Elisabetta Woodville, per la quale prevede un destino straordinario e inatteso: un capovolgimento di fortuna, il trono d’Inghilterra e la bianca rosa di York.

La mia recensione
Torniamo tra le eredi di Melusina, stavolta scoprendo la storia di Jaquetta, che dalla Francia approda in Inghilterra per seguire un marito più anziano e alquanto stravagante.

La ragazza, infatti, non sembra dare molto credito alle sue doti di preveggenza, ma è istruita a dovere dall’uomo che si trova a costretta a sposare. Tra alchimisti e sapienti dell’epoca Jaquetta scopre che la conoscenza può essere pericolosa se è tra le mani di una donna. Nel periodo in cui vive, non è possibile per una donna riuscire a farsi strada e a farsi rispettare come se fosse un uomo. Jaquetta è molto timorosa e non ha grandissime ambizioni, al contrario di sua figlia Elisabetta che sarà invece pronta a tutto pur di diventare regina.

Il suo primo matrimonio non si può dire felice, ma le permetterà di entrare in società e capire come muoversi a corte. Il secondo marito sarà invece il vero amore della sua vita, l’uomo per cui sarà pronta a tutto pur di vivere al suo fianco. Insieme avranno una marea di figli, la maggior parte destinata però all’anonimato.

Jaquetta sarà sempre presente alla corte del re, come dama di compagnia della regina Margherita d’Angiò e come sua confidente. Saprà districarsi tra gli intrighi di corte, le sommosse e le bizze della famiglia reale. Il suo comportamento sarà sempre fedele alla corona e ai Lancaster, cercando di fare in modo che la sua famiglia sopravviva senza troppe sofferenze. Il suo amore incrollabile per suo marito la accompagnerà per tutta la vita, tenendola così al riparo dagli scandali che invece saranno sussurrati alle spalle della regina. I suoi consigli non sempre saranno ascoltati, anche se si capisce che il suo intento è sempre volto a proteggere l’Inghilterra.

E’ una donna a suo modo coraggiosa, che crede fino in fondo nei suoi desideri e fa di tutto per cercare la felicità sua e di suo marito. La sua guida sarà poi fondamentale per sua figlia, per permetterle di sopravvivere nella corte reale senza cadere nelle trappole tese dai suoi nemici.

Consigliato a: chi non si fa mancare un pizzico di magia nella propria vita.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Storico
Titolo: La signora dei fiumi
Autore: Philippa Gregory
Serie: La guerra dei cugini [3]
Lunghezza: 527 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Sperling & Kupfer

Goodreads

La figlia della foresta – [Juliet Marillier]

La figlia della foresta

Trama: Lord Colum di Sevenwaters ha generato sette figli: Liam, il leader naturale, l’avventuroso Diarmid, i gemelli Cormack e Conor, il ribelle Finbar e il compassionevole Padriac. Sarà tuttavia Sorha, l’unica figlia, la settima della nidiata, a difendere la propria famiglia e a proteggere la propria terra dai bretoni, nel momento in cui il padre e i fratelli rimangono vittime dell’incantesimo della perfida Lady Oonagh. Esiliata da Sevenwaters e rifugiatasi nella foresta, la giovane cade nelle mani dei suoi nemici e conosce l’amore…

La mia recensione
Anche se i primi capitoli non sono tra i più strepitosi, questa storia riesce a conquistarti per la forza e il coraggio della protaognista. Non condivideremo tutte le sue scelte, ma faremo il tifo per lei affinchè riesca a salvare la propria famiglia.

Sorha ha sempre vissuto nella foresta, circondata dai suoi fratelli che l’hanno sempre amata e protetta. Il padre non si è mai interessato molto a lei, forse per via della sua somiglianza con la madre, morta di parto. La sua vita cambia totalmente con l’arrivo della matrigna, che si rivela essere una creatura crudele e con poteri incredibili. La vita di s
Sorha infatti è sempre stata circondata dalla magia della foresta e del popolo fatato, ma stavolta dovrà affrontare un nemico subdolo e potente. Con il passare delle vicissitudini si rivela essere una ragazza coraggiosa e pronta a tutto pur di salvare i propri fratelli. Le difficoltà che dovrà affrontare sembrano insormontabili e spesso ho pensato che fosse sul punto di mollare tutto. Invece Sorha si è rivelata una protagonista tenace e in grado di suscitare le simpatie di chiunque.

I suoi fratelli, nonostante non siano marginali nella storia, non sono così ben caratterizzati come lei. Finbar è quello che mi aveva colpito di più rispetto agli altri. Era in grado di pensare con la sua testa, senza comformarsi a delle scelte ovvie per compiacere il padre. Purtroppo però con il passare dei capitoli la sua evoluzione non è stata del tutto piacevole. Diventa sempre più schivo e riservato, rinnega quasi i suoi doni per ricercare un’idea di felicità che però non condivide con il resto della famiglia.

Il viaggio che dovrà affrontare Sorha è complicato e i pochi indizi che ha sul suo futuro non sono rassicuranti. E’ soprattutto la paura dell’ignoto quella che penetra più a fondo. La ragazza infatti è in balia delle persone che incontra, senza alcun vero mezzo per difendersi. L’incontro che le cambierà veramente la vita sarà con un nemico giurato della sua famiglia, che le mosterà un mondo diverso da come le veniva descritto da suo padre. Sorha è l’unica in grado di poter conoscere le terre al di fuori della sua isola senza troppi pregiudizi. E sarà proprio lei a dover scegliere se fidarsi fino in fondo oppure rinnegare la gentilezza, e forse qualcosa in più, per respingere ancora una volta gli stranieri.

Consigliato a: a chi sogna un amore in grado di abbattere le barriere.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: La figlia della foresta
Autore: Juliet Marillier
Serie: Trilogia di Sevenwaters [1]
Lunghezza: 607 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Armenia

Goodreads

Un sentiero pericoloso – [Erin Hunter]

Un sentiero pericoloso

Trama: ArtigliodiTigre, il traditore, è il nuovo leader del Clan della Tenebra. Per il Clan del Tuono è uno shock e per StellaBlu l’ulteriore conferma che il Clan della Stella li ha abbandonati. Una presenza maligna nella foresta semina morte, paura, sospetti e rivalità tra i Clan. CuorediFuoco deve affrontare la minaccia più oscura e pericolosa, per proteggere il suo Clan e tutto quello in cui crede.

La mia recensione
Quante vicissitudini può sopportare ancora CuoreDiFuoco? Sembra, infatti, che per il clan del Tuono non ci sia fine al peggio. Li avevamo lasciati nello scorso libro alle prese con il fuoco devastante e le conseguenze di una leader senza più fiducia nel clan della Stella.

Ora il pericolo sembra essere ancora più tremendo: una minaccia sta serpeggiando nella foresta e i clan sembrano essere impreparati ad affrontarlo. CuoreDiFuoco sa che dovrà impegnarsi al massimo per riuscire a dar sopravvivere il suo clan e arginare il comportamento sconsiderato di StellaBlu. Ora che StellaDiTigre è diventato il capo del clan di Tenebra è molto più rischioso pattugliare i confini. Qualcosa però è riuscito a infiltrarsi nel loro territorio e sarà difficile riuscire a ricacciarlo via.

I gatti del clan si fidano sempre di più di CuoreDiFuoco, anche se il nostro protagonista questa volta deve inventare una via d’uscita, senza seguire le regole. Il codice guerriero, infatti, può essere d’aiuto nelle situazioni normali, ma stavolta bisogna affrontare una situazione davvero particolare. Ci vuole qualcuno in grado di pensare fuori dagli schemi e CuoreDiFuoco potrebbe essere il gatto giusto.

Le sfide continue degli altri clan e i sotterfugi di StellaDiTigre sembrano portare scompiglio tra i ranghi del clan del Tuono. Le litigate purtroppo sono all’ordine del giorno, ma per CuoreDiFuoco gli scontri con TempestaDiSabbia sono i più brutti. Lui non vorrebbe creare altre tensioni con la gatta, ma allo stesso tempo deve poter prendere delle scelte difficili. Chiedere consiglio diventa sempre più difficile, perché significherebbe mostrare la debolezza della leader e le difficoltà interne.

Devo ammettere che rispetto agli altri libri ho trovato più emozioni contrastate da parte di CuoreDiFuoco. Si avverte che ha abbracciato fino in fondo la dottrina dei clan selvatici. Rimane sconcertato quando altri gatti, nati e cresciuti nella foresta, sono sfiduciati verso il clan della Stella. Che sia un nuovo passo verso la maturazione del nostro protagonista?

Consigliato a: chi non ha paura ad affrontare l’ignoto.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: Un sentiero pericoloso
Autore: Erin Hunter
Serie: Warrior Cats [5]
Lunghezza: 250 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Sonda Editore

Goodreads

Vento nero – [Clive Cussler]

Vento nero

Trama: Dirk Pitt ha deciso di accettare la dirigenza della NUMA, la più importante agenzia di ricerca e recupero sottomarino di cui possano disporre gli Stati Uniti, e insieme al suo vecchio amico e compagno di avventure Al Giordino si trova nelle Filippine per controllare strani fenomeni sottomarini quando cominciano ad accadere avvenimenti preoccupanti: nelle isole Aleutine si verifica una strana moria di animali e uomini. Alcuni scienziati sembrano colpiti da un virus, un virus diffuso nell’aria da qualcuno che stia eseguendo una prova generale per un disastro di proporzioni mai viste.
Nella zona si trova Dirk Jr, figlio di Pitt e nuova punta di diamante della NUMA, assieme alla sorella gemella Summer. Saranno loro, con l’aiuto di un simpatico e misterioso personaggio, a rintracciare l’origine del complotto… sul fondo del mare, dove dai tempi della seconda guerra mondiale è rimasta celata un’arma micidiale che qualcuno, a Oriente, è convinto di poter usare contro l’America, ma rendendola cento volte più terrificante con il potere delle moderne tecnologie.

La mia recensione
Con due Dirk Pitt pronti a tutti pur di salvare il mondo, ecco che le avventure di questa serie stanno per diventare ancora più intriganti. I cattivi sono sempre spietati, ma stavolta la nostra banda di eroi ha qualche risorsa in più per fronteggiarli.

Anche se l’ammiraglio Sandecker ora non lavora più per la NUMA, non vuol dire che ha dimenticato i suoi colleghi. Essendo il vice presidente degli Stati Uniti può spingere per fondi o far autorizzare azioni di salvataggio. Dirk Pitt senior ovviamente ha abbastanza carisma per riuscire a ottenere ciò di cui ha bisogno, ma un aiuto aggiuntivo non fa mai male. Il fatto che il nostro protagonista adesso abbia anche una famiglia cui pensare non vuol dire che sia pronto a un lavoro dietro una scrivania. Il nostro Dirk, per quanto non più giovanissimo, è sempre pronto all’avventura e a salvare il mondo. I suoi stessi figli si accorgono di quanto sia disposto a sacrificare per la sicurezza del suo paese, con coraggio e un pizzico di spericolatezza.

Dirk Pitt junior invece ci mostra un lato diverso del suo carattere. Al contrario del padre risulta più impulsivo, cacciandosi nei guai a volte senza un piano alternativo. Risulta molto attraente e riesce a far cadere ai suoi piedi le ragazze con facilità, ma al contrario del padre non ci sentiamo trascinati dalle sue conquiste. Anche sua sorella non mi ha convinto del tutto. È’ descritta come intelligente e appassionata del mare, ma nei momenti critici non dimostra abbastanza sangue freddo. Si abbandona sempre al fratello, quasi aspettando di essere salvata. La sua bellezza è sempre sfruttata per distrarre gli avversari, diventando così l’unica arma che può usare la ragazza.

Anche stavolta ci ritroviamo con un nemico che viene da oriente. I russi sembrano aver abbandonato i loro intenti di rivalsa verso gli americani, ma al loro posto troviamo degli spietati industriali pronti a tutti pur di distruggere l’occidente. Al contrario degli episodi precedenti però non avremo un mistero parallelo da risolvere. Peccato perché in fondo erano una parte entusiasmante della trama.

Consigliato a: chi non si arrende mai, neanche nelle situazioni più disperate

Voto:
Stelle 4

Genere:
Avventura
Titolo: Vento nero
Autore: Clive Cussler
Serie: Le avventure di Dirk Pitt [18]
Lunghezza: 540 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Longanesi

Goodreads