La meravigliosa macchina di Pietro Corvo – [Guido Quarzo]

La meravigliosa macchina di Pietro Corvo

Trama: Torino, XVIII secolo. Questa è la storia di un orfano, Giacomo, spedito controvoglia nella bottega di un orologiaio molto particolare, Pietro Corvo. Sebbene l’orribile aspetto del maestro gli incuta non poco timore, Giacomo comincia presto ad apprezzarlo e impara velocemente il mestiere. Pietro Corvo è perdutamente innamorato della figlia del Marchese di Moncalvo, bellissima e incapace di suonare il violino, ma lei naturalmente non ne vuole sapere. Pietro Corvo non riesce a darsi pace e Giacomo non sa come aiutarlo. Un’idea folle e geniale sembra però ridar gioia di vivere a Pietro: costruirà con l’aiuto di Giacomo una donna meccanica, capace di suonare il violino e identica a Irina. E per i due sarà solo l’inizio di una serie di guai.

La mia recensione
Un bambino orfano scoprirà, tramite gli insegnamenti di un mastro orologiaio, che dietro a dei semplici ingranaggi si può nascondere un mondo intero. Sembra quasi una favola questo libro, per come espone i fatti in modo chiaro e intrigante.

Partiamo dall’infanzia del protagonista, che sogna una vita di avventure al di fuori di Torino. Diventare apprendista di un orologiaio non è la sua massima aspirazione, ma ben presto impara ad apprezzare il suo lavoro e il suo maestro. Pietro Corvo è un uomo solitario ma non burbero, che vuole bene a Giacomo e gli offre una casa e un mestiere che per l’epoca sono molto importanti. Il protagonista da lui imparerà l’arte della pazienza e del saper osservare il mondo.

Scoprirà però anche un lato nascosto dell’orologiaio, pieno di genialità e di macchine straordinarie che sembreranno quasi magiche. Pietro Corvo sa essere molto zelante quando vuole e Giacomo gli riconosce una costanza nell’applicarsi fuori dal comune. La collaborazione tra i due è fondamentale per la vicenda: il protagonista, che da piccolo era un grande sognatore, rimane sempre con i piedi per terra, mentre Pietro si lascia trasportare da fantasie strane.

A coronare la vicenda troviamo anche un viaggio misterioso, volto alla ricerca di nuova conoscenza,, e un innamoramento a prima vista, che scombussolerà la vita dei due uomini. La maestria di Pietro Corvo sembra quasi magica, per come riesce ad aggiustare sempre tutto, e forse Giacomo riuscirà a capire i suoi segreti e ad assimilare, almeno in parte, la sua arte.

Consigliato a: chi immagina una favola dolce e tecnlogica

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: La meravigliosa macchina di Pietro Corvo
Autore: Guido Quarzo
Lunghezza: 134 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Editore: Salani

Goodreads

Multiversum – [Leonardo Patrignani]

Multiversum

Trama: Alex vive a Milano. Jenny vive a Melbourne. Hanno sedici anni. Un filo sottile unisce da sempre le loro vite: un dialogo telepatico che permette loro di scambiarsi poche parole e che si verifica senza preavviso, in uno stato di incoscienza. Durante uno di questi attacchi i due ragazzi riescono a darsi un appuntamento. Alex scappa di casa, arriva a Melbourne, sul molo di Altona Beach, il luogo stabilito. Ma Jenny non c’è. I due ragazzi non riescono a trovarsi perché vivono in dimensioni parallele. Nella dimensione in cui vive Jenny, Alex è un altro ragazzo. Nella dimensione in cui vive Alex, Jenny è morta all’età di sei anni. Il Multiverso minaccia di implodere, scomparire. Ma Jenny e Alex devono incontrarsi, attraversare il labirinto delle infinite possibilità. Solo il loro amore può cambiare un destino che si è già avverato.

La mia recensione
La nostra realtà può essere complessa, ma se dobbiamo affrontare una miriade di alternative diverse, la vita può complicarsi sempre più. Soprattutto se tutti gli indizi portano alla conclusione che qualcosa di terribile sta per accadere.

Alex e Jenny sono i due giovani protagonisti della storia, che si troveranno ad affrontare una realtà strana e bizzarra. Possono comunicare con la mente, cosa che genera qualche scompiglio nelle loro vite. Ma soprattutto scoprono di essere in grado di viaggiare attraverso dimensioni parallele, scoprendo delle storie alternative a quella che hanno vissuto, rincorrendosi a vicenda per riuscire a incontrarsi.

Quella che sembra essere una storia d’amore a distanza si trasforma però in una vera corsa contro il tempo. I due ragazzi non capiscono bene cosa stia succedendo, ma sanno che la realtà che conoscono sta per finire. Ad aiutarli lungo il loro difficile percorso troveranno l’aiuto di Marco, grande amico di Alex. Questo personaggio è il più singolare della vicenda. Con i suoi consigli e suggerimenti sprona il ragazzo ad agire, compie delle indagini per conto suo ed ha una fiducia incrollabile nell’amico. E’ veramente il punto fisso di Alex, la persona a cui può rivolgersi sapendo di essere sempre supportato e aiutato. Jenny non ha un equivalente al suo fianco, dimostrandosi più solitaria di Alex.

La storia anche se ambientata in dimensioni differenti, almeno inizialmente, segue comunque un unico filo conduttore. A volte ci si sente smarriti quando i protagonisti finisco in mondi davvero bizzarri, ma la sensazione dura solo un capitolo. Infatti i salti spaziali e temporali che fanno i ragazzi sono sempre mirati al rimanere insieme, cercando di ricongiungersi il prima possibile quando si separano.

Non è ben chiaro come mai siano gli unici ad avere questo dono, né chi siano le persone che tramano nell’ombra per impedire loro d’incontrarsi. Si capisce che nella vicenda ci sono ancora altri misteri da svelare, che scopriremo probabilmente nel prossimo libro.

Consigliato a: chi crede che la storia possa seguire un corso diverso.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: Multiversum
Autore: Leonardo Patrignani
Serie: Multiversum [1]
Lunghezza: 341 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

Il sortilegio del Corvo – [James Barclay]

Il sortilegio del Corvo

Trama: Per fermare l’imponente esercito dei Lord Stregoni, la compagnia di mercenari conosciuta come il Corvo ha lanciato Ruba Aurora, un incantesimo potentissimo, ma impossibile da controllare. E ora deve far fronte alle conseguenze di quel gesto estremo: Ruba Aurora ha, infatti, squarciato i cieli sopra la città di Parve, aprendo un portale d’accesso a una dimensione parallela dominata dai draghi, che da secoli aspettano un’occasione per invadere i regni degli uomini. Il varco è ancora troppo stretto, però è solo questione di tempo: ben presto si allargherà e uno stormo d’invincibili draghi-guerrieri si riverserà su Balaia, portando morte e distruzione e sconvolgendo l’equilibrio dell’universo. Per avere almeno una possibilità di scongiurare l’apocalisse, il Corvo è costretto a rimettersi in viaggio attraverso una terra dilaniata da guerre, rivalità e lotte intestine, nella speranza di trovare gli antichi manoscritti del mago Septern, colui che ha creato l’unico sortilegio in grado di annullare gli effetti di Ruba Aurora…

La mia recensione
Attenzione a lanciare degli incantesimi senza tenere conto delle conseguenze. Il Guerriero Ignoto e i suoi compagni se ne accorgeranno presto, quando dovranno affrontare i mutamenti causati dal RubaAurora.

Inizialmente il Corvo ha qualche problema al suo interno. Denser è il personaggio più fastidioso in questa circostanza, perché ritiene che la sua vita non abbia alcun valore dopo aver lanciato l’incantesimo più potente di sempre. I suoi compagni faticheranno molto per convincerlo del contrario, ma il suo supporto sarà fondamentale per riuscire nella loro nuova impresa.

Infatti stavolta il nemico è possente e inarrestabile: sono interni stormi di draghi, pronti a invadere Balaia. Un primo incontro con i Draghi era avvenuto nel libro precedente, a discapito del povero Hirad. Stavolta però scopriamo qualcosa in più su queste creature e sulla loro complessa società. Sono dei fini conoscitori della magia, ma allo stesso tempo sono troppo orgogliosi e testardi. La loro convinzione è che gli uomini debbano cavarsela da soli e rimediare all’errore che hanno causato, ma dovranno ricredersi strada facendo.

Sul fronte degli incantesimi capiamo come Septern sia stato veramente un grande mago. Le sue conoscenze sono usate solo in minima parte, spesso senza neanche capire la loro reale portata. Forse Denser potrebbe riuscire a svelare qualcosa in più, ma di sicuro non potrà eguagliarlo. Nemmeno lui infatti è in grado di capire la profondità del legame tra il guerriero Ignoto e i Protettori. La loro forza e l’abilità nel combattimento non ha eguali, in quanto sembrano muoversi sempre come un’unica mente. Anche se l’Ignoto non fa più parte di questa connessione, il suo legame con loro è rimasto stretto. In più di un’occasione dimostreranno che il loro valore e i la loro fermezza saranno decisivi per le sorti dell’intero paese.

La trama rimane avvincente come nel primo libro, senza mai annoiarci con ripetizioni inutili. I gesti di eroismo dei protagonisti sono frequenti e stupiscono ogni volta per l’originalità e la testardaggine nel raggiungere il loro obiettivo. Con dei guerrieri del genere si può certamente sperare di riuscire a raddrizzare le sorti dell’intera Balaia.

Consigliato a: chi vuole affrontare un nemico in apparenza invicibile.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: Il sortilegio del Corvo
Autore: James Barclay
Serie: Le cronache del Corvo [2]
Lunghezza: 537 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: TEA

Goodreads

Resta con me – [S.E. Harmon]

Resta con me

Trama: Il nuovo cliente di Mackenzie Williams è tutto quello che l’investigatore privato ha sempre cercato in un uomo: fascino, bellezza, intelligenza e successo. C’è solo un piccolissimo particolare: non è esattamente gay. Jordan Channing sta infatti cercando un investigatore per controllare la sua fidanzata. La cosa migliore da fare sarebbe ringraziare Jordan per essersi rivolto a lui, lasciar allontanare il signor Perfezione (attento che la porta non ti sbatta sul sedere mentre esci, grazie tante) e dimenticare la sua esistenza.

Ovviamente, Mackenzie non è famoso per aver sempre fatto la cosa giusta. Essere un furbo arrogante è più nelle sue corde. Non è bravo nelle relazioni; non lo è mai stato. Allora perché prova questa inspiegabile attrazione per il suo nuovo cliente?

Jordan è sempre stato ambizioso, un uomo controllato, con degli obiettivi e dai modi attentamente studiati. Ma per la prima volta nella vita deve ammettere l’impossibile: un altro uomo ha invaso il suo cuore e i suoi pensieri. Nonostante cerchi di negarlo, presto Jordan si trova a soccombere alla forte spinta che li attrae l’uno all’altro. Deve prendere una decisione: riuscirà a riconsiderare tutta la sua vita per ottenere l’unico amore che abbia mai desiderato.

La mia recensione
Essere un investigatore privato, che indaga su mariti o mogli infedeli, può minare la concezione dell’amore di una persona. Ci vorrà un incontro fuori dalle righe per portare un po’ di romanticismo nella vita del nostro protagonista.

Mackenzie non si fa troppe speranze sull’amore e sulla sua vita sentimentale. La sua famiglia è stata segnata dal divorzio dei genitori e per lui ogni nuovo caso che segue gli dimostra come l’amore sia solo un’illusione. Ovviamente non ha messo incontro di trovare Jordan e di ritrovarsi a immaginare un futuro con lui. Mackenzie è spaventato da quello che prova, preferisce seguire la sua vita senza troppi sconvolgimenti perché teme di rimanere ferito. Così facendo però sta chiudendo la porta a quello che potrebbe essere un rapporto splendido.

Jordan dal canto suo non sa bene cosa stia facendo. Non ha mai pensato che potesse avere una relazione con un altro uomo, ma è intenzionato a capire i suoi sentimenti. Ha bisogno di tempo per analizzare la situazione, ma non vuole perdere Mackenzie per le sue insicurezze.

Di sicuro i due personaggi sono ben descritti, riescono a regalarci dei momenti molto romantici, in cui dimostrano che i loro sentimenti siano profondi. La loro relazione si sviluppa lentamente, seguendo il ritmo suggerito da Jordan, con degli scambi di battute a volte molte divertenti. Il lavoro di Mackenzie ogni tanto fa capolino, aggiungendo dei dettagli in più alla trama, anche se la storia è concentrata sui due uomini.

Il finale però è la nota dolente del libro. I personaggi si comportano un po’ troppo sopra le righe e tutta la delicatezza costruita nei capitoli precedenti cede il passo per un lieto fine d’obbligo.

Consigliato a: chi vuole conquistare il cuore di un uomo insicuro.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Romantico
Titolo: Resta con me
Autore: S.E. Harmon
Serie: Investigatori per caso [1]
Lunghezza: 299 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Dreamspinner Press

Goodreads

La maledizione della luna nera – [Karen Marie Moning]

La maledizione della luna nera

Trama: Il segreto di un libro oscuro e dimenticato, una città dove il passato sembra rivivere con forza e il sentimento che unisce i due protagonisti a caccia di verità, sono i giusti ingredienti per il nuovo e attesissimo grande successo della serie Fever di Karen Moning.

Una Dublino piovosa, oscura e inquietante è il teatro di una caccia che si fa sempre più dura e implacabile. MacKayla Lane è ancora sulle tracce del Sinsar Dubh, un libro antico, potentissimo e misterioso, e per cercarlo si è trasformata in una predatrice spietata. Lei è l’unica a poter ‘sentire’ il Libro, e la sua dote attrae inesorabilmente altri cacciatori: Gerico Barrons, dalla sensualità prorompente, che vorrebbe acquisire i poteri magici del Libro, V’lane, dalla bellezza sovrannaturale, e che lo vorrebbe per consegnarlo alla sua Regina, e infine Rowena, la Gran Signora delle veggenti sidhe, la stirpe di cui anche Mac fa parte. A cosa dovrà arrivare Mac per contrastare questa minaccia terribile? Di chi si può veramente fidare? Con i suoi poteri, la sua forza e la sua intelligenza riuscirà a salvare l’umanità e a portare la Luce in un mondo che appare sempre più buio e oscuro?

La mia recensione
Mac sembra essere arrivata al punto in cui ogni briciola di potere può fare la differenza tra la vita e la morte. Ora più che mai deve capire chi siano gli alleati migliori e chi invece rappresenti una minaccia.

Da un lato abbiamo il misterioso Gerico Barrons, che ancora una volta non rivela quasi nulla sulla sua natura. Mac sa che in fondo quest’uomo, se si può definire tale, continuerà a mantenerla in vita finché avrà una sua utilità. Però iniziamo a intravedere che forse prova qualcosa in più per lei, da alcuni momenti di tenerezza che si lascia scappare. Arrivati a questo punto però capiamo bene come qualsiasi debolezza possa essere sfruttata dai loro nemici, che sono disposti a tutto pur di trovare il libro. Contrapposto a Gerico troviamo V’Lane, con la sua sfolgorante bellezza. Non punterei subito su questo individuo come persona di fiducia, ma durante il libro darà prova in un paio di occasioni di tenere a Mac. O perlomeno di trovarla abbastanza interessante da mantenerla in vita. Come essere fatato si sta sforzando parecchio per riuscire a interagire con un’umana, ma ci sono alcuni dettagli che ci fanno capire che in fondo il suo vero obiettivo non è ancora chiaro.

Mac sta cercando di gestire anche i suoi poteri, che sembrano cambiare lentamente. Rispetto alle altre veggenti sidhe non ha la piena comprensione del mondo fatato, ma riesce a essere una guerriera micidiale. Poter maneggiare la lancia le permette di avere un vantaggio sui suoi nemici, ma i pericoli che corre sono sempre troppi. Rowena, che dovrebbe fornirle gli strumenti necessari per capire cosa sta succedendo e per difendersi, si rileva invece una grande delusione. Riesce a commettere un errore dietro l’altro, incurante dei danni che sta causando. Al momento è tra i personaggi che odio di più nella serie, dimostrandosi sempre meschina e interessata al potere.

L’intera vicenda si sviluppa su due piani paralleli: la caccia al libro, che sta diventando sempre più serrata, e una nuova minaccia. Le barriere tra il mondo fatato e quello umano che si stanno sgretolando a poco a poco e sembra che il momento in cui crolleranno del tutto si stia avvicinando sempre più. Il finale del libro mette davvero i brividi e ci fa temere per il futuro di Mac e dei suoi amici.

Consigliato a: chi con coraggio affronta ogni situazione.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: La maledizione della luna nera
Autore: Karen Marie Moning
Serie: Fever [3]
Lunghezza: pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Leggereditore

Goodreads

Salva

Il sentiero dei nidi di ragno – [Italo Calvino]

Il sentiero dei nidi di ragno

Trama: Pubblicato nel 1947, Il sentiero dei nidi di ragno è il romanzo d’esordio di Italo Calvino. Protagonista è un ragazzino, Pin, che vive in un clima di privazioni e confusione, nel periodo della Resistenza. Avendo rubato una pistola a un soldato tedesco, Pin decide di nasconderla in un sentiero sperduto, per lui quasi magico, dove i ragni fanno il nido. Il bambino entra poi in un gruppo di partigiani, ognuno con la sua storia e un indistinto, personale ideale da seguire. Il sentiero dei nidi di ragno è un romanzo di iniziazione alla vita, caratterizzato da un forte realismo, al quale s’intrecciano i fili del meraviglioso, del fantastico e del fiabesco. Una peculiarità stilistica che diventerà il tratto distintivo di Calvino negli anni della maturità.

La mia recensione
La guerra vista dagli occhi di un bambino può essere strana e fare molta paura. Ma al tempo stesso può nascondere delle amicizie inaspettate e dei piccoli insegnamenti.

Il giovane protagonista inizia a raccontarci la sua storia mostrandoci il paesino in cui vive. E’ senza una vera famiglia, visto che la sorella non si occupa di lui, e preferisce andare a zonzo per le vie del paese. Per lui gli adulti sono delle creature misteriose, a volte amici da far ridere, altre volte invece crudeli e meschini che lo feriscono senza accorgersene. Sarà proprio una sera in cui gli adulti faranno una richiesta alquanto strana a Pin, che cambierà il suo mondo e lo coinvolgerà, suo malgrado, nella guerra.

Gli scontri tra tedeschi e partigiani sono rappresentati in lontananza e con il linguaggio innocente di Pin sembrano quasi un gioco. Anche quando viene catturato non riesce a capire la gravità della situazione in cui si sta cacciando. Tutto quello che desidera è un amico vero, un confidente con cui passare le giornate e a cui mostrare i suoi segreti. Le persone a cui si affida sono diverse, ma ognuna sembra in qualche modo tradire le aspettative del ragazzo, fino a quando non incontra quella giusta.

In fondo la guerra viene vista come un gioco, con delle regole da seguire se si vuole sopravvivere, con dei nemici spietati che però si possono sconfiggere grazie a dei veri eroi. I pensieri di Pin sulla situazione che vive racchiudono tutta la sua innocenza, che a noi traspare chiara quando riusciamo a capire la violenza che lo circonda.

I partigiani sono i coprotagonisti della vicenda insieme a Pin, mentre i tedeschi servono più a fare da sfondo, come nemico lontano e minaccioso. Sono persone normali, con pregi e difetti, però alcuni di loro riescono a colpire la fantasia del bambino. I motivi per cui stanno combattendo sono diversi, ma ognuno di loro, a suo modo, racchiude una speranza che possa esistere un futuro migliore anche per un bambino sperduto come Pin.

Consigliato a: chi vuole affrontare la guarre insieme a un bambino.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Classici
Titolo: Il sentiero dei nidi di ragno
Autore: Italo Calvino
Lunghezza: 159 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

Verso la rovina – [Charlie Cochet]

Verso la rovina

Trama: Le strade di New York sono più pericolose che mai a causa della guerra tra l’Ordine di Adrastea, rimasto senza un leader, e la Coalizione Ikelos, un nuovo gruppo teriano comparso da poco. Dei civili innocenti rimangono coinvolti nel fuoco incrociato, e anche se i THIRDS arrestano sempre più membri dell’Ordine, nella speranza di impedire al pericoloso gruppo di riorganizzarsi, i membri della Coalizione continuano a scappare e a creare scompiglio nel nome della giustizia da vigilanti.

Peggio ancora, qualcuno all’interno dei THIRDS sta fornendo informazioni alla Coalizione. Tocca alla Destructive Delta trovare la talpa e mettere fine alla guerra prima che qualcun altro rimanga ferito. Ma per portare a termine la missione, il gruppo dovrà affrontare le conseguenze delle esplosioni al Centro Giovanile Teriano.
Una schermaglia con i membri della Coalizione porta l’agente Dexter J.Daley a fare una scoperta scioccante, e all’improvviso appare chiaro che quell’ondata di violenza non è poi tanto casuale: c’è sotto più di quanto Dex e Sloane pensavano all’inizio.
Il loro rapporto impetuoso viene messo alla prova e, mentre il caso subisce una svolta esplosiva, Dex e Sloane rischiano di perdere molto più della loro relazione.

La mia recensione
Dex e compagni si trovano ad affrontare la violenza dilagante nelle strade e stavolta sembra che neanche la Destructive Delta ne uscirà indenne. Possibile che tra i teriani del gruppo si nasconda una spia? Stavolta assisteremo ai primi screzi all’interno della squadra, perché il nemico sta colpendo duramente la città e gli agenti sono sempre sul filo del rasoio.

Dex deve affrontare una situazione sentimentale che si fa sempre più intricata, con Sloane che si chiude a riccio ogni volta che si inizia a parlare di sentimenti. Inoltre sul lavoro, anche se si è ormai integrato, ha sempre qualche difficoltà. Ogni tanto agisce d’istinto, sempre per il bene della squadra, ma si dimentica che potrebbe imbattersi in un nemico molto più forte di lui. Il suo rapporto con il fratello fa capolino qua e là. I due ragazzi si vogliono molto bene e riescono a intuire l’uno i pensieri dell’altro. Cael è davvero una persona molto dolce e tenera, ma dimostra qualche volta un carattere testardo e un po’ permaloso.

Le indagini che segue la Destructive Delta sono molto aggrovigliate. La città sembra essere diventato un parco giochi per i terroristi, che si divertono a cercare le loro vittime senza avere paura di colpire anche gli innocenti. Ogni elemento della squadra contribuisce a suo modo per cercare di arginare la situazione, ma quello che ho apprezzato di più è stato Ash. Negli altri libri era rimasto un po’ in secondo piano come agente, assumendo il ruolo di braccio destro di Sloane. Stavolta invece capiamo le sue qualità e scopriamo qualcosa in più sul passato.

Il finale è ancora una volta aperto e tremendo, che ti spinge a comprare il libro successivo per scoprire cosa succederà ancora nella via movimentata di Dex.

Consigliato a: chi si fida ciecamente dei propri compagni di squadra.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Romantico
Titolo: Verso la rovina
Autore: Charlie Cochet
Serie: THIRDS [3]
Lunghezza: 233 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell Edizioni

Goodreads

La regina della rosa rossa – [Philippa Gregory]

La regina della rosa rossa

Trama: Erede del nobile casato dei Lancaster, Margaret Beaufort è una donna ambiziosa fermamente convinta che la Rosa Rossa, simbolo della sua famiglia, sia destinata a regnare sull’Inghilterra. Ma i suoi sogni si infrangono il giorno in cui Enrico VI, amato cugino e sovrano, rifiuta di sposarla. Delusa e amareggiata, si lascia convincere dalla madre a un matrimonio senza amore. Si ritrova così, ancora giovanissima, legata a un uomo che ha il doppio dei suoi anni, e ben presto incinta di un figlio che non ha mai voluto. Margaret, però, non si arrende. Sola, tormentata da desideri irrealizzabili, decide di trasformare i suoi fallimenti in un trionfo: se lei non è riuscita a ottenere la corona, farà qualsiasi cosa perché la ottenga il figlio. Senza lasciarsi intimidire dal crescente potere della dinastia degli York, che si contrappone ai Lancaster ogni giorno di più, Margaret chiama il bambino Enrico. Come il re. E si prepara a marciare verso il trono, fra ambigue alleanze, complotti segreti e falsi giuramenti, pronta a tutto pur di raggiungere il proprio obiettivo. Anche a rinunciare per sempre all’amore.

La mia recensione
Nel secondo libro della serie di Philippa Gregory ci troviamo di fronte una nuova protagonista: una bambina cui viene strappata la sua infanzia, che si ritrova a inseguire un sogno potente. Un’intera casata la usa come pedina nei suoi giochi di conquista del regno, ma lei saprà trovare la sua strada nonostante le avversità.

Margaret non riesce a suscitare le nostre simpatie nelle prime pagine, perché appare come una bambina viziata, un po’ troppo sognatrice. Peccato che fin da subito le cose cambino e iniziamo a provare un minimo senso di pietà per la nostra protagonista, che si ritrova a fare da sposa e da madre in poco tempo. Il periodo non è però l’ideale per mettere al mondo un figlio in giovane età, visto i grandi rischi di salute che un parto comporta. Margaret si ritrova così a portare avanti una gravidanza, senza avere una minima idea dei pericoli per la sua salute, ma tutto quello che desidera è inseguire il sogno della sua casata.

L’amore non è parte della sua vita, se non per una piccola sfumatura che cogliamo con il passare dei capitoli. Ma Margaret si concentra su ben altro, nonostante sia una ragazza giovane che ha sofferto tanto e potrebbe desiderare un po’ di dolcezza nella sua vita. Non tentenna mai, anche quando gli avvenimenti sembrano soffiare contro di lei. La sua fede in Dio è incrollabile, credendo che la sua dinastia sia benedetta dal Signore e che ogni sua azione serva per uno scopo più grande. La sua famiglia diventa sempre più lontana da lei, con il passare degli anni e dei matrimoni combinati cui si deve sottoporre, ma il buon nome del suo casato rimane un chiodo fisso per lei.

Ogni capitolo del libro ci incuriosisce, perché cerchiamo di conciliare quello che conosciamo della storia con quanto ci è raccontato. Il periodo descritto è tumultuoso e pieno d’intrighi, alcuni aspetti sono rimasti misteriosi fino ai nostri giorni. Per questo l’interpretazione data dall’autrice s’incastra alla perfezione, rendendo magica la vicenda.

Consigliato a: chi vuole vedere la storia dal punto di vista di una ragazza potente.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Storico
Titolo: La regina della rosa rossa
Autore: Philippa Gregory
Serie: La guerra dei cugini [2]
Lunghezza: 448 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Sperling & Kupfer

Goodreads

Io sono Helen Driscoll – [Richard Matheson]

Io sono Helen Driscoll

Trama: Tom Wallace conduce un’esistenza normalissima con la moglie Anne e il figlioletto Richard. Una sera, durante una festa in casa di amici, suo cognato Phil dichiara di poter compiere esperimenti di ipnotismo, privando le persone delle loro inibizioni; ed è proprio Tom, per quanto scettico, a essere scelto per una dimostrazione. Al termine della serata, però, scopre che la sua mente si è trasformata in un canale aperto, in grado di captare le onde telepatiche e di leggere nel pensiero delle persone a lui vicine. Tom inoltre entra in contatto con l’inquietante presenza di una giovane donna, uno spirito che sembra vivere in casa sua: Helen Driscoll. Ma chi è costei? E qual è il messaggio che i suoi occhi imploranti hanno per lui?

Un capolavoro di Richard Matheson, nel quale l’autore, in un crescendo di tensione e colpi di scena, fa irrompere l’inverosimile nella vita quotidiana, coinvolgendo il protagonista in una disperata lotta per non scivolare nel baratro della follia e per non perdere ciò che di più caro ha al mondo: l’amore per la sua famiglia.

La mia recensione
Mai sottoporsi all’ipnosi, soprattutto se i risultati possono essere inquietanti come si rivelano per il povero protagonista. Con delle percezioni del genere, avreste paura anche a toccare un semplice oggetto. Tom si ritrova così con la sua vita sconvolta da un semplice gioco, che gli mostrerà però alcuni dettagli sulle persone che lo circondano.

Il protagonista è un buon padre e un marito, ma il suo rapporto con la sua famiglia si complica capitolo dopo capitolo. Tenta di essere coraggioso, ma gli eventi che lo travolgono sono così fuori dall’ordinario che non riesce a opporsi al flusso che lo travolge. I poteri gli hanno aperto la mente e gli stanno mostrando degli aspetti della realtà che non immaginava neppure. La moglie è giustamente spaventata da quanto accade e teme per la vita del loro unico figlio. Tom però non farebbe mai nulla di male a loro, come sarà dimostrato in più di un’occasione.

La trama è molto accattivante, tenendoci sempre sul filo del rasoio. Ogni passo compiuto da Tom per respingere i suoi poteri si dimostra fallimentare e inconcludente. A ben vedere non ci sono solo lati negativi, poiché in più di un’occasione sono utili a impedire che avvenga una tragedia.

Il titolo del libro racchiude il mistero centrale della vicenda, che sarà compreso solo alla fine del libro. Helen Driscoll è come un fantasma, che compare nei momenti più bizzarri e sembra suscitare grande paura. Si capisce che vuole qualcosa, la sua presenza ha uno scopo ben preciso e non serve solo a infastidire la vita di Tom. Tutti gli indizi che ci sono forniti sembrano indicare che lei stia soffrendo. Ma come può Tom riuscire ad aiutarla se, ogni volta che usa i suoi poteri, il suo fisico soffre terribilmente e la sua mente si ribella a quello che percepisce?

Consigliato a: chi vuole provare dei brividi durante la notte.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Horror
Titolo: Io sono Helen Driscoll
Autore: Richard Matheson
Lunghezza: 191 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Fanucci Editore

Goodreads

Il codice Da Vinci – [Dan Brown]

Il codice Da Vinci

Trama: Una tranquilla notte parigina. Nulla traspare dalla classica e impenetrabile facciata del Louvre. Un dramma si sta consumando al suo interno, nella Grande Galleria.
Il vecchio curatore Saunière, ferito a morte, si aggrappa con un ultimo gesto disperato a un dipinto del Caravaggio, fa scattare l’allarme e le grate di ferro all’entrata della sala scendono immediatamente, chiudendo fuori il suo inseguitore.
A Saunière restano pochi minuti di vita. Si toglie i vestiti e si distende nella posizione dell’uomo di Vitruvio, il celebre disegno di Leonardo. Accanto a sé, scrive pochi numeri e un solo nome: Robert Langdon, uno studioso di simbologia.
A lui toccherà scoprire il mistero che si cela dietro i capolavori di Leonardo. Chi era il pittore rinascimentale? Cosa nascondeva? E, soprattutto, quali enigmi sconvolgenti nascondevano le sue opere?
L’America intera si è appassionata al thriller di Dan Brown, decretandolo scrittore dell’anno. Il suo romanzo ha spiegato a milioni di lettori perché, in definitiva, Monna Lisa sorride.

La mia recensione
Ritorna il professor Langdon con le sue indagini avvincenti e stravaganti. Stavolta il dramma da cui prende avvio la vicenda è l’omicidio del direttore del Louvre, ma il mistero ci trasporterà attraverso città diverse ed epoche passate. La verità cui tutti stanno dando la caccia sembra essere quasi evanescente, un mito degno del Santo Graal.

Il protagonista ci stupisce non sono con l’analisi dei simboli, ma anche con una discreta conoscenza delle opere d’arte. Il suo interesse è sempre rivolto a misteri che nessuno prima di lui ha affrontato, come se fossero una sfida irrinunciabile cui non sa resistere.

Stavolta nelle sue indagini sarà accompagnato da una donna che potrebbe tenergli testa. Sophie, infatti, è intelligente e colta, nutre un certo interesse per gli enigmi e indovinelli ed è coinvolta in prima persona nell’omicidio da cui prende avvio la vicenda. Ha un passato oscuro, che l’ha tenuta lontana dalla sua famiglia, ma con Robert riuscirà a svelare qualche dettaglio in più sulla sua vita.

Rispetto al libro precedente assistiamo a più scene in cui l’intelligenza è la chiave fondamentale per risolvere la situazione, a discapito dei momenti d’azione. Non c’è una vera e propria corsa contro il tempo, ma i personaggi devono comunque rimanere all’erta per riuscire a salvarsi da un assassino spietato. La contrapposizione tra il professore, che non usa mai la violenza ma cerca sempre una via d’uscita pacifica, e il nemico misterioso, pronto a usare qualunque mezzo pur di ottenere ciò che vuole, si fa sempre più marcata con il passare dei capitoli.

Il finale è un pochino stiracchiato, anche se si incastra con gli eventi che lo precedono. Infatti, ancora una volta Robert Langdon si dimostra superiore a tutti per intuito, cosa che non dovrebbe sorprenderci visto il libro precedente, ma il suo gesto finale sembra quasi in disaccordo con il personaggio che abbiamo conosciuto fino a un istante prima.

Consigliato a: chi vuole scoprire i dipinti di Leonardo sotto una nuova luce.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Thriller
Giallo
Titolo: Il codice Da Vinci
Autore: Dan Brown
Serie: Robert Langdon [2]
Lunghezza: 528 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads