Il mare infinito – [Rick Yancey]

Il mare infinito

Trama: Come si fa a cancellare dalla faccia della Terra sette miliardi di persone?

Cancellando ciò che li rende tali, la loro umanità.

Sopravvivere alle prime quattro onde sembrava impossibile eppure Cassie Sullivan e i suoi compagni ci sono riusciti. Ora si ritrovano in un mondo che non riconoscono più, tutto è stato distrutto, anche quello che ci teneva uniti, che ci rendeva umani: “Non c’è speranza senza fede, non c’è fede senza speranza, non c’è amore senza fiducia, non c’è fiducia senza amore. Togli una sola di queste cose e l’intero castello di carte umano crolla”.

Con gli Altri alle costole, Cassie, Ben e Ringer si trovano di fronte a una scelta difficile: prepararsi ad affrontare l’inverno sperando nel ritorno di Evan Walker o partire alla ricerca di altri sopravvissuti. Perché il prossimo attacco è inevitabile – e imminente.

La Quinta Onda, infatti, continua implacabile la sua avanzata, e il nemico non si fermerà fino a che la razza umana non sarà completamente annientata.

Dopo il successo di La Quinta Onda, diventato un film, Rick Yancey torna con il secondo capitolo della saga, e ci mostra fin dove possa spingersi l’umanità nella battaglia finale tra vita e morte, speranza e disperazione, amore e odio.

La mia recensione
Questa serie sta diventando un poco angosciante. Non solo la nostra Cassie deve affrontare cecchini ed esplosioni, ma ogni volta che sembra aver trovato un attimo di pace e di sicurezza, ecco che le piomba addosso una nuova crisi.

Il rapporto con il fratellino sembra essere quasi compromesso, visto che Cassie non ha idea degli orrori che ha dovuto passare e lui non sembra fidarsi di lei come prima. La ragazza però non cede e il suo obiettivo rimane sempre uno: salvare la famiglia da qualunque pericolo. Sembra quasi una missione impossibile, visto le difficoltà che gli alieni riescono a creare ogni giorni. Ma dalla sua parte sa di potersi fidare ciecamente di Evan Walker. Il ragazzo rimane comunque sfuggente, ma non dubitiamo neanche per un istante del suo amore per Cassie. E’ veramente disposto a tutto pur di sapere che la sua “efemera” riuscirà a salvarsi.

I piani di conquista del pianeta però procedono implacabili e, fino a questo momento, ci era sfuggita la portata dell’operazione in corso. Sinceramente verso la fine sono rimasta sconvolta da quanto ci viene rivelato, perché ci sembra quasi impossibile. Però l’idea s’incardina alla perfezione nella storia, lasciandoci un po’ di amaro in bocca perché capiamo che il compito di Cassie si è fatto di colpo più difficile.

Il gruppo di Ben e dei sopravvissuti all’addestramento rimane difficile da inquadrare. Non si riesce a entrare in sintonia con loro, perché hanno un comportamento a dir poco inusuale. Agiscono come una squadra d’assalto, soldati ben addestrati pronti a compiere azioni di guerra. Tutto il loro addestramento però risulta nullo quando non hanno un obiettivo chiaro, a parte la loro salvezza. Ringer inizia a emergere nel gruppo, mentre nel libro precedente aveva solo una parte marginale. E’ un personaggio più duro di Cassie, poco incline a sognare, con i piedi ben piantati per terra. Questo cambiamento temo che renderà l’ultimo libro ancora più oscuro e inquietante.

Consigliato a: chi cerca una via d’uscita anche dalle situazioni più difficili.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Il mare infinito
Autore: Rick Yancey
Serie: La quinta onda [2]
Lunghezza: 246 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

Salva

La regina della rosa rossa – [Philippa Gregory]

La regina della rosa rossa

Trama: Erede del nobile casato dei Lancaster, Margaret Beaufort è una donna ambiziosa fermamente convinta che la Rosa Rossa, simbolo della sua famiglia, sia destinata a regnare sull’Inghilterra. Ma i suoi sogni si infrangono il giorno in cui Enrico VI, amato cugino e sovrano, rifiuta di sposarla. Delusa e amareggiata, si lascia convincere dalla madre a un matrimonio senza amore. Si ritrova così, ancora giovanissima, legata a un uomo che ha il doppio dei suoi anni, e ben presto incinta di un figlio che non ha mai voluto. Margaret, però, non si arrende. Sola, tormentata da desideri irrealizzabili, decide di trasformare i suoi fallimenti in un trionfo: se lei non è riuscita a ottenere la corona, farà qualsiasi cosa perché la ottenga il figlio. Senza lasciarsi intimidire dal crescente potere della dinastia degli York, che si contrappone ai Lancaster ogni giorno di più, Margaret chiama il bambino Enrico. Come il re. E si prepara a marciare verso il trono, fra ambigue alleanze, complotti segreti e falsi giuramenti, pronta a tutto pur di raggiungere il proprio obiettivo. Anche a rinunciare per sempre all’amore.

La mia recensione
Nel secondo libro della serie di Philippa Gregory ci troviamo di fronte una nuova protagonista: una bambina cui viene strappata la sua infanzia, che si ritrova a inseguire un sogno potente. Un’intera casata la usa come pedina nei suoi giochi di conquista del regno, ma lei saprà trovare la sua strada nonostante le avversità.

Margaret non riesce a suscitare le nostre simpatie nelle prime pagine, perché appare come una bambina viziata, un po’ troppo sognatrice. Peccato che fin da subito le cose cambino e iniziamo a provare un minimo senso di pietà per la nostra protagonista, che si ritrova a fare da sposa e da madre in poco tempo. Il periodo non è però l’ideale per mettere al mondo un figlio in giovane età, visto i grandi rischi di salute che un parto comporta. Margaret si ritrova così a portare avanti una gravidanza, senza avere una minima idea dei pericoli per la sua salute, ma tutto quello che desidera è inseguire il sogno della sua casata.

L’amore non è parte della sua vita, se non per una piccola sfumatura che cogliamo con il passare dei capitoli. Ma Margaret si concentra su ben altro, nonostante sia una ragazza giovane che ha sofferto tanto e potrebbe desiderare un po’ di dolcezza nella sua vita. Non tentenna mai, anche quando gli avvenimenti sembrano soffiare contro di lei. La sua fede in Dio è incrollabile, credendo che la sua dinastia sia benedetta dal Signore e che ogni sua azione serva per uno scopo più grande. La sua famiglia diventa sempre più lontana da lei, con il passare degli anni e dei matrimoni combinati cui si deve sottoporre, ma il buon nome del suo casato rimane un chiodo fisso per lei.

Ogni capitolo del libro ci incuriosisce, perché cerchiamo di conciliare quello che conosciamo della storia con quanto ci è raccontato. Il periodo descritto è tumultuoso e pieno d’intrighi, alcuni aspetti sono rimasti misteriosi fino ai nostri giorni. Per questo l’interpretazione data dall’autrice s’incastra alla perfezione, rendendo magica la vicenda.

Consigliato a: chi vuole vedere la storia dal punto di vista di una ragazza potente.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Storico
Titolo: La regina della rosa rossa
Autore: Philippa Gregory
Serie: La guerra dei cugini [2]
Lunghezza: 448 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Sperling & Kupfer

Goodreads

Morte di un re pirata – [Josh Lanyon]

Morte di un re pirata

Trama: Quarto capitolo dell’acclamata serie Adrien English, nata dalla penna del pluripremiato autore Josh Lanyon.
La carriera di scrittore di Adrien English, libraio gay e investigatore dilettante, è sul punto di decollare. I diritti del suo primo romanzo, Il delitto sarà svelato, sono stati acquistati da Paul Kane, una celebre star del cinema. Ma quando l’omicidio fa il suo debutto a una cena hollywoodiana, a indagare sul caso viene chiamato proprio l’ex amante di Adrien, l’avvenente Jake Riordan, ora tenente della polizia di Los Angeles e più che mai determinato a tenere nascosta la propria omosessualità. La sua comparsa, però, rischia di spingere il nuovo compagno di Adrien, il fascinoso professore universitario Guy Snowden, a commettere a sua volta un omicidio…

La mia recensione
Adrien stavolta si è cacciato in un bel guaio. Non solo incontra Jake di nuovo dopo due anni, ma si trova ad affrontare una persona viscida e disposta a tutto per di toglierlo di torno.

Si capisce fin da subito che il nostro protagonista sta soffrendo, che le ferite del passato non si sono rimarginate. Adrien tenta in tutti i modi d’ignorare i problemi, ma si capisce che è un gesto inutile, anche perché tutta la sua famiglia si accorge che sta nascondendo qualcosa. Il suo rapporto con le sorellastre sta migliorando giorno dopo giorno, anche perché in fondo sono delle ragazze dolci che si preoccupano per lui.

L’incontro con Jake non è certo dei migliori, visto che Adrien è ancora una volta coinvolto in un’indagine per omicidio. Sembra quasi che attiri i pazzi senza neanche accorgersene, anche se la sua curiosità a volte è davvero il suo difetto peggiore. In questo libro riesce un pochino a controllarsi, ma la sua sete di giustizia e di risolvere i misteri è sempre difficile da gestire. In fondo sarebbe un ottimo investigatore, visto che riesce con facilità a parlare con le persone e a seguire il suo istinti anche nelle situazioni più complicate.

Jake invece non si può dire che sia un personaggio amabile, almeno nella prima parte del libro. Ritorna come un fantasma, a scombussolare la vita di Adrien, senza quasi rendersene conto. Il suo comportamento non è spettacolare fin dalle prime pagine e si ha quasi l’istinto di lanciargli addosso qualche oggetto contundente.

La trama è abbastanza ricca di colpi di scena, ma quello che ci fa tremare di più sono le condizioni di salute di Adrien. Mentre negli altri libri il suo problema cardiaco sembrava solo un piccolo dettaglio, stavolta diventa un vero e proprio peso, che condiziona tutta la sua vita. Aggiungiamo anche Jake che riesce a fargli battere forte cuore come nessuno, si capisce che i rischi che corre il nostro protagonista stanno diventando sempre più grandi.

Consigliato a: chi vuole sentirsi in fibrillazione per un incontro con il proprio ex.

Voto:
Stelle

Genere:
Romantico
Mistero
Titolo: Morte di un re pirata
Autore: Josh Lanyon
Serie: Adrien English [4]
Lunghezza: 278 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell Edizioni

Goodreads

Io sono Helen Driscoll – [Richard Matheson]

Io sono Helen Driscoll

Trama: Tom Wallace conduce un’esistenza normalissima con la moglie Anne e il figlioletto Richard. Una sera, durante una festa in casa di amici, suo cognato Phil dichiara di poter compiere esperimenti di ipnotismo, privando le persone delle loro inibizioni; ed è proprio Tom, per quanto scettico, a essere scelto per una dimostrazione. Al termine della serata, però, scopre che la sua mente si è trasformata in un canale aperto, in grado di captare le onde telepatiche e di leggere nel pensiero delle persone a lui vicine. Tom inoltre entra in contatto con l’inquietante presenza di una giovane donna, uno spirito che sembra vivere in casa sua: Helen Driscoll. Ma chi è costei? E qual è il messaggio che i suoi occhi imploranti hanno per lui?

Un capolavoro di Richard Matheson, nel quale l’autore, in un crescendo di tensione e colpi di scena, fa irrompere l’inverosimile nella vita quotidiana, coinvolgendo il protagonista in una disperata lotta per non scivolare nel baratro della follia e per non perdere ciò che di più caro ha al mondo: l’amore per la sua famiglia.

La mia recensione
Mai sottoporsi all’ipnosi, soprattutto se i risultati possono essere inquietanti come si rivelano per il povero protagonista. Con delle percezioni del genere, avreste paura anche a toccare un semplice oggetto. Tom si ritrova così con la sua vita sconvolta da un semplice gioco, che gli mostrerà però alcuni dettagli sulle persone che lo circondano.

Il protagonista è un buon padre e un marito, ma il suo rapporto con la sua famiglia si complica capitolo dopo capitolo. Tenta di essere coraggioso, ma gli eventi che lo travolgono sono così fuori dall’ordinario che non riesce a opporsi al flusso che lo travolge. I poteri gli hanno aperto la mente e gli stanno mostrando degli aspetti della realtà che non immaginava neppure. La moglie è giustamente spaventata da quanto accade e teme per la vita del loro unico figlio. Tom però non farebbe mai nulla di male a loro, come sarà dimostrato in più di un’occasione.

La trama è molto accattivante, tenendoci sempre sul filo del rasoio. Ogni passo compiuto da Tom per respingere i suoi poteri si dimostra fallimentare e inconcludente. A ben vedere non ci sono solo lati negativi, poiché in più di un’occasione sono utili a impedire che avvenga una tragedia.

Il titolo del libro racchiude il mistero centrale della vicenda, che sarà compreso solo alla fine del libro. Helen Driscoll è come un fantasma, che compare nei momenti più bizzarri e sembra suscitare grande paura. Si capisce che vuole qualcosa, la sua presenza ha uno scopo ben preciso e non serve solo a infastidire la vita di Tom. Tutti gli indizi che ci sono forniti sembrano indicare che lei stia soffrendo. Ma come può Tom riuscire ad aiutarla se, ogni volta che usa i suoi poteri, il suo fisico soffre terribilmente e la sua mente si ribella a quello che percepisce?

Consigliato a: chi vuole provare dei brividi durante la notte.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Horror
Titolo: Io sono Helen Driscoll
Autore: Richard Matheson
Lunghezza: 191 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Fanucci Editore

Goodreads

Il codice Da Vinci – [Dan Brown]

Il codice Da Vinci

Trama: Una tranquilla notte parigina. Nulla traspare dalla classica e impenetrabile facciata del Louvre. Un dramma si sta consumando al suo interno, nella Grande Galleria.
Il vecchio curatore Saunière, ferito a morte, si aggrappa con un ultimo gesto disperato a un dipinto del Caravaggio, fa scattare l’allarme e le grate di ferro all’entrata della sala scendono immediatamente, chiudendo fuori il suo inseguitore.
A Saunière restano pochi minuti di vita. Si toglie i vestiti e si distende nella posizione dell’uomo di Vitruvio, il celebre disegno di Leonardo. Accanto a sé, scrive pochi numeri e un solo nome: Robert Langdon, uno studioso di simbologia.
A lui toccherà scoprire il mistero che si cela dietro i capolavori di Leonardo. Chi era il pittore rinascimentale? Cosa nascondeva? E, soprattutto, quali enigmi sconvolgenti nascondevano le sue opere?
L’America intera si è appassionata al thriller di Dan Brown, decretandolo scrittore dell’anno. Il suo romanzo ha spiegato a milioni di lettori perché, in definitiva, Monna Lisa sorride.

La mia recensione
Ritorna il professor Langdon con le sue indagini avvincenti e stravaganti. Stavolta il dramma da cui prende avvio la vicenda è l’omicidio del direttore del Louvre, ma il mistero ci trasporterà attraverso città diverse ed epoche passate. La verità cui tutti stanno dando la caccia sembra essere quasi evanescente, un mito degno del Santo Graal.

Il protagonista ci stupisce non sono con l’analisi dei simboli, ma anche con una discreta conoscenza delle opere d’arte. Il suo interesse è sempre rivolto a misteri che nessuno prima di lui ha affrontato, come se fossero una sfida irrinunciabile cui non sa resistere.

Stavolta nelle sue indagini sarà accompagnato da una donna che potrebbe tenergli testa. Sophie, infatti, è intelligente e colta, nutre un certo interesse per gli enigmi e indovinelli ed è coinvolta in prima persona nell’omicidio da cui prende avvio la vicenda. Ha un passato oscuro, che l’ha tenuta lontana dalla sua famiglia, ma con Robert riuscirà a svelare qualche dettaglio in più sulla sua vita.

Rispetto al libro precedente assistiamo a più scene in cui l’intelligenza è la chiave fondamentale per risolvere la situazione, a discapito dei momenti d’azione. Non c’è una vera e propria corsa contro il tempo, ma i personaggi devono comunque rimanere all’erta per riuscire a salvarsi da un assassino spietato. La contrapposizione tra il professore, che non usa mai la violenza ma cerca sempre una via d’uscita pacifica, e il nemico misterioso, pronto a usare qualunque mezzo pur di ottenere ciò che vuole, si fa sempre più marcata con il passare dei capitoli.

Il finale è un pochino stiracchiato, anche se si incastra con gli eventi che lo precedono. Infatti, ancora una volta Robert Langdon si dimostra superiore a tutti per intuito, cosa che non dovrebbe sorprenderci visto il libro precedente, ma il suo gesto finale sembra quasi in disaccordo con il personaggio che abbiamo conosciuto fino a un istante prima.

Consigliato a: chi vuole scoprire i dipinti di Leonardo sotto una nuova luce.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Thriller
Giallo
Titolo: Il codice Da Vinci
Autore: Dan Brown
Serie: Robert Langdon [2]
Lunghezza: 528 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

Ranocchio – [Mary Calmes]

Ranocchio

Trama: Weber Yates ha sempre sognato di diventare un professionista del rodeo, ma si ritrova a lavorare come garzone in un ranch in Texas. La sua unica relazione è con un uomo completamente diverso da lui, così al di fuori della sua portata che, fosse stato sulla luna, sarebbe stato più vicino. O a San Francisco, dove Weber si ferma per salutarlo un’ultima volta, prima di cercare di sistemarsi e di vivere una vita umile e solitaria, proprio come quella – pensa lui – di un ranocchio.

Cyrus Benning è un neurochirurgo di successo che non si fa sfuggire un solo dettaglio. Ha messo gli occhi sul principe, vestito da povero cowboy, sin dall’inizio. Ma ogni volta che Weber se ne va, si fa sempre più difficile per Cyrus, che non sa fino a che punto il suo cuore potrà resistere. Ora il dottore ha un’ultima possibilità per dimostrare a Weber che non è certo il suo lavoro a renderlo l’uomo perfetto per lui, bensì Weber stesso. Con l’aiuto di sua sorella e della sua famiglia in pezzi, Cyrus è pronto a dimostrare a Weber che la casa e la vita che ha sempre cercato sono lì con lui, davanti ai suoi occhi. Cyrus gli ha dato un ultimatum, una volta, è vero, ma ora questo si è trasformato in un voto solenne: non lascerà che Weber esca dalla sua vita, mai più.

La mia recensione
Questa storia romantica è in pratica una favola. Abbiamo un protagonista forte e bello, adorato da chiunque incontri, che però non sa riconoscere le proprie qualità. Ovviamente troverà l’unico uomo in grado di capire che persona rara e incredibile sia.

Weber Yates è sicuramente troppo perfetto. Nonostante cerchi di mostrarci i suoi difetti, ci rendiamo conto di quanto sia speciale. Riesce a rimettere insieme la famiglia di Cyrus in pochi giorni, dimostrando le sue abilità con i bambini. Come abbiano fatto a sopravvivere senza di lui fino a questo momento è un mistero. Il suo passato è un po’ burrascoso, lo ha segnato molto perché non riesce a fidarsi completamente delle persone. I suoi giorni passati insieme a Cyrus sembrano finalmente smuovere questo suo blocco, anche perché solo un pazzo si lascerebbe scappare un uomo affascinante come il neurochirurgo.

Cyrus dovrebbe essere un secondo protagonista della storia, ma in realtà è il motore di tutta la vicenda. Con la sua tenacia e la sua testardaggine riesce a conquistare lentamente Weber. Noi invece rimaniamo subito catturate dalla dolcezza di quest’uomo, disposto a tutto pur di vedersi avverare il suo sogno.

La famiglia di Cyrus aiuta notevolmente la relazione tra i due giovani, rimanendo sempre molto aperta e disponibile. Riescono a essere comprensivi con entrambi i personaggi e mostrano il loro supporto nei momenti giusti. Insomma sembra di vivere una vera fiaba, in cui nessuno si oppone all’amore dei protagonisti. E’ proprio questa mancanza di tensione che un po’ ci lascia perplessi, perché è solo comportamento strano di Weber che allontana il lieto fine, che potrebbe essere dietro l’angolo.

Consigliato a: chi vuole leggere una storia d’amore e di famiglia.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Romantico
Titolo: Ranocchio
Autore: Mary Calmes
Lunghezza: 157 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Dreamspinner Press

Goodreads

La svastica sul sole – [Philip K. Dick]

La svastica sul sole

Trama: Le forze dell’Asse hanno vinto la seconda guerra mondiale e l’America è divisa in due parti, l’una asservita al Reich, l’altra ai Giapponesi. Sul resto del mondo incombe una realtà da incubo: il credo della superiorità razziale ariana è dilagato a tal punto da togliere ogni volontà o possibilità di riscatto. L’Africa è ridotta a un deserto, vittima di una soluzione radicale di sterminio, mentre in Europa l’Italia ha preso le briciole e i nazisti dalle loro rampe di lancio si preparano a inviare razzi su Marte e bombe atomiche sul Giappone. Sulla costa occidentale degli Stati Uniti, i Giapponesi sono ossessionati dagli oggetti del folclore e della cultura americana, e tutto sembra ruotare intorno a due libri: il millenario I Ching, l’oracolo della saggezza cinese, e il best-seller del momento, vietato in tutti i paesi del Reich, un testo secondo il quale l’Asse sarebbe stato in realtà sconfitto dagli Alleati. La svastica sul sole racconta la Storia e le sue possibilità, la realtà e le riscritture, lo scontro culturale tra Oriente e Occidente, l’invasione della spiritualità nella vita quotidiana, il dramma morale di chi deve sopravvivere in un regime di sottomissione.

La mia recensione
Immaginate un mondo in cui l’esito della seconda guerra mondiale sia diverso da come lo conosciamo. L’autore ci catapulta così alla scoperta di come sarebbe la società moderna, seguendo alcuni personaggi nelle loro vite quotidiane. Il Giappone è la parte centrale della cultura descritta, poiché è la seconda potenza dominante dell’Asse. Le tradizioni descritte sono bizzarre per un occidentale, quasi senza senso. Per esempio il voler seguire i consigli di un oracolo per ogni azione quotidiana è una pratica così diffusa nel libro, ma appare astrusa e senza senso. I cerimoniali sono complicati e molto rigorosi, andando a ingabbiare i rapporti personali per seguire un rigido protocollo.

La parte sconvolgente è quella in cui è descritta la Germania e le azioni intraprese dopo la vittoria nella guerra. Veniamo a conoscenza di stermini e azioni tremende, attuate seguendo un piano ben preciso. Nessuno è a conoscenza dell’obiettivo finale, ma le varie voci che si susseguono permettono di capire che c’è una tensione quasi palpabile nell’aria. Le due potenze, che dovrebbero essere eguali, risultano invece su due livelli distinti. Da un lato abbiamo il Giappone, che sembra quasi essere più interessato a riformare le nazioni sconfitte, a riscoprire l’arte e le tradizioni di un tempo. La Germania invece insegue il progresso a tutti i costi, l’industria e la produzione costante di nuove tecnologie.

I protagonisti sono variegati tra loro, ma uniti da un filo conduttore che scopriremo capitolo dopo capitolo. Lentamente capiamo come la situazione stia peggiorando e che anni di vessazioni sulle nazioni sconfitte stanno per riversarsi su chi comanda. La rivolta sta iniziando grazie a un libro particolare, che sembra aprire la mente a chiunque lo legga e mostrare un futuro diverso. Il fatto di non arrendersi, rinunciare così alle proprie speranze, è l’insegnamento che ogni personaggio riuscirà a capire durante gli avvenimenti del libro.

Consigliato a: chi pensa che un singolo cambiamento del passato possa alterare completamente il futuro.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantascienza
Titolo: La svastica sul sole
Autore: Philip K. Dick
Lunghezza: 316 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Fanucci

Goodreads

Cress – [Marissa Meyer]

Cress

Trama: Cress ha solo sedici anni e per gran parte della sua vita ha vissuto prigioniera o, come preferisce dire lei, “damigella in difficoltà” su un satellite in orbita nello spazio, dove gli unici contatti con l’esterno sono avvenuti tramite Internet. Ed è proprio attraverso la Rete che viene contattata dalla Rampion, la nave spaziale del capitano Carswell Thorne, sulla quale viaggiano anche Cinder, Scarlet e Wolf. Cress, infatti, negli anni di isolamento forzato è diventata una hacker eccezionale, e proprio per questo motivo pare l’unica speranza per mettere in atto il piano di Cinder e sconfiggere una volta per tutte la regina Levana e il suo terribile esercito prima che invadano la Terra. Per farlo, però, Cinder e i suoi devono prima di tutto liberare Cress. Peccato che, una volta approdati sul satellite in cui è imprigionata, il piano non vada esattamente come previsto. Dopo Cinder e Scarlet, Marissa Meyer ci regala un altro romanzo avvincente, il terzo della saga delle Cronache lunari, dove i colpi di scena si succedono in un mix perfetto di azione, humour e romanticismo. Ma soprattutto, ancora una volta, dà vita a un’eroina che i lettori difficilmente potranno dimenticare.

La mia recensione
Nuovo capitolo della saga di Cinder e compagni, in cui scopriamo un nuovo personaggio, corriamo tra la Luna e la Terra e ci inoltriamo sempre più nella lotta contro Levana. L’azione e i colpi di scena rimangono alti, ma stavolta abbiamo anche alcuni sviluppi politici. Nei libri precedenti, infatti, il centro dell’azione si sta allargando sempre di più, coinvolgendo tutta la Terra e le colonie lunari. Ogni volta che Cinder e i suoi compagni cercheranno di impedire l’ascesa al potere di Levana, il loro comportamento sarà analizzato da moltissime persone e avrà grandi ripercussioni.

Cinder sta cercando di capire il suo ruolo nello scenario politico e di scoprire i suoi poteri. Essere un cyborg e avere dei poteri la sconvolgono a tal punto che sta cercando a tutti i costi di trovare un nuovo punto di equilibrio. Lei dovrebbe assumere il ruolo di comandante dei ribelli, ma non è abituata a stare in primo piano per troppo tempo. Il suo rapporto con Wolf si solidifica proprio durante l’esplorazione dei suoi poteri e nel suo tentativo di imparare a combattere come si deve.

Gli altri ribelli sono un gruppo omogeneo, che però sta imparando a collaborare. Ogni individuo ha delle caratteristiche specifiche, che rendono l’intero gruppo molto pericoloso per i loro nemici. Devono solo riuscire a convivere tra loro, cosa che ogni tanto è particolarmente difficile. Carswell Thorne è quello che matura di più, considerando anche che metà libro è incentrato su di lui e sulla sua relazione con Cress. La ragazza è il nuovo inserimento nella squadra di Cinder, è la più giovane e si nota subito. Il suo comportamento è immaturo, anche perché non ha molta dimestichezza con le altre persone. Il suo contributo però è fondamentale alla riuscita delle prossime operazioni dei ribelli, poiché va a coprire un tassello mancante.

Preparatevi a una serie di avventure tra spazio e Terra, senza ormai esclusioni di colpi, perché la guerra contro Levana è ormai alle porte.

Consigliato a: chi vuole scoprire fin do può spingerci il coraggio.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: Cress
Autore: Marissa Meyer
Serie: Cronache lunari [3]
Lunghezza: 446 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

La notte di Capodanno – [Josh Lanyon]

La notte di Capodanno

Trama: Dieci anni di telefonate senza risposta, dieci anni di sogni a occhi aperti. Ed ecco la sua nemesi, fermo davanti alla porta di casa proprio quando lui meno se lo aspetta. Ma cosa vorrà l’agente dell’FBI Robert Cuffe dopo così tanto tempo e soprattutto dopo il trattamento che gli ha riservato? Le sue prime parole sono taglienti, ma la voce profonda che Noel non ha mai dimenticato gli riporta subito alla mente quell’unica notte che hanno passato insieme, da amanti.

Ma ora che Robert sa, e soprattutto che lo ha trovato, Noel non può rischiare di perdere l’occasione di sedurlo un’altra volta. Forse, quest’anno, non ci sarà alcuna telefonata senza risposta la notte di Capodanno…

La mia recensione
Può un ladro, famoso e in grado di compiere dei furti spettacolari, cambiare veramente vita? Guardando la situazione attuale di Noel sembrerebbe di sì. Si è ritirato in montagna, dove si gode la pace e la tranquillità, nonché i guadagni delle sue attività passate. Ma a quanto pare non riesce a rilassarsi del tutto, poiché si è trasformato anche in uno scrittore di romanzi polizieschi. Come protagonista dei suoi romanzi, guarda caso, ha deciso di inserire un affascinante poliziotto, che ricorda molto da vicino Robert Cuffe, l’agente della FBI che gli ha dato la caccia per anni. Noel è in fondo un gran romantico: rubava ai ricchi, che poteva subire un furto senza andare sul lastrico e si era anche innamorato dell’agente incaricato di incastrarlo. Il suo più grande desiderio è riuscire ad avviare una relazione con Robert, ma l’idea di averlo utilizzato come personaggio dei suoi romanzi può aver pregiudicato ogni futuro insieme.

Robert è un personaggio abbastanza sorprendente. Sembra essere freddo e distaccato, ma si capisce subito che sta nascondendo qualcosa. Gioca a fare il misterioso, ma non vuole ferire Noel nonostante tutte le difficoltà che gli ha causato sul lavoro. Le basi per costruire un qualche tipo di rapporto ci sono, spetta solo ai due uomini riuscire a superare le incomprensioni reciproche.

La trama è ricca di avvenimenti, anche se il libro è veramente molto corto. In ogni caso l’atmosfera natalizia regna sovrana, grazie anche ad alcuni accorgimenti dell’autrice. Si sente un sentimento dolce nell’aria, che ci fa sperare in un lieto fine per questi due uomini un po’ testardi ma bisognosi d’affetto.

Consigliato a: chi vuole addolcire l’atmosfera delle feste.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Romantico
Titolo: La notte di Capodanno
Autore: Josh Lanyon
Lunghezza: 66 pagine
Edizione: Ebook
Editore: HarperCollins Italia

Goodreads

Reckless – [Cornelia Funke]

Reckless

Trama: C’erano una volta due fratelli… Jacob ama la notte. Ne avverte l’oscurità sulla pelle come un mantello intessuto di libertà e pericolo. E di notte lo Specchio, occhio scintillante tra le librerie, lo attira, denso di promesse, dallo studio del padre scomparso. “Torna!” scrive il ragazzo nella polvere dello scrittoio, mentre Will, il fratello minore, dorme con la luce accesa. Però sarà Jacob a varcare la cornice di vetro e a non tornare. Il Mondo Oltre lo Specchio è un luogo terrificante, ma a volte gli fa meno paura di quello reale. Sembra abitato da unicorni, geni dell’acqua o innocui nani, e invece è la Terra dei Goyl, creature di corniola e ametista, guerrieri di un regno spietato. Sembra popolato di magici oggetti, ed è la magia di un amore disumano. Sembra che vi pulsi il cuore di una Fata da amare, tradire, e amare ancora, e sono le rosse falene, intrise di veleno, della sua Oscura Sorella. L’infanzia, tuttavia, dura un minuto e pesa come polvere di elfo. Will, ormai adulto, attraversa lo Specchio per inseguire suo fratello. I Goyl, però, inseguono lui. Vogliono che diventi uno di loro, vogliono trasformare i suoi ricordi in giada. Quanto tempo ha Jacob per salvarlo?

La mia recensione
Le fiabe hanno un risvolto dark e inquietante, come scoprono i due fratelli Reckless. Avventurarsi in un mondo magico senza le dovute precauzioni può essere molto pericoloso.

Jacob ha scoperto per caso un mondo parallelo in cui le favole sembra essere fin troppo reali. Peccato che però non abbia insegnato al fratello le regole basi per sopravvivere in un luogo dove toccare la cosa sbagliata può rivelarsi fatale. Il protagonista sembra essere forte e sicuro di sé, ma si capisce che in fondo vorrebbe avere una famiglia normale e una vita semplice come il giovane Will. Ha scelto però di seguire una strada complicata e pericolosa, che lo ha allontanato da tutti, alla ricerca di avventure, quasi a colmare il vuoto lasciato dall’assenza del padre.

Will, che dovrebbe essere il co-protagonista della storia, è invece più riservato e dolce, anche se a volte vuole fare di testa sua. Il libro è incentrato su una sua avventatezza, che mette in moto una serie di conseguenze sempre più disastrose, ma non riusciamo a conoscerlo bene. Jacob ha una personalità troppo predominante, che mette in ombra il fratello. L’amore che li lega è fuori discussione, infatti farebbero qualsiasi cosa l’uno per l’altro, ma si nota comunque qualche frattura qua e là. Gli anni passati divisi e le molte cose non dette li stanno separando inesorabilmente, ma forse questa avventura potrà riavvicinarli.

Nonostante si tratti di un mondo in cui le favole sono reali, non aspettatevi uccelli canterini e fate madrine dolci. La terra in cui Jacob compie le sue avventure è ostile e pericolosa. Il protagonista ha creato una serie di regole, basate sulla sua esperienza diretta, che gli permettono di cavarsela nelle situazioni più disparate, ma stavolta deve affrontare qualcosa di diverso. In alcuni punti si provano dei veri brividi di paura per le creature a cui i ragazzi vanno incontro, viste le descrizioni suggestive dell’autrice.

Tutto sommato il ritmo della narrazione rimane costante fino alla fine, invogliandoci a leggere anche il seguito per scoprire qualcosa di più sul destino di Jacob.

Consigliato a: chi vuole vivere in un mondo incantato.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantasy
Titolo: Reckless
Autore: Cornelia Funke
Serie: Il mondo oltre lo specchio [1]
Lunghezza: 276 pagine
Edizione: Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Mondadori

Goodreads