Laguna – [Nnedi Okorafor]

Laguna

Trama: Un boato nel cielo di Lagos. Qualcosa precipita nell’oceano al largo della costa della più popolosa e leggendaria città della Nigeria. Il mare brulica di nuova vita, e dal mare una nuova entità emerge per sconvolgere la vita del paese africano.
Adaora, biologa marina alla ricerca di stabilità, Anthony, rapper capace di incantare le folle e Agu, un soldato dallo spiccato senso di giustizia, si incontreranno proprio lì, sul mare: insieme dovranno confrontarsi con i segreti delle proprie esistenze per tentare di salvare il paese che amano in una forsennata corsa contro il tempo. Accompagnano Ayodele, la donna misteriosa arrivata da un luogo ignoto, giunta a Lagos per promettere un cambiamento epocale, mentre il caos si diffonde senza controllo tra la popolazione della città.
Laguna racconta la storia di un’umanità al crocevia tra tradizioni secolari, un presente incerto e un futuro denso di potenzialità.
Il romanzo combina in una miscela esplosiva il più classico tema fantascientifico, l’invasione aliena, al fermento di una città tentacolare. Con una pluralità di voci narranti, Laguna unisce in uno straordinario abbraccio la tradizione magica africana alla riflessione sociale e politica della migliore fantascienza. La scrittura di Nnedi Okorafor, avvincente, emozionante e spericolata, avvolge il lettore in una rete di suggestioni che ne rivelano tutta la ricchezza.
Benvenuti a Lagos, Nigeria.
La mia recensione
Gli alieni che invadono la città di Lagos sono alquanto bizzarri: il loro comportamento è così fuori dalla comprensione umana che eventuali incomprensioni sono all’ordine del giorno. Non bisogna però cedere al panico, perché altrimenti la situazione rischia di sfuggire di mano a tutti.

La lettura è abbastanza intricata, anche se il libro è composto da capitoli brevi che ci mostrano vari punti di vista sulla vicenda. L’arco temporale coperto è molto breve, ma così denso di avvenimenti che quasi ci si perde all’interno.

I tre protagonisti principali, che ritroviamo anche all’interno dei punti di vista degli altri personaggi, sono molto diversi tra loro. Adaora rappresenta il legame tra la scienza e le vecchie tradizioni. E’ una biologa, ma non rinnega del tutto le leggende del suo popolo. Con i nuovi avvenimenti che stanno scuotendo la sua vita, capisce che c’è qualcosa in più che fino ad ora aveva ignorato nella sua vita. Anthony invece è un giovane molto legato alla famiglia, che riesce ad avere un contatto diretto con molte persone grazie al suo lavoro di rapper. Rappresenta il legame con la folla, il tramite attraverso cui è possibile diffondere un messaggio che possa cambiare le vite di molti. Agu invece è il protettore, colui che difende i più deboli e tenta in tutti i modi di portare giustizia.

Queste tre persone, così diverse tra loro, devono affrontare e capire la cultura aliena che Ayodele ha portato a Lagos. Come esponente della sua razza lei rappresenta il primo punto di contatto con l’umanità. I suoi ragionamenti e le sue reazioni ci risultano estranei e incomprensibili a volte, in quanto la sua civiltà è molto diversa dalla nostra. Solo con la sua presenza riesce a mettere un moto una catena d’interventi che sfuggono al controllo di chiunque. Si può solo essere travolti dagli eventi e cercare di seguire il flusso del cambiamento, che rimane la costante del libro.

La città di Lagos è parte integrante della vicenda, non si limita a fare da sfondo. E’ viva e pulsante, con il suo intrico di modernità e tradizioni che la fanno sembrare ancora più pittoresca. In poche pagine veniamo a contatto con religioni diverse, stili di vita contrastanti, opulenza e povertà. Tutto questo è mischiato insieme e forma l’ambientazione perfetta per permettere l’arrivo di una civiltà aliena dalle capacità e dagli obiettivi straordinari.

Consigliato a: chi crede che gli alieni siano una forza inarrestabile e sconosciuta.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantascienza
Titolo: Laguna
Autore: Nnedi Okorafor
Lunghezza: 304 pagine
Edizione: Cartaceo
Ebook
Editore: Zona 42

Goodreads

Annunci

Shadow – [Sarah Fines]

Shadow

Trama: Due amiche: Lela, diciassette anni e già un passato tormentato alle spalle, e Nadia che invece sembra avere avuto tutto. Così diverse eppure inseparabili tanto che quando Nadia misteriosamente si toglie la vita, Lela non può lasciarla andare. A costo di rinunciare alla propria anima deve riportare indietro Nadia, imprigionata all’inferno. Decide così di compiere il viaggio più difficile, di abbandonare il mondo terreno e scendere nella città delle tenebre: il regno del terrore e dell’oscurità infestato da creature demoniache e mostruose.
Proprio quando il male sembra averla risucchiata, al suo fianco compare Malachi, il capitano delle guardie, sentinella delle anime perse. Una creatura buia come la notte ma dall’animo di fuoco, dalla bellezza penetrante e pericolosa. Capace di emanare sicurezza e incutere timore. Un alleato deciso a difenderla nel viaggio nella notte più profonda. Un guerriero destinato a cambiare il suo destino. Innamorarsi all’inferno è pericoloso…

La mia recensione
Lela è una ragazza forte, che ha un passato triste e violento, ma grazie all’amicizia con Nadia sembra scoprire un nuovo lato del mondo. Per questo si sente pronta ad affrontare un mondo spaventoso pur di salvarla da una sorte tremenda.

Il libro infatti è proprio incentrato sull’importanza dell’amicizia e della lealtà. Lela è decisa a non tradire la sua amica, anche a scapito della sua stessa vita e del primo amore. In fondo lei non ha mai avuto qualcuno che le volesse veramente bene, su cui fare affidamento. Per questo il suo attaccamento a Nadia sembra essere indissolubile. Il suo passato nasconde dei momenti inquietanti, che Lela fa di tutto per ignorare per non essere sommersa dal dolore.

Il suo viaggio nella città oscura, in cui sembra essere intrappolata Nadia, inizia quasi inconsapevolmente. Lela infatti è mossa solo dal desiderio di salvare la sua amica e non ha un piano ben definito per riuscire nell’impresa. Si basa solo sull’istinto e su un pizzico di fortuna, che le permette d’incrociare il cammino con un personaggio alquanto singolare.

Malachi è un guerriero, che affronta mostri in continuazione, cercando di salvare più persone possibili a scapito della sua incolumità. L’incontro con Lela sembra stravolgergli la vita. La ragazza infatti lo colpisce per la sua forza di carattere, per la determinazione con cui affronta ogni situazione e per il legame con Nadia. Malachi è difficile da interpretare, perché è molto chiuso in sé stesso. Si capisce che farebbe di tutto per Lela, anche venir meno ai suoi doveri, motivo per cui ci risulta subito simpatico. Ogni nuovo dettaglio sul suo passato serve a creare il giusto mix di ragazzo perbene ed eroe indistruttibile.

Avendo due personaggi così forti sulla scena rende difficile riuscire ad apprezzare Nadia. La ragazza soffre e ha dei problemi, che però non vengono mai esplicitati veramente e sembrano essere solo un capriccio di una ragazzina viziata. E’ il personaggio peggio riuscito del libro e ogni volta che compare non si può fare a meno di provare un moto di stizza nei suoi confronti.

La descrizione della città, che fa da sfondo per quasi tutto il libro, ci trasmette inquietudine e orrore. Sembra essere la materializzazione di un incubo, in grado di gettare un brivido per ogni angolo visitato. Non si capiscono molto le motivazioni delle creature che si nascondono nelle tenebre o le loro caratteristiche, ma immagino che sarà svelato qualcosa in più nel libro successivo.

Consigliato a: chi vuole al suo fianco un eroe forte e coraggioso.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: Shadow
Autore: Sarah Fine
Serie: Le terre delle anime perse [1]
Lunghezza: 384 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Mondadori

Goodreads

Alla ricerca dell’ultima verità – [Karen Marie Moning]

Alla ricerca dell'ultima verità

Trama: MacKayla Lane si trova nuda sul freddo pavimento di pietra di una chiesa, in balia del Signore Domine che un tempo ha giurato di uccidere. Lontana da casa, incapace di controllare i suoi appetiti sessuali, MacKayla è ora completamente irretita dall’incantesimo del Signore Domine… Lui le ha rubato il passato, ma lei non permetterà mai che l’assassino di sua sorella possa rubarle anche il futuro. Eppure, neanche il più potente tra i veggenti può competere con il Signore Domine, che ha scatenato in Mac un insaziabile desiderio sessuale che la consuma. Solo le parole misteriose del diario di Alina possono salvarla. Mentre i suoi nuovi genitori sono scomparsi e la vita dei suoi cari è sotto assedio, Mac sta per trovarsi faccia a faccia con una sconvolgente verità su sé stessa… e sul mondo che pensava di conoscere.

La mia recensione
MacKayla deve cercare di uscire dalla situazione spinosa in cui è finita, ma non può farcela con solo le sue forze. Per questo deve fare affidamento su un vero salvatore, ma chi scegliere tra V’Lane e Gerico?

Lo scenario che si trova ad affrontare è tremendo e per una volta mi sento di appoggiare tutte le sue scelte. In fondo è una ragazza che ha visto il suo mondo capovolgersi più volte, riuscendo però a sopravvivere. Non ha mai ricevuto risposte certe, ma solo delle vaghe allusioni al mondo magico che deve affrontare. Tutto questo è servito per creare una ragazza coraggiosa, che capisce che non può mollare neanche un istante oppure sarà perduta per sempre. I suoi errori sono comprensibili e fatti in buona fede, per cui non si può che ammirare la sua tenacia.

Gli uomini che la circondano sono invece dei personaggi alquanto misteriosi. Si capisce che hanno un secondo fine per tutto l’aiuto che le danno, ma dopo tutti i libri precedenti non si è ancora giunti a una vera svolta. V’Lane è quello che mi preoccupa di più, essendo un essere fatato. Non si riesce mai a capire cosa nasconda dietro la sia maschera di uomo seducente. Almeno i fini di Gerico, per quanto poco chiari, hanno un punto fermo: sfruttare Mac, senza però farle del male. Si capisce infatti che ci tiene alla protagonista, anche se non lo ha mai rivelato apertamente. I piccoli gesti che ogni tanto si concede nei suoi riguardi fanno sperare che in fondo tra i due possa nascere qualcosa.

Sul lato della guerra purtroppo ci sono alcune note dolenti. L’invasione che era stata descritta nel libro precedente prende sempre più piede, ma non aspettatevi scontri incredibili. A parte un paio di scene ben descritte dovremo accontentarci di tante indagini e tentativi di capire quali siano gli schieramenti in gioco e le rispettive forze in campo. Considerato il colpo di scena finale, forse nel prossimo libro vedremo più azione.

Consigliato a: chi immagina una apocalisse deprimente.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Fantasy
Titolo: Alla ricerca dell’ultima verità
Autore: Karen Marie Moning
Serie: Fever [4]
Lunghezza: 464 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Leggereditore

Goodreads

Matrimonio di convenienza – [Felicia Kingsley]

Matrimonio di convenienza

Trama: Jemma fa la truccatrice teatrale, vive in un seminterrato a Londra e colleziona insuccessi in amore. Un giorno però riceve una telefonata dal suo avvocato che potrebbe cambiarle la vita: la nonna Catriona, la stessa che ha diseredato sua madre per aver sposato un uomo qualunque e senza titolo nobiliare, ha lasciato a lei un’enorme ricchezza. Ma a una condizione: che sposi un uomo di nobili natali. Il caso vuole che l’avvocato di Jemma segua un cliente che non naviga proprio in acque tranquille: Ashford, il dodicesimo duca di Burlingham, è infatti al verde e rischia di perdere, insieme ai beni di famiglia, anche il titolo. Ashford è un duca, Jemma ha molti soldi. Ashford ha bisogno di liquidi, Jemma di un blasone… Ma cosa può avere in comune la figlia di una simpatica coppia hippy, che ama girare per casa nuda, con un compassato lord inglese? Apparentemente nulla… Il loro non sarà altro che un matrimonio di convenienza, un’unione di facciata per permettere a entrambi di ottenere ciò che vogliono. Ma Jemma non immagina cosa l’aspetta, una volta arrivata nella lussuosa residenza dei Burlingham: galateo, formalità, inviti, ricevimenti e un’odiosa suocera aristocratica. E a quel punto sarà guerra aperta…

La mia recensione
Ci troviamo di fronte a una commedia senza troppe pretese, in cui un lui e una lei, completamente differenti, impareranno ad amarsi e a rispettarsi. Da un lato abbiamo Jemma, una ragazza che vede il mondo secondo le sue regole e non ha mai preso in considerazione la possibilità di essere stramba agli occhi della gente. Dall’altro lato invece troviamo Ashford, un vero snob inglese, che non si è mai piegato a delle incombenze quotidiane ed è sempre vissuto nel lusso.

E’ ovvio che questi due personaggi siano completamente in disaccordo su tutto, ma vediamo dai loro gesti che potrebbero ben presto trovare alcuni spunti di vicinanza. Per esempio, entrambi si fidano solo di poche persone, che considerano i loro veri amici e confidenti. Non si può certo dire che i rapporti con le loro famiglie sia stellare. Ashford ha una madre invadente e ficcanaso, che vorrebbe comandare a bacchetta il figlio. Jemma invece ha due genitori hippie, che non riescono a consigliare la figlia nel modo giusto e la lasciano seguire delle scelte sbagliate anche se questo potrebbe ferirla terribilmente.

Con un quadretto del genere gli equivoci sono all’ordine del giorno e costelleranno la relazione dei due protagonisti. Entrambi non sono molto bravi nell’esprimere i loro sentimenti ad alta voce, ma si lasciano trascinare da mezze parole, gesti e provocazioni. Jemma è quella che mi è piaciuta di meno, anche perché dimostra di non aver imparato nulla dai suoi errori e di non essere stata del tutto sincera.

La trama è molto semplice, visto che inizia con un matrimonio forzato, e si capisce fin da subito che l’odio dei due protagonisti può ben presto trasformarsi in altro. Gli altri personaggi che danzano intorno a Jemma e Ashford servono a riempire i buchi e a far progredire la storia, che altrimenti rimarrebbe bloccata nei primi capitoli.

Consigliato a: chi vuole leggere una storia romantica senza troppe pretese.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Romantico
Titolo: Matrimonio di convenienza
Autore: Felicia Kingsley
Lunghezza: 353 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Newton Compton

Goodreads

Adrien English e il mistero di Natale – [Josh Lanyon]

Adrien English e il mistero di Natale

Trama: Tornato a casa in anticipo dopo aver trascorso il Natale nella cara, vecchia Inghilterra, l’investigatore dilettante a tempo perso Adrien English è costretto a fare i conti con delle allarmanti novità in famiglia e, come se non bastasse, una vecchia conoscenza si fa viva in cerca di aiuto per rintracciare il fidanzato scomparso.
Per sua fortuna, Adrien conosce un bravo detective privato…

La mia recensione
Adrien è tornato, con un cuore nuovo e al suo fianco Jake. Ovviamente i momenti emozionanti, sia per le indagini che per gli attimi romantici, sono il centro del nuovo racconto.

Il Natale è appena passato e Adrien si ritrova a fare i conti con tutte le novità della sua vita. Una libreria più grande richiede maggiore lavoro, ma anche la sua relazione con Jake deve essere indirizzata verso la giusta direzione. In fondo nell’ultimo libro hanno deciso di andare a vivere insieme, il che rappresenta un grosso passo per la vita da scapolo che il protagonista ha sempre condotto. La sua famiglia allargata inoltre non ha intenzione di lasciarlo in pace e vediamo come Adrien voglia un gran bene alle sue sorelle, anche se non lo ammetterebbe mai.

Jake invece sembra essere rinato con la nuova relazione. I suoi modi rimangono sempre bruschi, ma gli slanci di tenerezza che ogni tanto lascia emergere colgono di sorpresa noi e Adrien. La sua scelta non è stata semplice e ci sono ancora molte incertezze nel loro futuro, tra cui i rapporti con la famiglia di Jake. Si capisce però che i due uomini riusciranno ad affrontare qualsiasi ostacolo insieme.

Sul fronte delle indagini Adrien non riesce ovviamente a stare tranquillo. Stavolta i guai vengono a bussare direttamente alla porta della sua libreria e lo portano a coinvolgere fin da subito Jake. I loro modi d’indagare sono molto diversi: Jake, da bravo ex-poliziotto è metodico in tutto quello che fa, mentre Adrien si lascia trascinare delle emozioni e dalle intuizioni. Se riuscisse a concentrarsi anche sul suo libro da consegnare come fa nelle indagini private probabilmente renderebbe felice il suo editor.

Il libro racchiude un paio di momenti molto significativi per questa coppia, romantici al punto giusto, che fanno immaginare che in fondo la loro avventura sia appena iniziata.

Consigliato a: chi adora le feste natalizie e i buoni propositi.

Voto:
Stelle 4

Genere:
Romantico
Titolo: Adrien English e il mistero di Natale
Autore: Josh Lanyon
Serie: Adrien English [5.5]
Lunghezza: 189 pagine
Edizione: Ebook
Editore: Triskell Edizioni

Goodreads

Indietro nel tempo – [Jack Finney]

Indietro nel tempo

Trama: Da una parte c’è Simon, giovane illustratore americano, dotato di fervida immaginazione e piuttosto deluso dall’agenzia pubblicitaria per cui lavora. Dall’altra, una poderosa équipe di esperti in tutti i campi, capeggiata da un geniale, saggio scienziato, deciso a dimostrare, con un progetto governativo, che è senz’altro possibile tornare indietro nel tempo, che in qualche modo, come sosteneva perfino Einstein, il passato… non è del tutto passato.
In mezzo c’è una splendida ragazza, anzi ce ne sono addirittura due… e vivono, appunto, in due secoli diversi.
Per curiosità, spirito d’avventura e innato senso del dovere, da un certo momento in poi per amore, Simon accetta l’offerta dei cervelloni… di andare “a dare un’occhiata” alla New York del 1882. Il progetto, coperto (non a caso) dal Segreto di Stato, catapulta Simon in un tempo e in un mondo “lontani”, ma soprattutto in uno dei più straordinari “mistery” a sfondo storico mai scritti. Indietro nel tempo è uno dei libri più “riletti” di sempre, forse perché le ultime cento pagine sono davvero imprevedibili e… capaci di far arrossire di vergogna parecchi uomini politici americani.
Mentre a noi, questo romanzo lascia un grande regalo: quello di farci guardare con occhi diversi, molto più curiosi, parecchie fra le cose che ci circondano.

La mia recensione
I viaggi nel tempo sono affascinanti, ma per come vengono spiegati in questo libro diventano ancora più intriganti. Peccato che il protagonista non sia all’altezza e renda la storia un po’ piatta e poco avvincente.

L’idea di base è molto semplice: il cervello umano sa perfettamente in che giorno e in che epoca viviamo. Se però si riesce a ingannarlo abbastanza a lungo, confondendo la realtà e ipotizzando di vivere nel passato, è possibile compiere un viaggio indietro nel tempo senza aver bisogno di macchinari strani. Ovviamente questa nuova teoria non è stata ancora dimostrata, ma il protagonista della storia viene coinvolto in questo strano esperimento del governo.

Dopo un primo smarrimento iniziale, chiunque altro sarebbe stato entusiasta di poter vedere il passato. Simon invece, dopo aver compiuto l’incredibile, sembra più che altro farsi trasportare dagli eventi. Non riesce a decidere quale sia la condotta migliore, se essere solo spettatore o partecipare e rischiare di cambiare il passato. Si arriva al punto che non si capisce neanche di quale ragazza sia veramente innamorato. E’ quasi un peccato che sia proprio lui il protagonista della vicenda, perché toglie in parte la magia di scoprire una New York del passato, ricca di curiosità.

La trama del libro cambia direzione più volte nel corso della storia. A ogni evoluzione sentiamo che la vicenda, partita come un esperimento più teorico che pratico, sta rilevando un lato nascosto che ci era sfuggito. Non ci sono dei veri e propri colpi di scena, ma si avverte una certa tensione nel finale. Si deve infatti arrivare a una svolta, ma fino ai capitoli finali non si capisce quale potrebbe essere. Nonostante sia alquanto bizzarra come teoria sui viaggi nel tempo, ho apprezzato la prima parte dedicata alle spiegazioni e ai possibili scenari che si prospettavano al protagonista. E forse si riesce a scorgere una risposta alla domanda se sia possibile cambiare il passato e quindi anche il presente.

Consigliato a: chi desidera scoprire un nuovo modo di viaggiare.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Indietro nel tempo
Autore: Jack Finney
Lunghezza: 448 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Marcos y Marcos

Goodreads

Morsa di ghiaccio – [Clive Cussler, Dirk Cussler]

Morsa di ghiaccio

Trama: Oceano Artico, 1848. La Erebus è bloccata dai ghiacci, come già la sua compagna, la Terror. La spedizione guidata da sir John Franklin è fallita, ma il particolare più terribile è che, nelle ultime settimane prima della fine, l’equipaggio è caduto preda di una sorta di follia, che ha spinto gli uomini ad atti di insensata crudeltà. Oceano Artico, 2011. Dirk junior e Summer, i due figli gemelli di Dirk Pitt, sono impegnati in una serie di rilevazioni oceanografiche per conto della NUMA, quando si imbattono in una nave alla deriva. I marinai a bordo sono morti. Nessun segno di lotta né di scontro. E non è la prima volta che questo accade, tanto che tra i locali cominciano a diffondersi leggende sulle morti misteriose. E sembra che ci sia davvero qualcosa di molto strano nella zona, visti gli incidenti navali che si verificano nelle acque al confine tra Stati Uniti e Canada. Disastri imprevisti che rischiano di portare i due paesi sull’orlo di un conflitto, proprio in un momento in cui la situazione negli Stati Uniti è drammatica a causa di una terribile crisi energetica. Chiamati a intervenire, Dirk Pitt, Al Giordino e gli uomini della NUMA si dovranno scontrare con l’avidità umana e con complesse e oscure macchinazioni, ma soprattutto con un territorio spietato che non lascia possibilità di errore.

La mia recensione
Tra i ghiacci dell’Artico potrebbe nascondersi un tesoro e chi meglio di Dirk Pitt può scoprirlo? Stavolta la vicenda non segue i canoni classici, ma percorriamo due binari paralleli, intrapresi da padre e figlio.

Dirk junior si dimostra ancora una volta abbastanza simile al padre per riuscire a portare a termine un’impresa particolare. E’ testardo, quando trova qualcosa che non lo convince non molla fino a quando non riesce a chiarire la situazione. Si preoccupa per la sorella, senza esagerare, perché sa che lei è in grado di cavarsela da sola. Allo stesso tempo gli manca quella galanteria e il carisma del padre, in grado di renderci partecipi di tutte le sue avventure lasciandoci con il fiato sospeso.

Summer sta finalmente emergendo come personaggio. Inizialmente sembra solo una bella ragazza, a cui piacciono le immersioni e che ha studiato biologia. Stavolta invece scopriamo un nuovo lato del suo carattere, in parte romantico e in parte giocoso. Non supera mai i suoi limiti e, quando si trova davanti situazioni che capisce di non poter gestire, comprende di dover gettare la spugna e chiedere aiuto. Il suo rapporto con il fratello è molto stretto, ma non vuol dire che condivida con lui ogni singolo istante della giornata.

Le loro vicende si incrociano con quelle del padre in pochi frangenti, anche se l’indagine in cui sono coinvolti è la stessa. Dirk, nonostante sia sposato, non ha ancora abbandonato la vita sul madre e le avventure. Sfoggia con la solita bravura una nuova automobile d’epoca tra le strade cittadine ed è pronto a una scampagnata nell’Artico per difendere il pianeta. La sua nuova tattica è più ponderata. Non si getta a capofitto nel pericolo, perché sa di non avere più il fisico per compire le sue mirabolanti imprese. Al tempo stesso però non è ancora pronto per ritirarsi.

Mi ha colpito ancora una volta come la tecnologia utilizzata sia la chiave per riuscire a scardinare il mistero del passato e la nuova minaccia per il pianeta. La NUMA deve essere sempre all’avanguardia se vuole continuare a sconfiggere i “cattivi” di turno. Chissà cosa si inventeranno nel prossimo libro per proteggere il mondo intero.

Consigliato a: chi non teme il freddo dei ghiacci.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Avventura
Titolo: Morsa di ghiaccio
Autore: Clive Cussler, Dirk Cussler
Serie: Le avventure di Dirk Pitt [20]
Lunghezza: 498 pagine
Edizione: Ebook
Copertina rigida
Copertina flessibile
Editore: Longanesi

Goodreads

Fuoco di Scozia – [Tanya Anne Crosby]

Fuoco di Scozia

Trama: Scozia, 1125, la Leggenda ha inizio…
Per due secoli, il popolo di Aidan dun Scoti ha fatto la guardia al segreto più grande di Scozia, in attesa di un degno successore che posse unire i clan delle Highland. La sua gente è l’ultima dei “Dipinti”, i guardiani della vera Pietra del Destino.
Una Lotta per il Potere
Le tribù delle Highland sono divise. Re David di Scozia cerca un’alleanza con la gente di montagna. Ma solo una donna riuscirà a tentare Aidan dun Scoti – la bellezza maledetta il cui padre una volta ha tradito il suo clan…
Tentazione di Vendetta
Maledetta dalla gente di Aidan per i peccati commessi da suo padre, Lìleas MacLaren è l’unica donna a cui Aidan si crede immune. Offerta a lui come moglie da David di Scozia in segno di pace, lei è anche la donna che metterà in ginocchio il fiero capoclan.

La mia recensione
L’amore può nascere tra due persone le cui famiglie sono in lotta da anni? E’ il grosso dilemma che tormenta la vita e il futuro di Lìleas, che si ritrova costretta in un matrimonio senza amore.

La donna vuole apparire forte a tutti i costi, nonostante la sua situazione non sia delle più rosee. Si trova separata dal figlio, sposata con un uomo che odia la sua famiglia e circondata da gente che non vorrebbe avere niente a che fare con lei. Ovviamente la protagonista saprà tirare fuori delle doti straordinarie, che riusciranno a conquistare il clan scozzese. Peccato che non sia spiegato come sia diventata una guaritrice, come abbia studiato e dove abbia esercitato in passato. Dalle poche informazioni che si ricavano su di lei, nel suo matrimonio precedente sembrava essere più una castellana che una donna in grado di esercitare una professione così delicata come la guaritrice.

L’intero libro è costruito su figure un po’ fragili, parzialmente abbozzate, che non hanno una vera e propria costruzione psicologica. Si prenda per esempio Re David. Il vero motore scatenante della vicenda. Lo vediamo accennato nella prima parte del libro, per poi essere accantonato in fretta e furia senza alcuna considerazione. Ma non doveva essere il re in grado di dominare su tutte le terre?

Lo stesso discorso può essere fatto per Aidan dun Scoti. Il nuovo marito di Lìleas, che dovrebbe essere un potente signore del nord, si comporta più come un ragazzino per la maggior parte della vicenda. Non riusciamo a capire quando i suoi sentimenti verso la moglie si trasformino e soprattutto il motivo.

Nonostante queste incongruenze nella costruzione dei personaggi, in qualche modo la trama cresce e gli avvenimenti si susseguono. Le terre del clan riescono a regalarci qualche scorcio molto romantico, con la natura selvaggia e incontaminata. In fin dei conti il libro è una via di mezzo tra una storia d’amore, senza troppe pretese, e un romanzo storico, nonostante qualche inesattezza e alcuni oggetti anacronistici.

Consigliato a: chi vuole leggere una storia d’amore ambientata nella Scozia antica.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Storico
Romantico
Titolo: Fuoco di Scozia
Autore: Tanya Anne Crosby
Serie: I guardiani della pietra sacra [1]
Lunghezza: 596 pagine
Edizione: Copertina flessibile
Ebook
Editore: Oliver-Heber Books

Goodreads

Autonomous – [Annalee Newitz]

Autonomous

Trama: Terra, 2144. Judith ‘Jack’ Chen è una vera e propria scienziata-pirata: la sua base operativa è un sottomarino, la sua missione piratare costosi farmaci e produrne delle alternative a basso costo, accessibili a tutti. Una sorta di Robin Hood in un mondo dominato dalle case farmaceutiche. Eppure, qualcosa è andato storto con la sua ultima partita di Zacuity: coloro che ne hanno fatto uso, sono andati incontro a effetti collaterali imprevisti, ridotti a veri e propri automi costretti ad azioni meccaniche e ripetitive che conducono la mente alla follia. Jack sa che se il farmaco da lei messo a punto si diffondesse, l’umanità intera ne sarebbe minacciata. Sulle tracce della scienziata, una coppia alquanto improbabile al soldo delle case farmaceutiche: Eliasz, un tormentato agente sotto copertura, e il suo fedele partner Paladin, un robot. Sarà nella frenetica ricerca di informazioni sul misterioso e potente farmaco di Jack che Eliasz e Paladin riusciranno a stabilire un legame inaspettato, oltre i confini tracciati dalle loro nature così diverse. Un’avventura visionaria, intensa, che esplora i temi della libertà e del libero arbitrio in una società frenetica e frammentata, in cui la differenza tra umanità e intelligenza artificiale è ormai sempre più labile.

La mia recensione
Automi, agenti sotto copertura e pirati pronti a distribuire le medicine gratuitamente. Il bello dei libri di fantascienza è che riescono a creare un universo variegato e a rendere il tutto molto avvincente.

Jack, che nonostante il nome è un personaggio femminile, è una specie di Robin Hood moderno. I suoi intenti sono buoni, anche se a volte sbaglia l’approccio. Cerca infatti di combattere contro un sistema che garantisce l’assistenza ai ricchi, mentre i poveri devono riuscire a cavarsela in qualche modo. Desidera una libertà maggiore, per sé stessa e per la società che la circonda, ma al momento la sua unica opzione è evadere la legge e continuare a scappare.

Eliasz e Paladin invece sono una coppia alquanto strana. Saranno incaricati di fermare Jack a tutti i costi, ma scopriranno invece qualcosa di più su loro stessi. Eliasz è ha passato non troppo roseo, che lo ha segnato e mina costantemente i suoi rapporti sentimentali. Paladin invece è un robot giovane, appena creato e deve imparare a relazionarsi con gli umani. Mettere insieme questi due personaggi potrebbe comportare degli scenari disastrosi, se non fosse per la curiosità di Paladin. Il robot infatti compirà delle scelte molto strane, al limite della sua programmazione, che gli permetteranno di avvicinarsi al suo partner umano. Ovviamente il risultato avrà degli effetti insperati, con un’importante ripercussione sulla vicenda.

La società descritta è molto avanzata a livello tecnologico, ma sul piano sociale non sembra aver compiuto un passo avanti. Le diseguaglianze tra ricchi e poveri sono molto marcate e in questo rientrano anche i robot. Sono usati per compiere molto lavori e sfruttati senza alcun diritto fino alla fine della loro vita. Si capisce che dovranno esserci ancora dei miglioramenti nella società, come il finale fa intendere, ma dovranno passare anni prima che possano prendere piede.

Consigliato a: chi vuole esplorare un possibile futuro.

Voto:
Stelle 3

Genere:
Fantascienza
Titolo: Autonomous
Autore: Annalee Newitz
Lunghezza: 263 pagine
Edizione: Copertina rigida
Ebook
Editore: Fanucci

Goodreads

Il cerchio del silenzio – [Carol M. Tanzman]

Il cerchio del silenzio

Trama: Valerie Gaines sogna da sempre di diventare una reporter d’assalto, e quando viene eletta caporedattore nella classe di videogiornalismo, è decisa a conquistare il premio per il servizio migliore nella gara che vede scontrarsi due team di studenti. Ha già in mente lo scoop che le garantirà la vittoria: rivelare i nomi dei membri, i riti di iniziazione, i bersagli del gruppo MP, che sta creando scompiglio all’interno della scuola con atti vandalici e di bullismo. Così, per penetrare nel cerchio di silenzio che ammanta la setta e guadagnare prestigio tra professori e compagni, Valerie si mette in gioco in prima persona, correndo anche dei rischi. E come se non bastasse, a peggiorare quel difficile momento ci si mette pure Jagger Voorham, il bello e dannato della scuola, nonché suo ex, che l’ha lasciata mesi prima senza una vera spiegazione e ora sembra voler stare solo con lei. Valerie, però, non ha alcuna intenzione di lasciarsi distrarre nel momento più importante della sua vita!

La mia recensione
Valerie adora partecipare al gazzettino della scuola. Sogna di diventare una giornalista e quando si ritrova tra le mani una vera inchiesta, è pronta a buttarsi a capofitto nelle indagini. Anche se questo può mettere in pericolo le persone che ama.

La storia è incentrata sul personaggio di Valerie, ma la cosa strana è che non sappiamo molto di lei. La sua passione per il giornalismo, per esempio, non è spiegata né è comprensibile. Sembra quasi che la protagonista voglia farsi riprendere per apparire in TV. Anche gli altri ragazzi che partecipano al corso di giornalismo non esprimono una vera passione per la materia, quasi che siano presenti solo per accumulare crediti e prendere voti alti.

Il rapporto con Jagger, che compare fin da subito nella storia, non viene molto approfondito. Si capisce che Valerie sia rimasta delusa dal suo comportamento passato, ma al tempo stesso la ragazza ne è ancora innamorata, anche se non vuole ammetterlo. I loro scontri sono divertenti da leggere, visto che Jagger fa di tutto per dimostrare di essere cambiato e di aver capito di aver commesso un errore. La sua costanza è da premiare, visto che nonostante Valerie lo respinga sempre, lui continua a tornare da lei per supportarla in qualsiasi iniziativa.

Sarà proprio questa sua disponibilità che metterà nei guai seri i due ragazzi: il mistero su cui stanno indagando sta diventando qualcosa di molto pericoloso. Desiderosa di dimostrare di essere all’altezza di una vera indagine giornalistica, Valerie non informerà quasi nessuno di quello che sta facendo. E questo sarà il primo di una serie di errori che la porterà a perdere il controllo della situazione, alla disperata ricerca di chi si sta nascondendo dietro una strana congrega giovanile.

Alcune situazioni sono un po’ surreali, soprattutto nel finale quando finalmente anche gli adulti decidono d’intervenire. Nel complesso però la lettura è gradevole, senza troppe pretese e con un buon ritmo.

Consigliato a: chi vuole indagare con pochi mezzi ma tanta voglia di mettersi in gioco.

Voto:
Stelle 4

Genere:
mistero
Titolo: Il cerchio del silenzio
Autore: Carol M. Tanzman
Lunghezza: 240 pagine
Edizione: Ebook
Editore: HarperCollins Italia

Goodreads